da Camerino

da Camerino

NUOVA SCUOLA BETTI, COVOCATA LA CONFERENZA PERMANENTE

Arrivata la convocazione della conferenza permanente per l’approvazione del progetto esecutivo della scuola Betti, fissata per il prossimo 15 ottobre. Un ulteriore passo avanti per quella che sarà la nuova scuola per tanti studenti di Camerino e del territorio. Dopo la conferenza di gennaio scorso a cui sono seguite l’indagine archeologica e le varianti al prg, si svolgerà questo ulteriore atto propedeutico all’avvio dei lavori. “In poco più di un anno dal nostro insediamento – commenta il sindaco Sandro Sborgia – sono state avviate e portate a compimento procedure amministrative per strutture che la città attendeva e attende da tanto tempo. I frutti del nostro lavoro iniziano a prendere forma nonostante le tante difficoltà”. La conferenza permanente si svolgerà on line tra tutti i soggetti interessati, al fine di rispettare le normative imposte per l’emergenza sanitaria.

CAMERINO, AFFIDATO IL PROGETTO ESECUTIVO PER LA NUOVA SEDE COMUNALE

Approvato il progetto definitivo e affidato formalmente il progetto esecutivo per la nuova sede comunale temporanea che sorgerà nel quartiere di Vallicelle a Camerino. Conclusa anche l’indagine archeologica preventiva, iniziata lo scorso maggio, subito dopo la riapertura dei cantieri a seguito della quarantena. La Soprintendenza ha dato il via libera al progetto, non avendo rilevato elementi di interesse artistico, insieme al parere favorevole della Regione Marche. Un progetto che prevede lavori per oltre due milioni, completamente finanziato dalla Protezione civile nazionale, con i fondi dell’emergenza sisma 2016. “È un progetto a cui teniamo tanto – ha ammesso il sindaco Sandro Sborgia – nonché il primo che abbiamo proposto appena ci siamo insediati, un anno e cinque mesi fa. Dopo appena 28 giorni dalla proclamazione approvammo l’individuazione della nuova sede degli uffici comunali e portammo tutto alla Protezione civile ottenendo il finanziamento”. La nuova struttura ospiterà tutti gli uffici comunali, attualmente dislocati in tre diversi edifici, garantendo una migliore logistica e maggiore funzionalità. “L’opera – conclude Sborgia – consentirà un importante risparmio di risorse, dal momento che il Comune non dovrà più affrontare la spesa relativa all’affitto dei locali destinati agli uffici (svariate decine di migliaia di euro l’anno). Inoltre la struttura rimarrà a disposizione della cittadinanza anche una volta terminati i lavori di ricostruzione e tornati nella sede comunale definitiva”. A breve saranno affidati i lavori.

 

 

 

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com