da Macerata

da Macerata

venerdì 19 ottobre 2018

Riqualificazione ex capannoni Rossini, con l’approvazione del progetto esecutivo procede il progetto OWL

Approvato dalla Giunta il progetto esecutivo dei lavori per la riqualificazione degli ex capannoni Rossini interessati dal progetto OWL_Open Working Lab che ha ricevuto i finanziamenti ministeriali previsti dal Piano nazionale per la riqualificazione delle aree urbane degradate per un totale di 2 milioni di euro.

Con l’approvazione del progetto esecutivo, nel rispetto dei tempi previsti dalla convenzione di finanziamento del piano per la riqualificazione sociale e culturale delle aree degradate – interviene l’assessore all’Urbanistca Paola Casoni – si compie un nuovo passo avanti verso la rigenerazione di uno dei complessi più degradati della città: un intervento che avrà il sapore di una rinascita, riscoprendo la bellezza di uno dei rari testimoni di architettura industriale di Macerata. Uno spazio che tornerà ad essere luogo del fare, di impresa e di creatività a disposizione di tutti”.

Il progetto, come noto, si pone come obiettivo non solamente quello di effettuate un recupero architettonico di un non-luogo, ma anche e soprattutto di valorizzare l’ex contenitore industriale, dandogli una nuova dinamicità sociale e produttiva: questo con particolare riferimento ai settori dei servizi alla persona, nella duplice matrice sociale e culturale, e dell’innovazione d’impresa. L’area potrà così diventare un’importante occasione di rivitalizzazione sociale e produttiva per l’intero quartiere che gravita intorno viale Don Bosco.

Il progetto OWL prevede all’interno del complesso, di ricavare spazi e ambienti destinati a differenti finalità, ognuna delle quali potrà operare in autonomia, offrendo al tempo stesso una complessiva strategia di sinergia tra le parti. Previste l’area eventi, collocata nel fabbricato più recente con spazi espositivi e per conferenze e l’area co-working, che si trova nei corpi di fabbrica di fattura industriale, riservata all’insediamento e allo sviluppo di nuove forme di imprenditoria giovanile, con l’ulteriore previsione di un bar-ristoro e di uno spazio di aggregazione destinato al relax e agli eventi informali all’interno di ciascuna area.  

venerdì 19 ottobre 2018

Al Lauro Rossi il leggendario duo pianistico Katia e Marielle Labèque per Appassionata

Perfezione tecnica e musicale, sublime capacità comunicativa ed eleganza senza tempo. In una parola, Labèque.

Per il secondo concerto della stagione, lunedì 22 ottobre alle ore 21, Appassionata propone il duo pianistico più celebrato, secondo il New York Times il migliore che si possa offrire oggi al cospetto del pubblico.

Le sorelle Katia e Marielle Labèque sono una leggenda del pianismo mondiale: presenti sui palcoscenici delle sale da concerto e festival del mondo, hanno suonato fra l’altro al Musikverein di Vienna, alla Musikhalle di Amburgo, alla Philharmonie di Monaco di Baviera, alla Carnegie Hall, alla Royal Festival Hall di Londra, alla Scala, alla Philharmonie di Berlino e ai Festival di Blossom, Hollywood Bowl, Lucerna, Ludwigsburg, Mostly Mozart, BBC Proms, Ravinia, Ruhr, Tanglewood e Salisburgo. Oltre 33.000 persone hanno assistito al concerto che le ha viste esibirsi con i Berliner Philharmoniker per la direzione di Sir Simon Rattle nel Waldbühne di Berlino.

Musiciste dal repertorio sconfinato, Katia e Marielle Labèque al Lauro Rossi di Macerata eseguono El Chan di Bryce Dessner, Songs from West Side Story di Leonard Bernstein, Ma mère l’oye di Maurice Ravel e Four movements for two pianos di Philip Glass.

Sul palco due pianoforti per eseguire un programma che si dispiega fra Ottocento e Novecento, con una speciale celebrazione di Bernstein nel centenario dalla nascita. Compositore, direttore d’orchestra e pianista, musicista poliedrico e carismatico, grande comunicatore, l’autore delle musiche di West Side Story è considerato uno dei più grandi direttori d’orchestra e alla sua opera si deve buona parte dell’inestinguibile successo del pluripremiato musical, la cui prima rappresentazione italiana ebbe luogo nel 1981 proprio allo Sferisterio di Macerata.

Bryce Dessner e Philip Glass sono compositori contemporanei, anch’essi statunitensi. Dressner, bassista dei The National, è autore eseguito nelle maggiori stagioni concertistiche e nei più importanti festival a livello mondiale ed è vincitore di numerosi premi tra cui il Grammy Award nel 2016. Proprio due anni fa è stata eseguita per la prima volta El Chan, in programma a Macerata. Composta originariamente per pianoforte, violino, viola e violoncello come dono per l’amico Alejandro González Iñárritu e ispirato dalla bellezza naturale della sua città natale, in Messico, viene proposta nella versione per due pianoforti scritta appositamente per le Labèque.

Fra i massimi esponenti del minimalismo musicale, Philip Glass in Four movements for two pianos sperimenta nuove soluzioni armoniche. Avvicinatosi come esecutore al pianoforte durante l’adolescenza, il compositore di Baltimora ha sviluppato un grande amore per lo strumento che considera parte della propria vita.

È caratteristica delle Labèque eseguire le musiche di autori classici come Ravel e novità come quella di Glass che portano in giro per il mondo fin dalla prima esecuzione nel 2008. Le Labèque hanno lavorato tanto con musicisti del calibro di Berio, Boulez e Messiaen quanto con rock e popstar come Madonna, Sting, Herbie Hancock e Miles Davis. Ira Gershwin, fratello del compositore George, di loro esclamò: “Vedo i fuochi d’artificio quando queste ragazze suonano!”.

La stagione 2018-2019 dei Concerti di Appassionata è organizzata dal Comune di Macerata con la direzione artistica dell’Associazione musicale Appassionata con il contributo MiBAC, Regione Marche, Società Civile dello Sferisterio-Eredi dei Cento Consorti, APM, Fondazione Cassa di Risparmio di Macerata, Università degli studi di Macerata, Istituto Confucio, ANMIG. In collaborazione con Marcheconcerti, Consorzio Marche Spettacolo, Accademia di Belle Arti di Macerata, Musica con le Ali, Politeama. Main sponsor è Menghi Shoes.

Biglietti da 5 a 20 euro presso la Biglietteria dei Teatri, piazza Mazzini a Macerata. Agevolazioni per studenti e accompagnatori. Lunedì 22 ottobre la biglietteria è aperta dalle 17, il botteghino del Teatro Lauro Rossi dalle 20.

Per informazioni www.comune.macerata.it, www.appassionataonline.it.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com