Pronti per il 35° Palio dei Comuni

Pronti per il 35° Palio dei Comuni

Un evento ippico di altissimo livello, una corsa gruppo 1, con cavalli che stanno marcando il mondo del trotto e guidatori che si sono fatti valere con successo negli ippodromi internazionali

A MONTEGIORGIO A PARTIRE DALLE ORE 12 DOMENICA 12 NOVEMBRE VA IN SCENA

IL XXXV PALIO DEI COMUNI LANFRANCO MATTII

 

OSPITI: LA CAMPIONESSA ELISA DI FRANCISCA A TIFARE PER JESI, L’ATTRICE E CONDUTTRICE TELEVISIVA NATASHA STEFANENKO

Marche, Abruzzo, Lazio e Umbria unite per il piacere di partecipare al Palio e rivivere la sfida dei tornei cavallereschi e per spruzzare ogni gesto con un sano campanilismo

 

MONTEGIORGIO – È giunto il momento del Palio, campanili in festa, promozione dei territori e celebrazione della bellissima Italia centrale, con particolare attenzione alle ferite del sisma del 2016. Tutto questo e molto altro costituiscono il segreto di oltre trentacinque anni di successo di questo evento sportivo di grande rilevanza, che funge da collante per l’intera comunità, una sfida condotta con spirito amichevole volta a generare nuove sinergie e a condividere momenti di gioia.

Il Centro Italia prende possesso dell’ippodromo San Paolo per una giornata carica di adrenalina e passione, ma permeata anche da serenità e volontà di collaborare. Come ha saggiamente osservato uno dei comuni partecipanti, il Palio dei Comuni dimostra che insieme si può fare di più. La forza sinergica di tanti campanili, con una lunga storia alle spalle e un ricco patrimonio artistico, unita alla creatività dei suoi cittadini e alla bellezza unica dei propri territori, può fare la differenza e plasmare un futuro promettente.

Sulle orme dei tornei cavallereschi che in altri tempi hanno appassionato le genti delle Marche e delle regioni vicine, il Palio dei Comuni Lanfranco Mattii ripropone, in una sfida tra Comuni, nell’ambito ufficiale delle corse al trotto, lo spirito e i valori più nobili della competizione ippica. Un evento unico nel suo genere soprattutto per la ufficialità della partecipazione dei Comuni e per l’autenticità della passione che anima tanta gente a impegnarsi nella manifestazione. Dalla prima edizione, tutta fatta in casa ad oggi, è stata una crescita continua sia sul piano strettamente tecnico-sportivo sia su quello della partecipazione popolare. La svolta sul piano tecnico avvenne nel ’93, quando, con la partecipazione dei campioni svedesi del momento, quali Park Avenue Katy, vincitrice di quella edizione, Meadow Prophet e First Sid, la corsa acquistò una valenza internazionale che si è consolidata nel tempo.

Oggi il Palio è uno degli appuntamenti più importanti del calendario ippico nazionale e internazionale e un grande evento culturale. In questo coinvolgente evento, l’entusiasmo rimane immutato, emanato in primo luogo dai comuni e dalla popolazione locale che aspettano questo giorno con la stessa trepidazione di una finale di calcio o una tradizionale sagra di paese. Il Palio diventa così una giornata intensa e variegata, un autentico gioiello del patrimonio marchigiano e dell’ippica italiana.

Nel tessuto avvincente di questa manifestazione, la vigilia è caratterizzata dalla “cena della giubba” del sabato (un rito che come una veglia), organizzata con cura dai comitati per appassionati e team dei partecipanti. Il pubblico, schierato sulle tribune colorate da striscioni di sostegno ai propri beniamini, crea un’atmosfera vibrante e coinvolgente. L’evento è amato sia dalle istituzioni che dalla gente comune, che apprezza il mix di colore, sfida e tradizione gastronomica.

Le prelibatezze culinarie sono una parte essenziale del Palio, con la tradizione culinaria marina (dove numerosi ristoranti dispongono del loro peschereccio e preparano il pesce fresco del giorno), montana e terrestre (dall’aromatico brodetto ai ricchi vincisgrassi fino alla prelibata pasta di Campofilone), unite a una ricca offerta vinicola. Questa fusione di sapori è il riflesso dell’ospitalità marchigiana, che trova nel Palio un’occasione perfetta per esprimersi.

Il Palio, nonostante le sfide nel mondo dell’ippica, mantiene la sua vitalità, emergendo ogni anno con rinnovato vigore. Respira l’aria festosa, la competizione, il folklore, l’ospitalità e l’allegria che Montegiorgio offre, diventando un irresistibile richiamo per chiunque. La sua fama si è diffusa grazie al passaparola di coloro che hanno vissuto personalmente questa esperienza, conservandone un ricordo estremamente piacevole.

Questa corsa, nata come evento locale, ha resistito a innumerevoli tentativi di imitazione, affermandosi nel corso degli anni come protagonista nel panorama del trotto internazionale. Il merito va alle intuizioni felici della famiglia Mattii e all’impegno creativo di uno staff appassionato, che hanno contribuito a plasmare il successo continuo di questa straordinaria manifestazione.

Ecco  un commento tecnico di Mario Alderici, giornalista di “VendoPuledri.it”: «Tra i vincitori del Palio un paio di vincitori di Amerique, nel 1997 Dryade Des Bois e nel 1999 Moni Maker che ha vinto anche l’Elitlopp come Torvald Palema a segno a Montegiorgio nel 2007. Nel 2014 hanno vinto (per la terza volta consecutiva) da favoriti i capolisti dell’albo d’oro Mack Grace Sm (4 volte a segno) e Roberto Andreghetti (6 vittorie) per il training di Lucio Colletti in 1.11.8 in avanti; nel 2015 allo speed a sorpresa Zorro Photo e Giampaolo Minnucci (training Lepetit) in 1.12; nel 2016 da favoriti Pascià Lest e Pippo Gubellini per il training di Alessandro Gocciadoro da leader arrivando in piena spinta sia in batteria sia in finale (1.11.8 e 1.11.4), nel 2017 Peace Of Mind e Alessandro Gocciadoro (training e guida) beffando in preferenziale Tamure Roc in 1.10.9, nel 2018 ancora Peace Of Mind con la guida e il training di Alessandro Gocciadoro da leader in 1.11.4, nel 2019 al record della corsa di 1.10.4 da favoriti sia in batteria sia in finale Cokstile e Antonio Di Nardo per il training di Gennaro Casillo progredendo dal gruppo nel km finale allo scoperto, nel 2020 Chief Orlando e Vincenzo Gallo per il training di Holger Ehlert da leader sia in batteria (1.11.2) sia in finale (1.10.9), nel 2021 dopo il posto d’onore in batteria Global Trustwothy e Alessandro Gocciadoro al training e alla guida in 1.11.1 in percorso esterno, l’anno scorso Bengurion Jet e Alessandro Gocciadoro (che con 5 successi è all’inseguimento di Andreghetti) da leader in batteria in 1.11.4 e da secondo in corda in finale in 1.10.9.»

Ecco i 24 comuni che parteciperanno al Palio dei Comuni 2023 divisi per regioni e province.

Dalla Provincia di Ascoli arrivano Arquata (comune che 7 anni fa è stato colpito dal terremoto) capitanata dal capoluogo di Provincia Ascoli Piceno. La Provincia di Fermo è da sempre il territorio più rappresentato al Palio, visto che l’evento si svolge nel suo territorio. Ci saranno oltre a Fermo: Belmonte Piceno, Campofilone, Francavilla d’Ete, Montappone, Monte Urano, Monte Falcone Appennino, Montegiorgio, Montegranaro, Petritoli, Porto San Giorgio, Porto Sant’Elpidio, Rapaganano, Sant’Elpidio a Mare e il capoluogo di provincia Fermo. Dalla Provincia di Macerata hanno aderito: Camerino, Civitanova Marche e il capoluogo di provincia Macerata. Per la Provincia di Ancona prenderanno parte al Palio il capoluogo di provincia, Ancona, e Jesi. Dall’Abruzzo, Provincia di Chieti arriva Lanciano, dal Lazio dalla Provincia di Rieti Amatrice (comune che 7 fa anni è stato colpito dal terremoto) e dall’UmbriaProvincia di PerugiaGualdo Tadino (che detiene il Palio).

Ecco i comuni che partecipano al Palio, i cavalli a cui sono abbinati e i guidatori coinvolti:

BATTERIA B PREMIO MONI MAKER (4° CORSA ore 16:00)

Numero               Cavallo                                              Comune                             Driver

1                           AKELA PAL FERM              MONTEGIORGIO              A. DI NARDO

2                           VERDON WF                     MONTAPPONE                 G. MINNUCCI

3                           BREST DEI GREPPI           LANCIANO                         G. AMITRANO

4                           JIMMY FERRO BR D         CIVITANOVA M.               A. GOCCIADORO

5                           CARLOMAGNO D’ESI      JESI                                     A. FAROLFI

6                           VINCERÒ GAR                   RAPAGNANO                    M. STEFANI

7                           BAARIA AMA                     ANCONA                            L. VASTANO

8                           CABASSE S                         AMATRICE                         M. ORLANDO

 

 

BATTERIA C PREMIO DRYADE DES BOIS (5° CORSA ore 16:30)

 

Numero               Cavallo                                              Comune                                            Driver

1                           ÉCLAT DE GLOIRE            MONTEGRANARO                          L . GARCIA

2                           BONNEVILLE GIFONT     PETRITOLI                                        G. DI NARDO

3                            COKSTILE                           PORTO SAN GIORGIO                    V. LUONGO

4                           SYNERGY US                     BELMMONTE PICENO                   A. GOCCIADORO

5                           COFFÉ TIME BI                 ASCOLI PICENO                               D. CANGIANO

6                           ZACON GIÓ                       MONTE URANO                                             R. VECCHIONE

7                           ANASTASIA DEI RUM      ARQUATA DEL TRONTO                R. RUVOLO

8                           CITY LUX                            PORTO SANT’ELPIDIO                   R. PEZZATINI

 

BATTERIA A  PREMIO PASCIÀ LEST (6° CORSA ore 17:05)

Numero               Cavallo                                              Comune                                            Driver

1                           VESNA                                MACERATA                                      RENÉ LEGATI

2                           ACHILLE BLV                     FRANCAVILLA D’ETE                      E. BELLEI

3                           USAIN TOLL S                   CAMERINO                                      M. VOLPATO

4                           BLACKFLASH BAR             GUALDO TADINO                           SANTO MOLLO

5                           ALWAYS EK                        FERMO                                              A. GOCCIADORO

6                           BRAVO DI RUGGI             MONTEFALCONE APPENNINO    V.LUONGO

7                           CAROLYN FRANCIS          CAMPOFILONE                                E. BACALINI

8                           COINTREAU                      SANT’ELPIDIO A MARE                  FED. ESPOSITO

 

 

Finale: XXXV PALIO DEI COMUNI LANFRANCO MATTII (8° CORSA ore 18:30)

Alla finale prenderanno parte i primi 4 cavalli classificatisi nelle rispettive batteri e quindi i comuni abbinati.

Saranno in prima fila al XXXV PALIO DEI COMUNI (domenica 12 novembre): la campionessa Elisa Di Francisca a tifare per Jesi, l’attrice e conduttrice televisiva Natasha StefanenkoJulia Burdulí, il soprano che viene dal freddo.  Si potrà godere degli spettacoli del gruppo folkloristico de I Pistacoppi di Macerata, del coro Crux Fidelis di Francavilla d’Ete, di “Caronto Ed I Pirati Del Mario Garbuglia Fontespina Festival” di Civitanova Marche, degli sbandieratori di Gualdo Tadino, del coro femminile e colorato delle Bohemiennes di Montegiorgio e delle bande dell’associazione ANBIMA.

In occasione del Palio, domenica 12 novembre, alle ore 12, presso l’ippodromo San Paolo, si terrà una tavola rotonda straordinaria che riunirà sindaci provenienti da tutta la Regione Marche per discutere il rilancio turistico ed economico dell’area, con un particolare focus sui territori interni colpiti dal cratere sismico. L’evento vedrà la partecipazione del senatore Guido Castelli, Commissario Straordinario del Governo per la ricostruzione del sisma del 2016, insieme ad altre importanti personalità politiche a livello nazionale, regionale e provinciale.”

 

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com