Simone Petroni nell’Olimpo della Cybersecurity

Simone Petroni nell’Olimpo della Cybersecurity

Lo studente dell’IIS “Fazzini-Mercantini” ha conquistato il terzo posto alle finali nazionali

 

Un risultato straordinario ma, soprattutto, un’esperienza meravigliosa quella che ha vissuto Simone Petroni, studente del 5BINF dell’IIS “Fazzini-Mercantini” di Grottammare che ha conquistato il terzo posto alle finali nazionali delle Olimpiadi di Cybersecurity, garantendosi una delle cinque medaglie d’oro messe in palio dall’organizzazione.

Lo studente, dopo aver superato le selezioni scolastiche e territoriali, è stato ammesso tra i cento finalisti, provenienti dagli istituti superiori di tutta Italia, che si sono sfidati a colpi di challange presso l’International Training Centre of the International Labour Organization di Torino.

La manifestazione, organizzata dal Laboratorio Nazionale di Cybersecurity del CINI (Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica), è mirata a favorire e incentivare l’avvicinamento degli studenti degli istituti superiori di secondo grado alla sicurezza informatica, sia in chiave di consapevolezza personale che per aiutare i giovani più talentuosi a orientarsi nel mercato del settore.

Enorme soddisfazione è stata espressa dalla Dirigente Scolastica, Prof.ssa Sabrina Vallesi, per il risultato ottenuto, anche in considerazione del fatto che l’indirizzo Informatica e Telecomunicazioni è presente all’interno dell’offerta formativa dell’istituto da appena cinque anni e quest’anno vedrà diplomati i primi studenti del corso.

Congratulandoci con Simone per il traguardo raggiunto, facciamo allo studente un enorme in bocca al lupo per il suo futuro, certi del fatto che con la sua passione e la sua competenza in materia, saprà dare un contributo fondamentale in un settore strategico per lo sviluppo del Paese. Ci auguriamo, inoltre, che Simone sia un esempio per gli studenti dell’articolazione Informatica che avranno l’opportunità di partecipare alla competizione già dal prossimo anno scolastico.”

© riproduzione riservata