dall’UniMc

dall’UniMc

Convegno in Ateneo con il giurista Salvatore Mazzamuto
Ordinario di Roma Tre, è stato membro del  Csm e sottosegretario al Ministero di grazia e giustizia.  

 

 

Salvatore Mazzamuto, emerito di diritto civile all’Università di Roma Tre, già membro del Consiglio superiore della magistratura e sottosegretario al Ministero di grazia e giustizia, aprirà il convegno “Il problema della tutela della volontà del testatore alla luce dei limiti dell’ordinamento giuridico”, che si terrà giovedì 24 marzo dalle 9 al Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Macerata, in presenza e online via Teams. Info: giurisprudenza.unimc.it.

 

Tra i molteplici e prestigiosi incarichi accademici, Mazzamuto è stato preside della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Palermo, direttore della Scuola dottorale internazionale “Tullio Ascarelli”. Dal 1998 al 2002 è stato membro laico del Consiglio Superiore della Magistratura e ha rivestito il ruolo di consigliere del Ministro della giustizia (2008-2011), sottosegretario alla giustizia (2011-2013), consigliere giuridico del vicepresidente del Consiglio (2013-2014), dei Ministri dell’interno e degli Esteri.

 

Il convegno sarà moderato da Enrico Damiani e Francesco Gambino, ordinari di diritto civile dell’Ateneo maceratese, e vedrà gli interventi anche di Giuseppe Werther Romagno dell’Università di Sassari, Sandro Nardi dell’Università di Foggia, Giorgia Vulpiani, ricercatrice Unimc di diritto privato, e Chiara Iorio, assegnista di ricerca.

 

 

 

Soluzioni per le concessioni balneari 

Online il volume di ricerche UniMc

La pubblicazione, che conclude il progetto “Coste”, fornisce una cornice scientifica per contemperare i molteplici interessi pubblici e privati. 

Con la pubblicazione del volume collettaneo “Coste e diritti. Alla ricerca di soluzioni per le concessioni balneari”, il Centro di Studi Costituzionali dell’Università di Macerata conclude il progetto “Coste”, coordinato dalla professoressa Angela Cossiri, al quale hanno partecipato studiosi provenienti da enti di ricerca italiani e stranieri, legali e rappresentanti delle istituzioni.

 

Il testo, edito da Eum e liberamente accessibile online (open access), affronta la questione delle concessioni demaniali a uso turistico-ricreativo, da cui sono scaturiti conflitti ancora irrisolti che hanno coinvolto Stato, Unione europea, Regioni, Enti locali e imprese balneari.

La ricerca ambisce a tenere in dialogo diverse prospettive giuridiche per cogliere le molte sfaccettature dell’intricata vicenda. Obiettivo del lavoro è fornire ai decision-maker e agli operatori giuridici una cornice ricostruttiva scientificamente validata e proposte concrete per contemperare i molteplici interessi pubblici e privati implicati.

 

Il testo esce in pubblicazione in seguito alle pronunce dell’Adunanza plenaria del Consiglio di Stato di novembre 2021, che hanno riconsegnato un settore strategico per l’economia nazionale e fondamentale in ambito locale a un minimo di certezza giuridica, dopo anni di caos normativo e giurisprudenziale.

 

Il Governo ha presentato ora una proposta per una legge di delega, attualmente in discussione al Senato, nell’ambito dei lavori sul d.d.l. concorrenza 2021. Si auspica una riforma che, attraverso un uso consapevole e responsabile della discrezionalità politica, sappia trovare un punto di bilanciamento appropriato, restituendo il patrimonio costiero del Paese a prospettive di sviluppo sociale, economico e ambientale sostenibile.

 

Accedi al volume 

 

Link alla scheda: http://eum.unimc.it/it/catalogo/761-le-concessioni-demaniali-marittime-ad-uso-turistico-ricreativo-alla-ricerca-di-soluzioni-atti-convegno-progetto-coste

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com