dall’Amat

dall’Amat

 

DALLA FRANCIA PER LA PRIMA VOLTA NELLE MARCHE POCKEMON CREW

L’ENERGIA DELLA DANZA HIP HOP VENERDÌ 20 GENNAIO A PESARO

SABATO E DOMENICA AD ASCOLI PICENO

 

 

Una delle compagnie hip hop tra le più titolate al mondo, Pockemon Crew arriva per la prima volta nelle Marche dalla Francia nelle stagioni di danza curate dall’AMAT e dai Comuni di Pesaro e Ascoli Piceno con Silence on Tourne / Ciak si gira, un appassionato omaggio al cinema musicale in scena venerdì 20 gennaio al Teatro Rossini di Pesaro, il 21 e 22 gennaio al Ventidio Basso di Ascoli Piceno.

 

L’irrefrenabile energia del gruppo guidato da Riyad Fhgani, nato alla fine degli anni Novanta sul piazzale davanti all’Opera di Lione, continua a imporsi nei maggiori contest internazionali e a girare il mondo con un successo travolgente. Inventivi e passionali, con questa loro creazione Pockemon Crew esplorano due mondi che li appassionano: il cinema e l’origine di certi movimenti della danza hip-hop. Una vera propria immersione nel cinema in bianco e nero degli anni ’30 e ’40 le cui commedie musicali ricordano in un certo senso l’energia e l’originalità della danza hip hop.

Scene e costumi trasportano lo spettatore attraverso i film musicali che hanno segnato la golden age holliwodiana (Fred Astaire, Gene Kelly, Vincent Minelli o Stanly Donen) e i danzatori esplorano le origini delle loro danze con frenesia  e poesia allo stesso tempo, pur mantenendo l’energia spontanea della “settima arte “.

Lo spettacolo vuole anche essere un omaggio alla città che li ospita, Lione, in cui nel 1895 è nato il cinema dei Fratelli Lumière.

 

A Pesaro e Ascoli Piceno la compagnia terrà anche due masterclass gratuite per gli allievi delle scuole di danza delle città, un’occasione preziosa di formazione per quanti praticano e amano la danza nelle sue diverse espressioni.

 

La numerosa compagnia francese è formata da: Abdelhafid Sour assistente alla direzione artistica, i danzatori  Mehdi Meziane, Farès Baliouz, Livio Bordeau, Patrick M’Bala, Moncef Zebiri, Abdelhafid Sour, Nagueye Mahmoud, Riyad Fghani, Alexis Roure «Psykot» curatore della creazione musicale, Arnaud Carlet responsabile scene e luci, Nadine Chabannier per i costumi. Lo spettacolo è prodotto da Association Qui fait ça? Kiffer ça! in co-produzione con Cie Pockemon Crew, Théâtre de Suresnes Jean Vilar, con il sostegno di Région Rhone-Alpes, Opéra National de Lyon, Centre Chorégraphique de Bron/Pôle Pok, Maison des Essarts, MJC Laennec Mermoz, CNN de Rillieux-la-Pape e la Maison de la Danse de Lyon, distribuzione italiana di International Music and Arts.

 

Per informazioni e biglietti: Teatro Rossini 0721 387620-21, biglietteria Teatro Ventidio Basso 0736 298770, AMAT 071 2072439. Inizio spettacoli: Pesaro ore 21, Ascoli Piceno sabato ore 20.30 domenica ore 17.30.

AL TEATRO TIBERINI DI SAN LORENZO IN CAMPO GIOVEDÌ 19 GENNAIO

IL “POVERO” MAZZARÒ E IL “RICCO” CIÀULA

A TEATRI D’AUTORE VANNO IN SCENA LE NOVELLE DI VERGA E PIRANDELLO

 

 

Giovedì 19  gennaio, alle ore 21.15, nel prezioso teatro liberty “Mario Tiberini” di San Lorenzo in Campo avvincente appuntamento con Teatri d’Autore 2016-‘17. Stagione di Prosa nei Teatri Storici della provincia di Pesaro e Urbino, a cura di Regione Marche, Comuni di Gradara, Macerata Feltria, Mondavio, San Costanzo, San Lorenzo in Campo, Urbania, Amat e Mibact e con il patrocinio di Provincia di Pesaro e Urbino.

In scena lo spettacolo Il Povero, il Ricco. Storie di Mazzarò e Ciàula, tratto dalle novelle La roba di Giovanni Verga e Ciàula scopre la luna di Luigi Pirandello, nell’intensa interpretazione di Giuseppe Esposto, magistralmente accompagnato alla fisarmonica da Raffaele Damen.

Scrive Esposto: “Quando leggo la splendida novella di Giovanni Verga, La roba, la mia mente si perde nella descrizione dei paesaggi perché scevra dal pensiero e anche dal giudizio dell’autore che si è messo da parte volontariamente. Divento l’immensa campagna, poi il vallone, l’uliveto e passo attraverso le lunghe file di aratri. La testa comincia a dolermi e faccio fatica a contenere tutte le immagini; per contenere quella Terra ci vuole una testa diversa che non ne venga assorbita, ci vuole un cervello “come un brillante”. Mazzarò è un brillante che vede meschinamente la terra come una pietra preziosa da possedere e custodire, da tenere tutta per sé come si tiene un’intera città in una bolla di vetro. Il suo desiderio di possesso assoluto risulterà essere una misera illusione: morirà nel vano sforzo di portarsi dietro almeno una parte di tutta quella roba. La parabola ascendente della sua vita, da povero bracciante a ricco possidente, è a ben vedere un climax discendente basato sulla materialità e l’oggettivazione della Terra in roba. In Luigi Pirandello incontriamo un’altra testa totalmente diversa: quella di Ciàula. Un cervello istupidito dalla fatica e dal duro lavoro nella zolfara che però riesce a cogliere tutta la grandezza di questa terra attraverso la Luna, cioè da un altro pianeta. Da una luce lontana dall’antro infernale quotidianamente esplorato, ma soprattutto da una luce diversa dal sole che egli conosceva bene ed aveva pur visto tramontare. La parabola di Ciàula è un’ascesa dall’alvo materno, dalla casa rappresentata dalle gallerie, dalle scale e dalle ombre generate dal lanternino cioè dall’ambiente per lui familiare della zolfara, al mondo di fuori, dove attraverso la luce della Luna, forse, riuscirà a scoprire la grandezza della Terra. Fra Mazzarò e Ciàula, chi è dunque il povero? Chi è il ricco?”

E alle ore 18.30, presso la Sala dell’Oratorio l’Aquilone di San Lorenzo in campo, consueto incontro del progetto di formazione teatrale Scuola di platea. Relatrice dell’incontro (in collaborazione con il Liceo Torelli, sede di Pergola) la professoressa Francesca Ricci che introdurrà lo spettacolo con un intervento intitolato Il ragno e la formica: l’analisi del vero in Verga e Pirandello. L’ingresso all’incontro è gratuito.

 

INFO:

Rete Teatrale della provincia di Pesaro e Urbino

via Mazzolari 4, Pesaro tel. 0721 3592515, cell. 366 6305500 

www.amat.marche.it   reteteatripu@amat.marche.it

BIGLIETTI

Settore A (platea e palchi centrali)     intero ? 15, ridotto ? 12

Settore B (palchi laterali e loggione) intero ? 10,  ridotto ?  8

Hanno diritto alla riduzione gli spettatori fino a 25 anni e oltre i 65 anni, i possessori della Amato abbonato Card, della Tessera Plus Rete Servizi Bibliotecari di Pesaro e Urbino e convenzionati vari

Biglietti e abbonamenti potranno essere acquistati:

– in prevendita (con maggiorazione di € 1.00):

Biglietteria Tipico.tips v. Rossini, 41, Pesaro, tel. 0721 359 2501

orario: da martedì a sabato, 10.00-13.00 e 16.30-19.30

biglietteria Teatro Rossini, P.zza Lazzarini1, Pesaro tel. 0721 387621

orario: da mercoledì a sabato dalle 17.00 alle 19.30

biglietteria Teatro della Fortuna, P.zza XX Settembre 1, Fano, tel. 0721 800750

orario: da mercoledì a sabato dalle 17.30 alle 19.30 mercoledì e sabato anche 10.30-12.30

– il giorno stesso dello spettacolo

Biglietteria Teatro Tiberini di San Lorenzo in Campo, dalle ore 19.00 cell. 366 6305500 

VENDITA ON LINE: www.vivaticket.it 

 

 

DEBUTTA A RECANATI IL NUOVO TOUR DI ANGELO BRANDUARDI

GIOVEDÌ 26 GENNAIO AL TEATRO PERSIANI DOPO UNA RESIDENZA DI ALLESTIMENTO

 

 

Debutto prestigioso al Teatro Perisani di Recanati giovedì 26 gennaio con la data zero di Camminando camminando 2017, nuovo atteso tour di Angelo Branduardi, accompagnato sul palco dal musicista Maurizio Fabrizio. L’artista lombardo sarà in residenza nella città di Recanati dalla fine di questa settimana per allestire il concerto proposto su iniziativa del Comune di Recanati con l’AMAT.

 

Angelo Branduardi già da tempo asseconda la sua versatilità in campo musicale, presentandosi al pubblico con concerti basati su diverse formazioni. Può così passare dalla classica formazione “rock”, con basso e batteria, all’esecuzione del repertorio di musica del passato, accompagnato dagli strumenti d’epoca del Scintille di Musica, diretto da Francesca Torelli. Ultimamente Branduardi è molto attratto dall’idea del “meno c’è, più c’è”, dal gusto della sottrazione, dalla volontà di spogliare i suoi brani, togliendo là dove normalmente si aggiunge. La sua musica, ritornando ad essere totalmente acustica, acquista un respiro diverso, quasi esoterico, alla ricerca dell’emozione profonda e il suo partner naturale in questa esperienza non poteva che essere Maurizio Fabrizio, compositore, arrangiatore polistrumentista, autore di grandi successi, scritti per gli interpreti storici della musica italiana, oltreché collaboratore ed amico di Angelo fin dagli anni 70. Il Concerto in due sarà basato sull’abilità dei due musicisti, sulla loro capacità di passare con grande facilità da uno strumento all’altro, dalle chitarre al violino, ai flauti, al pianoforte e chissà a quanto altro! Il pubblico potrà così apprezzare da vicino ogni particolare, ogni respiro dell’intesa che lega Angelo e Maurizio: quel magico “accrocchio”(così lo chiama da sempre Angelo) che permette loro di suonare ad occhi chiusi, sempre sapendo quello che sta facendo, o sta per fare, l’altro. Per il debutto di questo concerto non poteva esserci luogo più adatto del Teatro Persiani che con la sua atmosfera raccolta favorisce lo scambio d’emozione tra il musicista ed il pubblico, quasi a cancellare la distanza fisica che li divide. La scaletta sarà ricca e varia e rivisiterà anche brani poco eseguiti, ma non mancheranno i “classici” di Branduardi, i suoi grandi successi che verranno così reinterpretati privilegiando il sentire con l’anima, chiedendo allo spettatore di riempire lo spazio lasciato libero. Come dice Angelo: “Il bello di suonare in due sta nel cercare di suggerire più che imporre”. Sarà come se i musicisti chiedessero allo spettatore: “Vuoi invitarci a casa tua? Vuoi lasciarci entrare?”.

 

I biglietti per il concerto prodotto da JM Production sono in vendita alla biglietteria del Teatro Persiani (071 7579445) e in tutti i punti vendita della rete di biglietterie AMAT (info su amatmarche.net – 071 2072439). Questi i prezzi: settore A 18 euro, settore B 15 euro, settore C 10 euro, loggione 7 euro.

Inizio concerto ore 21.30.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com