dal Piceno

Viabilità: chiusura a fasce orarie della S.P. n. 24 Dell’Ascensione
Interventi S.P. 24 Dell\'Ascensione
05-06-2019

L’ordinanza in vigore dal 10 al 28 giugno. Interventi di messa in sicurezza per 1 milione e mezzo di euro

L’Amministrazione Provinciale informa che la S.P. n.24 Dell’Ascensione verrà temporaneamente chiusa al transito in alcuni momenti della giornata, dal Km. 1+200 al Km. 1+700, nel territorio del Comune di Ascoli Piceno, da lunedì 10 giugno fino a venerdì 28 giugno. Si fa presente che la disposizione, al fine di ridurre al minimo i disagi, vige soltanto nelle seguenti fasce orarie: dalle ore 8.30 alle ore 12.30 e dalle 14 alle 18. Sono inoltre esclusi i giorni festivi. In ogni caso, il bus per il servizio trasporto scolastico verrà garantito.
L’ordinanza è stata disposta dal Servizio Viabilità dell’Ente, su richiesta della ditta incaricata, per consentire l’esecuzione delle necessarie opere di difesa dalla caduta massi. I lavori in programma si inquadrano nel Piano stralcio Anas per il ripristino della viabilità post sisma e fanno parte di una serie di interventi per la messa in sicurezza dell’importante arteria stradale dell’importo complessivo di circa 1 milione e mezzo di euro.

Nel periodo di vigenza del provvedimento, il traffico veicolare, verrà pertanto deviato sulla S.P. n. 14 Castel di Croce e sulla S.P. n. 93 Venarottese.

 




Tino nel Mondo del RifiUtile

Doppio evento finale del progetto didattico sulla raccolta differenziata

Festa con gli allievi ad Arquata del Tronto. Lunedì 3 giugno a San Benedetto del Tronto il secondo step

Si è conclusa con successo presso la Sala Polivalente “Centro Val di Non” a Pretare, frazione di Arquata del Tronto, la prima parte dell’evento finale della III° edizione di “Tino nel Mondo del RifiUtile – percorso didattico alla scoperta della raccolta differenziata”. Si tratta del progetto di Legambiente Marche, fortemente voluto dall’Amministrazione Provinciale insieme ai Comuni del Piceno, con la collaborazione di Ecoinnova e Picenambiente, volto a sensibilizzare i più giovani sul tema dei rifiuti.

Gli organizzatori hanno deciso di svolgere un anticipo della festa finale, che si terrà il prossimo 3 giugno a San Benedetto del Tronto, proprio nel comune dell’ascolano più colpito dal sisma del 2016, allo scopo di dare alla comunità un segnale di coesione e speranza oltre che un’opportunità di svago e divertimento per i più piccoli. All’evento hanno partecipato alcune delegazioni delle scuole di Ascoli Piceno, accompagnate dai Centro Educazione Ambientale (CEA) del territorio, in particolare la classe IIA della scuola Primaria “Don Bosco” e le classi IA e IIA della Scuola Primaria “San Filippo” di Ascoli Piceno. Il progetto quest’anno ha coinvolto ben 1000 studenti e propone da tre anni un percorso di educazione per favorire una maggiore coscienza sulla salvaguardia dell’ambiente promuovendo, nel contempo, una corretta gestione dei rifiuti concepiti anche come risorsa e opportunità economica.

Per questa edizione, in particolare, le lezioni in classe e le attività laboratoriali si sono concentrate sul riciclo della plastica, ambito che sta riscuotendo sempre maggiore attenzione presso l’opinione pubblica e, per questo, di grande attualità. Com’è ormai noto, i materiali plastici rappresentano una delle principali cause di inquinamento e una vera e propria minaccia per interi ecosistemi. Per questo motivo, negli scorsi mesi gli educatori di Legambiente hanno svolto delle lezioni in classe per ricordare agli studenti quanto sia importante non soltanto riciclare la plastica attraverso i sistemi di raccolta differenziata, ma anche contrastarne lo spreco riutilizzandola per usi quotidiani o attraverso il riciclo creativo.

Con l’iniziativa di Arquata abbiamo voluto dare un segnale concreto di vicinanza e solidarietà a tutti i cittadini di questo territorio colpito duramente dal sisma del 2016 – ha commentato Francesca Pulcini, Presidente di Legambiente MarcheCrediamo fortemente che, per ricostruire una comunità ferita, sia necessario un coinvolgimento diretto delle famiglie del territorio attraverso attività e progetti come questo, che favoriscono la socialità, il dialogo e l’apprendimento. Ringraziamo l’associazione sportiva “Monte Vettore” per l’ospitalità e il C.E.A ASA Speleo Club per il prezioso supporto”.  

Potenziare la raccolta differenzia attraverso i ragazzi come testimonial si è rivelata una modalità incisiva che unisce le sinergie di famiglie e comunità locale a vantaggio dell’ambiente e del futuro sostenibile della comunità picena – ha dichiarato il Presidente della Provincia Sergio Fabianiesprimo apprezzamento per l’evento finale ad Arquata che ha costituito un momento di festa e di rinascita. Un ulteriore importante step sarà a San Benedetto del Tronto. Le iniziative e le progettualità della Provincia intendono coinvolgere l’intero territorio dalla costa, alla collina fino alla montagna per mettere a sistema le straordinarie risorse presenti in tutti gli ambiti territoriali”.




dal Piceno

Messa in sicurezza della S.P.47 Montalto delle Marche
Montalto Marche
17-05-2019

A breve l’inizio dei lavori

A breve l’Anas avvierà i lavori per la messa in sicurezza della S.P.47 che unisce il Comune di Montalto delle Marche alla Valdaso. Si tratta di un intervento cospicuo, circa 4 milioni e 100 mila euro, che comporta una sistemazione rilevante del tracciato stradale interessato. Un risultato importante per tutto il sistema della mobilità del comprensorio che è il frutto della positiva sinergia instaurata tra Provincia e Anas che, è il soggetto attuatore individuato dalla Provincia stessa per il ripristino della viabilità provinciale e comunale post sisma.

La necessità di attuare questo intervento è stata segnalata all’ANAS dall’Amministrazione Provinciale e, dopo le relative verifiche e sopralluoghi eseguiti congiuntamente con tecnici del Servizio Viabilità dell’Ente, tale opera è stata inserita nel secondo piano stralcio dell’ANAS. Lo scorso anno si è svolta in Provincia la conferenza di servizio convocata per l’acquisizione da parte degli enti preposti di tutti i pareri e nulla osta necessari alla realizzazione dei lavori e propedeutica alle successive procedure di appalto previste dalla normativa.

Questo è il percorso seguito per tale intervento che ha visto e vede impegnata costantemente la Provincia, un iter analogo a quello attuato o in fase di attuazione per le numerose infrastrutture contemplate nei vari stralci del piano di ripristino ANAS – Provincia.

Conferenza di servizio per il ponte di Cerreto-Monsampietro

Passo decisivo per le procedure di appalto e l’avvio del cantiere dell’opera

Prosegue con rapidità l’iter per la realizzazione del ponte situato al Km. 3+730 della S.P. 177 Cerreto-Monsampietro, nel territorio del Comune di Venarotta. Si è, infatti, svolta stamane presso il servizio viabilità della Provincia, la conferenza di servizio per l’acquisizione dei pareri e nulla osta sul progetto definitivo già approvato in linea tecnica e necessari al via libera per la costruzione dell’opera.

Erano presenti il presidente della Provincia Sergio Fabiani, i tecnici del Servizio Viabilità dell’Ente, il sindaco del Comune di Venarotta e funzionari del servizio competente del Comune, dell’Arpam, il dirigente del Genio Civile della Regione Marche e rappresentanti di altri enti preposti che hanno rilasciato parere favorevole. A breve sarà possibile chiudere il verbale con esito positivo della conferenza con l’acquisizione di ulteriori pareri già annunciati con esito positivo in sede di conferenza di servizio. Redatto quindi il progetto esecutivo e previo inserimento nel Piano delle Opere Pubbliche della Provincia, potranno essere espletate le procedure di appalto secondo la normativa. Una volta appaltata l’opera, i lavori sulla base di quanto previsto del cronoprogramma progettuale, si concluderanno entro 4-6 mesi.

Si è compiuto oggi un altro passo fondamentale per la realizzazione di questa infrastruttura così importante per il sistema della mobilità locale del comprensorio – dichiara il presidente della Provincia Sergio Fabiani – appena il 3 maggio scorso il Servizio Viabilità aveva provveduto a completare la progettazione dell’opera e ad avviare l’iter per la convocazione della conferenza dei servizi che si è svolta stamane. Ricordo – ha proseguito Fabiani – che il finanziamento del ponte, il cui costo è di 263 mila euro, è stato assicurato all’interno del Bilancio Provinciale 2019/2021 in corso di elaborazione con il piano delle alienazioni approvato dal Consiglio Provinciale il 16 aprile scorso. Pertanto l’Amministrazione Provinciale sta accelerando per quanto possibile i tempi per conseguire l’obbiettivo.”

Entrando nello specifico, il progetto prevede la realizzazione di due diversi tipi di intervento. Il primo consiste nel recupero del ponte esistente attraverso una serie di opere volte al miglioramento del suo stato di conservazione, architettonico e strutturale. Il secondo intervento la sostituzione del ponte bailey mediante una nuova struttura mista acciaio calcestruzzo. Il nuovo ponte è stato progettato in modo tale da non interferire strutturalmente con il ponte in muratura sottostante: infatti i carichi dovuti al transito dei veicoli saranno sopportati interamente dalla nuova struttura e il ponte esistente sarà soggetto solo al proprio peso.




dal Piceno

Ascoli Piceno – A breve l’Anas avvierà i lavori per la messa in sicurezza della S.P.47 che unisce il Comune di Montalto delle Marche alla Valdaso. Si tratta di un intervento cospicuo, circa 4 milioni e 100 mila euro, che comporta una sistemazione rilevante del tracciato stradale interessato. Un risultato importante per tutto il sistema della mobilità del comprensorio che è il frutto della positiva sinergia istaurata tra Provincia e Anas che, come ampiamente noto, è il soggetto attuatore individuato dalla Provincia stessa per il ripristino della viabilità provinciale e comunale post sisma.

Ricordo inoltre che la necessità di attuare questo intervento è stata segnalata all’ANAS dall’Amministrazione provinciale e, dopo le relative verifiche e sopralluoghi eseguiti congiuntamente con tecnici del nostro Servizio Viabilità, tale opera è stata inserita nel secondo stralcio del Piano ANAS. Lo scorso anno si è svolta in Provincia la conferenza di servizio convocata per l’acquisizione da parte degli enti preposti di tutti i pareri e nulla osta necessari alla realizzazione dei lavori e propedeutica alle successive procedure di appalto previste dalla normativa.

Questo è il percorso seguito per tale intervento che ha visto e vede impegnata costantemente la Provincia, un iter analogo a quello attuato o in fase di attuazione per le numerose infrastrutture contemplate nei vari stralci del piano di ripristino ANAS- Provincia. Tutto ciò per doverosa informazione e al di la di post sui social di esponenti politici che, forse per esigenze di campagna elettorale in corso, sembrano “dimenticare” o sottacere attività, ruoli e competenze.

 




Giornata finale del progetto europeo Erasmus Recircle Plus alla Cartiera Papale

Consegnati dal Presidente Fabiani gli attestati comunitari agli studenti partecipanti

Ascoli Piceno – Nella splendida cornice della Cartiera Papale si è svolta la giornata finale del progetto Erasmus Recircle Plus, di cui la Provincia di Ascoli Piceno è capofila con l’organizzazione tecnica di Eurocentro. Con un finanziamento comunitario di 237 mila euro, a cui si è aggiunto il cofinanziamento del Bim Tronto, ben 111 studenti di 11 istituti superiori del territorio piceno hanno potuto svolgere, tra il 2018 e il 2019, un tirocinio formativo e professionale di 4 settimane in 10 paesi dell’Unione Europea: Austria, Francia, Irlanda, Portogallo, Regno Unito, Spagna, Germania, Polonia, Slovenia e Bulgaria.

Da evidenziare che, grazie ai 4 progetti approvati, dal 2014 ad oggi, la Provincia di Ascoli Piceno è riuscita ad ottenere oltre 1 milione di euro di finanziamenti europei che hanno consentito a 468 studenti di soggiornare all’estero misurandosi con realtà lavorative, culturali e sociali di altre nazioni.

Il Presidente della Provincia Sergio Fabiani ha portato il saluto a ragazzi e docenti complimentandosi per la riuscita dell’iniziativa. “Voi giovani rappresentate il futuro del nostro territorio e dell’Italia – ha detto il Presidentee le istituzioni debbono lavorare ed impegnarsi affinché ciò che avete appreso e apprenderete nel vostro percorso formativo trovi applicazione e spazio nella realtà italiana. L’esperienza che avete fatto all’estero sicuramente ha contribuito ad accrescere le vostre competenze, non solo tecniche ma anche umane e relazionali. In questa prospettiva, l’Europa rappresenta una grande opportunità di crescita e sviluppo. Ringrazio il Bim Tronto e il suo Presidente Luigi Contisciani cha hanno dato un cofinanziamento a questa attività così significativa per la nostra comunità locale”.

Alcuni studenti che hanno partecipato alla mobilità hanno raccontato, con video e foto, la loro esperienza all’estero costituita da attività professionali, formative, gite d’istruzione e visite a luoghi simbolo delle nazioni ospitanti. Tutti i ragazzi hanno sottolineato la validità di questa attività ed hanno evidenziato gli aspetti di crescita personale e condivisione vissuti nelle realtà visitate. Il presidente Fabiani ha infine consegnato ai ragazzi gli attestati Europass, una certificazione di competenze spendibile a livello comunitario.




dal Piceno

Tino nel Mondo del RifiUtile

Torna il progetto di sensibilizzazione sul tema della raccolta differenziata di Legambiente Marche e Provincia di Ascoli Piceno

Circa 900 gli studenti coinvolti quest’anno.

Il riutilizzo e il riciclo della plastica il tema delle attività didattiche di questa edizione

Ultime battute per la III° edizione di “Tino nel Mondo del RifiUtile – percorso didattico alla scoperta della raccolta differenziata”, progetto di Legambiente Marche fortemente voluto dall’Amministrazione Provinciale insieme ai Comuni del Piceno, con la collaborazione di Ecoinnova e Picenambiente, volto a sensibilizzare i più giovani sul tema dei rifiuti.

Quest’anno sono 43 le classi per un totale di circa 900 gli studenti coinvolti dal progetto, che in questi mesi, accompagnati dalle insegnanti e dai volontari di Legambiente, hanno svolto in classe percorsi didattici alla scoperta del ciclo del rifiuto attraverso le famose “3R” (Riduzione, Riutilizzo, Riciclo).

Il progetto, infatti, si propone da tre anni di avviare un percorso di educazione degli studenti rispetto a tematiche di straordinaria attualità per il raggiungimento di una maggiore coscienza sulla salvaguardia dell’ambiente e di promuovere, attraverso il riciclo e riutilizzo, una corretta gestione dei rifiuti affinché diventino una risorsa e un’opportunità economica.

Quest’anno, in particolare, le lezioni in classe e le attività laboratoriali si sono concentrate sul riciclo della plastica, un tema che sta riscuotendo sempre maggiore attenzione presso l’opinione pubblica e, per questo, di grande attualità. Se infatti, da un lato, i rifiuti di plastica possono essere considerati altamente inquinanti e di difficile degradazione, dall’altro, in un’ottica di economia circolare, possono essere facilmente trasformati in oggetti di uso quotidiano e giochi divertenti in grado di stimolare l’attenzione e la creatività dei più piccoli.

Le attività didattiche e gli elaborati realizzati dai giovani studenti durante l’anno scolastico saranno presentati durante l’evento finale del progetto, che si terrà a fine maggio.

Per salvaguardare l’ambiente, migliorare effettivamente la percentuale di raccolta differenziata e accelerare la messa al bando dei prodotti di plastica monouso, è necessario continuare a informare i cittadini e coinvolgere i più giovani e le loro famiglie proprio attraverso progetti educativi come questo – commenta Francesca Pulcini, Presidente di Legambiente MarcheSiamo orgogliosi di poter portare avanti, per il terzo anno consecutivo, questo importante progetto, soprattutto considerando il miglioramento della percentuale di raccolta differenziata nel territorio provinciale. Ringraziamo la Provincia di Ascoli Piceno per averci accompagnato e sostenuto anche quest’anno nella realizzazione di Tino nel mondo del RifiUtile”.  

Con grande convinzione la Provincia, che ha l’ambiente tra le sue funzioni fondamentali, ha attuato la terza edizione di un progetto che vuole sensibilizzare tutto il territorio alle buone pratiche della raccolta differenziata e della sostenibilità – dichiara il Presidente della Provincia Sergio Fabianirinnovo il mio apprezzamento a tutti gli allievi, ai docenti e ai dirigenti scolastici che hanno aderito all’iniziativa con passione, impegno ed entusiasmo. È importante che i ragazzi che saranno i cittadini di domani diventino protagonisti e testimonial di un percorso per la salvaguardia dell’ambiente che può anche avere sbocchi economici ed occupazionali.”

Le scuole e le classi che hanno aderito al progetto sono: le classi I e II del plesso “Appignano del Tronto” e le classi I e II del plesso “Castorano” dell’I.C. “Falcone-Borsellino”; la classe IA del plesso “Acquaviva” del comune di Acquaviva Picena dell’Istituto Comprensivo “A. De Carolis”; le classi IA e IIA della scuola primaria “Ragnola” e le classi IA, IB, IC e ID dell’I.C. Centro San Benedetto del Tronto; le classe IIA e IIB del plesso “Miscia” dell’I.C. Nord San Benedetto del Tronto; le classi IA, IB, IC, IIA e IIB del plesso “Spalvieri” e le classi IA, IB, IC, IIA, IIB e IIC del plesso “Alfortville” dell’ I.C. Sud San Benedetto del Tronto; le classi IA, IIA e IIB del plesso “Don Bosco” dell’I.C. Luciani – SS Filippo e Giacomo di Ascoli Piceno; le classi IIA e IIB del plesso “Cupra Marittima”, la scuola dell’infanzia del plesso “Valtesino”, le classi I e II del plesso “Massignano”, la classe 1-2 del plesso “Cossignano”, la IIA del plesso “Ripatransone” e la IIA del plesso “Montefiore” dell’I.C. di Cupra Marittima-Ripatransone; le classi IB, IC, IIA, IIB e IIIA del plesso centrale e le classi IIA del plesso “Ischia” e IA e IIA del plesso “Ascolani” dell’I.C. “G. Leopardi” di Grottammare.




dal Piceno

Le Province a colloquio con il Santo Padre

Presente anche il Presidente Sergio Fabiani. Un pensiero particolare per le comunità colpite dal sisma

Papa Francesco ha ricevuto nella Sala Clementina in Vaticano i 76 presidenti delle Province Italiane nell’ambito di un incontro promosso dall’Upi Nazionale. Tra i rappresentanti istituzionali presenti anche il Presidente della Provincia di Ascoli Piceno Sergio Fabiani che ha avuto con il Pontefice un colloquio molto cordiale e sentito.

Papa Francesco ha posto in evidenza l’importanza del lavoro svolto dalle Province per le proprie comunità locali, sopratutto nel campo della manutenzione delle strade, della sicurezza delle scuole e della tutela dell’ambiente. Da parte sua, il Presidente Fabiani ha ringraziato il Santo Padre e ricordato le problematiche del territorio piceno tra i più colpiti dal terremoto con la comunità di Arquata che ha avuto numerose vittime e danni ingentissimi.

Il Santo Padre ha rivolto un pensiero affettuoso di saluto e di vicinanza alla comunità picena, in particolare a quanti stanno soffrendo per le conseguenze del sisma ed ha assicurato la sua preghiera e sostegno. Infine, ha incoraggiato la Provincia e tutti i soggetti istituzionali del territorio a proseguire con determinazione ed impegno nel processo di ricostruzione sempre guidati dall’obiettivo del bene comune.

Completata la progettazione del ponte di Cerreto-Monsampietro

Al via la conferenza di servizio. Assicurato il finanziamento nel bilancio provinciale

In questi giorni si sono svolti e si svolgeranno passi fondamentali per la realizzazione della messa in sicurezza del ponte situato al Km. 3+370 della S.P. 177 Cerreto-Monsampietro, nel territorio del Comune di Venarotta. Come noto il ponte con struttura a muratura, realizzato presumibilmente a fine ‘800, negli anni ’80 era stato oggetto di un importante intervento di manutenzione con l’installazione sopra di esso un ponte bailey a struttura modulare in acciaio. Nell’agosto 2018 era stato emanata un’ordinanza di chiusura a seguito della accertata necessità di eseguire lavori di manutenzione straordinaria.

Si tratta di una infrastruttura strategica per la mobilità locale del comprensorio – sottolinea il Presidente della Provincia Sergio Fabianiil Servizio Viabilità ha già provveduto a completare la progettazione dell’opera e, tra qualche giorno, si svolgerà la conferenza dei servizi nell’ambito della quale verranno rilasciati i pareri necessari alla realizzazione. Sottolineo che il finanziamento del ponte, che ammonta a 263 mila euro – prosegue il Presidenteè stato assicurato all’interno del Bilancio Provinciale 2019/2021 in corso di elaborazione e precisamente con il piano delle alienazioni approvato dal Consiglio Provinciale con delibera n. 6 nella seduta del 16 aprile 2019.”

Il progetto prevede la realizzazione di due diversi tipi di intervento. Il primo ha come obiettivo il recupero del ponte esistente, attraverso una serie di opere finalizzate al miglioramento del suo stato di conservazione, sia architettonico che strutturale. Tutto ciò in considerazione dell’elevato valore di testimonianza storica del manufatto. Il secondo intervento consiste nella sostituzione del ponte bailey con una nuova struttura mista acciaio calcestruzzo. Il nuovo ponte è stato progettato in modo tale da non interferire strutturalmente con il ponte in muratura sottostante: infatti i carichi dovuti al transito dei veicoli saranno sopportati interamente dalla nuova struttura e il ponte esistente sarà soggetto solo al proprio peso.




Visita di due classi dell’Istituto Capriotti nella Sala del Consiglio Provinciale

L’iniziativa nell’ambito di un progetto sull’organizzazione del territorio provinciale

Ascoli Piceno – Il Presidente della Provincia Sergio Fabiani ha incontrato stamane nella sala del Consiglio Provinciale circa 40 studenti di due classi dell’istituito “Augusto Capriotti” di San Benedetto del Tronto accompagnati dai loro docenti.

L’iniziativa si inquadra nel progetto di ricerca storica sul territorio promosso dall’istituto dal titolo “Conoscenza della Civiltà Romana e Longobarda e dell’organizzazione del territorio provinciale” e prevede la possibilità per i ragazzi coinvolti di effettuare escursioni didattiche volte a conoscere da vicino le sedi e le istituzioni che operano sul territorio. Tutto ciò anche in considerazione che l’educazione civica è stata recentemente inserita nella programmazione scolastica.

Il Presidente Fabiani ha brevemente illustrato le funzioni della Provincia alla luce della riforma Delrio e le competenze dell’Ente nel campo della manutenzione stradale, delle scuole e sui compiti di tutela ambientale, gestione rifiuti e assistenza tecnica ai Comuni.

E’ importante che istituzioni e mondo della scuola siano vicini e dialoghino insieme e costantemente – ha evidenziato il Presidente Fabianiringrazio la dirigenza scolastica e i docenti per questi progetti didattici che pongono al centro delle competenze degli studenti anche la conoscenza del territorio, degli enti locali e di quelle nozioni di educazione civica che rendono le giovani generazioni più consapevoli dei propri diritti di cittadini di domani e protagonisti dello sviluppo locale. Ho riscontrato in questi ragazzi tanto entusiasmo, interesse e voglia di apprendere”.

Una guida turistica ha infine descritto gli splendidi affreschi di Domenico Ferri che raffigurano porzioni del territorio e alcune figure allegoriche.




Le celebrazioni per 74° anniversario della Liberazione

Ricorrenza del 25 aprile
 



Ascoli Piceno – Come apprezzata e consolidata consuetudine, la Provincia insieme al Comune di Ascoli Piceno e l’A.N.P.I. provinciale, hanno definito il programma per celebrare il 74° anniversario della Liberazione. L’intento è custodire la memoria di quegli avvenimenti e di quelle gesta che hanno consentito alla Provincia e alla città capoluogo di essere fregiate della medaglia d’oro al valor militare per attività partigiana. In questa data così significativa, è opportuno ricordare il traguardo della nostra Costituzione Repubblicana che raggiunge il suo 71° anniversario.

La giornata di giovedì prevede alle ore 9 la deposizione della corona dinanzi al Palazzo del Governo, in P.zza Simonetti. In seguito le autorità civili e militari presenti raggiungeranno P.zza Roma dove, alle 9.15, sarà deposta una corona sul monumento ai caduti. Quindi, alle ore 9.30, le autorità si sposteranno a Colle San Marco uno dei luoghi simbolo della Resistenza Picena con due momenti solenni di ricordo e di riflessione. Alle ore 10, avrà luogo la deposizione della corona sul cippo e, successivamente, sul sacrario ai caduti per la Resistenza si svolgerà la resa degli onori ai caduti e i rappresentanti delle istituzioni pronunceranno i loro interventi.

Prenderanno la parola il Prefetto di Ascoli Piceno dott.ssa Rita Stentella, il Presidente della Provincia Sergio Fabiani, il Sindaco di Ascoli Piceno Guido Castelli e il Presidente del Comitato provinciale A.N.P.I. Pietro Perini. Concluderà la manifestazione, alle 11, la celebrazione della Santa Messa in memoria di tutti i caduti.

 




Consiglio Provinciale, integrato il Piano di alienazione dei beni di proprietà dell’Ente

Eletti in Piceno Consind come rappresentanti della Provincia i consiglieri Tonelli e Girolami

Ascoli Piceno, 2019-04-16 – Si è svolta oggi pomeriggio nell’aula consiliare di Palazzo San Filippo una seduta del Consiglio Provinciale.

L’Assemblea consiliare ha approvato un nuovo stralcio del Piano di alienazione dei beni di proprietà dell’Ente. Si tratta di un atto funzionale al Piano di riequilibrio della Provincia varato nel 2013 e che si concluderà nel 2022, che va a integrare e proseguire il Piano di alienazione deliberato nel 2018. Nello specifico, il documento prevede l’alienazione al Comune di Arquata del Tronto dell’ex incubatoio ittico situato in vallata per l’importo di 213 mila euro, valore già verificato dai tecnici provinciali e dal competente organo dell’ Agenzia delle Entrate.

Viene poi prevista l’alienazione di un a casa colonica sita in località Marino del Tronto per 85 mila euro. Infine Il Piano prevede la vendita di due frustuli di terreno attualmente in affitto a due società di gestione di telefonia mobile che hanno manifestato interesse all’acquisizione dei beni. In in questo caso il prezzo ritenuto congruo dall’ufficio tecnico è di 67 mila per ciascuna porzione di suolo. La cifra ottenuta è destinata a finanziare investimenti che verranno individuati con l’approvazione dello schema del Piano Opere Pubbliche.

Il Consiglio ha poi provveduto al riconoscimento di debiti fuori bilancio per sentenze varie.

Infine, il consesso ha proceduto alla votazione dei due rappresentanti della Provincia in seno al Piceno Consid previsti dal regolamento del Consorzio. Come consigliere designato dalla maggioranza è stato eletto Daniele Tonelli mentre come consigliere in quota di minoranza è stata eletta Mariadele Girolami.