Reddito e Pensione di Cittadinanza (Rdc/Pdc)

Reddito e Pensione di Cittadinanza (Rdc/Pdc)

LA SITUAZIONE RELATIVA AL NUMERO DEI NUCLEI RICHIEDENTI IL REDDITO E PENSIONE DI CITTADINANZA (RDC/PDC) AL 8/06/2020 NELLE MARCHE.

Nelle Marche a fronte di 33.574 domande (1.7% del dato nazionale), risultano accolte 19.182 (1.5%), 2.968 decadute (2.1), 1.886 in lavorazione (1.3), 12.506 respinte (2.5).

Nella provincia ascolana risultano presentate 4.779 (0.2% del dato nazionale), 2877 accolte (0.2),Decadute 423 (0.3), in lavorazione 256 (0.2), respinte 1.666 (0.3%).

La UILP di Ascoli Piceno evidenzia che l’analisi dei dati mostri come la provincia di Ascoli presenti delle criticità vista la numerosità della sua popolazione.

Forte è il disagio economico e sociale presente poiché il registriamo 14% delle domande presentate in regione.

Ricordiamo che con la pensione del mese di luglio arriva la cd 14esima mensilità per circa 3,5 milioni di pensionati, una boccata d’ossigeno per chi percepisce gli assegni più bassi.

Ne ha infatti diritto chi ha compiuto 64 anni e ha un reddito lordo mensile che non superi i 1.000 euro. L’importo medio sarà di 500 euro e partirà da un minimo di 336 euro fino a 655,20 euro a seconda dei contributi versati.

A beneficiare dell’assegno saranno più donne che uomini, considerato che mediamente hanno redditi da pensione più bassi principalmente a causa di carriere lavorative discontinue e frammentate. Nelle Marche gli interessati sono circa ?120.000.

CONSIGLIO TERRITORIALE STU UILP ASCOLI PICENO E FERMO 22 GIUGNO 2020

 Il giorno 22 giugno 2020, alle ore 16.00, nel rispetto delle norme di tutela Covid19, si è tenuto, ad Ascoli Piceno, presieduto dal segretario Francesco Fabiani, il Consiglio Territoriale dello STU della UILP di Ascoli Piceno.

Per discutere: Situazione politica sindacale- ripresa Fase 2 – e Approvazione del bilancio 2019 e preventivo 2020 della categoria.

Presenti: Francesco Fabiani; Annibale Martini; Anna Corradetti; Guido Bianchini; Giuseppe Pirri; Emidio Brando Feliziani; Alberto Tarquini; Silvano Germani. Nonché il tesoriere Vincenzo Farnesi, e i Revisori dei Conti: Domenico Bravo e Ciotti Ennio.

 

E stato altresì discussa la situazione relativa al numero dei nuclei richiedenti il Reddito  e pensione di cittadinanza (RdC/PdC) al 8/06/2020 nelle Marche.

A fronte di 33.574 domande (1.7% del dato nazionale), risultano accolte 19.182 (1.5%), 2.968 decadute (2.1), 1.886 in lavorazione (1.3), 12.506 respinte (2.5).

Nella nostra provincia risultano presentate 4.779 (0.2% del dato nazionale), 2877 accolte (0.2),Decadute 423 (0.3), in lavorazione 256 (0.2), respinte1.666 (0.3%).

La UILP evidenzia che l’analisi dei dati mostri come la provincia di Ascoli sia ancora una volta, considerata la numerosità della sua popolazione, il principale nodo di disagio economico e sociale della regione (14% delle domande presentate in regione).

 

Si ricorda che con la pensione del mese di luglio arriva la cd 14esima mensilità per circa 3,5 milioni di pensionati, una boccata d’ossigeno per chi percepisce gli assegni più bassi.

Ne ha infatti diritto chi ha compiuto 64 anni e ha un reddito lordo mensile che non superi i 1.000 euro. L’importo medio sarà di 500 euro e partirà da un minimo di 336 euro fino a 655,20 euro a seconda dei contributi versati.

A beneficiare dell’assegno saranno più donne che uomini, considerato che mediamente hanno redditi da pensione più bassi principalmente a causa di carriere lavorative discontinue e frammentate.

Nelle Marche gli interessati sono circa 120.000.

 

© riproduzione riservata