Maria Chiara Carrozza, “I robot e noi”

Giovedì 1° febbraio alle 21 alla biblioteca Mozzi Borgetti, l’ex ministra parlerà delle nuove frontiere della robotica. L’incontro è aperto al pubblico. Venerdì e sabato, seminario per gli allievi della Scuola di studi superiori di Unimc.

Macerata, 2018-01-30 – Per tre giorni, da giovedì a sabato, su invito della Scuola di studi superiori Giacomo Leopardi dell’Università, sarà a Macerata Maria Chiara Carrozza, autrice di ricerche pionieristiche nel campo della robotica, già rettore della Scuola superiore Sant’Anna di Pisa e Ministra dell’istruzione, dell’università e della ricerca nel governo Letta. 

Giovedì 1° febbraio la scienziata presenterà il suo ultimo libro “I robot e noi” (Il Mulino, Bologna 2017). L’incontro è aperto al pubblico e si svolgerà alle 21 nella Sala Castiglioni della Biblioteca Mozzi Borgetti. Il volume insegna che capire l’evoluzione della robotica è fondamentale per comprendere la sfida culturale e politica della quarta rivoluzione industriale. Viviamo, infatti, in una nuova era robotica. È l’era in cui i robot escono dalle fabbriche e iniziano ad abitare altri luoghi: l’interno del corpo umano, il mondo sottomarino, lo spazio. È l’era in cui i robot vivono in mezzo a noi, ci aiutano, ci connettono, a volte ci sostituiscono. Intraprendere questo viaggio nella robotica, quindi, significa fare un viaggio nel futuro dell’umanità.

Venerdì e sabato, 2 e 3 febbraio, la docente terrà, invece, il seminario interclasse “Natura e artificio: le frontiere della robotica” rivolto agli allievi della Scuola. Le lezioni si svolgeranno il primo giorno la mattina dalle 9 alle 12 e il pomeriggio dalle 14 alle 17 e il giorno successivo dalle 9 alle 12 nella sala Giovannetti del Palazzo degli Studi.

La neurorobotica, disciplina con notevole impatto scientifico internazionale, è da sempre il principale tema di ricerca di Maria Chiara Carrozza, autrice di ricerche pionieristiche come quelle sui robot umanoidi, protesi robotiche, sensori tattili e pelle artificiale.




dalla Regione Marche

2018-01-30

PREVENZIONE E GESTIONE DELLE FRAGILITÀ, RAPPORTO SULLO STATO DELL’ ARTE DI ADVANTAGE JA

 

La fragilità degli anziani, la prevenzione e la sua gestione sono le tematiche del ‘Rapporto sullo stato dell’arte’ elaborato dai partner di ADVANTAGE JA, il progetto che vede le Marche tra le regioni capofila in una relazione a livello europeo. Un’azione comune attorno al tema più delicato e sensibile di sanità che è il tema dell’anziano.

L’ invecchiamento demografico è una delle sfide più impegnative che l’Europa si trova attualmente ad affrontare. Gli anziani sono le persone maggiormente esposte al rischio di diventare fragili e di sviluppare disabilità con un impatto sul benessere e sulla sostenibilità dei sistemi sanitari. Il rapporto evidenzia che la fragilità non è una conseguenza inevitabile dell’invecchiamento, ma con la pianificazione può essere prevenuta e affrontata per favorire una vita lunga e sana. I risultati del rapporto, sviluppati su diverse tematiche di interesse, identificano gli elementi chiave associati alla definizione della fragilità: il legame tra fragilità e malattie croniche e multi-morbilità; gli strumenti per la diagnosi e lo screening individuale; il monitoraggio e la sorveglianza della popolazione. Si evidenziano fattori legati all’epidemiologia, alla prevenzione, alla gestione e al trattamento clinico della fragilità (incluse alimentazione, attività fisica, medicinali e ICT), offrendo una panoramica di possibili modelli di assistenza sanitaria e sociale per la sua gestione ma anche approcci all’istruzione e formazione della forza lavoro e della ricerca. Si prendono in considerazione l’eterogeneità dei sistemi socio-sanitari degli Stati Membri, il cambiamento demografico e i vincoli economici nell’UE. I risultati danno valore aggiunto a sostegno delle decisioni politiche orientate alla prevenzione e alla gestione della fragilità e della disabilità nella popolazione anziana europea.

 

 




dal Piceno

2018-01-30

La Rete Eures Marche ricerca personale per i villaggi turistici

L’Iniziativa al Centro per l’Impiego di San Benedetto

Si ricorda a tutti gli interessati che il Centro per l’Impiego di San Benedetto Tronto ospiterà domani (martedì 30 gennaio), con inizio ore 9.30, lo speciale incontro per raccogliere candidature e curriculum vitae degli aspiranti operatori in villaggi turistici in Italia e all’estero. L’iniziativa, che si terrà nell’aula congressi del Centro Locale della Formazione in via Mare 218 (Porto d’Ascoli), è organizzata dalla rete Eures Marche in collaborazione con un’azienda privata del settore.

I profili professionali richiesti sono: animatori, istruttori sportivi, ballerini, coreografi tecnici audio-luci, deejay, attori e cantanti. Una giornata analoga si svolgerà nei prossimi giorni a Jesi, Pesaro e Macerata. Si sottolinea che la partecipazione è totalmente gratuita, dunque la giornata di domani rappresenta un’opportunità importante per poter trovare una collocazione professionale in un comparto come quello del turismo, ricco di prospettive e in rapida evoluzione.

Per maggiori informazioni è possibile visitare la pagina FB di Eures San Benedetto o chiamare al numero 0735/7667229.

Strategia Aree Interne: il Piceno riparte da turismo e sviluppo locale

Iniziativa in collaborazione con la Trentino School of Management

La Strategia per le Aree Interne del Piceno, che vede protagonista l’Unione Montana del Tronto e Valfluvione con il gruppo tecnico di lavoro del Gal Piceno, ha registrato un’altra importante tappa. Proprio in questi giorni sono stati infatti definiti i risultati dei workshop operativi sui temi turismo e sviluppo locale, che si sono svolti sui territori interessati lo scorso mese di dicembre. Da evidenziare che il progetto si è avvalso della collaborazione del Comitato Tecnico Nazionale Aree Interne e di esperti della prestigiosa Trentino School of Management (T.S.M.), società consortile creata dalla Provincia autonoma e dall’Università di Trento, guidata dall’economista Paolo Grigolli.

L’iniziativa è stata finanziata dalla Provincia Autonoma di Trento, che ha messo a disposizione risorse umane per un comprensorio, come quello Piceno, che si trova ad affrontare oltre a difficoltà strutturali, anche i gravi e specifici problemi del post-sisma.

Gli esperti hanno applicato sul campo il metodo di lavoro elaborato dalla Trentino School of Management, in sinergia con la celebre Università svizzera di San Gallo, basato sul tracciare ‘mappe’, a diverse scale di grandezza, che raccontano il territorio grazie soprattutto alle esperienze degli operatori coinvolti. Dagli incontri è emersa l’importanza di indirizzare lo sviluppo locale sulla comprensione delle vere attrazioni territoriali, dal punto di vista del turista, per costruire una domanda più ‘robusta’ e in grado di coinvolgere i visitatori anche dal punto di vista emozionale e del fascino dell’identità dei luoghi scoperti.




dalla Città

Un centro di aggregazione per ragazzi sulla collina della città

 

La Cooperativa Sociale Hobbit, insieme alla Fondazione CARISAP, realizzerà, negli anni 2018 e 2019 il Progetto “Climbing UP: salire la collina per vedere un nuovo orizzonte” per realizzare un centro di aggregazione giovanile, di formazione e di lavoro per ragazzi che, avendo abbandonato la scuola, sono a rischio di devianza. L’obiettivo è di creare un luogo di aggregazione sociale e di riferimento per tutta la comunità e, in particolare, per le famiglie, i bambini e i giovani di San Benedetto del Tronto, Grottammare, Acquaviva Picena e Monteprandone.

 

Il soggetto proponente, la cooperativa sociale Hobbit di San Benedetto del Tronto, è proprietario di un’area agreste denominata Centro Educativo “La Contea” e, sostenuta dai soggetti co-attuatori (Comune di San Benedetto del Tronto, Capitani Coraggiosi, Consorzio Sì, Associazione Papa Giovanni Paolo II, Associazione AsinoPiceno, Associazione Pochi ma Buoni, Centro Sportivo Italiano e Polisportiva Gagliarda), attiverà una serie di proposte educative:

– apertura di un centro di aggregazione giovanile a partire dal 5 Febbraio 2018 fino all’8 Giugno 2018 che seguirà il seguente orario: lunedì, mercoledì e venerdì dalle 17.00 alle 19.00 per i bambini delle scuole elementari; martedì e giovedì dalle 14.30 alle 18.30 per i ragazzi delle scuole medie. E’ prevista anche, per chi ne farà richiesta, la possibilità di pranzare in loco;

– laboratori didattici, ricreativi e manuali che avranno come tema attività con la flora e la fauna, attività teatrali e attività sportive;

– brevi esperienze lavorative per minori che hanno superato i 16 anni con il fine di formulare una proposta educativa adeguata all’età e preparare i giovani ad introdursi nel mondo del lavoro;

– potenziamento del servizio “Assistenza Domiciliare Educativa” del Comune di San Benedetto del Tronto attraverso l’inserimento dei minori nel centro di aggregazione allo scopo di aprire per loro delle prospettive nuove e di proporre legami positivi;

– azioni culturali e formative rivolte alle famiglie “fragili” del territorio, finalizzate alla sensibilizzazione su tematiche educative e alla creazione di momenti di socializzazione volti a fare fronte alla solitudine in cui tali soggetti si trovano a vivere.

Contemporaneamente a queste iniziative non mancheranno momenti di confronto e di formazione di tutta la comunità educante.

 

La progettualità è resa possibile grazie al particolare sostegno messo in campo dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno che investe in iniziative innovative e di sperimentazione di nuovi modelli di rete con ricaduta sul territorio.

 

Per informazioni:

Sito web: www.incontea.it

Email: info@incontea.it

Telefono: 328/4911373

 

 

San Benedetto del Tronto, 29-01-2018

Manutenzione semafori, chiusa per due giorni via Pizzi

Per consentire l’esecuzione in sicurezza dei lavori di ripristino dell’impianto semaforico posto all’intersezione tra via Pizzi e via San Martino danneggiato il 31 dicembre scorso da un incendio, nelle giornate di mercoledì 31 gennaio e giovedì 1 febbraio saranno interdetti il traffico veicolare e il transito pedonale in via Pizzi nel tratto compreso tra via San Martino e via Solferino.

 

I percorsi alternativi saranno segnalati in loco.

San Benedetto del Tronto, 29-01-2018

 




Paolo Tarsi, “L’algebra delle lampade. Musica colta da culture incolte”

 

 

L’algebra delle lampade: Paolo Tarsi presenta il nuovo libro a Senigallia

Musica colta da culture incolte: Paolo Tarsi presenta il nuovo libro a Senigallia

Domenica 28 gennaio presso il Palazzetto Baviera di Senigallia la presentazione del testo dedicato all’influenza esercitata dalle avanguardie colte sui linguaggi pop.

Ventura Edizioni
presenta:

L’ALGEBRA DELLE LAMPADE
Musica colta da culture incolte
di Paolo Tarsi

Domenica 28 gennaio 2018
h. 18.30
Palazzetto Baviera
Senigallia

con la partecipazione dell’autore
modera Lorenzo Franceschini

ingresso libero

Senigallia – Domenica 28 gennaio 2018 alle ore 18.30 presso il Palazzetto Baviera di Senigallia, in pieno centro storico a pochi passi dalla Rocca Roveresca, si terrà la presentazione del libro “L’algebra delle lampade. Musica colta da culture incolte” con la partecipazione dell’autore Paolo Tarsi intervistato dal critico Lorenzo Franceschini.

Il libro, impreziosito dalla copertina realizzata dall’artista Luca Domeneghetti, si ispira a una residenza in stile Tudor della seconda metà del XV secolo, la Knole House, dove nel 1967 i Beatles si recano per girare due video: Strawberry Fields Forever e Penny Lane. Situata nella contea del Kent, nell’Inghilterra sud-orientale, questa calendar house si compone di 365 stanze (come i giorni dell’anno), 52 corridoi (come le settimane dell’anno) e 7 cortili (come i giorni della settimana), struttura riproposta in quest’opera. Motivo per cui nella prima parte del libro sono racchiuse 52 schede dedicate perlopiù a dischi di musica colta contemporanea (ma non solo), mentre la seconda comprende una serie di 7 interviste – ampliate da 2 bonus tracks finali – ad artisti provenienti dal progressive, dal krautrock, dal post-punk, dalla new wave, dalla drone music, dal nu jazz e dall’hip hop.

Un incontro affascinante e trasversale nella testimonianza diretta di alcuni tra i più importanti compositori del nostro tempo che come il premio Oscar Luis Bacalov, Ron Geesin (Pink Floyd) e Roger Eno hanno segnato la settima arte, fino ad autentici innovatori quali Emil Schult (Kraftwerk), Eivind Aarset, Laraaji, Paolo Tofani (Area), Blaine L. Reininger (Tuxedomoon) e Crescent Moon (Kill the Vultures). Nella terza ed ultima parte è riportato, infine, un lunario di 365 dischi dedicato non solo a composizioni colte, ma anche ad album rock, jazz, fusion, all’elettronica, all’ambient e alle colonne sonore. Un prezioso almanacco musicale, con un ascolto consigliato per ogni giorno dell’anno, volto a sottolineare l’influenza esercitata dalle avanguardie colte sui linguaggi pop.

Paolo Tarsi (Senigallia, 1984) è autore di musica elettronica e cameristica, scrive per il teatro e la video-arte lavorando regolarmente con film-maker, gallerie e musei d’arte contemporanea. Dopo essersi specializzato nella composizione con il premio Oscar Luis Bacalov ha pubblicato l’album “Furniture Music for New Primitives” (Cramps/Rara, 2015), seguito dall’Ep “Petite Wunderkammer” (Coward, 2016) e “Loops in Cage” (Bau, 2017). Attualmente sta ultimando il suo nuovo lavoro discografico, frutto della collaborazione con musicisti provenienti da formazioni quali Kraftwerk, Tangerine Dream, Neu!, King Crimson, Afterhours, Henry Cow, Tuxedomoon, Ulan Bator e stretti collaboratori di band come Radiohead (Amnesiac) e Soft Machine (Third, Fourth). Suoi scritti di carattere musicologico sono apparsi su pubblicazioni specialistiche e ha svolto attività di critico musicale per numerose testate, tra cui “Alfabeta 2”, “Artribune” e “Il giornale della musica”. Ha curato la rassegna di musica e arte contemporanea “Contemporary Jukebox”.

 

 

 




Padova – Samb, al via la prevendita sul circuito Listicket

 

Vendita libera senza Supporter Card fino alle 19:00 di venerdì

 

San Benedetto del Tronto, 2018-01-30 – La S.S. Sambenedettese comunica che per la 5a giornata di ritorno del Campionato di Serie C – Girone B tra Padova e Sambenedettese in programma sabato 03 febbraio alle ore 16:30 presso lo Stadio Euganeo di Padova, la prevendita è già attiva e rimarrà aperta fino alle ore 19:00 di venerdí 02 febbraio.
Le prevendite sono attive attraverso il circuito LisTicket sul sito www.listicket.com e nei punti vendita del circuito LisTicket. E’ prevista, inoltre, anche la vendita in modalità “Home Ticketing” ovvero la stampa del biglietto a cura dell’acquirente, direttamente da casa. Il titolo d’accesso (uno per ogni biglietto acquistato) verrà inviato in formato pdf nella casella e-mail indicata in fase di registrazione e dovrà essere stampato a cura dell’acquirente. La stampa prodotta rappresenterà il titolo d’accesso per l’evento e pertanto dovrà essere necessariamente presentato integro al controllo accessi dell’impianto.
Il costo unico del biglietto per il settore ospiti (Curva Nord, capienza 1.500 posti) è di 9€ (più costi di commissione) e le autorità competenti, per l’occasione, hanno autorizzato la vendita libera del tagliando senza Supporter Card. Per i nati dal 01/01/2003 in poi l’ingresso è gratuito (senza biglietto ma esibendo un documento di identità valido all’ingresso).

Di seguito i punti vendita Listicket (gruppo TicketOne):

Grottammare
Tabaccheria Marchionni
Via Ischia, 193
Tel: 0735.581318

Porto San Giorgio
Tabaccheria Mascitelli Colomba
Via Costa Andrea, 270
Tel: 0734.675665

 

 

 




Samb, Andrea Vallocchia in prestito all’Olbia Calcio

 

Il centrocampista di Rieti è stato ceduto dalla Società rossoblù

 

San Benedetto del Tronto, 2018-01-29 – La S.S. Sambenedettese rende noto di aver ceduto all’Olbia Calcio (Serie C girone A) le prestazioni sportive del centrocampista Andrea Vallocchia.
Nato a Rieti il 22 maggio 1997, Vallocchia si trasferisce alla Società sarda con la formula del prestito con diritto di riscatto.
Nelle ultime due stagioni il giocatore ha totalizzato con la nostra Società 33 presenze e 3 reti in Serie C.

 

 




Regalo di Natale di Pupi Avati apre la stagione a Jesi

FONDAZIONE PERGOLESI SPONTINI / MARCHE TEATRO

AL VIA LA STAGIONE TEATRALE DI JESI  17 18

IL CARTELLONE APRE VENERDÍ 2 FEBBRAIO ALLE ORE 21 AL TEATRO G.B. PERGOLESI

CON REGALO DI NATALE DI PUPI AVATI

CON GIGIO ALBERTI, FILIPPO DINI, GIOVANNI ESPOSITO, VALERIO SANTORO, GENNARO DE BIASE

REGIA DI MARCELLO COTUGNO

 

Prima, durante e dopo lo spettacolo, l’Associazione Italiana Sommelier Marche organizza nel foyer del teatro una degustazione guidata gratuita di vini del territorio

 

Jesi – La Stagione Teatrale 2017 18 del Teatro G.B. Pergolesi di Jesi è promossa dalla Fondazione Pergolesi Spontini con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Jesi, in collaborazione con MARCHE TEATRO Teatro di Rilevante Interesse Culturale e con il contributo di Ubi-Banca.

La Stagione Teatrale 2017-2018 di Jesi si apre venerdì 2 febbraio 2018 con lo spettacolo REGALO DI NATALE di Pupi Avati, adattamento teatrale, a cura di Sergio Pierattini, uno tra i più bei film di Avati, lucido, amaro, avvincente. Cinque attori di grande livello, Gigio Alberti, Filippo Dini, Giovanni Esposito, Valerio Santoro Gennaro Di Biase, ci restituiscono la vicenda ai tempi dell’attuale crisi economica, diretti con maestria da Marcello Cotugno. Al centro dello spettacolo, quattro amici che non si vedono da dieci anni e che si ritrovano per una partita a poker; sul piatto, oltre ai soldi, c’è il bilancio della vita di ognuno, un’amara riflessione su come stiamo diventando e su come siamo diventati.

Prima, durante e dopo lo spettacolo, l’Associazione Italiana Sommelier Marche organizza nel foyer del Teatro Pergolesi una degustazione guidata gratuita di vini del territorio.

La Stagione prosegue giovedì 1 marzo 2018 con lo spettacolo QUI E ORA scritto e diretto da Mattia Torre, con Paolo Calabresi Valerio Aprea in una produzione Nuovo Teatro. “Vi si racconta lo scontro tra due individui sopravvissuti a un incidente in scooter, alla periferia estrema di una grande città, nella sfiduciata attesa dei soccorsi – spiega il regista – Nel loro scontro si esprime il cinismo e il senso di lotta dell’Italia di oggi, questo Paese sempre idealmente a un passo dalla guerra civile, in cui la cattiva amministrazione finisce per generare sfiducia non solo dei cittadini verso le istituzioni, ma anche tra cittadini e cittadini, in un clima sempre più teso e violento, che trova il suo apice nella grande città”.

Il cartellone prosegue martedì 13 marzo 2018 con il testo di Agata Christie e l’interpretazione di Maria Amelia Monti in MISS MARPLE, GIOCHI DI PRESTIGIO diretto da Pierpaolo Sepe,con adattamento teatrale di Edoardo Erba; la produzione è di Compagnia Gli Ipocriti. “Miss Marple”, la più famosa detective di Agatha Christie, sale per la prima volta su un palcoscenico in Italia. E lo fa con la simpatia di Maria Amelia Monti, che dà vita a un personaggio contagioso, in un’interpretazione che creerà dipendenza. Con lei due attori di originale talento come Roberto Citran e Giulia Weber, e un gruppo di giovani dalla strabordante energia scenica. Adattando il romanzo, Edoardo Erba riesce a creare una commedia contemporanea, che la regia di Pierpaolo Sepe valorizza con originalità, senza intaccare l’inconfondibile spirito di Agatha Christie.

Venerdì 30 marzo 2018, Lucia Mascino e Filippo Dini sono i protagonisti di ROSALIND FRANKLIN, IL SEGRETO DELLA VITA di Anna Ziegler in una produzione del Teatro Eliseo. La grande storia è la scoperta della struttura del DNA e il piccolo straordinario racconto degli ultimi anni di vita della scienziata Rosalind Franklin. Ci troviamo di fronte ad uno degli avvenimenti più sconvolgenti e controversi nella storia del pensiero e delle conoscenze scientifiche. Tutta l’umanità si inchina e si compiace in un unico trionfale applauso nei confronti dei grandi scienziati che sono riusciti a decifrare quello che comunemente era definito il segreto della vita.  La vicenda, tuttavia, fu tutt’altro che epica e nobile. I personaggi coinvolti in questa scoperta furono molti, tutti scienziati autorevoli che collaborarono in diverse fasi alla stessa ricerca, ma che furono vittime e carnefici, a seconda delle alterne fortune, delle reciproche invidie e desideri di riscatto personali. In compagnia anche Dario Iubatti (in questo momento in compagnia con Cecchi nell’Enrico IV) e Alessandro Tedeschi (di Carrozzeria Orfeo).

Mercoledì 11 aprileGaia De Laurentis e Ugo Dighero presentano la commedia brillante L’INQUILINA DEL PIANO DI SOPRA dal testo di Pierre Chesnot con la regia di Stefano Artissunch, produzione Synergie Arte Teatro. Un classico della comicità di Pierre Chesnot, uno di quei rari meccanismi drammaturgici ad orologeria. Commedia dai buoni sentimenti che ride dei rapporti di coppia e di eventi come il tentativo di suicidio più volte minacciato dalla protagonista. Una favola sul dramma della solitudine con un lieto fine sospirato, una commedia che mette il buon umore e fa amare la vita, proprio perché ridicolizza il dramma che ognuno di noi ha in sé.

Giovedì 19 aprile 2018, sul palco del Teatro G.B. Pergolesi arrivano Lino Musella e Paolo Mazzarelli in STRATEGIE FATALI scritto e diretto sempre da Musella Mazzarelli lo spettacolo, già applaudito in molti teatri italiani, vede in scena assieme al duo anche Marco Foschi, Laura Graziosi, Annibale Pavone, Astrid Casali, Giulia SalvaraniLo spettacolo è prodotto da Marche Teatro. È il Teatro, inteso sia come ambiente fisico che come ultimo possibile luogo di indagine metafisica, il grande tema di “Strategie Fatali”. Ecco quindi tre storie che si intrecciano fra loro, sette attori, sedici personaggi, riuniti in un’unica multiforme indagine che – nell’ambientazione comune di un Teatro – mette di fronte alcuni dei grandi temi del contemporaneo (il terrore, il porno, i nuovi media) con alcuni temi eterni dell’essere umano (il maligno, l’illusione, il fantasma, ancora il Teatro). La Compagnia MusellaMazzarelli, con questo nuovo spettacolo, arricchisce ulteriormente il suo gioco teatrale, apre le porte – usando Shakespeare e Baudrillard come chiavi – ad una scrittura che chiama in causa un numero crescente di compagni di scena, ma tiene fede a quella sua caratteristica cifra stilistica che si muove sul confine sottile fra comico e tragico. MusellaMazzarelli per Strategie Fatali sono in lizza per il Premio Rete Critica 2017.

 

INIZIO SPETTACOLI ore 21

INFO

Biglietteria Teatro G.B. Pergolesi

tel. 0731 206888 – www.fondazionepergolesispontini.com

Marche Teatro – Teatro di rilevante interesse culturale

tel. 071 52525 – www.marcheteatro.it

 

BIGLIETTI

Platea e Palchi centrali intero € 29 – ridotto € 26
Palchi semicentrali AVANTI intero € 26 – ridotto € 23

Palchi semicentrali DIETRO intero € 20
Palchi laterali AVANTI intero € 23 – ridotto € 21 – speciale giovani under 30 € 10

Palchi laterali DIETRO intero € 15 – speciale giovani under 30 € 10
Loggione € 12 (in vendita il giorno stesso dello spettacolo)

(*nei prezzi indicati sono inclusi i diritti di prevendita applicati fino ad un’ora prima dell’inizio dello spettacolo)

INFORMAZIONI e PRENOTAZIONI

Biglietteria Teatro G.B. Pergolesi: Tel. 0731 206888 – biglietteria@fpsjesi.com

www.fondazionepergolesispontini.com

Marche Teatro scarl

Biglietteria Teatro delle Muse: Tel. 071 52525 – biglietteria@teatrodellemuse.org – www.marcheteatro.it

 

PREVENDITE BIGLIETTI ON LINE

WWW.VIVATICKET.IT by Best Union (web, call center, punti vendita autorizzati, mobile)*

*pagamento solo con carta di credito e con una maggiorazione del costo del biglietto intero del 10% ca. a favore del gestore del servizio

 

ufficio stampa

FONDAZIONE PERGOLESI SPONTINI

Simona Marini tel. 0731 202944, cell. 393.9570691, ufficiostampa@fpsjesi.com

MARCHE TEATRO

Beatrice Giongo tel. 071 20784226, cell. 335 7550083, beatrice.giongo@marcheteatro.it

STAGIONE DI PROSA 2018 | PROGRAMMA

JESI | TEATRO PERGOLESI

VENERDÌ 2 FEBBRAIO 2018_ORE 21.00

GIGIO ALBERTI_FILIPPO DINI_GIOVANNI ESPOSITO_VALERIO SANTORO_GENNARO DI BIASE in REGALO DI NATALE

di Pupi Avati

adattamento teatrale di Sergio Pierattini

regia Marcello Cotugno

produzione La Pirandelliana

 

GIOVEDÌ 1 MARZO 2018_ORE 21.00

PAOLO CALABRESI_VALERIO APREA in

QUI E ORA

di Mattia Torre

regia Mattia Torre

produzione Nuovo Teatro

MARTEDÌ 13 MARZO 2018_ORE 21.00

MARIA AMELIA MONTI in

MISS MARPLE, GIOCHI DI PRESTIGIO

di Agata Christie

adattamento teatrale Edoardo Erba

regia Pierpaolo Sepe

produzione Compagnia Gli Ipocriti

VENERDÌ 30 MARZO 2018_ORE 21.00

LUCIA MASCINO_FILIPPO DINI in

ROSALIND FRANKLIN, IL SEGRETO DELLA VITA

di Anna Ziegler

regia Filippo Dini

dramaturg Nicoletta Robello Bracciforti

produzione Teatro Eliseo

MERCOLEDÌ 11 APRILE 2018_ORE 21.00

GAIA DE LAURENTIS_UGO DIGHERO in

L’INQUILINA DEL PIANO DI SOPRA

di Pierre Chesnot

regia Stefano Artissunch

produzione Synergie Arte Teatro

GIOVEDÌ 19 APRILE 2018_ORE 21.00

LINO MUSELLA_PAOLO MAZZARELLI in

STRATEGIE FATALI

di Lino Musella_Paolo Mazzarelli

regia Lino Musella_Paolo Mazzarelli

produzione Marche Teatro




Lo show dell’asta al memorial Donzelli

La primatista italiana Bruni si aggiudica il classico appuntamento dedicato alla specialità. Record personali per i giovani delle Marche.
FERMO – Si rinnova la tradizione del Memorial Roberto Donzelli, meeting interamente dedicato al salto con l’asta nell’impianto indoor di Fermo, arrivato quest’anno all’undicesima edizione. La gara più attesa, quella femminile, vede il successo della reatina Roberta Bruni(Carabinieri) che supera 4.20 alla terza prova. Sulla pedana marchigiana, la primatista italiana assoluta vince la sfida con la campionessa tricolore all’aperto Elisa Molinarolo(Aristide Coin Venezia 1949), seconda con la stessa misura, soltanto per un errore in più commesso dall’avversaria alla quota di ingresso, mentre finisce terza Alessandra Lazzari(Atl. Arcs Cus Perugia) con 3.90. Brillano le giovani specialiste della Sport Atletica Fermo, società organizzatrice dell’evento: la 15enne Ludovica Polini cresce di ben 20 centimetri per salire a 3.40, piazzandosi settima assoluta e seconda tra le under 18 dietro all’umbra Francesca Zafrani (Atl. Arcs Cus Perugia, 3.70), e la coetanea Nicole Morelli eguaglia il personale con 3.20, nona in classifica e terza allieva della gara. All’undicesimo posto la junior sangiorgese Nikita Lanciotti (Team Atl. Marche) che salta 3.20.
Tra gli uomini lo junior Leonardo Orlandi (Studentesca Rieti Milardi) realizza il primato personale di 4.80 per avere la meglio nei confronti degli allievi Simone Di Cerbo (Enterprise Sport & Service, 4.70) e Ivan De Angelis (Fiamme Gialle Simoni, 4.60). Sesto posto di Lorenzo Catasta (Sport Atl. Fermo, 4.40), decimo lo junior Mattia Perugini (Atl. Avis Macerata) con 3.85. Progressi per un altro astista classe 2002 che si migliora: Matteo Masciangelo (Sport Atl. Fermo) aggiunge dieci centimetri al suo record ed è undicesimo a 3.70. Nelle gare under 16 vittorie dei cadetti Tommaso Boriani (Sef Stamura Ancona, 2.20) e Aurora Ripa (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti, 2.30). La manifestazione è organizzata dalla Sport Atletica Fermo insieme alla famiglia Donzelli, uniti dalla volontà di ricordare Roberto, astista prematuramente scomparso nel 1992, a cui è intitolato il palaindoor cittadino.

RISULTATI: http://www.fidal.it/risultati/2018/REG16386/Index.htm

LINK ALLE FOTO
Premiazione della gara assoluta femminile con Valeria Donzelli, sorella di Roberto: http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/Donzelli2018_F.jpg
Le allieve sul podio: http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/Donzelli2018_Allieve.jpg

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.

 

 




Giornata della Memoria al PalaFolli

 

Ascoli Piceno – In occasione della Giornata della Memoria 2018, la Compagnia dei Folli e il Laboratorio Minimo Teatro hanno proposto uno spettacolo ai ragazzi delle Scuole Medie riscuotendo grande attenzione e partecipazione da parte di tutti.
Lo spettacolo “Scacco al Re” è andato in scena da mercoledì 24 gennaio a sabato 27 gennaio 2018 presso il Teatro PalaFolli di Ascoli Piceno con la partecipazione degli Isc del Comune di Ascoli Piceno e di Folignano. Sono state quattro matinée a teatro con i ragazzi delle classi seconde e terze.
Grazie al contributo degli Assessorati all’Istruzione dei due Comuni, nello specifico l’assessore ascolano Massimiliano Brugni e l’assessore folignanese Brunella Casini, le Scuole Medie hanno potuto partecipare ad uno spettacolo che ha messo in scena il dramma vissuto dall’uomo in un periodo in cui è stato possibile sospendere la propria capacità di giudizio e permettere atrocità contro l’umanità.
La performance oscilla tra un approccio giornalistico, con citazioni storiche, testimonianze, e la messa in scena di un romanzo d’invenzione.
“Scacco al Re” è liberamente tratto dalla Variante di Luneburg di P. Maurensig e da Ausmerzen di M. Paolini, con riferimenti e stralci dai Processi di Norimberga e citazioni dal Diario di Anna Frank. Durante la messa in scena è stato letto parte dell’elenco dei divieti emanati con le leggi raziali, sono stati riferiti i numeri impressionanti delle vite soppresse prima dell’esistenza dei campi di sterminio. L’idea dello spettacolo è stata infatti quella di far conoscere alle nuove generazioni come si sia potuti arrivare ad un livello tale di assuefazione alle idee del regime, tanto da non percepire la gravità di ciò che stava accadendo. Si è quindi riferito di tutto ciò che ha preceduto lo sterminio del popolo ebraico, la sterilizzazione dei disabili e dei criminali, la soppressione dei disabili infantili e poi dei disabili adulti, fino alla creazione dei “centri di uccisione” e poi dei campi di sterminio.
La parte della performance romanzata è tratta da “La Variante di Lunerburg” dello scrittore italiano Paolo Maurensig e sposta la sua attenzione nel campo di concentramento di Bergen Belsen dove un campione di scacchi ebreo è costretto a giocarsi la vita dei prigionieri con un alto ufficiale tedesco, suo storico avversario nei tornei di scacchi prima dell’ascesa del nazismo.
Sul palco a dare vita ai personaggi tre attori: Roberto Paoletti e Mario Gricinella del Laboratorio Minimo Teatro e Giuseppe Caggiula, attore romano. La produzione è della Compagnia dei Folli e del Laboratorio Minimo Teatro, assistente alla regia è Mauro Orsini della Compagnia dei Folli e la regia è di Paola Lucidi attiva in entrambe le Compagnie artistiche.
Dopo la performance, i ragazzi e gli insegnanti hanno potuto confrontarsi con la regista e gli attori. I ragazzi sono stati provocati da quanto visto sul palco ed hanno partecipato con domande sia sulla tematica sia sulla messa in scena. La loro curiosità ha permesso di illustrare alcune scelte registiche e soprattutto di far memoria di quanto accaduto e della necessità di non dimenticare perché non accada mai più.
Un ringraziamento speciale agli insegnanti che hanno accolto con entusiasmo la proposta di celebrare la Giornata della Memoria portando i ragazzi a teatro e permettendo un confronto con loro.