dalla Regione Marche

dalla Regione Marche
MERCOLEDÌ 8 DICEMBRE 2021  12:16
Nasce l’ATIM, la nuova Agenzia regionale per il turismo e l’internazionalizzazione

 

Uno strumento regionale che svolga il proprio ruolo di indirizzo, coordinamento e programmazione in materia di turismo e internazionalizzazione in modo snello ed efficiente, garantendo una programmazione integrata e coordinata delle risorse regionali, nazionali ed europee dedicate a tali scopi.

Saranno queste le funzioni della neonata Agenzia regionale per il turismo e l’internazionalizzazione (ATIM) la cui costituzione è stata stabilita dalla legge regionale approvata nella serata di ieri dall’Assemblea legislativa delle Marche e presentata su iniziativa della giunta regionale.

“Una discussione molto ampia e approfondita – ha affermato il presidente Francesco Acquaroli, anche in qualità di assessore al Turismo, nel suo intervento nella seduta del Consiglio regionale – ha caratterizzato l’esame di questa proposta di legge che ha coinvolto  categorie produttive e parti sociali e sulla quale  unanimemente i vari soggetti coinvolti hanno manifestato grande interesse. Perché tutti riconoscono che la piccola dimensione che caratterizza le Marche, composte da piccole realtà, è un forte ostacolo nella gestione delle strategie turistiche e nella penetrazione dei mercati. Vero che la digitalizzazione è importante ma non può bastare – ha proseguito.

L’Agenzia rappresenta la traduzione concreta di un progetto che ha come obiettivo quello di costruire un percorso solido,  per aumentare la consapevolezza, per disegnare una strategia comune e per supportare tutti quelli che hanno progetti all’altezza delle esigenze della nostra società, ormai mutata anche a causa della pandemia. Vogliamo partire subito per sviluppare una visione precisa – ha concluso il Presidente – per cominciare a colmare questo gap e rilanciare con forza la nostra regione con una strategia comune, dobbiamo farlo tutti insieme restituendo forza e credibilità della nostra immagine turistica ed economica. “

La finalità della legge che si compone di 13 articoli è garantire, infatti,  sia l’unitarietà, il coordinamento e l’efficacia degli interventi volti alla valorizzazione dell’immagine, delle risorse territoriali, culturali, economiche e produttive del territorio, sia il miglioramento della conoscenza di tale immagine e di tali risorse sul mercato nazionale e internazionale per la crescita e lo sviluppo dei relativi settori.

Le modalità di realizzazione del coordinamento operativo sono definite  anche attraverso specifici protocolli di cooperazione tra la Regione e altri enti, la Camera di Commercio, le categorie maggiormente rappresentative dei rispettivi settori, con le Università marchigiane, i competenti Ministeri ed organismi statali, l’Agenzia Nazionale I.C.E., l’E.N.I.T., la Cassa Depositi e Prestiti, Invitalia SpA ed il sistema creditizio e bancario. Le attività si realizzeranno  attraverso la promozione dell’immagine complessiva delle Marche e del relativo brand; la promozione dell’offerta turistica territoriale, dei percorsi, delle destinazioni e dei sistemi di accoglienza turistica locale delle Marche, che l’Agenzia promuove, coordina ed organizza sul territorio tra tutti i soggetti pubblici e privati operanti nel settore; il sostegno alle iniziative di internazionalizzazione volte al rafforzamento della competitività delle imprese marchigiane sui mercati internazionali anche in rapporto alla cooperazione internazionale; l’attrazione degli investimenti esogeni nel territorio regionale.

 

 

MERCOLEDÌ 8 DICEMBRE 2021  11:21

Creazione d’impresa, in arrivo nuove risorse

Creazione d'impresa, in arrivo nuove risorse

Saranno integrate con ulteriori 2 milioni di euro, le risorse destinate all’intervento di sostegno alla creazione di impresa nei Comuni extra aree di crisi e sisma, negli ITI urbani (Investimenti Territoriali Integrati) di Ascoli Piceno, Ancona, Macerata, Fano-Pesaro e nelle SNAI (Strategia Nazionale Aree Interne) Alto Maceratese, avviato con un plafond originario di euro 2.914.500,00 derivanti POR Marche FSE 2014-2020.
“La Giunta regione – dichiara l’assessore al Lavoro, Stefano Aguzzi – ha interesse a sostenere e aiutare ad avviare nuove attività imprenditoriali in tutto il territorio regionale, a garanzia di un’economia equilibrata e armonica”.
Obiettivo dell’avviso di bando partito a febbraio 2021 ha previsto la nascita di nuove realtà economiche e nuove opportunità occupazionali, dando continuità alle azioni già intraprese dal 2016 al 2020 a sostegno all’avvio di nuove iniziative imprenditoriali, in grado di contribuire allo sviluppo e alla diversificazione del sistema produttivo regionale e di incrementare i livelli occupazionali, nei Comuni ammissibili, con la possibilità di beneficiare di un contributo fino ad un massimo di 35.000 euro, da erogare in regime “DE MINIMIS”.
In risposta a suddetto avviso pubblico, sono pervenute 620 domande di cui 361 sono risultate ammissibili a finanziamento, avendo superato il punteggio minimo per la finanziabilità. Di queste, a sua volta, 139 sono risultate finanziabili, in quanto rientranti nella dotazione di risorse, e sono state suddivise nel seguente modo: 80 progetti rientranti nei Comuni esclusi dalle aree di crisi industriale complessa e ADP Merloni; 48 progetti ricadenti nei comuni ITI urbani; 11 progetti ricadenti nei Comuni SNAI Alto Maceratese.
Le restanti 222 domande non sono risultate ammissibili a finanziamento a causa dell’esaurimento delle risorse stanziate.
Mentre nei Comuni ricadenti negli ITI urbani e nelle SNAI, le risorse assegnate pari ad un totale di euro 1.314.500,00 sono state sufficienti a coprire le richieste pervenute, i fondi destinati alle nuove imprese localizzate nei Comuni extra aree di crisi non sono stati sufficienti.
“Avendo verificato la disponibilità di risorse all’interno del POR FSE 2014/2020 – spiega Aguzzi – con il presente atto si incrementa pertanto di 2 milioni di euro la dotazione originaria destinata alla graduatoria delle imprese fuori aree di crisi. Tali risorse consentiranno, con successivo decreto, di scorrere la graduatoria di circa 120 ulteriori progetti”.

 

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com