da Macerata

da Macerata

lunedì 9 dicembre 2019

Al Teatro Lauro Rossi in scena l’atteso Vincent Van Gogh con Alessandro Preziosi

Il 12 e 13 dicembre prosegue la stagione del Teatro Lauro Rossi di Macerata promossa dall’assessorato alla Cultura del Comune con l’AMAT e realizzata con il contributo della Regione Marche e del MiBACT. In scena l’atteso Vincent Van Gogh con Alessandro Preziosi nel ruolo del protagonista, diretto da Alessandro Maggi.

Una grande stagione al Teatro Lauro Rossi, siamo molto fieri di portare a Macerata produzioni che hanno riscosso tanto successo di critica e di pubblico. Come il Van Gogh di Alessandro Preziosi, attore bravissimo che a Macerata abbiamo apprezzato nel 2015 con il Don Giovanni. In questa città con Gente di Teatro abbiamo l’abitudine di incontrare la compagnia teatrale e gli attori nella seconda giornata di spettacolo: sarà un’altra occasione per parlare di teatro e dei misteri dell’animo umano. Ancora una volta Macerata città della cultura per tutti” sottolinea l’assessora alla cultura Stefania Monteverde.

Con lo spettacolo torna, infatti, anche Gente di teatro, serie di interessanti e seguiti incontri del pubblico con gli attori e le compagnie in scena per approfondire la conoscenza dialogando insieme sullo spettacolo, le scelte artistiche, l’animo umano. In questa occasione l’incontro, gratuito e aperto al pubblico, si svolgerà venerdì 13 dicembre alle ore 18 presso ex Civica Enoteca – ora sede della Eum, Corso della Repubblica 51.

La pièce – da un testo di Stefano Massini vincitore del Premio Tondelli Riccione Teatro 2005 per la “scrittura limpida, tesa, di rara immediatezza drammatica, capace di restituire il tormento dei personaggi con feroce immediatezza espressiva” – è una sorta di thriller psicologico attorno al tema della creatività artistica che lascia lo spettatore con il fiato sospeso dall’inizio alla fine.

Le austere pareti di una stanza del manicomio di Saint Paul. Come può vivere un grande pittore in un luogo dove non c’è altro colore che il bianco? È il 1889 e l’unico desiderio di Vincent è uscire da quelle mura, la sua prima speranza è riposta nell’inaspettata visita del fratello Theo che ha dovuto prendere quattro treni e persino un carretto per andarlo a trovare. Attraverso l’imprevedibile metafora del temporaneo isolamento di Vincent Van Gogh in manicomio, lo spettacolo di Khora.teatro in coproduzione con il Teatro Stabile d’Abruzzo, offre opportunità di riflessione sul rapporto tra le arti e sul ruolo dell’artista nella società contemporanea.

Accanto ad uno straordinario Alessandro Preziosi ci sono gli attori Francesco Biscione, Massimo Nicolini, Roberto Manzi, Alessio Genchi e Vincenzo Zampa. Le scene e i costumi sono di Marta Crisolini Malatesta, il disegno luci di Valerio Tiberi e Andrea Burgaretta, le musiche di Giacomo Vezzani, la supervisione artistica di Alessandro Preziosi. La produzione è realizzata in collaborazione con Festival dei due mondi – Spoleto.

In occasione dello spettacolo, il 12 dicembre alle 18 al foyer del Teatro saranno esposte le opere d’arte di cinque tra i più prestigiosi artisti marchigiani nel mondo – Enzo Cucchi, Eliseo Mattiacci, Tullio Pericoli, Ubaldo Bartolini e Silvio Craia – nell’ambito del progetto Marche d’Autore, sostenuto dalla Regione Marche in collaborazione con Confesercenti Macerata.

Inizio spettacolo ore 21. Informazioni: Biglietteria dei teatri 0733 230735, www.comune.macerata.it

lunedì 9 dicembre 2019

Torna Ratatà Muta, la terza tappa ai Magazzini UTO

Il 14 e 15 dicembre 2019 terzo appuntamento di Ratatà Muta, il festival di fumetto, illustrazione ed editoria indipendente che fin dal suo esordio nel 2014 si è subito confermato un appuntamento innovativo per la città sostenuto dall’assessorato alla Cultura del Comune di Macerata.

Il nuovo appuntamento è stato presentato questa mattina con una conferenza stampa alla quale hanno partecipato il sindaco Romano Carancini, l’assessora alla Cultura Stefania Monteverde, Lisa Gelli, Nicola Alessandrini, rispettivamente presidente e vicepresidente dell’associazione Ratatà e Martina Graziosi, socia fondatrice.

C’è un pensiero di grande soddisfazione nei confronti di Ratatà – ha detto il sindaco Carancini – perché rappresenta uno degli esprimenti più riusciti verso nuove forme di espressione e di creatività che hanno significato un arricchimento per la città. La visione ‘diversa’ di Ratatà Muta credo che possa diventare protagonista a Natale, in un contesto se vogliamo particolare, in grado di dialogare con un pubblico diverso ma anche con le famiglie e i bambini.”

Macerata continua ad essere città di produzione culturale – afferma l’assessora alla Cultura Stefania Monteverde – aperta a tutti i generi espressivi sia nell’editoria che nel campo musicale. Un luogo dove anche la produzione indipendente dalla grande distribuzione trova occasione di confronto e di nuova ricerca. In questi anni Ratatà Festival è cresciuto come progetto culturale capace di muovere una realtà dinamica, internazionale, giovane, portatrice di idee nuove, di domande e di sperimentazioni. Felici che sia Macerata culla di una nuova creatività.”

La terza tappa di Ratatà, inserita nel ricco calendario delle iniziative organizzate dall’Amministrazione comunale in occasione delle festività “Macerata d’Inverno.- E’ tornare bambini”, come hanno avuto modo di dire gli organizzatori nel corso della conferenza stampa, nasce in stretta collaborazione con l’Only Fucking Labels, festival decennale dedicato alle etichette musicali indipendenti organizzato dal collettivo OFL ed il CSA Sisma si svolgerà ai Magazzini Uto, con una mostra mercato dedicata ad una quindicina di progetti editoriali indipendenti, festival, aggregatori di auto-produzioni fra i più importanti a livello nazionale ed una personale, “Qualcosa da Contenere”, del grande illustratore e pittore pesarese Luca Caimmi, che per l’occasione organizzerà due laboratori, dedicati ai bambini ed agli adulti.

Durante la serata al CSA Sisma si svolgerà invece la parte musicale dell’evento con una selezione di progetti musicali provenienti da tutta Italia.

L’edizione 2019 di Ratatà ha avuto una forma diversa rispetto agli anni passati, si è sviluppata in tre macro eventi distribuiti nell’arco di tutto l’anno, da aprile fino a dicembre. L’obiettivo è quello di preparare il pubblico all’edizione del festival 2020, “L’anno del topo”, dove sono previste esposizioni di disegno contemporaneo e non, una mostra mercato ancora più ricca, workshop e concerti con artisti di richiamo nazionale ed internazionale. L’attività del 2019 è stata rivolta principalmente al pubblico locale, con un occhio ancora più attento al territorio, mantenendo la proposta culturale di altissimo livello internazionale.

Questo nel dettaglio il programma:

sabato 14 dicembre

ore 16-20, Magazzini UTO, vicolo Consalvi

Apertura Mostra mercato di autoproduzioni

con Ratatà / AFA / Crack! / C.a.c.o / Ué / Olé  / Zapp / Borda / This is not a love song / Just indie comics / Studio CO-CO / Libri Somari / Checkpoint Charly / Strade Bianche di Stampa Alternativa / SNUFF Comix / Ufficio Misteri

+ Dj set a cura di Onlyfuckinglabels

– ore 17.30, Magazzini UTO

Inaugurazione mostra “Qualcosa da contenere” di Luca Caimmi

– ore 19.30 – 2.00, Csa Sisma, via Alfieri

ONLY FUCKING LABELS #10

festival delle etichette indipendenti

Concerti / Mostra mercato / Esposizioni / Cena a cura di Cucina Ribelle

– Ore 19.30, Csa Sisma

Taddei e Angelini presentano “Enrico” (Coconino press) a cura di Ratatà

ore 20 Csa Sisma

Inizio liveArottenbit / La morte viene dallo spazio / Von Tesla / Trrmà / Tacet tacet tacet / Borders of Romagna / Aspect Ratio / Third sonic Phase / Paperoga / Disconfort Dispatch (Free-Impro-Noise-Room)

Domenica 15 dicembre

– ore 10-13 / 16-20, Magazzini UTO, vicolo Consalvi

Mostra mercato di autoproduzioni

– ore 17.30, Magazzini UTO

Nicolas Gaunin LIVE a cura di Onlyfuckinglabels

L’associazione Ratatà in vista del prossimo appuntamento in programma dal 16 al 19 aprile 2020 lancia un appello a tutti coloro che vorranno sostenere il festival in qualità di volontari ma lo rivolgono anche ai commercianti che invece lo vorranno ospitare nel proprio esercizio. Le persone interessate possono inviare la propria candidatura alla mail ratatafestival@gmail.com . (lb)

Nella foto: la conferenza stampa di presentazione di Ratatà Muta

lunedì 9 dicembre 2019

Da Tipico Tips “Gate19- Profili”, in mostra le opere di tre giovani artisti

Giovedì 12 dicembre, alle 17.30, nei locali di Tipico Tips, il nuovo spazio del Comune di Macerata dedicato all’accoglienza turistica, alla promozione del territorio e destinato anche ad ospitare iniziative culturali, avrà luogo l’inaugurazione di Gate18 – PROFILI, una mostra curata da Maria Letizia Paiato che vede protagonisti tre giovani artisti Ado Bradimarte, Giorgia Mascitti e Lizzie. Il progetto, che è parte di Gate Artistic Project (@gateartisticproject) cui fa riferimento un gruppo allargato di giovani artisti, vede l’apertura al n.18 di piazza della Libertà a Macerata con un breve spaccato di mostra declinato nella parola Profili.

Tre giovani artisti dalle personalità e dai profili espressivi diversi. Tre modi individuali e autonomi di interpretare forme e figure. Tre linguaggi dell’arte divergenti per tecniche, temi e soggetti, tuttavia, uniti da immaginarie linee di contorno che, oltre a mostrarsi frontalmente all’osservatore, originano un inaspettato dialogo fra loro. In questa inconsueta circolarità di modus operandi, questi tre giovani talenti italiani, sebbene ancora nel flusso della formazione accademica, mostrano già i caratteri di un’espressività autonoma e chiara, tangibile nella coerenza dei rispettivi percorsi di ricerca, che non rifiuta il confronto ma anzi lo accoglie, per mettersi alla prova e afferrare, nell’evidente contraddittorio visivo e formale con l’altro, spunti per strutturare poetiche future. Per questo motivo Profili appare come la parola più consona a evidenziare il legame fra i tre, che tiene conto delle singolarità ma anche e soprattutto delle diversità. Ado Bradimarte, Giorgia Mascitti, Lizzie ciascuno immerso nell’epoca in cui vive e di cui percepiscono l’esigenza di nuove narrazioni, mostrano lavori per Gate18-Profili che non hanno alcuna pretesa di definirsi opere concluse, nell’intento di comprendere e portare avanti lo sviluppo delle stesse, tramite il dialogo e la condivisione della loro ricerca artistica.

La mostra è patrocinata dal Comune di Macerata e inserita nell’ambito delle manifestazioni organizzate dall’Amministrazione, in collaborazione con le associazioni cittadine, per le festività natalizie “Macerata d’Inverno. E’ tornare bambini”

Gate18 – PROFILI Ado Bradimarte – Giorgia Mascitti – Lizzie, visitabile fino al 29 dicembre, è parte del progetto Gate Artistic Project (@gateartisticproject) e sostenuto dall’Associazione “Yoruba: diffusione arte contemporanea”.

lunedì 9 dicembre 2019

Senso della vita e volontariato, se ne parla domani durante un incontro con lo psicologo Marco Ceppi.

Senso della vita e volontariato: tempo perso o tempo ritrovato?. Questo il tema che sarà affrontato da Marco Ceppi, psicologo specializzato in Logoterapia e analisi esistenziale, nel corso di un incontro pubblico in programma domani, martedì 10 dicembre, alle 15.30 nell’auditorium della Parrocchia buon Pastore di Collevario.

L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Macerata, è organizzata da Le Botteghe della fiducia, Anteas, Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e FICTUS (Federazione Italiana Cultura Turismo Sport) nell’ambito del progetto Fidò promosso anche da Cisl Pensionati Macerata.

Senso e valori per l’esistenza è la traccia su cui si svilupperà l’incontro che fungerà anche da giornata di formazione per il personale del Comune addetto all’assistenza familiare. (sb)

lunedì 9 dicembre 2019

obbligo di denuncia fiscale per gli operatori che hanno avviato attività di vendita e somministrazione di alcolici.

Un recente decreto legge (art.13 del DL n.34/2019) ha ripristinato l’obbligo di denuncia fiscale per la vendita e la somministrazione di prodotti alcolici che era stato abrogato nel 2017.

Di conseguenza, gli operatori che hanno avviato tale tipologia di attività nel Oeriodo dal 29 agosto 2017 al 29 giugno 2019, devono presentare allo Sportello Unico delle Attività produttive del Comune, entro il 31 dicembre, la denuncia di avvenuta attivazione di esercizio utilizzando un apposito modello reperibile nel sito del Comune.

La normativa inoltre prevede che, non solo le nuove attività ma anche altri operatori del settore debbono accertarsi di essere in regola con la nuova normativa ed eventualmente attivarsi per adempiere alle procedure richieste.

Per informazioni dettagliate consultare il sito www.comune.macerata.it Sezione Territorio Ambiente/Sportello unico Attività Produttive o l’ufficio delle Attività produttive (piaggia della Torre 8 – tel. 0733_256336/331)

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com