Premio “Esperienza” As.Pe.I. a Mus-e del Fermano

Premio “Esperienza” As.Pe.I. a Mus-e del Fermano

Fermo, 2022-09-30 – Ieri pomeriggio, in una delle sale del municipio di Padova, si è svolto un incontro organizzato dalla associazione pedagogica italiana (AS.PE.I.) durante il quale è stato assegnato un importante riconoscimento all’associazione Mus-e del Fermano onlus per il suo operato nelle scuole primarie e dell’infanzia della provincia di Fermo.

 


Si tratta del Premio “Esperienza” As.Pe.I. 2022 assegnato con la seguente motivazione: “L’originalità del progetto si accompagna al rigore metodologico della strutturazione e della chiarezza degli obiettivi, volti ad offrire, attraverso percorsi laboratoriali ludico-artistici, modalità di inclusione e di integrazione di bambini della scuola dell’infanzia e primaria, in specie se a rischio di emarginazione e di disagio sociale”. A ritirare il premio sono intervenuti il presidente dell’associazione Mus-e, Enrico Paniccià, e il coordinatore, Carlo Pagliacci.

“Esprimo un sincero ringraziamento anzitutto ad As.Pe.I. per questo riconoscimento che proviene da una delle più importanti associazioni italiane di pedagogia” ha dichiarato Paniccià. “È per me un onore ed un vanto, che condivido con tutto il consiglio direttivo e con lo staff di Mus-e, sia a livello locale che nazionale. È il riconoscimento di un proficuo lavoro nelle scuole del nostro territorio che prosegue da anni e grazie al quale cerchiamo di portare il linguaggio artistico in classe dando modo ai bambini di poter sviluppare sensibilità e competenze che arricchiscano quanto la scuola già offre loro”. Mus-e, anche per quest’anno scolastico, si appresta ad essere operativa, a partire da gennaio, con i suoi corsi, offerti gratuitamente e che coinvolgeranno una trentina di classi. “Siamo partiti da tre, quattro classi nel 2009 e oggi siamo arrivati a trenta, un numero importante che segna quanto questa attività sia richiesta e apprezzata da diverse realtà scolastiche. Un progetto che riusciamo a portare avanti grazie all’impegno di un gruppo di sostenitori che continua a credere in questa proposta e ai quali” conclude Paniccià “dedico questo premio”.

 

© riproduzione riservata