NotteNera: una notte densa di eventi, suoni, musica, arte e teatro

Sabato 25 agosto Serra De’ Conti accoglie – dalle 18,45 alle 2,30 – “Ospite – Festa della Reciprocità”, un evento di Nottenera. In cartellone, eventi di teatro arte e musica, tra cui la prima nazionale de “Il papà di Dio” del Teatro Rebis, il concerto “Rob a bank” dei Comaneci in prima regionale, le irriverenti vignette di Maicol & Mirco in mostra, la monumentale scultura “Enolo” di Dante Ferretti.

In caso di pioggia la Festa è confermata, previsti luoghi al coperto per i concerti ed i punti ristoro.

Serra De’ Conti (An), 24 agosto 2018 – Una notte densa di eventi, suoni, musica, arte e teatro, quella di sabato 25 agosto dalle ore 18,45 alle ore 2,30 della notte, a Serra De Conti in occasione di “Ospite – Festa della Reciprocità”, nuova iniziativa dell’associazione culturale Nottenera e del Comune. In cartellone tanti eventi con prime nazionali ed esclusive, per una grande festa collettiva tessuta intorno ad una parola dal doppio significato, “Ospite”, che indica sia chi accoglie sia chi viene accolto. Si tratta di un nuovo format culturale di Nottenera, in una azione di TU TenerezzeUrbane (il progetto di Sabrina Maggiori che promuove azioni creative nel quotidiano come pratiche capaci di generare relazioni) in collaborazione con MI Marche Iperespressioniste.

L’intero programma di “Ospite” sarà ad ingresso gratuito, ad eccezione della prima nazionale dello spettacolo “Il papà di Dio” del Teatro Rebis con posti limitati da prenotare obbligatoriamente al telefono 389.6577822, e biglietto di ingresso a 10 euro (ritiro biglietti presso Ufficio Turistico a partire dalle ore 20).

 

NotteNera 2018

La prima de “Il papà di Dio” del Teatro Rebis debutta in due repliche – alle ore 21,15 e alle ore 23,30 – nella medievale Chiesa di San Michele al termine di una lunga residenza artistica nel territorio di Serra De’ Conti. Lo spettacolo è liberamente ispirato all’omonimo romanzo a fumetti di Maicol & Mirco (i pluripremiati vignettisti delle celebri strisce rosse de “Gli scarabocchi”), un’epopea che tratta il complicato rapporto tra Dio e suo padre, per uno spettacolo. La compagnia maceratese mette in scena la storia in cui Dio è un ragazzo di oggi e suo padre ha un diavolo per capello perché il figlio, un irriducibile combinaguai, ha voluto creare il suo Universo senza prima studiare… E qual è il risultato? Questo Universo qua! Il nostro. Un Universo dove si soffre, ci si ammala e si muore. Un Universo dove si lavora e si suda. Un Universo tutto sbagliato. In scena sono Meri Bracalente, Andrea Filipponi, Sergio Licatalosi e Fermando Micucci, scrittura scenica e regia di Andrea Fazzini, musiche di Lili Refrain, scenografia di Frediano Brandetti, progetto grafico Roberto Montani, consulenza poetica e flosofica di Rubina Giorgi. “Il papà di Dio” è una produzione del Teatro Rebis, in collaborazione con Festival Nottenera di Serra De’ Conti, Festival Macerata Racconta, Kilowatt Festival di Sansepolcro, Armunia di Castiglioncello_Festival InEquilibrio Esploso, Spazio Dodo di Colle Val D’Elsa, Spazio Matta di Pescara, L’Appartamento A.R.C.I. di Firenze, Interno 5 e Teatro Area Nord di Napoli, Amat Associazione Marchigiana Attività Teatrali, Comune di Montemarciano, Regione Marche.

Assieme al “Papà di Dio” saranno proposti artisti e linguaggi che abitano e sostanziano lo spettacolo. Alle ore 19 nel Chiostro di San Francesco, inaugura la mostra di fumetti di Maicol & Mirco con le vignette de “Il Papà di Dio” e gli “Scarabocchi” originali; nell’allestimento, a cura dell’architetto Giorgio Balestra, alcune tavole sono esposte per la prima volta. La mostra inaugura con una conversazione con Alessio Trabacchini storico del fumetto, Rubina Giorgi poetessa e filosofa, Enrico Piergiacomi studioso di filosofia antica e di teatro, coordina Sabrina Maggiori direttrice artistica di Nottenera. Alle ore 22,45 la Chiesa di Santa Croce accoglie l’installazione-performance dello scenografo Frediano Brandetti dal titolo “Esplorazione, la parola dentro”. Alle ore 00,45 nel Chiostro di San Francesco, appuntamento con il concerto di Lili Refrain, chitarrista, compositrice e performer romana, in un progetto solista per chitarra elettrica, voce e loop in tempo reale tra psichedelia, folk, blues, metal, opera lirica e virtuosismi.

Nel chiostro di San Francesco, luogo della musica, si succederanno vari interventi tra cui il concerto, in prima regionale, dei Comaneci (ore 23.15): la band di Ravenna presenta il nuovo disco “Rob a bank”, intorno alla voce morbida e suadente di Francesca Amati, che colora di sfumature in chiaroscuro le melodie dal ritmo ipnotico e dalle sonorità trip hop. Rokeyapresenta, alle ore 01.30, “Paseo Cosmico”, il suo primo concept album in cui la giovane musicista presenta una passeggiata “cosmica”, ogni traccia un pianeta, ogni pianeta un macrocosmo, che si fonda sulla contaminazione musicale di strumenti ancestrali contrapposti a quelli digitali. Alle ore 21.15/22.45 appuntamento con la festa jam di canti, suoni e danze a cura di Javier Cura e Moss Beynon Juckes in occasione del workshop internazionale che si tiene a Serra De’ Conti tutte le estati da 12 anni.

Da non perdere alle ore 18,45 in via Primo Maggio l’inaugurazione della monumentale scultura di Dante Ferretti, “Enolo”, che abiterà il paese di Serra de’ Conti fino al 31 agosto. Dopo essere stata esposta in musei come il MoMA di New York e il MoMAT di Tokyo, Enolo arriva nelle Marche per la prima volta nell’ambito di MI_MarcheIperespressioniste anche grazie al mecenatismo dell’attuale proprietario della scultura, il maceratese Giancarlo Cossiri. MI_MarcheIperespressioniste è un progetto culturale diretto artisticamente da David Miliozzi e prodotto dall’associazione culturale Appassionata. L’opera, ispirata ad Arcimboldo, è una delle statue kolossal realizzate per l’Expò di Milano dal prestigioso scenografo marchigiano, vincitore di 3 premi Oscar e collaboratore di importanti registi tra cui Martin Scorsese e Federico Fellini.

La comunità serrana sarà protagonista della Festa con una pluralità di proposte nella piazza del Comune trasformata in occasione in “Piazza Ospite”: all’interno, saranno allestite sei isole di intimità, ospitalità e soprese – con Lorenzo Arcangeli, Simone Quagliani, Giada Righetti con un laboratorio per bimbi, Ex Frantoio – Tivittori, Comune di Serra De’ Conti. Il Museo delle Arti Monastiche assieme all’assessorato alla cultura del Comune di Serra De’ Conti e al comitato “Le voci del silenzio” creano invece due luoghi di meditazione e di ristoro. Per tutta la notte sarà attivo un punto ristoro a cura della Festa della Cicerchia.

… e se ci fosse brutto tempo? Tutto Confermato! Sono previsti luoghi al coperto per i concerti del Chiostro sia all’interno del Municipio che dell’Ex Frantoio – Tivittori, e così per i punti ristoro.

 

INFORMAZIONI

Dalle 18:45 alle 02:30

Centro storico Serra de’ Conti

Ingresso gratuito

Informazioni: info@nottenera.it

Per la prima nazionale di TEATRO REBIS “Il papà di Dio”, ingresso 10 euro. Prenotazione obbligatoria 3896577822.

Ritiro biglietti presso Ufficio Turistico a partire dalle ore 20:00

In caso di pioggia la programmazione subirà alcune variazioni.

Aggiornamenti in tempo reale sulla pagina FB/NotteNera




Nottenera presenta la prima nazionale dello spettacolo “Il papà di Dio”

OSPITE – Festa della reciprocità!

SABATO 25 AGOSTO, SERRA DE’ CONTI – dalle 18:45 alle 02:30

La prima nazionale dello spettacolo “Il papà di Dio” del Teatro Rebis il 25 agosto a Serra De’ Conti è l’evento di “Ospite – Festa della reciprocità” in un cartellone ricco di proposte, tra arte musica e teatro.

Serra De’ Conti (An), 22 agosto 2018 – Non un Festival ma una Festa dedicata alla reciprocità, all’ospitalità e allo scambio tra artisti, spettatori e comunità locale.  “Ospite – Festa della Reciprocità” è la nuova iniziativa dell’associazione culturale Nottenera e del Comune di Serra De’ Conti, che riempirà di note, arte e teatro il centro storico dell’antica cittadina, sabato 25 agosto dalle ore 18,45 alle ore 2,30 della notte. In cartellone tanti eventi con prime nazionali ed esclusive, per una grande festa collettiva tessuta intorno ad una parola dal doppio significato, “Ospite”, che indica sia chi accoglie sia chi viene accolto.

“Ospite” è un nuovo format culturale promosso da Nottenera che sospende per un anno il Festival e sperimenta una iniziativa di natura nomade, in una azione di TU TenerezzeUrbane (il progetto di Sabrina Maggiori che promuove azioni creative nel quotidiano come pratiche capaci di generare relazioni) in collaborazione con MI Marche Iperespressioniste.

L’evento di punta di “Ospite” è la prima nazionale dello spettacolo “Il papà di Dio” del Teatro Rebis che debutta nella medievale Chiesa di San Michele al termine di una lunga residenza artistica della compagnia nel territorio di Serra De’ Conti. Lo spettacolo è liberamente ispirato all’omonimo romanzo a fumetti di Maicol & Mirco, un’epopea che tratta il complicato rapporto tra Dio e suo padre. Per il Teatro Rebis, si tratta della seconda spericolata collaborazione artistica con i pluripremiati vignettisti delle celebri strisce rosse de “Gli scarabocchi”. Ancora una volta le tematiche care agli autori – la solitudine, la morte, la relazione con l’altro e col divino, l’esistenza e la desistenza – vengono attraversate e, a tratti, decostruite dal Teatro Rebis, con un approccio minimale e diretto, per uno spettacolo dalla comicità tenera e sgangherata. In due repliche, alle ore 21,15 e alle ore 23,30, la compagnia maceratese mette in scena la storia in cui Dio è un ragazzo di oggi e suo padre ha un diavolo per capello perché il figlio, un irriducibile combinaguai, ha voluto creare il suo Universo senza prima studiare… E qual è il risultato? Questo Universo qua! Il nostro. Un Universo dove si soffre, ci si ammala e si muore. Un Universo dove si lavora e si suda. Un Universo tutto sbagliato. Questa è la trama nella sua scabrosa semplicità. La morale è, principalmente, che creare non è mai sbagliato, che crescere è difficile ed essere genitore pure.

In scena Meri Bracalente, Andrea Filipponi, Sergio Licatalosi e Fermando Micucci, scrittura scenica e regia di Andrea Fazzini, musiche di Lili Refrain, scenografia di Frediano Brandetti, progetto grafico Roberto Montani, consulenza poetica e flosofica di Rubina Giorgi. “Il papà di Dio” è una produzione del Teatro Rebis, in collaborazione con Festival Nottenera di Serra De’ Conti, Festival Macerata Racconta, Kilowatt Festival di Sansepolcro, Armunia di Castiglioncello_Festival InEquilibrio Esploso, Spazio Dodo di Colle Val D’Elsa, Spazio Matta di Pescara, L’Appartamento A.R.C.I. di Firenze, Interno 5 e Teatro Area Nord di Napoli, Amat Associazione Marchigiana Attività Teatrali, Comune di Montemarciano, Regione Marche.

L’intero programma di “Ospite” sarà ad ingresso gratuito, ad eccezione della prima nazionale de “Il papà di Dio” con posti limitati da prenotare obbligatoriamente al telefono 389.6577822, e biglietto di ingresso a 10 euro (ritiro biglietti presso Ufficio Turistico a partire dalle ore 20).

 

Assieme al “Papà di Dio” saranno proposti artisti e linguaggi che abitano e sostanziano lo spettacolo. Alle ore 19 nel Chiostro di San Francesco, inaugura la mostra di fumetti di Maicol & Mirco con le vignette de “Il Papà di Dio” e gli “Scarabocchi” originali; nell’allestimento, a cura dell’architetto Giorgio Balestra, alcune tavole sono esposte per la prima volta. La mostra inaugura con una conversazione con Alessio Trabacchini storico del fumetto, Rubina Giorgi poetessa e filosofa, Enrico Piergiacomi studioso di filosofia antica e di teatro, coordina Sabrina Maggiori direttrice artistica di Nottenera. Alle ore 22,45 la Chiesa di Santa Croce accoglie l’installazione-performance dello scenografo Frediano Brandetti dal titolo “esplorazione, la parola dentro”. Alle ore 00,45 nel Chiostro di San Francesco, appuntamento con il concerto per chitarra elettrica voce e loop in tempo reale della chitarrista, compositrice e performer romana Lili Refrain.

Da non perdere alle ore 18,45 in via Primo Maggio l’inaugurazione della monumentale scultura di Dante Ferretti, “Enolo”, che abiterà il paese di Serra de’ Conti fino al 31 agosto. Dopo essere stata esposta in musei come il MoMA di New York e il MoMAT di Tokyo, Enolo arriva nelle Marche per la prima volta nell’ambito di MI_MarcheIperespressioniste anche grazie al mecenatismo dell’attuale proprietario della scultura, il maceratese Giancarlo Cossiri. MI_MarcheIperespressioniste è un progetto culturale diretto artisticamente da David Miliozzi e prodotto dall’associazione culturale Appassionata. L’opera, ispirata ad Arcimboldo, è una delle statue kolossal realizzate per l’Expò di Milano dal prestigioso scenografo marchigiano, vincitore di 3 premi Oscar e collaboratore di importanti registi tra cui Martin Scorsese e Federico Fellini.

Nel chiostro di San Francesco, luogo della musica, si succederanno vari interventi tra cui il concerto, prima regionale, dei Comaneci (ore 23.15), il live elettronico della giovanissima Rokeya (ore 01.30), la festa jam di canti, suoni e danze (ore 21.15/22.45) a cura di Javier Cura e Moss Beynon Juckes in occasione del workshop internazionale che si tiene a Serra De’ Conti tutte le estati da 12 anni.

La comunità serrana sarà protagonista della Festa con una pluralità di proposte nella piazza del Comune trasformata in occasione in “Piazza Ospite”: all’interno, saranno allestite sei isole di intimità, ospitalità e soprese – con Lorenzo Arcangeli, Simone Quagliani, Giada Righetti con un laboratorio per bimbi, Ex Frantoio – Tivittori, Comune di Serra De’ Conti. Il Museo delle Arti Monastiche assieme all’assessorato alla cultura del Comune di Serra De’ Conti e al comitato “Le voci del silenzio” creano invece due luoghi di meditazione e di ristoro. Per tutta la notte sarà attivo un punto ristoro a cura della Festa della Cicerchia.

INFORMAZIONI

Dalle 18:45 alle 02:30

Centro storico Serra de’ Conti

Ingresso gratuito

Informazioni: info@nottenera.it

Per la prima nazionale di TEATRO REBIS “Il papà di Dio”, ingresso 10 euro. Prenotazione obbligatoria 3896577822.

Ritiro biglietti presso Ufficio Turistico a partire dalle ore 20:00

In caso di pioggia la programmazione subirà alcune variazioni.

Aggiornamenti in tempo reale sulla pagina FB/NotteNeraIL PROGRAMMA

Nella lingua italiana il termine “OSPITE” indica sia chi accoglie temporaneamente sia chi gode dell’ospitalità. Partiamo da questa suggestione per far fiorire nell’incontro immaginari artistici che rivelano aspetti del tempo presente e una piccola comunità.

LINGUAGGI OSPITE

ore 18.45 inaugurazione | Via l° Maggio MI MARCHEIPERESPRESSIONISTE presenta DANTE FERRETTI

Enolo | Scultura

ore 19.00 – 20.15 | Chiostro San Francesco

IL PAPÀ DI DIO E GLI SCARABOCCHI ORIGINALI DI MAICOL&MIRCO

Inaugurazione della mostra e conversazione con Alessio Trabacchini storico del fumetto, Rubina Giorgi poetessa e filosofa, Enrico Piergiacomi studioso di filosofia antica e di teatro. Coordina Sabrina Maggiori direttrice artistica di Nottenera

ore 21.15 (durata 70′), Chiesa di San Michele

TEATRO REBIS, “Il papà di Dio”

Teatro. Prima nazionale. Ingresso 10 euro Prenotazione obbligatoria t. 389 6577822 Ritiro biglietti presso Ufficio Turistico a partire dalle ore 20.00

ore 22.45, Chiesa di Santa Croce

FREDIANO BRANDETTI, “La parola dentro”

Esplorazione

ore 23.15, Chiostro San Francesco

COMANECI, “Rob a Bank

concerto

ore 23.30 (durata 70’), Chiesa di San Michele

TEATRO REBIS, “Il papà di Dio”

Teatro. Prima nazionale. Ingresso 10 euro Prenotazione obbligatoria t. 389 6577822 Ritiro biglietti presso Ufficio Turistico a partire dalle ore 20.00

ore 00.45, Chiostro San Francesco

LILI REFRAIN in concerto

ore 01.30, Chiostro San Francesco

ROKEYA, “Paseo Cosmico”

Live elettronico

 

COMUNITÀ OSPITE

ore 19.00-1.30, Piazza Ospite [piazza Gramsci]

ISOLE DI OSPITALITÀ, INTIMITÀ E SORPRESE A CURA DELLA COMUNITÀ SERRANA

ore 19.00 -1.30, Giardino interno e ingresso del Museo Arti Monastiche

LUOGO DI RIPOSO / MEDITAZIONE E PUNTO RISTORO

a cura del Museo Arti Monastiche, dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Serra De’ Conti e del Comitato “Le voci del silenzio”

ore 19.00 -1.30, Museo Arti Monastiche

APERTURA STRAORDINARIA

Ingresso unico ridotto 3 euro

dalle ore 19.30 fino ad esaurimento materiali, Piazza Ospite [Piazza Gramsci]

GIADA RIGHETTI, “Me medesimo, m’immedesimo”

Laboratorio per bimbi

ore 21.15 – 22.45, Chiostro San Francesco

FESTA NEL CHIOSTRO

Jam di suoni, canti, danze con Javier Cura e Moss Beynon Juckes. Musica dal vivo

dalle ore 19.00, Piazza Ospite [piazza Gramsci]

PUNTO RISTORO a cura de “La Festa della Cicerchia”

Ingresso libero

INFO: / info@nottenera.it

Aggiornamento in tempo reale su FB




NotteNera a Serra de’ Conti

 

Torna a Serra De’ Conti l’artista anconetana Marta Palmieri, talento emergente nel panorama della scultura contemporanea internazionale: dal 21 al 25 novembre le sue opere in mostra nello showroom Brocanelli.

Serra de’ Conti, 16 novembre 2017 – Oggetti misteriosi, arcaici, ceramiche spogliate di ogni compiacimento decorativo, testimoni di un sincretismo di culture distanti nel tempo e nello spazio. Cavità originarie come gusci, materia che porta segnata addosso la memoria, un ‘plasticare’ sobrio, primitivo e sorprendentemente attuale. È l’arte di Marta Palmieri, giovane anconetana e talento emergente nel panorama della scultura contemporanea internazionale, che dal 21 al 25 novembre 2017 sarà accolta nello showroom Brocanelli di Serra De’ Conti (Via Caffarelli 1) grazie ad un progetto speciale di Nottenerasviluppato assieme a Brocanelli S.r.l con la direzione artistica di Sabrina Maggiori. La mostra resterà aperta tutti i giorni dalle ore 9 alle ore 12.30 e dalle ore 15.30 alle ore 19.30, in occasione della Festa della Cicerchia.

Dopo le recenti mostre di Asolo, Montelupo Fiorentino, Vicenza, Appignano, e nella autorevole galleria Hostler Burrows di New York, dopo aver partecipato come finalista alla 13esima Biennale Internazionale di Ceramica di Manises in Spagna, al 15^ premio ‘Internacional Contemporanea’ di Saragozza e alla XIII Biennale Internazionale di Ceramica di Aveiro in Portogallo, Marta Palmieri torna ora ad esporre a Serra De’ Conti; il 19 agosto scorso, fu il Festival vetrina Nottenera ad accogliere una sua spettacolare doppia installazione (le sculture Panthalassa + 5 Dischi?), in un progetto artistico finanziato da Brocanelli con la formula di sostegno consapevole e dal basso di Nottenera “1×1=2! Moltiplicazioni creative”.

Per una settimana sarà possibile scoprire, all’interno dello showroom Brocanelli, alcune creazioni della ricca ricerca della talentuosa artista marchigiana. Le sue opere, corpi luminosi che abbracciano il vuoto, s’impongono monumentali dialogando con lo spazio. Nell’intreccio tra luci e ombre, le direttrici delle linee oblique o dei bordi irregolari si propagano in un riverbero avvolgente.

Nel suo percorso di vita, Marta Palmieri ha scelto di far suo un mestiere antico, fatto di incredibile perizia tecnica adoperata per una ricerca formale che sappia sfidare il tempo. Scegliendo di lavorare la ceramica ha accolto un modo di operare lento, rispettoso dei tempi della vita, della materia e quindi della terra. Del suo lavoro dice: “Mi piace rispettare l’aspetto poetico dell’argilla e riservarne la sua naturale e semplice espressione”.

“Se è vero, come diceva Gauguin, che la ceramica è fango con un po’ di genio, – scrive di lei l’esperta d’arte Stefania Petrillo – il sofisticato intervento dell’artista marchigiana, demiurga di una materia domata con notevole finezza esecutiva – è perfettamente dissimulato da una naturalità che va a esplorare la creta spingendo le sue potenzialità sino ai limiti.  Così, nelle installazioni, la reiterazione del singolo elemento, sottoposto a trazione o sospensione, diventa ritmo con cui modellare l’aria, in una concezione architettonica della scultura che asseconda l’artefice negli sconfinamenti costruttivi delle tre dimensioni”.

 

MARTA PALMIERI nasce ad Ancona il 29 marzo del 1973, dove attualmente vive e lavora. Dopo aver conseguito il diploma all’Istituto Statale d’Arte di Ancona nel 1991, frequenta l’Accademia di belle Arti di Urbino e si diploma in scultura nel 1997. Negli anni accademici sperimenta l’uso di materiali differenti: il gesso, il legno, il ferro, il cemento, le materie plastiche e i filati. In questi anni vince il Premio di scultura “Edgardo Mannucci”. Gli anni successivi al diploma invece sono tutti dedicati alla sperimentazione ceramica.

Nel 2009, in occasione del Concorso di Ceramica d’Arte Contemporanea di Pesaro, vince il secondo premio e conosce Gian Carlo Bojani. Negli anni seguenti collabora con lui a diversi progetti: a Fano per il Bastione Sangallo e a Vilnius. Giancarlo Bojani curerà anche alcune personali. Partecipa a mostre e concorsi anche internazionali in Spagna a Vilnius e in Cina. È stata selezionata alle ultime due edizioni del premio Faenza. Le sue opere sono esposte nel Museo della Porcellana di Jandezen in Cina, in Italia nel Museo della Ceramica Castello Episcopio di Grottaglie, nei Musei Civici di Pesaro, nella Fondazione Accademia di Este e fanno parte della Raccolta Bojani fondata nel 2015 a Palazzo Brunori di Corinaldo.

BROCANELLI nasce nel 1952 a Serra De’ Conti (Ancona) come negozio di arredobagno. Nel corso degli anni la sua attività si è evoluta, grazie all’intuizione, da parte dei titolari, delle potenzialità innovative del design, prima nell’ambiente bagno e poi nel progetto casa in tutte le sue declinazioni. Oggi Brocanelli è più un concept store di tendenza che un tradizionale showroom. I 1700 mq di esposizione vanno oltre la rassegna merceologica, offrendo vere e proprie ambientazioni dedicate al bagno, alla zona giorno, alla cucina e al giardino. Ogni proposta restituisce una calda atmosfera domestica, in cui si fondono design internazionale e raffinati oggetti artigianali.

NOTTENERA Comunità_Linguaggi_Territorio per un’intera notte di fine estate, dal tramonto all’alba, spegne l’illuminazione pubblica e attraverso il buio, inteso come elemento di relazione e di scoperta dell’altro e dell’altrove, trasfigura il piccolo centro di Serra de’ Conti dove, da dieci anni, si sperimenta l’incontro tra i linguaggi creativi contemporanei, le comunità e il territorio. Allo stesso tempo Nottenera opera durante tutto l’anno, da un lato, sostenendo creativi e artisti attraverso i contributi alla produzione e le residenze d’artista e, dall’altro, attraverso un lavoro capillare di diffusione dei linguaggi creativi contemporanei (workshop, tavole rotonde e azioni community-specific e site-specific). L’Associazione Nottenera è partecipata dal Comune Di Serra De’ Conti e dal gruppo di soggetti locali composto da Ass. Culturale T.Vittori, Pro Loco Serra De’ Conti, Coro “Francesco Tomassini”, Circolo Legambiente Verdeacqua.

Nottenera è all’interno del DCE Regionale, Progetto “La Valle Della Creatività”.




Nottenera, risultati positivi per l’11ma edizione

Il Festival Nottenera, in questa edizione del 19 agosto 2017, ha compiuto 11 anni.

 

Serra de’ Conti – Forse all’inizio, partito un pò per gioco e un pò per sfida, pochi avrebbero immaginato la sua affermazione sul piano regionale e nazionale, tanto da farne anche quest’anno, nonostante qualche incertezza meteo, un appuntamento partecipato, ricco di innovazioni e proposte culturali di assoluto interesse.

Ringraziamo innanzitutto il pubblico che si è confermato numeroso e attento agli spettacoli e, naturalmente, gli artisti che hanno popolato il centro storico di Serra de’ Conti con i loro lavori creativi nel campo delle arti sceniche, delle arti visive, del cinema d’animazione e della musica.

Per l’aspetto organizzativo, sono da ringraziare i numerosissimi volontari e i tanti ragazzi che hanno collaborato come tecnici, per l’accoglienza del pubblico, nei punti informativi e di ristoro, nei servizi ambientali, logistici e di trasporto, la direzione e il coordinamento artistico, i responsabili per la gestione amministrativa, i fotografi e gli operatori video, il gruppo comunale di protezione civile e l’associazione carabinieri in congedo, gli amministratori, consiglieri e dipendenti comunali, il personale addetto alla sicurezza, di servizio agli ingressi e per il bus-navetta, i commercianti e le associazioni che hanno partecipato all’evento.

Rinnoviamo il nostro ringraziamento anche ai tanti sostenitori del festival, alle famiglie del centro storico che hanno reso disponibili le loro case e giardini, alle aziende private che hanno collaborato e ai tanti operatori della comunicazione e del web, grazie ai quali la nostra comunità ottiene importanti risultati sul piano dell’informazione e della promozione turistica.

L’appuntamento è quindi al prossimo anno, per una edizione cui stiamo già lavorando insieme ad altri festival “cugini” per sviluppare una rete regionale di iniziative culturali omogenee, convinti che occorra “fare rete” per mantenere alto il livello delle proposte artistiche e la qualità dell’organizzazione.

 




Food ReLOVution e Con i piedi per terra a Nottenera

 

Serra De’ Conti (An), 18 agosto 2017 – “Food ReLOVution” e “Con i piedi per terra”: l’impatto dei nostri stili di vita sul mondo al centro dei due film proposti dal Festival “Nottenera” di Serra De’ Conti, sabato 19 novembre 2017. Sotto le stelle del borgo medievale, arte da scoprire al buio per tutta la notte con 4 concerti musicali, 10 installazioni e mostre, 12 spettacoli per 22 repliche, 2 docufilm, 2 rassegne di corti animati, 2 laboratori, 1 osservazione delle stelle, 1 museo aperto tutta la notte.

 

Sabato 19 agosto, dalle ore 19,30 alle ore 4 del mattino, a Serra De’ Conti, va in scena Nottenera, il Festival vetrina dei linguaggi creativi contemporanei che da 11 anni sorprende che da 11 anni spegne l’illuminazione pubblica e accende la fantasia. Con minuscole lucine ad altezza polpaccio, disseminate tra vie e piazze, a rischiarare gli oltre 30 appuntamenti che animano il borgo medievale.

Dodici spettacoli teatrali per 22 repliche in una sola notte, 10 le installazioni site-specific e le mostre d’arte, 2 i docufilm, 2 le rassegne di corti animati, 4 i concerti musicali, 2 i laboratori, 1 osservazione delle stelle, 1 museo aperto tutta la notte. Questo ed altro è Nottenera, kermesse organizzata dal Comune di Serra De’ Conti e dall’Associazione Nottenera, con la direzione artistica di Sabrina Maggiori, il patrocinio del Consiglio Regionale Assemblea Legislativa delle Marche, e la partecipazione al Distretto Culturale Evoluto della Regione Marche “La Valle della creatività”. Per il 2017, il fil rouge attorno al quale si articola l’intera proposta artistica è quello della COMUNITÀ, interpretato da artisti internazionali e giovani talenti per vie e piazze.

Di comunità, di scelte di vita alternative, del loro impatto sul mondo, parla, con grande varietà di forme, l’area di MUSICA E CINEMA.

Coinvolgenti e rivelatori sono i due docufilm proposti in Piazza IV Novembre.

L’alimentazione è al centro di “Food Relovution. Tutto ciò che mangi ha una conseguenza”, nuovo lavoro di di Thomas Torelli (ore 21.40): nel documentario si parla di cibo, in particolare dell’industria della carne, in vista della crescente preoccupazione per gli impatti sulla salute, sulla fame nel mondo, sul benessere degli animali e sull’ambiente. Mostra come questi problemi globali riguardino tutti e siano in relazione con le nostre vite singole. Oggi anche solo fare la spesa in maniera consapevole, sapere cosa si compra e cosa si mangia, è il primo importantissimo passo verso un mondo migliore. Il documentario indipendente “Con i piedi per terra” di Radici nel Cielo (ore 23.30) è una indagine sulle campagne italiane in cui vivono persone che hanno scelto di radicarsi sul territorio per coltivarlo in maniera autonoma, efficiente, rispettosa dell’ambiente.  Sembra una favola sbarazzarsi dei metodi agroindustriali eppure oggi in Italia c’è chi vive questa favola tutti i giorni. Con il ritmo sostenuto dell’avanscoperta, e valorizzato da musiche originali, il documentario racconta attraverso decine di storie personali come fare reddito in maniera sostenibile, onorando il senso di appartenenza al territorio e la cultura dei saperi millenari.

Tradizionale l’incontro con “Nottenera Animata”, una serata dedicata al meglio dell’animazione d’autore italiana e non, a cura di Andrea Martignoni, sound designer e storico del cinema d’animazione: due gli appuntamenti, in Piazza IV Novembre, alle ore 20.50 per i bambini e alle ore 01.45 per i grandi.

Vari e ricchi di suggestioni diverse sono gli eventi musicali. La musica d’autore vede protagonista Alessandro Fiori, cantautore e scrittore, ex cantante dei Mariposa che da anni ha intrapreso la carriera solista collaborando con grandi musicisti della scena indipendente italiana; “Gite” è il concerto reading con cui farà vibrare il buio tra gli alberi del Giardino Ca’ Foscolo (ore 01.15), attraverso canzoni e poesie del proprio repertorio, a partire dal leggendario album d’esordio “Attento a me stesso” fino a “Plancton”, pubblicato nei mesi scorsi, passando per letture dalla sua ultima raccolta underground “Gite”. La spiritualità ed il respiro dell’anima sono al Museo delle Arti Monastiche ne “I canti del silenzio” canti di preghiere partecipati (ingresso da Piazza Gramsci ore 20.45, 22.45 e 00.45), mentre la Scuola di musica della Centenaria Società Concertistica di Serra De’ Conti propone incursioni musicali itineranti per il centro storico (dalle ore 19.45 alle ore 22.30). Si chiude con la grande festa finale di Toffolomuzik in un Dj Set dal titolo “Comunità Digital-Popolare / Worldmuzik” nei Giardini Mariotti Puerini ore 02.30.

Per SCIENZA E LABORATORI, le proposte sono per ogni età: Tania Bini Designer & Melania Tozzi con “Canapa Cruda”, Enora Giochinlegno in “L’arte del gioco… il gioco dell’arte”, l’AJA Associazione Jesina Astrofili con “Questo arcano universo…”, apertura straordinaria del il Museo delle Arti Monastiche.

Per la sezione ARTI SCENICHE, in programma 12 spettacoli per 22 repliche: Maniaci d’amore con “Il nostro amore schifo”, Piccola Compagnia Dammacco con “Esilio”, Teatro Rebis con “Il papà di Dio (studio)”, Giacomo Verde – Aldes con “L’albero della felicità”, Compagnia Soralino con “inbox”, Rita Frongia con “Umanescenza. incontro sull’arte imperfetta della drammaturgia”, Luca Bellezze con “Cortina”, Lagrù / Piero Massimo Macchini con “Fuori porta”, Collettivo Ønar con “78!”, Loredana Bogliun con “Viversi in poesia”, L’abile Teatro con “Mago per svago”, Lucia Palozzi con “Radio Penelope”.

Per le ARTI VISIVE: Elena Bellantoni con “Parole cunzate” e “Maremoto”,  Gio Pistone con “Stretti-Quando non scegli”, Leonardo Cemak con “Trasporto della Nottenera”, il film TheGifer, Denis Riva con “Reunion”, Marta Palmieri con “Panthalassa + 5 Dischi?”, Brunella Tegas con “Quadritos”, Valerio Giacone con “Synolon”, “Maschere” di Mirko Basaldella.

 

Un nuovo spettacolo arricchisce il cartellone della Nottenera di Serra De’ Conti: “Favolatori notturni” di Moss Beynon Juckes & Javier Cura.
 
Si arricchisce di nuove proposte il cartellone di Nottenera, il Festival dei linguaggi creativi contemporanei che si terrà sabato 19 agosto a Serra De’ Conti, per tutta la notte. Tra i tanti eventi in programma (oltre 30 titoli di teatro, danza, cinema, musica e arti visive, per quasi 60 repliche), ci sarà un appuntamento in più con due performer internazionali: Moss Beynon Juckes& Javier Cura, in una performance di teatri fisico e danza dal titolo “Favolatori notturni”. Si tratta di uno studio della durata di circa 40 minuti che si terrà dalle ore 23.45 nei Giardini del Ca’ Foscolo di Serra De’ Conti. “Raccontare storie nelle quali le persone credono è il fondamento di una società più grande – spiegano i due artisti – Con il movimento, le parole, i suoni, la musica ed il teatro, creeremo e ricostruire-mo le nostre storie condivise per dare vita ad una profonda connessione fra noi stessi e tutto ciò che ci circonda, vivente o meno”.

 

 

INFO: / info@nottenera.it




La gif art protagonista al Festival Nottenera

 

Un fenomeno dei nostri tempi, tra arte e tecnologia

Serra De’ Conti (AN), 13 luglio 2017 – Al Festival Nottenera di Serra De’ Conti in prima regionale THEGIFER FILM: sabato 19 agosto, in via Garibaldi 42-E la no-stop con le migliori opere d’arte in formato gif selezionate per la prima edizione del festival theGIFER di Torino, per un appuntamento in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema di Torino.

Nottenera, il Festival Vetrina dedicato ai linguaggi contemporanei, la cui undicesima edizione dedicata al tema “Comunità” si terrà sabato 19 agosto a Serra De’ Conti, annuncia una nuova e importante collaborazione, quella con theGIFER, il primo progetto internazionale dedicato alla gif art, fenomeno artistico esploso in questi ultimi anni e capace di raccogliere intorno a sé una comunità sempre più vasta di artisti e creativi, fino a raggiungere oggi una dimensione globale. L’appuntamento sarà dalle ore 20.30 e per l’intera durata del Festival Nottenera (fino alle ore 4), in via Garibaldi, nell’ambito dei 32 eventi artistici in cartellone, tra installazioni site-specific, spettacoli, concerti, performance di nuovo circo, osservazioni della volta celeste, cinema d’animazione, workshop, creatività, scienza e sapori. In particolare, The Gifer Film è una delle 10 proposte della sezione Arti Visive; l’appuntamento è in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema di Torino (Associazione ArteSera, OKKULT motion pictures).

Il film presenta le gif selezionate per la prima edizione del festival internazionale theGIFER: un caleidoscopio di immagini in movimento che spaziano tra i generi astratto, psichedelico, mixed media, fotografia, illustrazione e computer graphic, a raccontare la ricchezza e molteplicità di un fenomeno artistico che ha ormai raggiunto una dimensione globale, ponendosi come una vera e propria avanguardia artistica originale dei nostri anni. Il film è stato presentato in occasione della premiazione della prima edizione presso il Cinema Massimo – Museo Nazionale del Cinema di Torino.

Con i lavori di: A-na5, Adam Van Winden, Alshatti Kenaim, Amorgianou Myrto Ancic Marija, Anderson Erica, Asu Ceren, Aupetit Harmonie, Autret Claude, Barra Domenico, Barreto Daniel, Batuhan Perker, Bennett David, Bertoldi Gualtiero, Blake Kathryn, Blake T. Brady,Boardman Al, Boglio, Carlier Philippe, ?eri? Josip Amadeus, Crego A. L., Dax Norman, Domonkos Bill, Doval Victor, Eloy Lannoó, Emiliano Bossi, Emiliano Zucchini, felipevillarreal, Fiorito Vincenzo, Florens Debora Patricia, Gabriel Estoban Molina aka gabrielmolina, Gannis Carla, Gastaldi Nicola, Giorgio Deponti, grossgaians, Helmcke Aline, Herr Jerome, hexeosis, Hey Pantarei, Jacob Menden, Jacobson Matt, James Kerr, Jauntai Michael, Jeremy Cornette, Johnson Josh Ethan, Julien Piau, Kuznetsova Polina, Lefaure Eric, Lo Schiavo Giuseppe, Maniello Donato, Marija Ancic, Mario M. Martinez, Martínez Jaime, McCampbell Ross, McKeehen Jeremy,Megan Mert Keskin, Michael Sohler, Monterrat Nicolas, Morris Ewan Jones, Morris Tom, nickvdg, Nicolas Matelot, noalbinonono, Obarski Kajetan, Oddo Mikel, Ollson Martin, Ori Toor, Palamenghi Alice, Paulito Nino, Pizurny Adam, Plews Mike, Qieer Wang, Rafael Santiandreu, Raff Colin, Rodenbröker Tim, Rothe Tobias, Rotkin Dmitry, Ruiz Daiana, Rut Sebastian, Schmidt Thomas, Shane Beam, Shevyakov Kirill, ?laski Maciej, Smirny Andrey, Söderberg Erik, Spyrogif, Tavis Bill, The Workroom, theilefoti, Tiff McGinnis, Timmons Chris, Toninho, Vallan Anundson, Vayssouze-Faure Frédéric, Visconti Sabato, Ward James, Winston Duke, Winter Richard, Wunderle Lorenz, Yuriy Miron, Zanoni James, Zucker Sarah.

theGIFER (www.thegifer.org) è il primo progetto internazionale dedicato alla gif art, pratica artistica tra le più innovative dei nostri anni, un fenomeno artistico che si muove tra arte e tecnologia. Il progetto si articola in una comunità internazionale di gif artists che si riunisce nel tumblr www.wearethegifers.tumblr.com e in un festival annuale che si tiene a Torino all’inizio di novembre. theGIFER è ideato e prodotto dall’Associazione ArteSera in collaborazione con OKKULT Motion Pictures. Fino al 31 agosto è aperta la call per la seconda edizione del festival: tutte le info su www.thegifer.org

Il Festival Nottenera si avvale del patrocinio del Consiglio Regionale Assemblea Legislativa delle Marche, ed è inserito nel progetto del Distretto Culturale Evoluto della Regione Marche “La Valle della creatività”. Ne curano la realizzazione il Comune di Serra de’ Conti e l’Associazione “Nottenera”. La direzione artistica è di Sabrina Maggiori.

 




“Nottenera” è

Serra De’ Conti (An), 11 agosto 2017 – I protagonisti della drammaturgia contemporanea sabato 19 agosto 2017 al festival “Nottenera” di Serra De’ Conti: 12 spettacoli teatrali per 22 repliche in una sola notte tra debutti, residenze d’autore, artisti internazionali e giovani talenti. Tra gli eventi, le prime regionali de “Il nostro amore schifo”, indagine dissacrante sul sentimento intricato della gioventù e spettacolo rivelazione della compagnia Maniaci d’amore, del pluripremiato “Esilio” della Piccola Compagnia Dammacco, e della narrazione con video-ologrammi “L’albero della Felicità” di Giacomo Aldes.

 

 

Un’indagine dissacrante sul sentimento intricato della gioventù, sezionato e fatto a pezzi da due figli del nostro tempo, ingenui e spietati. Una guida della prima esperienza sentimentale, tra picchi di sublime e cadute umilianti, letta come rito di passaggio obbligato prima di consacrarsi alla tiepidezza e alla stabilità dell’età adulta. È “Il nostro amore schifo”, spettacolo rivelazione della compagnia Maniaci d’amore che con oltre 100 repliche ha imposto sulla scena nazionale una delle più interessanti realtà della drammaturgia contemporanea. I Maniaci d’Amore sono Luciana Maniaci e Francesco d’Amore, attori e drammaturghi che da anni lavorano su testi propri, nell’ottica di rappresentare spietatamente, e con livido umorismo, realtà di relazione molto attuali con un linguaggio giovane e freschissimo. Lo spettacolo sarà proposto in prima regionale a Serra De’ Conti sabato 19 agosto alle ore 23.40 al Belvedere in occasione dell’undicesima edizione della Nottenera, il Festival vetrina dedicato ai linguaggi creativi contemporanei.

È questo solo uno dei 12 spettacoli dell’area “Arti sceniche” del festival dedicato ai linguaggi creativi contemporanei e caratterizzato quest’anno da oltre 30 eventi di teatro, arti visive, musica, cinema, scienze e laboratori. Per l’edizione 2017, la Nottenera ha invitato molti artisti di fama internazionale e talenti marchigiani a confrontarsi su un tema comune, quello della Comunità, e a mostrare il loro lavoro al pubblico nell’arco di una sola notte, in una no-stop dalle ore 19.30 alle ore 4 ed al buio di una cittadina medievale rischiarata solo da piccoli led ad altezza polpaccio. Il Festival si avvale del patrocinio del Consiglio Regionale Assemblea Legislativa delle Marche, ed è inserito nel progetto del Distretto Culturale Evoluto della Regione Marche “La Valle della creatività”. Ne curano la realizzazione il Comune di Serra de’ Conti e l’Associazione “Nottenera”. La direzione artistica è di Sabrina Maggiori.

 

Ben tre, nell’arco della notte, gli spettacoli in prima regionale.

Così è per “Esilio”, della Piccola Compagnia Dammacco, alle ore 21,20 sempre al Belvedere, uno spettacolo pluripremiato e segnalato nei principali circuiti della critica nazionale, con i primi premi al LAST SEEN 2016 (miglior spettacolo dell’anno su KRAPP’S LAST POST), al Festival Teatrale di Resistenza del Premio Museo Cervi 2017, e la protagonista Serena Balivo finalista al Premio Ubu 2016. È la storia di un uomo che ha perso il suo lavoro e gradualmente smarrisce la sua identità; una potente scrittura drammaturgica ed una eccezionale prova d’attore fanno del percorso di esilio esistenziale del protagonista un dramma universale, trasfigurato in un’atmosfera surreale, nel quale riconoscere la nostra precaria contemporaneità.

Terza prima regionale è “L’albero della felicità”, una narrazione con video-ologrammi a cura di Giacomo Verde – Aldes. È la proposta, adatta a ogni età (bambini compresi!) di uno storico sperimentatore come Giacomo Verde che si occupa di teatro e arti visive dagli anni ’70, e inventore del “tele-racconto” – performance teatrale che coniuga narrazione, micro-teatro e macro ripresa in diretta. Nello spettacolo, si racconta di un giovane che non riesci a trovare un lavoro che lo soddisfi e di una vecchia che gli predice la felicità.

 

Grande spazio ai debutti, con performance frutto di residenze artistiche nel territorio di Serra De’ Conti promosse dal Festival Nottenera, anche a sostegno di artisti marchigiani delle aree terremotate.

Tra queste, la compagnia Teatro Rebis, che torna con un nuovo progetto legato agli irriverenti fumetti di Maicol & Mirco, dopo il successo europeo degli “Scarabocchi”. Alla Chiesa di San Michele in due repliche, alle ore 22 e alle ore 23,45, la compagnia maceratese propone lo studio scenico “Il papà di Dio” in cui Dio è un giovane ragazzo di oggi e suo padre ha un diavolo per capello perché il figlio, un irriducibile combinaguai, ha voluto creare il suo Universo senza prima studiare… Una performance esilarante e irriverente, che immagina un Universo senza morte, dolore, fame, soldi e povertà.

In residenza anche Piero Massimo Macchini, attore, comico, mimo, fantasista marchigiano, reduce da una straordinaria prova attoriale a Fermo (la maratona di 12 ore no stop, a favore delle popolazioni del cratere sismico): al Chiostro di San Francesco (ore 21.15 e ore 23.30) propone “Fuori porta”, uno spettacolo di pantomima, musica, improvvisazione, pane e fantasia che farà riflettere sulle 1000 porte che abbiamo aperto e chiuso nella nostra vita.

Altre due le residenze Nottenera: nello spettacolo di teatro visuale “Cortina” di Luca Bellezze (ex Frantoio, ore 21.50 e ore 00) il performer, attraverso un dispositivo sorprendente, narra l’istante in cui il cuore si ferma, un tempo sospeso tra due battiti, in un viaggio fantastico che si arresta lì dove il cuore ricomincia a battere ed il punto laser rientra nelle regolari onde dell’elettrocardiogramma; nella performance improvvisata “78!” (Piazza Caorsi, ore 22.45 e ore 00.50), il Collettivo Ønar gioca con il potenziale immaginifico di un mazzo di tarocchi, non ci sono copioni, scritture di scena o canovacci da seguire, l’unica base è la sequenza delle carte estratte casualmente e su cui prende forma un’affabulazione che si fa e si disfa sul momento.
Due le performance di nuovo circo, per ogni età: alle ore 20.10 e alle ore 01.00 “L’abile teatro” dei Mago per svago, spettacolo di teatro comico giocoleria e magia, muto ma tutt’altro che silenzioso, che racconta il conflitto tra un grande mago e un assistente con grandi sogni; alle ore 22.30 e alle ore 00.40 nel Chiostro di San Francesco “Inbox” della compagnia Soralino, spettacolo di circo, canto lirico e teatro fisico con un acrobata, un giocoliere ed un baritono in un gioco d’equilibrio in un mondo di cartone, sul bordo di una catastrofe imminente.

 

Un ritorno al Festival Nottenera è quello di Rita Frongia, attrice e drammaturga, colonna portante del percorso di ricerca del L.G.S.A.S. (Libero gruppo di studio di arti sceniche). In corso Roma 44 alle ore 22.15 e alle ore 00.00 la Frongia propone “Umanescenza. Incontro sull’arte imperfetta della drammaturgia”, non una lezione, non un elenco di aneddoti, ma una conferenza pop dentro e fuori i luoghi comuni della creazione artistica.

 

Dalle ore 20.00 alle ore 22.00, e dalle ore 00.00 alle ore 02.00, in Largo Mutilati e invalidi di guerra, Lucia Palozzi è animatrice e protagonista di “Radio Penelope”, un progetto di ricerca sulla narrazione che nei suoi 2 anni di vita si è snodato attraverso preziosi incontri con persone che hanno voluto donare la loro storia e attraverso numerosi laboratori di narrazione collettiva, realizzati in contesti molto diversi tra loro.

 

Tra i percorsi originali, l’incontro con la poetessa Loredana Bogliun, artista nata a Pola in Croazia che scrive poesie in dialetto dignanese, antico idioma istroromanzo di Dignano d’Istria. La sua performance “Viversi di poesia” (in via Garibaldi, dalle 20.30 alle ore 22.30 e dalle 00.00 alle ore 02.00) parte dall’esposizione di cinque poesie dell’autrice e da cinque incisioni di Giorgio Celiberti, e si propone come un incontro individuale per uno spettatore alla volta.
Prendono inoltre parte all’edizione 2017 della Nottenera:

ARTI VISIVE: Elena Bellantoni, Denis Riva, Marta Palmieri, Gio Pistone, Leonardo Cemak, Brunella Tegas, Thegifer festival internazionale, Valerio Giacone, Mirko Basaldella.

MUSICA E CINEMA: i Film documentari “Con i piedi per terra”, e “Food Relovution, Alessandro Fiori, il Museo delle Arti Monastiche, Andrea Martignoni, la Scuola di musica della Centenaria Società Concertistica di Serra De’ Conti, Toffolomuzik.

SCIENZA E LABORATORI: Tania Bini Designer & Melania Tozzi, Enora Giochinlegno, AJA Associazione Jesina Astrofili, apertura straordinaria del il Museo delle Arti Monastiche.

 




E’ ancora “Nottenera”

 

 

 

 

NOTTENERA ‘17 / COMUNITA’/ SABATO 19 AGOSTO / SERRA DE’ CONTI (ITALIA)

 

 

Ancona, 9 agosto 2017 – Arte da scoprire al buio della “Nottenera” di Serra De’ Conti per il Festival vetrina dedicato ai linguaggi creativi contemporanei. Il 19 agosto l’undicesima edizione dedicata al tema della “Comunità”: spettacoli, installazioni, mostre, concerti, cinema, laboratori no-stop dalle ore 19,30 alle 4 del mattino con artisti internazionali e giovani talenti.

 

 

 

 

In una notte di fine estate il buio trasfigura il borgo di Serra De’ Conti e mette in relazione i linguaggi contemporanei con le comunità del territorio. È la NOTTENERA, il festival vetrina che sabato 19 agosto 2017 porterà in scena artisti internazionali e giovani talenti del territorio in una kermesse no-stop dalle ore 19.30 alle ore 4. Un festival in forte espansione a livello nazionale, che giunge alla undicesima edizione con tantissimi appuntamenti, tra prime regionali, debutti ed inediti percorsi, pensati per diverse fasce d’età e differenti interessi. Il Festival si avvale del patrocinio del Consiglio Regionale Assemblea Legislativa delle Marche, ed è inserito nel progetto del Distretto Culturale Evoluto della Regione Marche “La Valle della creatività”. Ne curano la realizzazione il Comune di Serra de’ Conti e l’Associazione “Nottenera”. La direzione artistica è di Sabrina Maggiori.

Come ogni anno, in occasione di “Nottenera. Comunità_Linguaggi_Territorio”, l’illuminazione pubblica si spegne e attraverso il buio, inteso come elemento di relazione e di scoperta dell’altro e dell’altrove, il pubblico è invitato a scoprire il borgo medievale ed insieme a scegliere liberamente tra gli eventi distribuiti senza soluzione di continuità nelle vie, piazze, palazzi storici, a ridosso o fuori le mura castellane. In cartellone, installazioni site-specific, spettacoli, concerti, performance di nuovo circo, osservazioni della volta celeste, cinema d’animazione, workshop, creatività, scienza e sapori. Moltissimi saranno progetti unici, pensati per Serra de’ Conti e lo specifico contesto e prenderanno forma attraverso residenze nel mese di agosto.

“Nottenera” è un progetto che si sviluppa ogni anno attorno ad un tema guida. Per il 2017, il fil rouge attorno al quale si articola l’intera proposta artistica è quello della COMUNITÀ, declinato per una notte intera dagli artisti nelle quattro aree tematiche proposte: arti visive con 10 eventi, arti sceniche con 12 spettacoli, musica e cinema con 7 appuntamenti, scienza e laboratori con 4 proposte.

 

Partecipano all’edizione 2017

ARTI VISIVE: Elena Bellantoni con “Parole cunzate” e “Maremoto”, Denis Riva con “Reunion”, Marta Palmieri con “Panthalassa + 5 Dischi?”, Gio Pistone con “Stretti – Quando non scegli”, Leonardo Cemak con “Trasporto della Nottenera”, Brunella Tegas con “Quadritos”, Thegifer festival internazionale dedicato alla GIF Art con “Thegifer Film”, Valerio Giacone con “Synolon”, “Maschere” di Mirko Basaldella.

ARTI SCENICHE: Maniaci d’amore con “Il nostro amore schifo” in prima regionale, Piccola Compagnia Dammacco con “Esilio” in prima regionale, Teatro Rebis con “Il papà di Dio (studio)”, Giacomo Verde – Aldes con “L’albero della felicità” in prima regionale, Compagnia Soralino con “inbox”, Rita Frongia con “Umanescenza. incontro sull’arte imperfetta della drammaturgia”, Luca Bellezze con “Cortina”, Lagrù / Piero Massimo Macchini con “Fuori porta”, Collettivo Ønar con “78!”, Loredana Bogliun con “Viversi in poesia”, L’abile Teatro con “Mago per svago”, Lucia Palozzi con “Radio Penelope”.

MUSICA E CINEMA: i Film documentari “Con i piedi per terra” di Radici nel Cielo, e “Food Relovution” di Thomas Torelli, il concerto “Gite” di Alessandro Fiori, il Museo delle Arti Monastiche con “I canti del silenzio” canti di preghiere partecipati, Andrea Martignoni con “Nottenera Animata” rassegna di cortometraggi d’animazione, la Scuola di musica della Centenaria Società Concertistica di Serra De’ Conti con incursioni musicali itinerati, Toffolomuzik con il Dj Set “Comunità Digital-Popolare / Worldmuzik”.

SCIENZA E LABORATORI: Tania Bini Designer & Melania Tozzi con “Canapa Cruda”, Enora Giochinlegno in “L’arte del gioco… il gioco dell’arte”, l’AJA Associazione Jesina Astrofili con “Questo arcano universo…”, apertura straordinaria del il Museo delle Arti Monastiche.

 

Il visual di Nottenera 2017 è di Caterina Giuliani.

 

 

Dalle 19:30 alle 02:30 / Centro storico Serra de’ Conti

Ingresso unico € 8 / ingresso gratuito fino a 12 anni compiuti

Servizio bus navetta gratuito dalle ore 19:00 alle 3.00 – andata/ritorno da Via Oreste Merli (zona artigianale di Serra de’ Conti) ai due ingressi.

In caso di pioggia la programmazione subirà variazioni. Aggiornamenti in tempo reale sulla pagina FB/NotteNera

Diventa social reporter di Nottenera! Commenta e fotografa l’evento usando #nottenera17

 

 




Nottenera Junior a Serra de’ Conti

NOTTENERA JUNIOR ‘17 / TEMA: COMUNITÀ / SABATO 27 MAGGIO / SERRA DE‘ CONTI

 

A Serra de’ Conti sabato 27 MAGGIO un minifestival con e per i bambini che anima il centro storico del paese, rigorosamente a luci spente. Spettacoli, mostre, installazioni di cuscini d’arte, concorso di disegno, scatti d’autore, laboratori, giochi e sorprese intorno al tema della “Comunità”, con apertura straordinaria del Museo delle Arti Monastiche.

 

A Serra de’ Conti – NOTTENERA, il festival-vetrina sui linguaggi creativi contemporanei che ogni agosto si tiene per una notte intera nella città di Serra De’ Conti, ha anche la sua versione Junior.

Sabato 27 maggio, dalle ore 18,15 fino a sera, Serra De’ Conti sarà teatro di spettacoli, installazioni, eventi speciali, proposte gastronomiche, laboratori e giochi, dedicati ai più piccoli e alle loro famiglie, per un evento fortemente voluto dal Comune di Serra de’ Conti (Assessorato alla Cultura e alle Politiche Giovanili), sostenuto dall’Ambito Territoriale Sociale n° 8 ed organizzato dall’Associazione NotteNera in collaborazione con le scuole del territorio: un minifestival dedicato ai bambini che anima il centro storico del paese, rigorosamente a luci spente.

Nottenera Junior nasce nel 2012 come specifico progetto educativo, sviluppato di anno in anno attorno ad un tema differente che promuove la conoscenza e la cultura dei linguaggi creativi contemporanei come strumenti di integrazione ai più consueti piani formativi. Grazie ad una consolidata collaborazione con le insegnanti di tutte le scuole del paese, i giovani di Serra de’ Conti possono incontrare cinema d’animazione, arti visive, danza contemporanea, illustrazione, teatro, circo. Gli artisti esterni selezionati vengono chiamati ad interagire e ad integrare la programmazione didattica della scuola in cui sono accolti. Gli esiti di questi percorsi, così come varie altre iniziative curate dallo stesso corpo docente, da diverse associazioni, da cittadini volontari, dalle famiglie, danno vita al prezioso momento finale, il minifestival aperto a tutti. Nello specifico Nottenera Junior si articola in un concorso di disegno che riguarda tutti i bambini del paese a partire dalla Scuola Primaria e in vari laboratori che invece partono già dalle Scuole di Infanzia, e che per l’edizione 2017 ha coinvolto, oltre agli insegnanti consueti, anche artisti e performer quali Valerio Giacone (Arti visive), il Teatro Rebis (Teatro) e Luciano Menotta (Clown e Mimo). La direzione artistica è a cura di Sabrina Maggiori.

 

Al centro della Nottenera Junior 2017, il tema della “Comunità”, declinato in una serie di eventi ad ingresso gratuito. Sarà possibile visitare al prezzo speciale di 2 euro il Museo delle Arti Monastiche, con apertura straordinaria fino alle ore 22 e all’interno una eccezionale esposizione dei disegni e dei cuscini realizzati dai bambini e dai ragazzi delle scuole del territorio per il Concorso di Disegno Nottenera 2017, una mostra allegra e colorata che resterà aperta fino al 13 giugno.

 

Il programma si apre alle ore 18,15 con il primo di una serie di quattro spettacoli esito dei laboratori delle scuole del territorio: alla Scuola dell’Infanzia “Il Girotondo” di via Cappannini va in scena “Fuori dalle righe”, interpretazione corporea di storie illustrate con i bimbi della stessa scuola; si tratta dell’esito del laboratorio di letture teatrali e messa in scena a cura di Luciano Menotta, un progetto sostenuto dalle famiglie. Il secondo spettacolo ha luogo alle ore 20,45 nel Chiostro di San Francesco, “Io… Tu… Noi… Tutti”, protagonisti i bimbi della scuola dell’Infanzia “Il Girotondo” di via Martorello, al termine del laboratorio teatrale tenuto dalle stesse Maestre della scuola. Alle ore 21,15, stesso luogo, va in scena “M. La Danse Kids + Contemporary Kids” con i bimbi da 7 a 12 anni di Arcevia, Montecarotto, Serra De’ Conti, Ostra Vetere, guidati da Arianna Solfanelli e Enrica Rossini. A seguire (ore 21,45) nel Chiostro, lo spettacolo “Una Apis, Nulla apis” ovvero “Io vedo il mondo come una creatura di creature”, con le classi 4F e 4G della Scuola Primaria G. Leopardi, al termine del laboratorio di Teatro condotto da Meri Bracalente del Teatro Rebis: il titolo di questo lavoro è un proverbio che dice che “un’ape da sola equivale a nessun’ape”, il sottotitolo è ispirato al pensiero del poeta, sociologo ed educatore Danilo Dolci, secondo cui “Natura deriva da nascituro ed è legata alla nascita. Essa richiede la comunicazione che ti permette di crescere, nell’interazione con le creature. Con quella creatura di creature che è la vita.”

 

Sarà sempre il Chiostro di San Francesco ad accogliere poi alle ore 22,30 la consegna degli attestati e dei premi ai vincitori del Concorso di Disegno, e alle ore 22,45 il concerto “Comunità in musica” con gli alunni della Scuola Secondaria di primo grado C. Cagli, a cura della Prof.ssa Beatrice Calai.

 

Per le arti visive, due gli appuntamenti. Dalle ore 18,30 in Piazza Gramsci (corridoio di accesso secondario al Museo delle Arti Monastiche), la mostra “Il grande libro dei Tuttuno”, una installazione partecipativa che raccoglie i frutti del laboratorio di arti visive a cura di Valerio Giacone con i bambini delle due scuole dell’Infanzia di Serra De’ Conti, Il Girotondo di Via Cappannini e di Via Martorello. Dalle ore 18,30, il Museo delle Arti Monastiche accoglie tutte le opere che hanno partecipato al “Concorso di Disegno Nottenera Junior 2017”, con elaborati degli studenti della Scuola Primaria G. Leopardi e della Scuola Secondaria di primo grado C. Cagli guidati dalla Prof.ssa Sara Giuliani: cuscini d’arte sculture di creta con inserti cromatici, scatti d’autore fotoreportage.

 

Intrigante e aperta a tutti i bambini l’offerta di Laboratori in occasione del minifestival: due in piazza Gramsci dalle ore 18,30 con “Ventagli d’autore” laboratorio di stampa e incisione a cura degli alunni delle classi 2D e 2E della Scuola Secondaria di Primo Grado C. Cagli con la supervisione delle Prof.sse Sara Giuliani e Arianna Bellucci, e con “Una notte da… editori” il laboratorio di disegno attorno alla creazione di un libro, a cura di Emanuele Ramini,  in collaborazione con il Gruppo Editoriale Raffaello Editore che regalerà un libro ad ogni vincitore del concorso di disegno. Dalle ore 19 nel Chiostro San Francesco il “Giro Giro Mondo”, laboratorio di danze popolari del mondo e gioco-danze di ispirazione folkloristica per bambini e genitori a cura di Claudia Gentili dell’Associazione TiVittori.

Per l’enogastronomia, appuntamento nell’area di ristoro “Mangiamo insieme” a cura della Pro Loco di Serra de’ Conti, con area libera pic-nic.

 

 

 

INFO: www.nottenera.it / info@nottenera.it

 




Musica dal tramonto all’alba a Serra de’ Conti per NotteNera

Serra de’ Conti (AN), 20 agosto 2016 – MUSICA dal tramonto all’alba a Serra de’ Conti per la decima edizione del Festival NOTTENERA con Paolo Giaro, Rigolò in concerto, Paolo Fornaroli e Marco Tonini Bossim, Alessandro Bavari, Larry Luminari, Naturec Music Ensemble Live. CINEMA d’autore con la “Nottenera animata” a cura di Andrea Martignoni. E per i BAMBINI, laboratori creativi, nuovo circo, cortometraggi e una sorprendente “Parata dei BimbiAlbero suonanti!” .

 

Anche la musica ed il cinema sono i protagonisti di NOTTENERA 2016, la decima edizione del festival dedicato ai linguaggi creativi contemporanei che si tiene a Serra de’ Conti sabato 20 agosto, dal tramonto e fino alle 4.00 del mattino con 36 spettacoli in cartellone, tra installazioni site-specific, spettacoli di teatro e danza, concerti, performance di nuovo circo, osservazioni della volta celeste, cortometraggi d’animazione, workshop, creatività, scienza e gastronomia.

Tra le vie e le piazze del borgo medievale che per una notte spegne l’illuminazione pubblica, le 7 proposte musicali si distinguono per varietà ed accostamenti inusuali, in una esplorazione del suono che spazia dalla musica d’autore all’elettronica, dalla festa popolare con parata all’improvvisazione.

Per l’area MUSICA E CINEMA gli appuntamenti iniziano al tramonto in Piazza Caosi con la musica etnica del chitarrista e compositore Paolo Giaro in “Sincretico”, concerto che verrà replicato a mezzanotte.

Alle ore 22, con partenza da Piazza Gramsci, Paolo Fornaroli e Marco Tonini Bossi animano assieme ai bambini la “Parata dei Bimbialbero suonanti!”, concerto itinerante con replica alle ore 22.30 e partenza da Piazza IV Novembre. Nella Piazza della Torre Civica alle ore 23.50 appuntamento con “Treep” di Larry Luminari, performance audio-video tra noise, improvvisazione strumentale, videoshooting. Alle ore 01.15 nella Piazza della Torre Civica la band Rigolò in concerto. Il Chiostro San Francesco ospita alle 01.55 il video in HD di Alessandro Bavari, dal titolo “Ludi Florales” ispirato alle feste dell’antica Roma in onore della dea Flora.  Infine, nei Giardini Amelia Mariotti Puerini dalle ore 3, il live set & dj set dei Naturec Music Ensemble.

Per il CINEMA, torna a Serra De’ Conti il cinema d’auore grazie alla storica collaborazione con Andrea Martignoni, sound designer e storico del cinema d’animazione, che nel Chiostro di San Francesco in “Nottenera animata” propone le più recenti produzioni di cortometraggio animato dall’Italia e dal mondo. Primo appuntamento alle ore 21 con i cortometraggi dedicati ai bambini; dalle 2 di notte si prosegue con i “corti” dedicati ad un più vasto pubblico.

E sempre per i bambini e le famiglie, la programmazione della “Nottenera” offre molte opportunità: oltre ai cortometraggi e alla Parata dei bimbi con le maschere d’albero, in cartellone ci sono molti spettacoli di nuovo circo, tra clown giocolieri e animazioni fantastiche.

Da non perdere alle ore 20.20 (repliche fino alle ore 01.20, in un giardino privato di Via Garibaldi) la prima nazionale de “Grande storia in piccolo circo”, microcirco della durata di 15 minuti per pochi spettatori alla volta a cura della compagnia spagnola El Trio La La La, e alle ore 22.40 nel Chiostro di S. Francesco la prima nazionale del duo ICircondati in “La linea rossa”, spettacolo di clown e produzione Nottenera.

Numerosi gli appuntamenti di nuovo circo in Piazza IV Novembre: alle ore 20.40 (con replica nel Chiostro San Francesco ore 01.10) il “Savoir-Faire” del clown Damiano Massaccesi, vincitore della call Incubatrice d’arte del Progetto Tratti_Tracciati Tra Territori; alle ore 21.30 e alle 23.50 il circo elettrico e luminoso dei Chilowatt- Electric Company in “Differenza di potenziale”, in un’atmosfera magica tra clave e luci, giochi elettrici con il pubblico, danza acrobatica led e acrobatica aerea; alle ore 22.50 e 00.40 Luca Bellezze in “Melafilo”, spettacolo delicato di clown senza parole.

Per il piccoli creativi anche due laboratori in Piazza Gramsci: “Pelle come corteccia” con Giada Righetti per la creazione di maschere colorate in materiali naturali, e lo spazio ludico “L’arte del gioco… il gioco dell’arte” a cura di E.Nora. Per tutti, l’immancabile appuntamento con l’osservazione della volta stellata, con il Museo del Balì, sdraiati nel prato in collina (3 appuntamenti: ore 23.45, ore 00.45 e ore 01.45, ritrovo in Piazza Leopardi); l’apertura straordinaria del Museo delle Arti Monastiche (dalle ore 19.30 alle ore 01.00).

 

“Nottenera” è un progetto che si sviluppa ogni anno attorno ad un tema guida. Per il 2016, il fil rouge attorno al quale si articola l’intera proposta artistica è quello degli ALBERI, declinato per una notte intera dagli artisti. Ne curano la realizzazione il Comune di Serra de’ Conti e l’Associazione “Nottenera”. La direzione artistica è di Sabrina Maggiori.

Partecipano all’edizione 2016: ARTI VISIVE (curata in collaborazione con Annalisa Filonzi) Valerio Giacone, Luca Lavatori, Beatrice Pucci, Giacomo Giovannetti, Fatma Ibrahimi, Matteo Ufocinque Capobianco, Pietrina Atzori, Mariagrazia Pontorno, Enrico Moscoloni, Gio Evan, Alessio Ballerini, Le Vanvere; ARTI SCENICHE Rita Frongia e Claudio Morganti, Tamara Bartolini e Michele Baronio, Lorenza Zambon, Icircondati, Luca Bellezze, ChiLoWatt – Electric company, Teatro Patalò, El Trio La La La, Damiano Massaccesi, Javier Cura e Moss Beynon Juckes, Teatro Rebis e Maicol & Mirco, Glen Çaçi, Gio Evan; MUSICA E CINEMA Paolo Giaro, Andrea Martignoni, Rigolò in concerto, Paolo Fornaroli e Marco Tonini Bossim, Alessandro Bavari, Larry Luminari, Naturec Music Ensemble Live; SCIENZA E LABORATORI Museo del Balì, Museo delle Arti Monastiche, Giada Righetti, E.Nora.

 

 

INFO:

www.nottenera.it / info@nottenera.it

Dalle 19:30 alle 4:00 / Centro storico Serra De’ Conti

Ingresso unico € 7 / ingresso gratuito fino a 12 anni compiuti

Servizio bus navetta gratuito dalle ore 19:00 alle 3.00 – andata/ritorno da Piazza Leopardi a Via Oreste Merli (zona artigianale di Serra de’ Conti).

Diventa social reporter di Nottenera! Commenta e fotografa l’evento usando #nottenera16