Foto del giorno

San Benedetto del Tronto, 2016-05-01 – guardare il mare da una prospettiva diversa

 

 

 

 

Ph © Davida Zdrazilkova Ruggieri
Copyright © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

 

 

 

 




Perazzoli: “Recuperare i crediti insoluti con prestazioni di servizio”

San Benedetto del Tronto, 2016-04-30 – Dare vita a cooperative sociali di quartiere e recuperare i crediti verso i cittadini incapienti attraverso il pagamento in prestazioni di servizio. “Si potrebbero occupare della pulizia delle strade, ma anche di assistenza agli anziani e alle persone sole”, ha detto Paolo Perazzoli sabato pomeriggio nel corso dell’incontro pubblico al Parco Eleonora di Porto d’Ascoli. “Quei crediti vengono registrati per anni, fino a quando il Comune non è costretto ad eliminarli. Mi piacerebbe regolamentare il concetto di baratto, che ci consentirebbe di dare più servizi e rigenerare un clima di solidarietà sociale”.

Il candidato sindaco del centrosinistra ha ricordato l’importanza della partecipazione e dell’ascolto: “Non vuol dire recepire passivamente le richieste dei cittadini, bensì capire le esigenze profonde, interpretarle e poi far capire loro il percorso da fare. Per un’amministrazione è fondamentale essere in sintonia con i cittadini. Se sei in sintonia quello che fai viene capito e percepito, altrimenti quello che viene fatto sembra un atto dovuto. Non vanno presi troppi impegni, bisogna promettere solo quello che si può realmente realizzare”.

La coalizione che sosterrà Perazzoli sarà ampia e accoglierà per intero i principi della discontinuità e del rinnovamento. “Mi sono candidato perché dovevo rispondere ad una domanda che arrivava dai sambenedettesi. Non potevo rifiutare e non raccoglierla. Proporrò una squadra nuova, il cambiamento ha riguardato il Pd e anche le altre forze politiche; non è stato facile, per i piccoli partiti la paura è stata superiore ai rischi. Il Pd ricandiderà solo tre consiglieri comunali uscenti, che diventano quattro con Domenico Pellei dell’Udc. Strada facendo ci siamo accorti che il nostro è l’unico progetto in campo, fuori non c’è niente. C’è solo il tentativo di carpire voti innescando sterili polemiche. In queste settimane non ho mai ascoltato un’idea rivolta al territorio”.

Se eletto, è stato garantito l’impegno per una riduzione e riforma dei comitati di quartiere. “Gli umori dei residenti cambiano in continuazione – ha affermato – un sindaco fa fatica a rappresentarli, figurarsi un presidente eletto da 100 o 200 persone. Modificheremo il regolamento in modo da arrivare ad una nomina attraverso assemblee pubbliche, con ricambi frequenti”.

In seguito, Perazzoli si è recato al Ponterotto per la tradizionale manifestazione sul lavoro. “In passato San Benedetto fu la città delle opportunità, si arrivava qui perché era più facile trovare lavoro e programmare il futuro. Grazie allo sviluppo della pesca oceanica e del settore dell’ortofrutta questa città è passata da 15.000 a 40.000 abitanti nell’arco di vent’anni. Il lavoro non si crea con le leggi, ma facendo ripartire l’economia e l’economia si rilancia restituendo la voglia di rischiare. Se si mette in piedi un’impresa, occorre un Comune amico che ti sostenga; va creata una rete di protezione. Provo ansia nel vedere negozi che vengono inaugurati e chiusi nel giro di pochi mesi. Dietro si nasconde il dramma di una famiglia, ma anche una ricchezza bruciata”.

L’11 maggio Perazzoli si recherà a Milano per visitare un incubatore di start-up, struttura che sostiene le nuove imprese a sopravvivere e a crescere mediante assistenza manageriale e accesso a finanziamenti.

#disegniamoilfuturo

Paolo Perazzoli

Paolo Perazzoli




Con l’acqua alla gola

      Venezia è un imbroglio cantava Guccini, e cominciavano gli anni Ottanta. Ma “l’acqua alla gola e un dolore al livello del mare” li senti oggi molto più di allora: malapolitica, affari, incultura, inciviltà, spietato turismo stritolatutto passano su questa antica signora di stupefacente incredibile bellezza lasciandola ogni giorno più lacera, spogliata, dileggiata, punita, offesa, rassegnata.

Il merletto dei suoi palazzi oscurato dai bidoni rigurgitanti rifiuti, gli avanzi di cibo e di merci lasciati a cielo aperto in barricate, le piazze e le strade ingolfate da pulcinelleschi chioschi da festa di Piedigrotta, l’infilata di brutti negozi con la puzza al naso e di vetrine farcite di ciarpame acchiappaturisti, l’obbrobrio dei muri sconciati dagli sgorbi e corrosi dall’incuria, i cartelli degradati e inutili che uccidono dignità e decoro, i rari servizi e le tariffe da rapina, il rumore. Poi le grandi navi SOPRA Palazzo Ducale!

Venezia

Venezia

     Ti chiedi come possa accadere che le grasse entrate di un turismo automatico, di certo tra i più fiorenti al mondo, degli eventi irripetibili, dei palazzi venduti perfino all’industria dei matrimoni, delle tariffe da emirati arabi, non generino – almeno! – politiche amministrative attente ad ogni pietra, ad ogni goccia di laguna, ad ogni prezioso respiro di questa città, e risorse che facciano di Venezia una cattedrale di bellezza dove entrare rispettosi, in punta di piedi e in silenzio. Fiumi di denaro, in quale mare finiscono? Purtroppo conosci ogni singola risposta.

Ti stupiscono di più il qualunquismo complice e diffuso, l’inciampare nell’anestetico mantra del sì-ma-Venezia-ha-sempre-il-suo-fascino, l’inconsapevolezza del disastro, la sovrana indifferenza di un turismo-cartavetro che tutto raspa e ingoia, gli affacciati dagli infiniti balconi e appartamenti della ciclopica “Costa Deliziosa” (sic) a fotografare San Marco e i turisti-che-fotografano…

Venezia e la meraviglia delle architetture, dell’arte, dei tesori, dei musei, degli eventi, della storia che custodisce: unici al mondo in una città unica al mondo. Ti dicono che deve bastare, ci vai per quello; il resto, pazienza. Come se l’arte e la memoria, la bellezza e la dignità, immerse nel degrado non ne uscissero contaminate e distrutte, come se tutto questo fosse inevitabile. Come se le gallerie, i musei, le architetture, i tesori, l’unicità di Venezia, fossero l’attenuante che mitiga la colpa, e non invece  l’aggravante che condanna senza appello il nostro deficit di civiltà e chi questa città l’ha allegramente amministrata e devastata, i responsabili politici di una cultura lottizzata, spettacolarizzata, sfruttata, degradata.

Ma, contenti e gabbati, si continua.

Venezia masticata e sputata, Venezia imbrogliata, Venezia con l’acqua alla gola e un dolore al  livello del mare. Venezia non respira già più.

 

 

30 aprile 2016                                    Sara Di Giuseppe

Venezia

Venezia




Samb – Chieti 1 a 2

San Benedetto del Tronto, 2016-05-01 – La Samb di Palladini regala due gol al Chieti e perde l’imbattibilità interna

 

Samb

Cosimi, Carminucci, Montesi, Raparo, Casavecchia, Conson, Titone (44pt Mallozzi), Baldinini, Fioretti (47st Sorrentino), Vallocchia (31pt Bruni), Palumbo.

A disposizione: Mazzoleni, Tagliaferri, Bruni, Sabatino, Forgione, Mallozzi, Gavoci, Sorrentino, Pezzotti.

Allenatore Ottavio Palladini.

 

 

Chieti

Fatone, De Grosso (31st Comini), Pietrantonio. Ewansiha, Sbardella, Mariani (37pt Macedo), Fiore, Varone, Dos Santos, Massimo, Varricchio.

A disposizione: Romaniello, Macedo, Sebastianelli, Piccolo, Di rosa, Bocchino, Riccucci, Comini, Molenda.

Allenatore Umberto Marino.
Marcatori: 37pt Vallocchia; 40st Massimo; 48st Dos Santos
Ammonizioni: 21pt Massimo; 19st Macedo
Angoli: 9 – 3
Recupero: 1 + 5 min.
Arbitro: Francesca Campagnolo di Bassano del Grappa assistita da Marco Di Bello e Pierluigi De Chirico di Barletta
Spettatori: 2700 circa di cui 80 provenienti da Chieti

 

la grinta del capitano Mario Titone

la grinta del capitano Mario Titone

 

LND Serie D Girone F 2015-16, Risultati 33a G

JESINA
AVEZZANO 4:2
AMITERNINA
CASTELFIDARDO 1:2
SAMB
CHIETI 1:2
FOLGORE
CAMPOBASSO 1:1
RECANATESE
FERMANA 0:1
FANO
MATELICA 3:1
ISERNIA
MONTICELLI 0:5
AGNONESE
SAN NICOLO’ 1:0
GIULIANOVA
VIS PESARO 0:0

 

 

LND Serie D Girone F 2015-16, Classifica 33a G

 

 

G

P.ti

V

N

P

Reti F/A

SAMB

33

78

24

6

3

72:36

FANO

33

65

20

5

8

48:29

CAMPOBASSO

33

58

16

10

7

45:27

MATELICA

33

55

17

4

12

55:36

FERMANA

33

52

14

10

9

47:39

JESINA

33

47

14

5

14

39:42

SAN NICOLO’

32

46

12

10

10

48:36

CHIETI

33

46

11

13

9

45:38

RECANATESE

32

45

12

9

11

40:44

VIS PESARO

33

43

11

10

12

39:40

AVEZZANO

32

40

11

7

14

46:49

CASTELFIDARDO

33

39

9

12

12

31:39

MONTICELLI

33

38

9

11

13

40:42

AGNONESE

32

37

9

10

13

43:47

ISERNIA

33

37

9

10

14

27:47

FOLGORE

33

32

7

11

15

33:50

AMITERNINA

33

24

5

9

19

34:54

GIULIANOVA

33

24

6

6

21

25:62

 

 

il taccuino dei cattivi di Francesca Campagnolo

il taccuino dei cattivi di Francesca Campagnolo

 

FotoCronaca

Ph © Davida Zdrazilkova Ruggieri
Copyright © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

 

 

 

la Samb su You Tube

Curva nord

Sintesi

Andrea Fedeli

Palladini

Vallocchia

Fioretti

 

 

LND Serie D Girone F 2015-16, 34a G

VIS PESARO
FANO -:-
FERMANA
AMITERNINA -:-
MONTICELLI
GIULIANOVA -:-
CASTELFIDARDO
FOLGORE -:-
CAMPOBASSO
ISERNIA -:-
CHIETI
JESINA -:-
MATELICA
AGNONESE -:-
AVEZZANO
RECANATESE -:-
SAN NICOLO’
SAMB -:-

 




Turismo in libertà: camperisti ospiti della Pro-loco Montefiore

Nell’ambito della festa del turismo in libertà nella Valdaso

 

 

 

Montefiore dell’Aso – Nei giorni scorsi la Pro Loco di Montefiore dell’Aso ha ospitato, nell’ambito della Festa del turismo in libertà, dei camperisti provenienti da diverse regioni italiani.

L’iniziativa, promossa dal Camper Club Fermano, dall’Unpli e dalle Pro Loco della Valdaso, ha visto più di 200 camperisti in visita nei borghi piceni.

 

A Montefiore dell’Aso, nonostante la pioggia, i turisti hanno potuto visitare il centro storico, la Chiesa di Santa Lucia e il Polo Museale di San Francesco con le sue collezioni artistiche. Nella sala proiezioni hanno assistito alla proiezione del video “Museo e territorio” che mostra le principali manifestazioni montefiorane. Gli ospiti sono rimasti particolarmente colpiti dall’Infiorata e dalla sua organizzazione, illustrata dall’Associazione Infiorata di Montefiore dell’Aso.

 

Un ringraziamento particolare, oltre all’Amministrazione Comunale ed alla Cooperativa Idrea, va alle Aziende che hanno offerto i loro prodotti tipici per l’aperitivo finale, ovvero la macelleria “La Marchigiana” di Maurizio Porrà, l’Azienda vinicola Centanni e il frantoio di Rainati Remo.




Fermo ricorda Yehudi Menuhin, uno dei grandi musicisti del XX secolo

L’Orchestra Junior del Conservatorio “Pergolesi” di Fermo e i bambini delle classi Mus-e

hanno celebrato ieri, 30 aprile, con un concerto e laboratori artistici, la figura di Yehudi Menuhin, fondatore di Musique Europe (Mus-e), progetto per l’integrazione, a cento anni dalla sua nascita

Fermo, 2016-05-01 – Ieri pomeriggio, all’Auditorium San Martino di Fermo, i tanti alunni del progetto Mus-e hanno avuto la straordinaria opportunità di percorrere, con la fantasia, un viaggio immaginario attraverso i continenti, accompagnati dalle note dell’Orchestra Junior del Conservatorio “Pergolesi” di Fermo. A fare gli onori di casa il vice sindaco, Francesco Trasatti, che ha sottolineato l’importanza strategica della collaborazione con Mus-e sulle tematiche dell’integrazione. Mus-e è l’acronimo di Musique Europe, un’idea nata nel 1993 dalla creatività del violinista Yehudi Menuhin, uno dei più grandi musicisti del XX secolo di cui ricorre quest’anno il centenario della nascita. Menuhin credeva nella capacità taumaturgica dell’arte, ed in particolare della musica, e nella possibilità che questa potesse contribuire alla conoscenza tra i popoli e allo sviluppo di una società migliore. Il suo “metodo” ha dato vita ad un progetto, Mus-e appunto, oggi attivo in molti Paesi d’Europa e in Israele. Solo in Italia sono circa 12.000 i bambini che possono usufruire, da Torino a Napoli, di laboratori artistici multidisciplinari all’interno dell’orario scolastico con una durata triennale e, soprattutto, in forma gratuita. A Fermo, Monte Urano, Sant’Elpidio a Mare, Torre San Patrizio, Porto Sant’Elpidio e Comunanza sono complessivamente 14 le classi coinvolte per un totale di circa 300 bambini. Le realtà scolastiche interessate sono quelle dove si riscontrano percentuali importanti di bambini di origine straniera come, ad esempio, la scuola “Salvadori” di Lido San Tommaso.

Grazie alla disponibilità e sensibilità del Maestro Donato Reggi, che ha diretto un’Orchestra che di giovanile ha soltanto l’età anagrafica dei componenti e il nome, data l’assoluta qualità dei musicisti coinvolti che sembrerebbe testimoniare una esperienza decisamente più matura, è andato in scena un concerto entusiasmante che ha incantato, nonostante il caos creativo dei bambini, il numeroso pubblico presente. Pubblico che è stato coinvolto nel fantastico viaggio di Mus-e e trasformato in viaggiatori verso le mete suggerite dai bambini, dall’Egitto al Brasile, dal Messico all’India, per un percorso che è diventato, alla fine del concerto, un video montato all’istante e proiettato sullo schermo con i volti sorridenti dei tanti genitori ed amici di Mus-e presenti alla manifestazione.

“Questa è la nostra idea di integrazione” ha sottolineato Enrico Paniccià, presidente di Mus-e del Fermano e membro del Consiglio Direttivo di Mus-e Italia “ossia l’arte come strumento per favorire la conoscenza tra culture e tradizioni differenti, nel reciproco rispetto. Oggi, con questo concerto dedicato a Menuhin, che è uno tra i tanti che si stanno svolgendo in Italia e nel mondo per celebrare questo straordinario musicista e uomo di pace, abbiamo voluto dare un segno tangibile del nostro impegno. Per questo voglio ringraziare i nostri artisti, Lucia De Angelis, Oberdan Cesanelli, Giampiero Catalini, Maria Rosaria Ferrara, Corrado Virgili, Stefania Pietrani, Debora Marino, i coordinatori Carlo Pagliacci e Tiziana Petti, le insegnanti e dirigenti del circuito Mus-e, il Comune di Fermo, la Provincia di Fermo, il Conservatorio “Pergolesi” e tutti quelli che, e sono tanti, con il loro sostegno e contributo rendono possibile proseguire questa gioiosa esperienza che è Mus-e, ossia l’idea di una integrazione possibile affidata alla musica, all’arte, alla bellezza”.

Il cittadino del mondo di domani non sarà quel musulmano pronto a costringere il mondo alla volontà di Allah. Non sarà quel cristiano pronto a mettere il mondo all’ombra della croce. Non sarà neanche un ebreo. Ma si potrebbe ragionevolmente pensare che sarà un violinista, se ne rimarranno ancora…” (Yehudi Menuhin)

Per informazioni: www.mus-e.it

 

Mus-e Italia è un’associazione no profit con il compito di promuovere e coordinare il progetto Mus-e nel nostro paese. Mus-e (Musique Europe) è un progetto multiculturale europeo (a Bruxelles ha sede la Fondazione Internazionale Yehudi Menuhin di cui Mus-e è diretta emanazione), dedicato alle scuole dell’infanzia e primarie con elevata presenza di bambini immigrati o provenienti da difficili situazioni socio-familiari che si propone di contrastare, attraverso esperienze artistiche, l’emarginazione e il disagio partendo dalla vita a scuola. I laboratori Mus-e sono offerti gratuitamente, prevedono incontri settimanali durante le ore curriculari nell’arco di tutto l’anno scolastico e si sviluppano in una stessa classe per la durata di tre anni.

Gli strumenti principali di lavoro e coinvolgimento nei laboratori tenuti da artisti professionisti sono i diversi linguaggi artistici (musica, arti figurative, espressione corporea, teatro, mimo). Mus-e Italia sostiene la nascita di nuove sedi locali coordinandone il lavoro progettuale, organizzativo e artistico e promuove incontri nazionali e internazionali con gli altri Paesi Mus-e. Dalla data di fondazione della sede italiana, nel 1999, il progetto ha registrato un notevole sviluppo su tutto il territorio nazionale con il coinvolgimento, ogni anno, di 130 scuole, circa 12.000 alunni e 180 artisti professionisti.




2 Corsi al costo di 1 alla Fideas e Smarteam

Fideas e Smarteam augurano un buon 1° maggio agli occupati e offrono ai disoccupati la partecipazione gratuita ad un corso.

 

San Benedetto del Tronto – Smarteam e Fideas proseguono senza soste l’attività formativa sui fondi europei e sulle nuove opportunità per imprese e lavoratori.

In ultimo, venerdì 29 aprile il corso su “Start-up e PMI innovative” ha visto una grande partecipazione che conferma l’interesse verso queste tematiche di professionisti, imprese e lavoratori di Marche ed Abruzzo, regioni da cui provengono i partecipanti.

 

In occasione della festa del lavoro del 1° maggio 2016 Smarteam e Fideas offrono la possibilità a tutti i disoccupati e/o inoccupati di partecipare A DUE CORSI AL PREZZO DI UNO (uno in regalo), con l’auspicio che la formazione ricevuta possa essere loro di aiuto alla ricerca del lavoro. 

L’offerta è valida per l’iscrizione ai seguenti corsi:

7 maggio 2016 – APPALTI EUROPEI http://www.smarteam.net/appalti-europei/

14 maggio 2016 – BUSINESS PLAN http://www.smarteam.net/business-plan/

19 – 26 maggio 2016 – CORSO COMUNICAZIONE EFFICACE http://www.smarteam.net/corso-comunicazione-efficace/

3 giugno 2016 – Programma EUROPA CREATIVA http://www.smarteam.net/fondi-ue-2014-2020-programma-europa-creativa/

 

Per aderire a tale promozione inviare entro il Martedi’ 03 maggio 2016  e-mail a formazione@smarteam.net  (fa fede la data della e-mail) con oggetto “PROMO1°MAGGIO” con indicazione dei due corsi ai quale si intende partecipare ed allegando copia scheda iscrizione al centro per l’impiego e/o autocertificazione di stato di disoccupazione/inoccupazione.

 

Per maggiori info: http://www.smarteam.net/catalogo-corsi/, Email: formazione@smarteam.net, Tel. 339 58 52 890.




dal Piceno

30-04-2016

Gli studenti dell’Istituto “Umberto I” in visita al Centro per l’Impiego

L’iniziativa nell’ambito del progetto “Alternanza Scuola-Lavoro”

Alcune classi dell’Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri “Umberto I” di Ascoli Piceno hanno fatto visita, nei giorni scorsi, al Centro per l’Impiego di Via Kennedy nell’ambito del progetto “Alternanza Scuola-Lavoro”, iniziativa che prevede un momento informativo e uno pratico (stage) all’interno di aziende del territorio.

Gli studenti, dopo un sopralluogo agli uffici del Centro per l’Impiego (Accoglienza, Sportelli Operativi, Punto Informativo Immigrati, Incrocio Domanda & Offerta) hanno preso parte a un seminario sull’orientamento professionale e il funzionamento di servizi essenziali gratuiti fruibili nei Centri per l’Impiego. Illustrate anche le ultime novità normative introdotte dalla riforma del “Jobs Act” e le principali direttive nel campo della sicurezza nei luoghi di lavoro. A suscitare l’interesse dei ragazzi è stato, in particolare, il programma “Garanzia Giovani” che proprio nel Piceno ha ottenuto un ottimo riscontro.

Si è trattata di un’occasione importante per gli allievi coinvolti di conoscere più da vicino servizi e offerte di una struttura in prima linea nel mondo del lavoro e nella ricerca attiva di nuovi sbocchi occupazionali non solo a livello locale, ma anche in ambito europeo, grazie ad alcune misure come “Eures”, il programma di mobilità lavorativa transnazionale.

Seminario sull’orientamento all’Istituto “Capriotti” di San Benedetto
 

Oltre 250 studenti all’iniziativa promossa da Provincia e CUP

Seminario sull'orientamento all'Istituto "Capriotti" di San Benedetto

Seminario sull’orientamento all’Istituto “Capriotti” di San Benedetto

Successo per il nuovo appuntamento di “Scegli il tuo futuro”, progetto promosso dal Consorzio Universitario Piceno in collaborazione con la Provincia, che ha fatto tappa nelle aule dell’Istituto Tecnico “Capriotti” di San Benedetto del Tronto. Obiettivi dell’iniziativa, avviata da diversi anni in tutto il territorio, sono informare le ultime classi delle superiori sulle opportunità formative presenti nel Piceno e avvicinare gli allievi al mondo del lavoro con maggiore consapevolezza e attenzione. Di fronte ad oltre 250 studenti, la dirigente scolastica Elisa Vita ha sottolineato la validità di una misura capace di svolgere un’importante azione di sensibilizzazione e conoscenza verso i giovani.

Si sono quindi svolti i due seminari tecnici: uno del Consorzio Universitario Piceno a cura della dott.ssa Emanuela Di Cinto, che ha illustrato il ventaglio di offerte didattiche (facoltà, corsi post laurea, focus tematici, laboratori studio) fruibili nel Sud delle Marche, l’altro tenuto dal Servizio Orientamento della Provincia con il funzionario Stefano Girolami che, coadiuvato dalle operatrici del Centro per l’Impiego di San Benedetto Barbara Carassi e Monia Marzetti, ha spiegato ai ragazzi come redigere correttamente un curriculum vitae, affrontare con sicurezza un colloquio di lavoro e ricercare in rete opportunità professionali o di formazione.

Al termine dell’incontro sono state distribuite guide sulla programmazione del Consorzio Universitario e materiale informativo sui servizi del Centro per l’Impiego di San Benedetto, aperto da lunedì a venerdì negli orari d’ufficio.

Reggimento Piceno
Cerimonia 1° blocco Reggimento Piceno
30-04-2016

Hanno giurato i soldati del 1° blocco 2016

I 352 soldati, del corso basico per Volontari in Ferma Prefissata di un anno del 1° Bando 2016, hanno prestato ieri giuramento di fedeltà alla Repubblica nella Caserma “Emidio Clementi”, sede del 235° Reggimento “Piceno”. Alla presenza del Generale di Corpo d’Armata Giorgio Battisti, Comandante per la Formazione, Specializzazione e Dottrina dell’Esercito, delle massime autorità militari, civili e religiose, tra cui il Presidente della Provincia Paolo D’Erasmo, i Volontari hanno gridato “Lo Giuro!”, sulle note dell’Inno di Mameli.

Nel suo intervento il Colonnello Marco Zona, Comandante del 235° Reggimento Piceno, ha dichiarato “valori come onore, sacrificio, lealtà, disciplina e generosità hanno sempre distinto il soldato italiano ieri come oggi, suscitando in diverse circostanze l’ammirazione degli alleati e dello stesso avversario”.

Il Generale Battisti, dopo aver ricordato ai Volontari l’importanza della cerimonia, ha aggiunto “ricambiate la fiducia che viene riposta in voi, con l’orgoglio di far parte di una compagine solida, quale è l’Esercito Italiano, capace di superare con determinazione ogni situazione, anche la più critica”.

Al termine, l’Ufficiale Generale ha consegnato un encomio semplice al soldato Vincenzo Peluso per aver tratto in salvo una coppia di anziani durante un incendio in uno stabile. I Volontari in Ferma Prefissata del 1° bando 2016, acquisito formalmente lo status di soldato, permarranno nella città di Ascoli fino al 13 giugno per completare le dieci settimane previste nella formazione di base. Alla cerimonia, vi era una rappresentanza della Quintana, rievocazione storica cittadina, che ha sfilato in corteo per testimoniare il solido legame tra la città ed il 235° Reggimento “Piceno”.

 

 




Stoccaggio Gas: incontro con i candidati sindaci

San Benedetto del Tronto, 2016-05-01 – Come avvenuto già nel recente passato, quando per le elezioni politiche abbiamo organizzato un incontro con i candidati al Parlamento, e per le elezioni regionali con i candidati alla presidenza della Regione Marche,  ora che sono imminenti le elezioni amministrative che decideranno il nuovo Sindaco ed il Consiglio Comunale di San Benedetto ci è sembrato doveroso organizzare un incontro con i Candidati alla Carica di Sindaco.

L’incontro sarà simile ai due precedenti, verranno rivolte delle domande e delle proposte  : i candidati avranno ognuno 5 minuti per rispondere a turno ad ognuna delle domande che saranno poste. L’ordine degli interventi sarà a scalare.

Le domande saranno divise in due parti: specifiche sullo stoccaggio gas e proposte su temi molto importanti per il futuro del territorio di cui vorremmo cominciare ad interessarci mantenendo però alto il nostro impegno sulla questione stoccaggio fino la chiusura definitiva della procedura.

L’incontro è molto importante e contiamo sulla partecipazione di tutti e 5 i candidati che hanno già accettato di buon grado il nostro invito, saranno presenti per rispondere a domande molto importanti che abbiamo opportunamente invitato loro.

Nella lotta contro lo stoccaggio abbiamo cercato di creare un fronte più vasto possibile che abbracciasse tutte le componenti della vita cittadina e del territorio circostante, dai cittadini alle associazioni alle istituzioni, e dobbiamo dire che la cosa ha funzionato, altrimenti non saremmo stati in grado di resistere cinque anni.

E’ stato molto importante l’opposizione in massa dei cittadini, ma sono stati molto importanti tutti gli atti effettuati dal Consiglio Comunale intero, all’unanimità, da maggioranza ed opposizione. Non ultimo il recente Consiglio Comunale aperto.

Invitiamo quindi tutta la cittadinanza a partecipare.

L’incontro si svolgerà Sabato 7 Maggio, alle ore 16.00 presso la palestra polifunzionale Comunale Sabatino d’Angelo, in via val Cuvia a Porto d’Ascoli, a fianco al Campo Sportivo in zona Agraria.

Ambiente e Salute nel Piceno




Nutrizione & Neutraceutici nel mondo Antiaging

Successo dell’evento Proeon allo Smeraldo Suites & Hotel.

San Benedetto del Tronto, 2016-04-30 – Grande partecipazione di pubblico in occasione dell’evento NUTRIZIONE & NUTRACEUTICI NEL MONDO ANTIAGING organizzato dalla Proeon Sabato 30 aprile presso la sala Raffaello dello Smeraldo Suites & Hotel.

Moderatrice d’eccezione la giornalista Mediaset Alessandra Borgia che ha sapientemente scandito i tempi di un incontro che ha suscitato il vivo interesse del numeroso pubblico intervenuto, costituito da addetti lavori e non, che si è particolarmente lasciato ispirare dall’alto contenuto scientifico degli interventi dei tre illustri relatori : il Dott. Simone Ugo Urso, esperto Nutrizionista che ha parlato di nutrizione ed antiaging, il Dott. Roberto Corsi, Medico Chirurgo Specialista in Patologia Clinica che ha parlato di Nutrizione, Arteriosclerosi ed apparato cardiovascolare e del Dott. Attilio Cavezzi, artefice di un apprezzatissimo intervento sull’efficacia dei Nutraceutici per il Benessere e nel controllo della senescenza.

A chiusura dei lavori, un significativo contributo del sig. Dino Roso del Panificio D’Alesio sul grano Jervicella a basso tenore di glutine.

Il successo di questa iniziativa attesta ancora una volta l’estremo interesse verso il tema dell’Antiaging ma soprattutto su come la Nutrizione ed i Nutraceutici, o integratori alimentari, possano risultare un complemento utilissimo nel controllo dei processi di ossidazione e di formazione dei radicali liberi tipici dell’invecchiamento e di come sia fondamentale nutrire adeguatamente la nostra vita e favorire uno stile di vita più sano. 

Ph © Davida Zdrazilkova Ruggieri
Copyright © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

Nutrizione & Neutraceutici nel mondo Antiaging