Fritto Misto, l’Assessore Antonini ad Ascoli Piceno al taglio del nastro

Fritto Misto, l’Assessore Antonini ad Ascoli Piceno al taglio del nastro

Operativo uno stand della Regione Marche per informare il passaggio dalla vecchia programmazione PSR a quella nuova CSR

 

 

Ascoli Piceno – Nel segno della sostenibilità e con in vetrina ben 30 specialità di fritture realizzate da ogni parte d’Italia ha preso il via quest’oggi la 19^ edizione di “Fritto Misto” in programma, come tradizione, nella storica Piazza Arringo di Ascoli Piceno, in calendario fino al primo maggio.

Al taglio del nastro non è voluto mancare l’Assessore regionale all’Agricoltura e all’Alimentazione Andrea Maria Antonini che, insieme a rappresentanti istituzionali ed operatori del settore, ha visitato i numerosi stand presenti alla rinomata kermesse picena.  

Da ricordare che all’interno dell’ampio percorso espositivo, è operativo anche uno spazio informativo della Regione Marche con il compito ragguagliare tutti gli interessati del passaggio dalla vecchia programmazione del PSR 2014/2022 (Programma di sviluppo rurale) a quella nuova del CSR 2023/2027 (Complemento di Sviluppo rurale). Un tema di grande interesse e attualità, per l’intero comparto e per i tantissimi imprenditori marchigiani, su cui l’Amministrazione Regionale ha inteso promuovere, sempre ad Ascoli, un convegno a tema in calendario venerdì 28 aprile presso la Pinacoteca Comunale.

 

Fritto Misto è una rassegna di grande richiamo e di successo che si è consolidata nel tempo attirando, ogni volta, nel capoluogo ascolano sempre tantissimi visitatori, turisti e appassionati di cucina tradizionale – ha dichiarato l’assessore regionale Antonini – una manifestazione che è capace di coniugare al meglio promozione enogastronomica e valorizzazione dei luoghi. Il tutto calibrato in una attività sinergica e a lungo raggio in cui viene sempre data massima attenzione e risalto alla qualità e alla genuinità degli stessi prodotti. Non è un caso che proprio verso l’oliva, che idealmente ha ispirato tanti anni fa la nascita proprio di questa kermesse, l’Amministrazione Regionale sta lavorando da tempo con grande impegno e pianificazione, con il duplice obiettivo di potenziare il Consorzio Oliva Ascolana del Piceno e di rafforzare il marchio DOP. Un’azione ad ampio respiro che conferma, ancora una volta, l’impegno dell’Ente nell’incentivare e nel veicolare, sempre più, le eccellenze della nostra magnifica terra” – ha concluso Antonini.

 

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com