Campioni!

 

San Benedetto del Tronto, 2017-02-05 – Campioni!
Oro tricolore al palaindoor di Ancona

per Martina Aliventi . Clicca il VIDEO

e Andrea Pacitto . Clicca il VIDEO

della Collection Atletica Sambenedettese.

 

 

Andrea Pacitto

Andrea Pacitto

 


Copyright www.ilmascalzone.it © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

 

 




Basket in carrozzina, l’Amicacci sfiora la Champions ma centra comunque l’obiettivo Europa

 

Giulianova, 2017-02-05 – La DECO Group Amicacci conclude al terzo posto il gruppo C di Euroleague 1, ottenendo quindi ottiene l’accesso alla Andrè Vergauwen Cup, il secondo torneo continentale per importanza, in programma a Tolosa (Francia) dal 27 al 30 aprile.

Nella prima delle due giornate in programma a Las Palmas de Gran Canaria arriva una sconfitta nel derby italiano contro la Briantea84 Cantù e una vittoria fondamentale sugli israeliani del Beit Halochem Tel Aviv.
La prima partita vede i brianzoli salire fino alla doppia cifra di vantaggio nel primo tempo. L’Amicacci prova a farsi sotto nella ripresa ma a metà del quarto quarto Cantù cambia improvvisamente rotta e piazza un break devastante, prendendo il largo fino al 53-82 finale. Miglior marcatore dell’incontro Brian Bell con 37 punti. In serata la gara contro Tel Aviv vede invece il predomino della squadra abruzzese che negli ultimi minuti del primo tempo si porta sul +8 grazie a un Jorge Sanchez particolarmente ispirato in attacco. Nella ripresa sale inesorabilmente il vantaggio dell’Amicacci, guidata dai canestri di un Simone De Maggi in grande spolvero. Il punteggio alla sirena è un netto 84-47.

La seconda giornata del qualify round registra una vittoria decisiva contro la squadra organizzatrice, il BSR Ace Gran Canaria, e una sconfitta contro i campioni di Francia in carica dello Hyeres , patendo un calo nel finale.

La partita contro gli spagnoli ha un andamento altalenante anche se quasi interamente condotta dalla squadra di Malik Abes, che trova importanti canestri dal lungo polacco Bandura e dal duo italiano De Maggi – Marchionni. Nel terzo quarto l’Amicacci sale in cattedra, bloccando gli avversari con un ottima difesa e trovando ritmo in attacco. Il vantaggio incrementa fino a raggiungere il + 15 ma nel quarto conclusivo la squadra di casa piazza un parziale, facendosi sotto con i punti in area di Alonso e Kim. Gran Canaria ha addirittura in due occasioni la palla del -5 ma sciupa tutto permettendo ai giuliesi di riprendere un margine rassicurante prima con il tiro di De Maggi e poi con l’appoggio di Miceli. Negli ultimi secondi i liberi di Sanchez fissano il punteggio sul 65-54, risultato che regala all’Amicacci la certezza di una qualificazione europea. Due ore più tardi la sfida contro lo Hyeres potrebbe garantire con una vittoria persino l’accesso alla più prestigiosa Champions Cup. Il primo tempo è equilibrato e molto combattuto e si conclude sul 34-33 in favore dell’Amicacci, trascinata dai canestri di Krzysztof Bandura (prestazione da 24 punti per lui). Nella ripresa la squadra abruzzese sale sul +8 sfruttando i tiri liberi concessi dagli avversari. Lo Hyeres però reagisce alla metà del terzo quarto, sfruttando le difficoltà offensive degli avversari e puntando sulla fisicità di Mosler e Duran, arrivando addirittura al sorpasso. L’inizio del quarto decisivo vede un sussulto dell’Amicacci con un memorabile canestro con Caiazzo su assist dietro alla schiena di Brown seguito da un recupero dalla rimessa che porta Marchionni a segnare il 51-55. Ma a quel punto l’attacco si inceppa e i francesi  colpiscono sia in transazione che a difesa schierata. Le realizzazioni di Duran e Jeunassere guidano un parziale di 12-0 che chiude i conti, con la squadra abruzzese che non trova le energie per reagire. La gara termine 66-56 a favore dello Hyeres che alla luce della vittoria in serata di Gran Canaria su Tel Aviv qualifica i francesi alla Champions Cup.
Classifica Euroleague 1 – Gruppo C

1. Mia Briantea84 Cantú 8
2. Hyeres Handi Basket 4
3. DECO Group Amicacci 4
4. BSR Ace Gran Canaria 2
5. Beit Halochem Tel Aviv 2




Atletica, Le Marche in trionfo: 6 ori tricolori al palaindoor di Ancona

Barontini fa doppietta, vincono anche Vandi, Pacitto e Abdelwahed nella rassegna tricolore giovanile al Palaindoor di Ancona

 

Ancona, 2017-02-05 – Un’edizione memorabile per l’atletica marchigiana, che conquista sei medaglie d’oro ai Campionati Italiani Juniores e Promesse indoor di Ancona. Nella seconda giornata arrivano altri quattro successi con Simone Barontini (Sef Stamura Ancona), imbattibile anche sugli 800 under 20 dopo la vittoria di ieri sui 1500 metri, e della pesarese Eleonora Vandi (Atl. Avis Macerata) negli 800 promesse, invece tra gli under 23 al maschile Andrea Pacitto (Collection Atl. Sambenedettese) è il nuovo campione tricolore sui 60 ostacoli e Ahmed Abdelwahed (Cus Camerino) conferma il suo titolo nei 3000 metri, senza dimenticare l’affermazione di Martina Aliventi (Collection Atl. Sambenedettese) nella prima giornata sulla pedana del lungo juniores. Clicca il VIDEO
Fantastica doppietta di Simone Barontini nel mezzofondo juniores: quando scende in pista al Palaindoor di Ancona per un campionato italiano, non ce n’è per nessuno. Sugli 800 metri si ripete lo stesso copione della gara più lunga, con lo scatto a un giro e mezzo dal traguardo che scava un abisso nei confronti degli avversari. E così vince ancora a braccia alzate in 1:51.21, tra la gioia del pubblico e della famiglia che si gode la grande vittoria del talento allenato da Fabrizio Dubbini. E’ il quarto titolo italiano indoor per il 18enne anconetano, il sesto complessivo in carriera, con il nuovo primato regionale assoluto superando il crono di 1:52.0 stabilito da Claudio Patrignani nel 1979, oltre che quello di categoria realizzato con 1:53.8 da Matteo Silenzi nel 1985.
Per Eleonora Vandi si tratta invece dell’ottavo successo tricolore. La ventenne mezzofondista pesarese dell’Atletica Avis Macerata passa al comando all’inizio dell’ultimo giro e si impone nettamente in 2:07.54. Figlia d’arte, degli ex azzurri Luca Vandi e Valeria Fontan, ora è seguita dal tecnico Faouzi Lahbi, marocchino di stanza in Veneto, e riesce a confermarsi la migliore under 23 italiana sugli 800 metri, come nella scorsa stagione all’aperto.

Prima volta sul podio tricolore di Andrea Pacitto, che si rende protagonista di una grande impresa sui 60 ostacoli promesse per salire sul gradino più alto con il record personale di 8.25. Allenato da Teresa Morelli e seguito sul campo anche dall’ex campione italiano assoluto John Mark Nalocca, il ventenne della Collection Atletica Sambenedettese, studente di economia, ha iniziato con l’atletica ormai una decina di anni fa e corona un sogno cullato con passione da tanto tempo. Clicca il VIDEO
Da questa stagione Ahmed Abdelwahed veste la maglia del Cus Camerino, dove frequenta il corso di laurea in scienze sociali per la cooperazione internazionale, e si aggiudica di nuovo il titolo italiano dei 3000 promesse, come nel 2016. Il ventenne romano di famiglia egiziana, allenato da Roberto Scalla, piazza un’irresistibile volata finale per chiudere con il tempo vincente di 8:12.08.

Andrea Pacitto

Andrea Pacitto

 

RISULTATI ATLETI MARCHIGIANI SECONDA GIORNATA
1. Simone Barontini (Sef Stamura Ancona) 800 juniores 1:51.21
1. Ahmed Abdelwahed (Cus Camerino) 3000 promesse 8:12.08
1. Andrea Pacitto (Collection Atl. Sambenedettese) 60hs promesse 8.25 finale, 8.27 batt.
1. Eleonora Vandi (Atl. Avis Macerata) 800 promesse 2:07.54
6. Simon Nguimeya (Sef Virtus Emilsider Bologna) triplo promesse 14,40
7. Vittorio Massucci (Sport Atl. Fermo) 200 juniores 22.68 fin. B, 22.69 batt.
7. Elisa Maggi (Atl. Fabriano) 200 juniores 25.40 fin. B, 25.30 batt.
10. Martina Aliventi (Collection Atl. Sambenedettese) 60hs juniores 9.07 semifinale, 9.17 batt.
12. Riccardo Cosenza, Andrea Eusebi, Pietro Novelli, Jacopo Alfonsi (Collection Atl. Sambenedettese) 1:33.54
14. Debora Baldinelli (Team Atl. Marche) 800 juniores 2:20.13
14. Linda Lattanzi (Atl. Fabriano) peso juniores 9.57
16. Samira Amadel (Atl. Avis Macerata) 800 juniores 2:21.05
17. Federico Falappa (Atl. Amatori Osimo) 800 juniores 1:57.89
17. Mirco Capponi (Asa Ascoli Piceno) peso juniores 13.41
24. Simone Sabbatini (Team Atl. Marche) 60hs juniores 8.73 semifinale, 8.66 batt.
Adrio Fattorini, Riccardo Flamini, Lucian Chiriac, Vittorio Massucci (Sport Atl. Fermo) 4×200 juniores squal.

RIEPILOGO DATE CAMPIONATI ITALIANI 2017 AD ANCONA
4-5 febbraio: Campionati italiani juniores e promesse indoor
11-12 febbraio: Campionati italiani allievi indoor
18-19 febbraio: Campionati italiani assoluti indoor
24-26 febbraio: Campionati italiani master indoor e invernali di lanci

RISULTATI COMPLETI: http://www.fidal.it/risultati/2017/COD6024/Index.htm
LA SEZIONE DEDICATA SU FIDAL.IT: http://www.fidal.it/calendario/CAMPIONATI-ITALIANI-JUNIORES-e-PROMESSE-INDOOR/COD6024

LINK ALLE FOTO (autore Andrea Renai/FIDAL)
Simone Barontini:
http://www.fidal.it/upload/gallery/2017/Campionati-Italiani-Juniores-e-Promesse-Indoor-2017-giornata-2/1J5A0263.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2017/Campionati-Italiani-Juniores-e-Promesse-Indoor-2017-giornata-2/1J5A0264.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2017/Campionati-Italiani-Juniores-e-Promesse-Indoor-2017-giornata-2/1J5A0265.jpg
Eleonora Vandi:
http://www.fidal.it/upload/gallery/2017/Campionati-Italiani-Juniores-e-Promesse-Indoor-2017-giornata-2/1J5A0412.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2017/Campionati-Italiani-Juniores-e-Promesse-Indoor-2017-giornata-2/1J5A0416.jpg
Andrea Pacitto:
http://www.fidal.it/upload/gallery/2017/Campionati-Italiani-Juniores-e-Promesse-Indoor-2017-giornata-2/1J5A0006.jpg
Ahmed Abdelwahed:
http://www.fidal.it/upload/gallery/2017/Campionati-Italiani-Juniores-e-Promesse-Indoor-2017-giornata-2/1J5A0461.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2017/Campionati-Italiani-Juniores-e-Promesse-Indoor-2017-giornata-2/1J5A0466.jpg

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




da Giulianova

 

Per il Consiglio comunale sull’ospedale del 13 febbraio prossimo il sindaco invita a partecipare il governatore D’Alfonso, gli assessori regionali Paolucci e Pepe, il presidente della Provincia, manager ASL, presidente del Comitato ristretto dei sindaci della ASL, parlamentari, consiglieri regionali e dieci sindaci.

 

Il sindaco Francesco Mastromauro, per il Consiglio comunale del 13 febbraio prossimo al Kursaal in cui si tratterà la questione della sanità nella provincia di Teramo con particolare riguardo all’ospedale di Giulianova, ha inoltrato un invito a partecipare al governatore D’Alfonso, agli assessori regionali Paolucci e Pepe, al manager della ASL teramana Fagnano, al presidente della Provincia Di Sabatino e al presidente del Comitato ristretto dei sindaci della ASL Maurizio Brucchi. Un lungo elenco che comprende anche i parlamentari Ginoble, Sottanelli e Tancredi, i consiglieri regionali Chiodi, D’Ignazio, Di Dalmazio, Gatti, Mariani, Mercante e Monticelli nonché i sindaci dei comuni della ex ASL di Giulianova, nell’ordine Bellante, Morro d’Oro, Mosciano Sant’Angelo, Notaresco e Roseto degli Abruzzi, insieme con i primi cittadini delle località costiere, Alba Adriatica,  Martinsicuro, Pineto,  Silvi unitamente al commissario prefettizio di Tortoreto.
“E’ un consiglio comunale importante – dichiara il sindaco – nel corso del quale vogliamo confrontarci sul futuro sanitario certamente di Giulianova e dell’area vasta, folta di quasi 100 mila abitanti nel periodo invernale e circa il triplo durante l’estate, che fa riferimento all’ospedale Maria Santissima dello Splendore senza però chiuderci a riccio o avendo un atteggiamento riduttivo. La nostra proposta, scaturita dal tavolo consiliare che ho voluto il 5 gennaio scorso, è molto semplice, ed è costituita da un ospedale di 1° livello sulla costa posto in posizione baricentrica tra la parte settentrionale e quella meridionale del litorale, agevolmente raggiungibile tramite le connessioni stradale, ed in grado di costituire quindi un sicuro punto di riferimento per un’area in cui si concentra la metà dell’intera popolazione provinciale che triplica in estate condensando circa il 60% delle presenze turistiche dell’intero Abruzzo costiero. Una proposta di una logica disarmante, la nostra, e finalizzata a dare una risposta concreta e riteniamo facilmente realizzabile. La sanità è infatti un diritto fondamentale ed un bene prezioso che riguarda tutti e che quindi, com’è giusto, merita un’attenzione ampia, con una visione territoriale allargata all’intera provincia. Tanto più – prosegue il sindaco – che c’è bisogno di fare chiarezza sui progetti e le prospettive. Vogliamo insomma risposte chiare.  Soprattutto dopo le ultime vicende legate al sisma e all’epocale nevicata che, con tutto quello che è successo, necessariamente deve portare ad una visione diversa delle cose. Per questo ho ritenuto non solo opportuno ma necessario invitare tutti gli attori istituzionali, senza distinzioni di appartenenza politica. La sanità non deve essere strumentalizzata, né ingabbiata in recinti politici, né piegata a miseri interessi. Da ciò – conclude Mastromauro – il mio invito con l’auspicio comune che al consiglio comunale del 13 febbraio prossimo siano presenti tutti coloro chiamati a partecipare”.




Fano – Samb 1 a 2

 

San Benedetto del Tronto, 2017-02-05 – La Samb vince anche a Fano anche se con molta sofferenza nel secondo tempo. Pegorin saracinesca. Prossimo appuntamento domenica 12 febbraio contro il Forlì al Riviera delle Palme alle ore 14:30.

 

 

Fano
12 Andrenacci, 4 Carrotti, 5 Ferrani, 13 Lanini, 16 Zullo, 18 Fioretti, 19 Taino, 21 Gabbianelli (14st 9 Filippini), 23 Gualdi (25st 7 Cazzola), 24 Germinale, 27 Schiavini, (35st 28 Melandri)
A disp: 1 Menegatti, 2 Zigrossi, 3 Ashong, 6 Torta, 10 Borrelli, 17 Sassaroli, 20 Capezzani, 26 Camilloni
All: Agatino Cuttone.
Samb
22 Pegorin, 3 Radi, 7 Mancuso, 8 Sabatino (37st 6 Lulli), 11 Pezzotti, 14 Rapisarda, 15 Agodirin (16st 10 Bernardo), 17 Di Massimo, 21 Vallocchia, 25 Mori (33st 2 Di Pasquale), 29 Damonte
A disp: 1 Morelli, 4 Di Filippo, 9 Sorrentino, 13 N’Tow, 18 Candellori, 19 Ferrara, 23 Bacinovic, 24 Ovalle
All: Stefano Sanderra

Marcatori: 10pt Mancuso; 13pt Agodirin; 28pt Germinale (rig.)
Ammonizioni: 21pt Mancuso; 34pt Zullo; 40pt Sabatino; 13st Germinale; 45st Vallocchia
Espulsioni: 42pt Cuttone, allenatore del Fano
Angoli: 6 – 2
Recupero: 0 + 5 min
Spettatori: 2000 circa di cui 250 provenienti da San Benedetto

Arbitro: De Angeli di Abbiategrasso assistito da Lattanzi di Milano e Manara di Mantova

 

Fano - Samb_05022017, un momento della gara

Fano – Samb_05022017, un momento della gara

Lega Pro Unicef Girone B 2016-17, Risultati 24a G

FORLì
SUDTIROL 1:3
MANTOVA
ALBINOEFFE 1:2
VENEZIA
ANCONA 2:1
GUBBIO
FERALPISALò 3:1
MACERATESE
PADOVA 0:1
FANO
SAMB 1:2
BASSANO
LUMEZZANE 2:0
REGGIANA
MODENA 1:0
PARMA
PORDENONE 3:2
TERAMO
SANTARCANGELO 1:1

 

 

 

 

 

Lega Pro Unicef Girone B 2016-17, Classifica 24a G

 

 

G

P.ti

V

N

P

Reti F/A

VENEZIA

24

49

14

7

3

36:20

PARMA

24

46

13

7

4

38:25

PADOVA

24

45

13

6

5

36:20

REGGIANA

24

43

13

4

7

29:22

PORDENONE

23

42

12

6

5

41:25

BASSANO

24

40

10

10

4

38:29

SAMB

24

38

10

8

6

31:25

GUBBIO

23

38

12

2

9

30:26

FERALPISALò

24

35

10

5

9

30:28

ALBINOEFFE

24

33

8

9

7

27:26

SANTARCANGELO

24

28

6

10

8

22:25

MACERATESE

23

28

7

9

7

20:21

SUDTIROL

24

27

6

9

9

22:25

FORLì

24

23

5

8

11

23:39

ANCONA

24

23

5

8

11

17:27

MODENA

23

22

5

7

11

17:24

LUMEZZANE

23

22

5

7

11

12:20

MANTOVA

24

20

5

5

14

20:36

TERAMO

23

20

4

8

11

26:33

FANO

24

16

3

7

14

11:30

 

 

 

 

 

Lega Pro Unicef Girone B 2016-17, 25a G

SAMB
FORLì -:-
PADOVA
GUBBIO -:-
PORDENONE
MACERATESE -:-
LUMEZZANE
VENEZIA -:-
MODENA
ANCONA -:-
SANTARCANGELO
BASSANO -:-
FERALPISALò
MANTOVA -:-
ALBINOEFFE
PARMA -:-
SUDTIROL
REGGIANA -:-
FANO
TERAMO -:-

 




Continua l’emozionante viaggio alla scoperta della nuova musica italiana con Musicultura

 

MUSICULTURA 2017 Audizioni live

Amarcord si aggiudica il premio della giuria “Un Certain Regard”, a Frè Monti il gradimento del pubblico Val Di Chienti

Macerata, 2017-02-05 – Un sabato di grande musica italiana ha caratterizzato la serata di audizioni live del Festival Musicutura Radio 1 Rai, nello storico Teatro della Società Filarmonico Drammatica di Macerata, dove continua ininterrottamente l’ emozionante viaggio sulle diverse realtà musicali del paese che contribuiscono al canzoniere della nuova generazione.

La musica travolgente di Amarcord la band di Scandicci si è aggiudicata il premio della commissione di ascolto di Musicultura “Un Certain Regard”,

Il gruppo toscano è composto da Francesco, Gabriele, Giovanni, Marco e Riccardo, cinque musicisti che si definiscono “completamente diversi tra loro”. I brani presentati: I nostri discorsi, Il vostro gioco e Tutti fermi propongono testi legati alla tradizione cantautoriale e arrangiamenti nutriti dal confronto con i maggiori gruppi della scena indie-rock ed elettro-pop internazionale, che creano un sound forte, riconoscibile e caratterizzato dalla naturale sintesi delle influenze di ciascun membro della band. Riguardo al nome nostalgico, evidente ricordo felliniano, dichiarano: “Cercavamo un nome italiano con una potenza evocativa forte e Amarcord è legato a ciò che l’Italia ha fatto di bello nel mondo.”

A conquistare il Premio Gradimento del pubblico Val Di Chienti le note cantautoriali di Francesco Monti alias Frè Monti di Castellarano in provincia di Reggio Emila accompagnato dalla sua chitarra con uno stile raffinato e spensierato denso di gioia e di passione nel fare musica ha incantato il pubblico in sala con i brani: In viaggio, Pagina 70 e Provenza. Una musica che risente di influenze internazionali, grazie ad un periodo trascorso a Londra di grande crescita professionale. Partecipa in seguito nel 2013 alla prima edizione di “The Voice of Italy” nel team di Riccardo Cocciante. Presto in uscita il suo primo album di inediti: “Rapportarmi con la lingua inglese e la melodia è stato facile, ricercare la stessa sonorità con l’italiano ha rappresentato per me una sfida, – ha dichiarato l’artista emiliano – oggi nella mia lingua mi sento finalmente a mio agio”

La limpida voce di Rachele di Caro di Caltanissetta arriva dritta al cuore del pubblico con i tre brani: Assenze, Tulipani, Il piccolo principe: il serpente con una vocalità ricca d’influenze della tradizione popolare. Laureata in Filologia Moderne, Rachele ha frequentato laboratori di giornalismo cinematografico, la recitazione e la musica sono linguaggi che confluiscono nelle sue canzoni e che tendono al mondo del musical moderno.

Cerco di partire dalla letteratura italiana, con riferimenti forti alla poesia, libri e romanzi; – ha dichiarato Rachele alla giuria di Musicultura – da sempre auspico una perfetta simbiosi tra le parole e la musica”. Sul palcoscenico di Musicultura 2017 anche il giovane potentino, Antonio Langone ha studiato tromba al conservatorio e vanta numerose esperienze in bande musicali, il suo percorso si arricchisce di esibizioni live: apre infatti concerti di Eugenio Bennato, James Senese e altri.. Ha offerto al pubblico le canzoni: Liberiamo i fiori, Mostri, Portami dentro, brani con un forte carattere espressivo contraddistinti da una venatura malinconica e riflessiva in una melodia orecchiabile e attenta all’equilibrio dei suoni.

Nunzia Bi, in arte Bi, un’artista a tutto tondo nei brani: Filastrocca, La pallina matta e Lo zingaro la sua somma stilistica, sintesi della sua formazione e delle sperimentazioni artistiche svolte da lei in questi anni: pianista laureata al Conservatorio di Campobasso, logopedista, vocal coach di grandi artisti, cantautrice, turnista e vocalist di esponenti della scena cantautoriale. Da sempre attenta in maniera quasi ossessiva alla ricerca delle perfezione testuale e melodica, negli ultimi tempi ha riscoperto il piacere di creare melodie semplici e immediate che le hanno permesso di dare libero sfogo alla sua ispirazione.

Sull’ app gratuita di Musicultura app to you tutte le info sugli artisti e sulle audizioni live.

E’ possibile seguire lo STREAMING LIVE delle audizioni sul canale youtube di Musicultura: www.youtube.com/user/musicultura

APP MUSICULTURA

Tutte le info sull’ App gratuita di MUSICULTURA da scaricare su Apple Store e GooglePlay .

CALENDARIO AUDIZIONI LIVE 2016 –

Teatro della Società Filarmonico Drammatica di Macerata

INIZIO SPETTACOLI venerdì e sabato ore 21 – domenica ore 17

-venerdì 27, sabato 28 e domenica 29 Gennaio;

-venerdì 3, sabato 4 e domenica 5 Febbraio;

-venerdì 10 , sabato 11 e domenica 1 Febbraio;

– venerdì 17, sabato 18 e domenica 19 Febbraio.

PROGRAMMA AUDIZIONI LIVE MUSICULTURA 2017

FEBBRAIO

Venerdì 3 febbraio

Luce

Shark E Groove

Tano Mongelli

Piero Romitelli

Buva

Sabato 4 fabbraio

Nunzia B

Rachele Di Caro

Fre Monti

Amarcord

Antonio Langone

Domenica 5 febbraio

Alfredo Marasti

Gian Piero Milanetti

Agnese Valle

Bob Messini

Irene

*****************************

Venerdì 10 febbraio

Jess

Virginia VeronesI

Punto E Virgola

Cauteruccio

Jaspers

Sabato 11 febbraio

Lastanzadigreta

Marte

Il Grande Capo

Nico Gulino

Luca Dolci

Domenica 12 febbraio

Riccardo Ceres

La Base

Francesco Papageorgiou

T;Nagaï

Roberta Dragone

*******************************

Venerdì 17 febbraio

Simona Severini

Le Larve

Lucio Corsi

Oyoshe

Mirkoeilcane

Sabato 18 febbraio

Valeria Vaglio

Alessandro Sipolo

Bruschetta Brothers

Nico Sambo

Francesco Balasso

Domenica 19 febbraio

Marilisa Ungaro

Ambra Calvani

L’Armeria Dei Briganti

Peligro

GLI ARTISTI IN CONCORSO 2017

A seguire i nomi degli artisti selezionati e relative città di provenienza:

Francesco Balasso (Thiene – VI), Buva (Cerignola – FG), Ambra Calvani (Roma), Andrea Delrivo (Bologna), Nunzia Bi (Telese Terme – BN), T;nagai (Barletta – BT), Le Larve (Roma), Giulia Catuogno (Palermo), Cauteruccio (Arezzo), Bruschetta Brothers (Trento), Riccardo Ceres (Santa Maria Capua Vetere – CS), Lucio Corsi (Castiglione della Pescaia – GR), Shark e Groove (Siderno – RC), L’Armeria Dei Briganti (Capoterra – Cagliari), Bob Messini (Bologna), Il Grande Capo (Formia – LT), Makardia (Avellino), Giorgieness (Milano), Luca Dolci (Forlì), Doro Gjat (Dolmezzo – UD), Roberta Dragone (Monza), Antonio Ferrari (Piacenza), La Base (Ascoli Piceno), Punto e Virgola (Forlì), Nico Gulino (Erice – TP), Antonio Langone (Roma), Mirkoeilcane (Roma), Marte (Monza), Teo Manzo (Milano), Alfredo Marasti (Pistoia), Gigi Marras (Cagliari), Jess (Chianciano Terme – SI), Luca (Molfetta – BA), Peligro (Vignate – MI), Gian Piero Milanetti (Roma), Tano Mongelli (Toritto – BA), Frè Monti (Castellarano – RE), Luce (Bari), Amarcord (Scandicci – FI), Vincenzo Musto (Napoli), Francesco Papageorgiou (Parma), Salvario (Torino), Lovain (Grottaglie – TA), Eugenio Rodondi (Collegno – TO), Piero Romitelli (Morrovalle – MC), Lene (Vimodrone – MI), Nico Sambo (Livorno), Lorenzo Santangelo (Sydney), Francesca Sarasso (Vercelli), Irene (San Sebastiano al Vesuvio – NA), Simona Severini (Gorgonzola – MI), Jaspers (Asti), Alessandro Sipolo (Brescia), Lastanzadigreta (Torino), Marilisa Ungaro (Ischia – NA), Valeria Vaglio (Roma), Agnese Valle (Roma), Virginia Veronesi (Lodi), Lumanera (Avellino), Rachele (Caltanissetta).

www.musicultura.it




Ennesimo successo per Commedie nostre

 

Grottammare capoluogo artistico dell’amatorialita’marchigiana

Grottammare, 2017-02-05 – Continua la grande partecipazione di pubblico alla tredicesima edizione della kermesse Commedie nostre 2017.

Al Kursaal di Grottammare il teatro comico dialettale è l’appuntamento fisso del sabato sera, dove attori e platea interagisco alla riscoperta delle radici culturali del nostro territorio.

Apprezzato il terzo appuntamento del premio Grottammare Mask che ha visto in scena l’Associazione Teatrale di Montelparo “U Mondero”.

Capitanati dall “evergreen” Filomena Giovannini, i tredici attori della compagnia hanno ripercorso con geniali flash back il tabù dell’amore nella cultura contadina fermana.

Riscoperta del dialetto, cura nella scenografia casalinga, musiche di inizio secolo che accompagnano spaccati di quotidianita’ lavorativa: dettagli, ricordi, anedotti che hanno catapultato la platea alla ricerca del nostro intimo dna sociale.

Grande soddisfazione da parte della storica Associazione Lido degli Aranci, che da sempre ha creduto nelle potenzialità della manifestazione:

” Nel 2005 l’intuizione del sindaco Enrico Piergallini catturo’ il nostro entusiasmo e con grande passione iniziammo ad ideare la kermesse.

Mission originale fu quella di creare un luogo protetto nella nostra citta’, dove l’amore per il teatro espresso dagli attori del nostro territorio potesse elevarsi.

Dopo tredici anni, con oltre cento prime serate e ben cinquecento attori in scena, continua incessante la nostra avventura nel mondo dell’amatorialita’ marchigiana.”.

Queste le parole a caldo di un soddisfatto Giuseppe Cameli, speaker associativo che insieme al presidente Alessandro Ciarrocchi , ricorda gli imminenti appuntamenti.

Sabato 11 febbraio infatti si torna di nuovo in scena al Kursaal: protagonista al premio Grottammare Mask la citta’ di Porto San Giorgio con la compagnia Quinta Dimensione.

Prevendita presso Merceria Il cigno; info line 3475406630.




Atletica, Andrea Pacitto tricolore al palaindoor di Ancona

 

Ancona, 2017-02-05 – 60 hs Promesse, Andrea Pacitto campione Italiano!!! Week-end d’oro per la Collection Atletica Sambenedettese.

Clicca il VIDEO

 

Andrea Pacitto

Andrea Pacitto

 

 

Andrea Pacitto

Andrea Pacitto

 

 




Vincenzo Di Bonaventura in “Il vicario” al Teatro dell’Arancio

Vincenzo Di Bonaventura in “Il vicario” (3a parte), capolavoro di Rolf Hochhuth – martedì 7 febbraio, ore 21.15, Teatro dell’Arancio – Paese Alto di Grottammare

 

Grottammare – Nuovo appuntamento per gli spettacoli teatrali curati dall’attore e regista Vincenzo Di Bonaventura per la rassegna “Di Martedì” inserita nella stagione culturale dell’Associazione Blow Up di Grottammare “La bellezza (condivisa) salverà il mondo”. Martedì 7 febbraio alle ore 21.15, presso il Teatro dell’Arancio, Paese Alto di Grottammare, Vincenzo Di Bonaventura completerà il suo straordinario lavoro registico e attoriale su “Il vicario”, capolavoro di Rolf Hochhuth in cui vengono posti sotto processo il Vaticano e il papa per il riserbo mantenuto di fronte ai nazisti sul problema degli ebrei eliminati e per la corresponsabilità che ne deriva. Hochhuth è testimone scomodo e attento quanto vigile della più grande fabbrica di morte concepita da umani. 
La prime due parti dell’opera sono state già rapresentate il 10 e il 24 gennaio, mentre nella terza parte, in programma per martedì 7 febbraio, viene messo in scena il tentativo da parte dell’ufficiale delle SS Gerstein, di avvertire in tempo i prelati del vaticano, tentativo che viene vanificato dalla riluttanza e dalla incredulità di quest’ultimi. Il prete, allora, decide di persona, a costo di mettere a rischio la propria vita, di salvare gli ebrei romani viaggiando con loro in treno verso Auschwitz. È proprio qui, presso i forni crematori accesi che questa incredibile storia trova una fine.

Un’ultima straordinaria serata con il Vicario da non lasciarsi sfuggire vista anche l’assoluta mancanza di rappresentazioni teatrali tratte da Hochhuth. L’ingresso costa 5 euro con tessera-abbonamento alla Federazione Italiana Cineforum 2016-2017, rilasciata dall’Assocazione Blow Up al costo di 10 euro, che può essere sottoscritta velocemente all’ingresso. La tessera F.I.C. consentirà poi di partecipare liberamente a tutte le iniziative del ricco calendario della rassegna.

Scarica il calendario della stagione
Leggi l’ e-book della stagione



Umbria Eventi d’Autore, si preannuncia il ritorno di grandi eventi

 

Conclusa la prima parte della stagione 2016/2017

l’associazione Umbra della Canzone e della Musica d’Autore

continua a comporre il nuovo cartellone che si preannuncia pieno di sorprese ed eventi grandiosi.

Annunciati già Guido Catalano, Brunori, Giorgia e Cristiano De André 

 

Perugia – Si è conclusa giovedì 2 febbraio, con il ‘tutto esaurito’ dello spettacolo di Angelo Pintus al Teatro Lyrick di Assisi, la prima parte della stagione Umbria Eventi d’Autore 2016/2017, promossa dall’associazione Umbra della Canzone e della Musica d’Autore. Quattro le città umbre toccate, Perugia, Assisi, Foligno e Spoleto, con gli appuntamenti che hanno riscosso grande successo tra musica e show comici ai quali, in questa edizione, gli organizzatori hanno voluto aggiungere due spettacoli diversi dal solito, la danza e una speciale ‘lectio’ di storia dell’arte. 

Per la musica, i concerti hanno spaziato in diversi generi per accontentare i gusti di tutto il pubblico che, sempre più numeroso, risponde con entusiasmo al cartellone proposto dall’associazione, stagione dopo stagione. Ouverture affidata ai Genesis Piano Project, virtuosi pianisti britannici che hanno incantato la Sala dei Notari (7 novembre) ripercorrendo gli anni d’oro dei mitici Genesis di Phil Collins. È stata poi la volta del cantautorato di Dente con la presentazione del suo nuovo album Canzoni per metà  al Supersonic Music Club di Foligno (17 novembre) che, tra vecchi e nuovi successi, ha proposto un live molto coinvolgente, aperto dall’umbro Giovanni Artegiani. Un’esibizione fortemente voluta dall’associazione che, come sottolinea Gianluca Liberali, direttore artistico Umbria Eventi d’Autore “continua a voler valorizzare i talenti emergenti locali portandoli, dove possibile, a confrontarsi con musicisti di rilievo perché siano, per loro, stimolo di crescita personale ed artistica”. Il Morlacchi di Perugia è stato teatro di uno dei balletti classici più famosi e intensi del mondo, Il Lago dei Cigni che il 12 dicembre ha visto salire in scena i danzatori del prestigioso Balletto di Mosca, mentre il suggestivo Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti di Spoleto, il 23 dicembre, ha fatto da cornice ad uno dei concerti più attesi in Umbria, il Celebration European Toru di  Giovanni Allevi. Il Maestro è arrivato nella città del Festival dei Due Mondi per celebrare i 25 anni di attività live, con concerto per piano solo che è stato occasione per condividere con il pubblico un momento di intimità accompagnato dall’esecuzione di brani insoliti o, come nel caso di Carta e penna, mai suonati in pubblico. Il teatro della città serafica è stato protagonista di tre appuntamenti d’eccezione. Il 19 novembre Enrico Brignano ha scelto Assisi per il debutto del suo nuovo one man show, Enricomincio da Me durante cui, tra pezzi forti e nuove situazioni esilaranti, il comico romano ha  riscosso un grande successo di pubblico e critica raccontando aneddoti di un uomo che, nel mezzo del cammin della sua vita, a 50 anni spaccati, continua a non deludere un pubblico e che sembra trovare in Umbria i maggiori appassionati fruitori. È stata poi la volta di Caravaggio, spettacolo di e con Vittorio Sgarbi, che ha portato l’intellettuale critico d’arte a magnetizzare l’attenzione degli astanti in un viaggio attraverso la vita e la pittura rivoluzionaria di Michelangelo Merisi (9 gennaio).Anche in questa occasione l’associazione ha voluto promuovere un’artista umbro, l’assisano Stefano Frascarelli, che con la mostra pittorica La vita negli occhi ha celebrato l’opera di Caravaggio. A chiudere il cerchio è stato Angelo Pintus, altro comico esplosivo molto apprezzato, con il nuovo show Ormai sono una milf!. 

“Siamo molto soddisfatti di questa prima parte di stagione – commenta Lucia Fiumi, presidente dell’associazione – che ha registrato continui sold out in quasi tutti gli appuntamenti. Stiamo continuando a comporre il cartellone della seconda parte che, siamo sicuri, sarà apprezzato da diverse tipologie di pubblico e spazierà, come di consueto, tra musica e teatro. Non voglio svelare tutte le novità ma mi fa piacere annunciare quattro degli eventi in programma. Avremo l’eclettico Guido Catalano alla Sala dei Notari di Perugia, il concerto di Brunori all’Afterlife con il suo nuovo album ‘A casa tutto bene’, Cristiano De André al Teatro Lyrick di Assisi, che interpreterà molti brani del padre riportandoci indietro nel tempo per una sera in compagnia del grande musicista  qual era Faber e, infine, avremo il piacere di ospitare Giorgia con una tappa dell’Oronero Tour al Palaevangelisti”.