Dal tango al klezmer: due concertisti di rango superiore a Fermo

Dal tango al klezmer: due concertisti di rango superiore a Fermo

Massimo Mazzoni – saxofoni

Christian Riganelli – fisarmonica

Domenica 29 gennaio 2017

Sala Maggiore Camera di Commercio, ore 17

 

 

FERMO – Due concertisti di rango superiore per un programma di musiche che provengono e arrivano direttamente dall’anima, il tango argentino e la musica Kletzmer.

Domenica 29 gennaio alle ore 17 nella Sala maggiore della Camera di Commercio (g.c.) concerto da non perdere con un inusuale duo composto da Massimo Mazzoni al sax e Christian Riganelli alla fisarmonica per un programma incentrato sul del Tango argentino e sulla musica Kletzmer. Due generi musicali appartenenti ad aree geograficamente distanti ma legate dall’esperienza di ogni singola cultura che attraverso il suono esprime i sentimenti e gli stati d’animo dell’esistenza di un popolo. Nel caso della musica klezmer inoltre, le esecuzioni vogliono essere un ulteriore apporto a “non dimenticare” a due giorni dalla celebrazione del Giorno della memoria.

Il concerto prevede l’esecuzione di brani di alcuni tra i maggiori compositori come Piazzolla, Iturralde, Sperling, Pansera, Schulhoff, attraverso un viaggio che partirà dalla melodia malinconica, coinvolgente e tagliente del tango argentino per arrivare alla musica ebraica dell’est-Europa.

Un programma che dà voce all’animo umano e alle emozioni espresse nella poesia contenuta sia nel tango sia nel klezmer.

Massimo Mazzoni e Christian Riganelli, musicisti straordinari di livello internazionale, riusciranno ad interpretare al meglio le sonorità e i sentimenti di queste intense musiche.

Massimo Mazzoni è considerato uno dei maggiori interpreti italiani del repertorio classico e contemporaneo del sassofono. Direttore del Conservatore “G.B. Pergolesi” di Fermo, ha suonato con le principali orchestre sinfoniche collaborando con direttori quali Prètre, Sawallisch, Oren, Gavazzeni. Ha tenuto concerti in tutto il mondo e ha inciso numerosi CD.. E’ presidente dell’Associazione Sassofonisti Italiani. Ad affiancare l’eminente saxofonista un’altra straordinario musicista, il maestro Christian Riganelli, uno dei più noti fisarmonicisti italiani e da quest’anno direttore del Museo Internazionale della Fisarmonica di Castelfidardo.

Massimo Mazzoni, considerato come uno dei maggiori interpreti italiani del repertorio classico e contemporaneo del sassofono, ha effettuato i suoi studi musicali presso il Liceo Musicale di Fermo con Fiorenzo Di Tommaso,  il Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro con Romano Mauriello e presso il Conservatorio di Bordeaux con  Jean Marie Londeix.

Sin dall’età di diciotto anni ha iniziato a collaborare con varie Orchestre Sinfoniche, tra le quali, Rai di Torino, Rai di Milano, Filarmonica del Teatro alla Scala di Milano, Orchestra Sinfonica della Radio e Televisione Svizzera, Teatro dell’Opera di Roma, Teatro Comunale di Genova, Teatro Comunale di Firenze, Teatro Regio di Torino, Arena di Verona sotto la direzione di maestri come Muti, Prètre, Sawallisch, Oren, Gavazzeni.

Si è esibito in veste di solista con varie orchestre tra cui Teatro dell’Opera di Roma e Orchestra Sinfonica Rai di Torino nell’ambito della Biennale Musica  di Venezia.

Ha tenuto concerti in Europa, America e Asia.

Come docente ha tenuto una serie di master class e concerti nei Conservatori Superiori di Pechino,  Lisbona, Marsiglia, Columbia University New York, Strasburgo, Cracovia e Praga.

E’ stato invitato a rappresentare l’Italia ai Congressi Mondiali di Sassofono (Norimberga 1982), (Washington 1985),(Tokyo1988), (Valencia 1997), (Minneapolis 2003), (Lubjana 2006) ed inoltre è stato direttore artistico del 10° Congresso Mondiale del Sassofono (1992) svoltosi a Pesaro che ha visto la partecipazione di oltre 500 sassofonisti selezionati da 20 nazioni.

Ha conseguito la Laurea in Discipline dell’Arte Musica e Spettacolo presso l’Università di Bologna.

Ha inciso per le edizioni italiane BMG, Edipan, Pentaphon, Ricordi, Stradivarius e la giapponese Andersen.

E’ presidente dell’ Associazione Sassofonisti Italiani con la quale organizza annualmente dal 1994 lo Stage Internazionale del Sassofono presso il Conservatorio di Fermo.

Ha svolto attività didattica di docente di sassofono dal 1982 nei Conservatori di Perugia, Pesaro, Firenze. Dal 1989 è docente di sassofono presso il Conservatorio di Musica “G.B. Pergolesi” di Fermo, in cui attualmente svolge anche l’incarico di Direttore dall’anno accademico 2011/12.

Christian Riganelli nasce a Recanati ed inizia lo studio della fisarmonica con il M° P.Picchio. Si diploma brillantemente in fisarmonica classica presso il Conservatorio “N.Piccinni” di Bari, sotto la guida del M° M.Pitocco. Prosegue gli studi presso il Conservatorio “G.B.Pergolesi” di Fermo, dove consegue il diploma in Didattica della Musica e  il Diploma Accademico di II livello ad indirizzo interpretativo-compositivo con il M° R.Centazzo.

Ha frequentato corsi di perfezionamento e interpretazione musicale in Italia e all’estero, con i maestri C.Jacomucci, P.Soave, M.Ellegard e C.Rojac.

Si è esibito in Francia, Germania, Belgio, Danimarca, Inghilterra, Repubblica Ceca, Brasile, Argentina e Giappone .Ha collaborato con Vinicio Capossela, Riccardo Tesi e David Riondino. Con il Piccolo Teatro di Milano nello spettacolo “La storia della bambola abbandonata” di Brecht-Sastre e con il poeta e scrittore Davide Rondoni nel recital dantesco “L’amor che move il sole e l’altre stelle”.

Si è esibito in qualità di solista con l’Orchestra Filarmonica Marchigiana al Teatro delle Muse di Ancona, interpretando in prima esecuzione nazionale le musiche di B.Moretti per il balletto “Terra”.

Ha eseguito in duo con Gabriele Mirabassi le musiche di A.Mehmari per fisarmonica solista, clarinetto solista e orchestra d’archi, prima esecuzione presso la Sala Jardel Filho a San Paolo del Brasile e l’Istituto Italiano di Cultura a Tokio.

Si è esibito di recente, in qualità di solista, durante il Festival Internazionale di Castelfidardo, in occasione del 150° anniversario della nascita dell’industria della fisarmonica, accompagnato dall’Orchestra Filarmonica Marchigiana.

Ha realizzato in qualità di compositore e performer le musiche originali per il DVD “Castelfidardo e l’Unità d’Italia”, prodotto dal Comune di Castelfidardo e dalla Regione Marche.

Svolge un’intensa attività concertistica come solista ed in varie formazioni cameristiche, proponendo repertori che spaziano dalla musica classica al varieté francese, dalla musica klezmer alla canzone d’autore.

Nel 2014 riceve la nomina di Direttore del Museo Internazionale della Fisarmonica di Castelfidardo. Dal 2016 è Direttore Artistico del Premio Internazionale Città di Castelfidardo.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com