da Grottammare

da Grottammare

Il Consiglio comunale dei Ragazzi da Papa Francesco

Trentacinque studenti dell’ISC Leopardi all’evento promosso dalla Fondazione PerugiAssisi

Il Consiglio comunale dei ragazzi di Grottammare ha partecipato questa mattina, venerdì 19 aprile, all’Udienza di papa Francesco nell’Aula Paolo VI in Vaticano.

L’occasione è parte del Programma nazionale di educazione civica 2023-2024 “Trasformiamo il futuro. Per la pace con la cura” promosso dalla Fondazione PerugiAssisi per la cultura della pace.

La delegazione composta da 35 studenti è guidata dal sindaco Alessandro Rocchi, che nelle settimane scorse si era fatto portavoce presso l’istituto scolastico cittadino del messaggio, veicolato dalla fondazione perugina tra gli enti firmatari del “Patto di Assisi”, di coinvolgere i più giovani nella formazione di una nuova generazione di costruttori e costruttrici di pace.

Con loro, la dirigente scolastica Luigina Silvestri insieme ad alcuni docenti del “Leopardi” e una rappresentanza di amministratori e dipendenti comunali.

All’incontro con Papa Francesco erano attese circa 6000 persone, di cui 137 scuole di 94 città e 18 regioni. L’evento, inoltre, rappresentava l’inizio della quarta edizione della “Settimana Civica” (19-25 aprile 2024), dedicata alla valorizzazione e promozione dell’educazione civica delle giovani generazioni voluta dal Parlamento per “formare cittadini responsabili e attivi e promuovere la loro partecipazione piena e consapevole alla vita civica, culturale e sociale delle comunità.”

Coinvolgere il Consiglio comunale dei Ragazzi in questa esperienza unica era la naturale prosecuzione di un percorso educativo in cui a Grottammare crediamo da tempo per favorire la crescita dei cittadini del futuro – dichiara il primo cittadino -, nello spirito di formare una nuova generazione di costruttori e costruttrici di pace, capaci di prendersi cura degli altri e del pianeta. In un tempo carico di guerre, tensioni, difficoltà e incertezze, l’incontro si è rivelato una preziosa occasione per conoscere e valorizzare tutti gli sforzi educativi che si stanno facendo di città in città per costruire un’educazione civica diffusa in cui tutti ci sentiamo impegnati ad educarci ed educare alla pace e alla non violenza”. 

19.04.2024

Comune Lilla, la città sempre più accessibile

Confermato il titolo che premia i passi avanti nell’offerta turistica rivolta alle persone con disabilità

I giochi inclusivi nelle aree verdi e più parcheggi riservati sul Lungomare; i testi in Braille, il collegamento visivo in LIS e le tracce audio tramite qr code per i pannelli turistici; l’implementazione degli scivoli di raccordo stradale fino alla realizzazione di una spiaggia libera ad alta accessibilità, attrezzata e dotata di personale di assistenza.

Il piano dei miglioramenti attesi per la conferma della Bandiera Lilla ha fatto centro e così, anche quest’anno, la Città di Grottammare può vantare un’offerta turistica aperta davvero a tutti.

Con orgoglio, la nostra Città si conferma Bandiera Lilla anche questo anno” riferisce l’assessora all’Inclusione sociale Monica Pomili, all’indomani della cerimonia di conferimento, tenutasi mercoledì scorso a Bologna, nel corso della Fiera Internazionale ExpoSanità 2024.

L’attestato di riconoscimento e la Bandiera Lilla sono stati consegnati dal presidente della cooperativa Bandiera Lilla onlus, Roberto Bazzano, mentre sullo schermo allestito nel padiglione scorrevano le foto più suggestive di ogni Comune premiato.

Bandiera Lilla” è un progetto nazionale nato nel 2012 con l’obiettivo di favorire il turismo da parte di persone con disabilità, mettendo in evidenza i Comuni attenti a questo target turistico. Essere un Comune Bandiera Lilla, infatti, vuol dire attivare una serie di servizi e progetti che favoriscano l’accoglienza di turisti con disabilità e offrire un’accessibilità delle strutture pubbliche destinate al turismo che sia superiore alla media.

Con impegno e costanza – prosegue Pomili -, tassello dopo tassello, portiamo avanti ogni giorno attività, azioni di inclusione sociale e progetti di accessibilità turistica che, presto, vedranno coinvolto anche il MIC-Museo dell’Illustrazione Contemporanea, attraverso l’accessibilità anche sensoriale delle sue collezioni, grazie alle risorse del Pnrr. Essere un Comune turistico accessibile significa partire da una visione complessiva della città per arrivare a un cambio culturale e di mentalità. Un ringraziamento speciale per questo importante riconoscimento va ai nostri uffici comunali che ogni giorno si impegnano per aiutare noi amministratori a portare avanti questa visione di accessibilità e inclusione”.

L’adesione al “Protocollo di lavori Bandiera Lilla”, che è promosso e realizzato sul territorio nazionale dall’omonima cooperativa sociale di Savona, è volontaria e avviene con la sottoscrizione di un accordo con il quale il Comune chiede di essere valutato ai fini dell’ottenimento del riconoscimento, mentre la cooperativa si impegna a svolgere l’attività di valutazione, che consiste nella somministrazione di un questionario e in un’analisi territoriale per l’accertamento di condizioni sostenibili, sia per quanto riguarda le disabilità motoria, visiva, uditiva e alle patologie alimentari, sia per la facilità nel reperimento delle informazioni. A Grottammare il processo è stato avviato nel 2019.

https://www.bandieralilla.it/

19.04.2024

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com