Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 07:20 di Ven 20 Set 2019

dall’Amat

di | in: Cultura e Spettacoli

Amat

image_pdfimage_print

2017-12-15

ASCOLI PICENO, TEATRO VENTIDIO BASSO DOMENICA 17 DICEMBRE

CON NESSUN DORMA. LA FAVOLA DELLA PRINCIPESSA TURANDOT

PROSEGUE LA STAGIONE DI TEATRO PER RAGAZZI

 

Domenica 17 dicembre al Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno con Nessun dorma. La favola della principessa Turandot di Teatrolinguaggi prosegue la stagione dedicata ai ragazzi realizzata su iniziativa del Comune di Ascoli Piceno con l’AMAT, con il contributo di Regione MarcheMinistero dei beni e delle attività culturali e del turismo e Bim Tronto. L’offerta, che si affianca alla già ampia proposta teatrale della città, rappresenta una preziosa occasione per grandi e piccini per condividere momenti di meraviglia e stupore nello splendido teatro cittadino attraverso una varietà di linguaggi, poetiche e temi in un susseguirsi di storie, emozioni e immagini piene di sorprese e avventure.

La favola della principessa dal cuore di ghiaccio, in una Cina fantastica di mille e mille anni fa, è scenicamente evocata dal racconto di un singolare personaggio, uno di quelli che nell’opera non ha proprio voce (non parla e non canta) ma che si trova al centro dell’azione, tra l’incudine e il martello, o meglio, tra il ceppo e la scure: Pu Tin Pao, il boia. Un boia che taglia teste, come tutti i boia, ma che segretamente sogna storie d’amore a lieto fine. Un boia che avrebbe voluto tanto fare un altro mestiere e che soprattutto vorrebbe poter dormire una notte intera. Perché dove regna Turandot non si dorme mai. Ci sono sempre teste da tagliare e se non ce ne sono c’è sempre qualcuno che canta! I nostri lavori non nascono come semplici riduzioni delle opere ma come un vero e proprio attraversamento drammaturgico dove la musica al pari della storia è elemento scenico di scrittura. Una costruzione che riprende i temi dell’opera e l’immaginario che muove, per dar vita ad un nuovo racconto teatrale dove le vicende vengono narrate ed evocate attraverso la particolare prospettiva di unpersonaggio, in questo caso “il boia”. Un personaggio minore che gioca dentro e fuori la storia stessa e permette di raccontare in modo originale la favola di Turandot immaginata da Puccini. Il proposito è di trasmettere ai giovani spettatori il fascino di storie, melodie e personaggi del grande teatro d’opera in un occasione teatrale che muove i linguaggi della scena con visionarietà e ironia unendo teatro d’attore, di figura e l’uso di immagini video.

 

Autori dello spettacolo sono Fabrizio Bartolucci, Sandro Fabiani, in scena ci sono gli interpreti Sandro Fabiani e Massimo Pagnoni diretti dalla regia di regia Fabrizio Bartolucci. Lo spettacolo è stato realizzato grazie alla amichevole collaborazione di Roberta Biagiarelli (Babelia &C.), alla gentile disponibilità del Comune di Mondavio / Teatro Apollo e all’ospitalità della Corte Ospitale di Rubiera.

Biglietti – intero 8 euro, ridotto fino a 14 anni 4 euro, ridotto fino a 3 anni 0,50 euro – presso biglietteria del Teatro 0736 298770. Inizio spettacolo ore 17.30.


PLAYLIST PESARO _ cartella stampa

Pesaro Città Creativa UNESCO per la Musica, seconda città italiana a fregiarsi del prestigioso riconoscimento dopo Bologna, rinnova, accanto alla già ampia offerta musicale, l’appuntamento con Playlist Pesaro, rassegna di undici appuntamenti promossa dal Comune e dall’AMAT al Teatro Rossini, Sperimentale e alla Chiesa dell’Annunziata.

L’inaugurazione è affidata il 2 gennaio al Teatro Rossini al concerto gospel di The Harlem voices che arrivano in tour in Italia con il loro concerto che mescola soul, funky e R’n’B. La formazione newyorkese, guidata dal cantante e attore Eric B. Turner protagonista in numerosi musical di Broadway, film e serie tv, ama anche ballare e creare coreografie ad effetto e assistere a un loro concerto è un piacere anche per gli occhi, oltre che per le orecchie.

Mauro Ermanno Giovanardi (Joe), storico leader del gruppo La Crus, a pochi mesi dall’uscita del suo ultimo lavoro La mia generazione, arriva a Pesaro il 3 febbraio al Teatro Rossini con il tour che prende il nome da disco, un racconto degli anni 90, un pegno d’amore con cui l’artista vuole celebrare una stagione musicale irripetibile, che ripercorre alcuni brani storici di Afterhours, Marlene Kunz, Subsonica, Neffa, Casinò Royal e tanti altri. Con lui sul palco tre ospiti femminili di grande talento: Rachele Bastreghi, voce dei Baustelle, Cristina Donà e Mara Redeghieri ex frontwoman degli Üstmamò.

Una generazione di artisti rende vivace lo scenario dei giovani autori e produttori di musica indipendenti: Glocal sound / giovane musica d’autore in circuito il 15 febbraio alla Chiesa dell’Annunziata presenta il lavoro di due artisti, Gabriella Martinelli e Andrea Nabel, emersi dalla omonima vetrina dedicata ai giovani musicisti e alle loro composizioni originali promossa da Fondazione Piemonte dal Vivo, Fondazione Toscana Spettacolo onlus e AMAT, tre circuiti regionali che hanno deciso di promuovere la musica originale e inedita in tutte le sue forme e offrire a giovani autori l’opportunità di mettere in gioco l’aspettativa di affermazione artistica, con un confronto con il pubblico.

Musicista tra i più interessanti e versatili del panorama italiano, Ezio Bosso nella sua carriera ha attraversato mille esperienze artistiche, passando dalla musica ska-mod alla classica, dal contrabbasso al pianoforte. Compositore originale e visionario, è autore delle colonne sonore di diversi film del premio Oscar Gabriele Salvatores, ma anche di musiche magnetiche e di successo create per mille situazioni e mille organici diversi. Playlist lo ospita il 13 marzo al Teatro Rossini con la FORM Ochestra Filarmonica Marchigiana in un imperdibile concerto.

Nome (d’arte) un po’ esotico, viso latino e misterioso, Joan Thiele, talento emergente della musica italiana che canta però in inglese è ospite della Chiesa dell’Annunziata il 23 marzo. Nata nel 1991 da madre italiana e papà svizzero-colombiano, Joan si è fatta conoscere grazie alla cover di Drake Hotline Bling, e poi, a gennaio del 2016, ha pubblicato l’inedito Save me, che è uno dei singoli dell’Ep di esordio Joan Thiele, uscito il 10 giugno 2016 con Universal. Forte delle sue origini cosmopolite, Joan ha uno sound internazionale e variegato che trova la sua dimensione migliore dal vivo.

Spazio alla musica locale di qualità il 20 aprile al Teatro Sperimentale con Musica a km 0, la serata che prende il nome dal bando-concorso promosso dall’Assessorato alle politiche giovanili del Comune di Pesaro per selezionare band musicali pesaresi con l’obiettivo di offrire, grazie alla partecipazione a concerti promossi dall’Amministrazione comunale, un contributo per la loro valorizzazione artistica. L’occasione offre la possibilità a Dawn Street, Jellyfish Nebula, Nijhida e Prowlers di farsi conoscere dal pubblico di Playlist.

Il 28 marzo è la Chiesa dell’Annunziata ad accogliere Amy León, musicista, poeta ed educatrice newyorchese che si è esibita in moltissimi spettacoli negli States e in tutto il Regno Unito, collaborando con realtà del calibro di BBC, Roundhouse, Amnesty International e tanti altri. Alunna della famigerata Nuyorican Slam Team ha saputo concentrare e fondere musica e poesia attraverso performance potentemente trasparenti, coraggiose e intime, concentrandosi su ineguaglianze sociali tra bianchi e neri, celebrazione dell’amore e sulla difficoltà dell’essere donna.

Appuntamento dal sapore esclusivo il 6 maggio al Teatro Rossini con Asaf Avidan, artista israeliano la cui voce, forte e potente, è in grado di raggiungere gli angoli più reconditi del cuore che giunge a Pesaro nell’ambito del progetto 150° Rossini. Disco d’oro e di platino, dopo il successo della super hit Reckoning Song, tour mondiali ovunque esauriti e due album di studio, Asaf Avidan presenta Study on Falling, il terzo album uscito il 3 novembre su etichetta Universal.

Il 12 maggio il Teatro Sperimentale ospita l’anteprima del nuovo tour di Maria Antonietta che segue l’uscita del nuovo album previsto nei primi mesi del 2018. A poco più di vent’anni, Maria Antonietta inizia a farsi conoscere come Marie Antoinette e parallelamente, nel 2010, si ritrova a fronteggiare i Young Wrists, band tweed-pop ispirata agli Smiths. Nel 2011 si sciolgono e Letizia inizia a scrivere brani in italiano. Il suo secondo disco uscito nel 2012 e prodotto di Dario Brunori le dà un successo straordinario. Spesso paragonata a Carmen Consoli, i suoi modelli sono invece “le ragazze del movimento Riot Grrrl e PJ Harvey”.

Uno straordinario ensemble di musicisti – Peppe Servillo, Javier Girotto, Fabrizio Bosso, Furio Di Castri, Rita Marcotulli, Mattia Barbieri – attende il pubblico il 20 maggio al Teatro Rossini con Pensieri e parole, un omaggio a Lucio Battisti che offre un’intensa interpretazione dell’autore più intimo, lirico e personale della canzone italiana. Popolare, sofisticato e solitario, Lucio Battisti è costruttore e inventore di una canzone che resta intimamente patrimonio di tutti, incrociando sensibilità e pensieri musicali diversi. “Cantare nuovamente le sue canzoni, da Mogol a Panella, è la possibilità per noi di rileggere una nostra storia minore e quotidiana che tanto ci suggerisce e commuove”, affermano gli interpreti.

Conclude Playlist Pesaro il 9 giugno alla Chiesa dell’Annunziata Fragili fiori, ovvero “artisti in erba della città in scena”, un progetto realizzato in collaborazione con Associazione Tavolo Studenti, nato lo scorso anno allo scopo di far emergere e valorizzare il talento musicale degli adolescenti (under 20) presenti sul territorio. L’appuntamento sarà preceduto da un breve periodo di residenza che permetterà agli artisti una focalizzazione sul proprio percorso e la messa a punto di una performance all’altezza del contesto offerto.

Informazioni e biglietti Teatro Rossini 0721 387620 – 21, www.teatridipesaro.it.

clicca la cartella stampa: PLAYLIST PESARO 2018_cartella stampa

© 2017, Redazione. All rights reserved.




15 Dicembre 2017 alle 22:54 | Scrivi all'autore | | |
Tags:

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata