Parte il Festival Adriatico Mediterraneo

Parte il Festival Adriatico Mediterraneo

Adriatico Mediterraneo 2023
Ancona | 30 agosto – 3 settembre

Parte domani, mercoledì 30 agosto, il Festival Adriatico Mediterraneo 2023. Cinque giorni di musica, cultura, arte e condivisione. Alla Loggia dei Mercanti, a partire dalle ore 18, l’inaugurazione ufficiale della manifestazione, giunta alla sua diciassettesima edizione, con la consegna del Premio Adriatico Mediterraneo a Joze Tomaš, Presidente del Forum della Camera di Commercio Adriatico-Ionica (AIC), per il suo prezioso contributo alla crescita dell’associazione e al consolidamento delle relazioni fra i paesi membri. Modera il giornalista Marco Ansaldo, consigliere scientifico di Limes.
A seguire, il concerto a ingresso gratuito del duo Tihomir Hojsak (contrabbasso) Filip Novosel (tambura, strumento tradizionale croato), un percorso musicale che si muove fra il jazz contemporaneo e la tradizione folk della Croazia. Fondato nel 2016, il duo di acclamati musicisti croati, Tihomir Hojsak al contrabbasso e Filip Novosel alla tambura, uno strumento croato tradizionale, hanno cominciato il loro incredibile viaggio musicale al motto di arco contro plettro, fondendo i due strumenti attraverso differenti tradizioni esecutive e vari generi, dalla classica al jazz contemporaneo, passando dal folk croato. Hanno creato uno stile proprio, unico e speciale. Il loro successo è cresciuto a livello internazionale. Oltre a numerosi concerti nel mondo, si sono esibiti al Parlamento Europeo di Strasburgo e in molto occasioni per la presidenza della Croazia del Consiglio Europeo nel 2020, rappresentando il proprio paese come ambasciatori culturali nel mondo.
In serata, alla Corte della Mole Vanvitelliana (ore 21.15), andrà in scena “Donna Ginevra e le Stazioni Lunari”, uno spettacolo in cui l’artista toscana Ginevra Di Marco ripercorrerà gli ultimi quindici anni della propria ricerca musicale, dal rock al cantautorato popolare, incrociando volti, suoni, memorie e colori. Un viaggio alla scoperta dei pezzi della tradizione popolare, dal bacino del Mediterraneo alle coste del Sudamerica e oltre. Canti in lingue diverse provenienti da tutto il mondo che parlano di lavoro, emigrazione, corruzione, condizione della donna e sostenibilità ambientale. Un’onda emotiva continua e avvolgente, che trae ispirazione dal patrimonio musicale della cantante toscana (Battiato, CSI, De André) e da alcuni suoi punti di riferimento (Mercedes Sosa, Luis Sepulveda, Margherita Hack).
Tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito, a eccezione dei concerti serali alla Corte della Mole Vanvitelliana (ingresso 10 euro). Sold out i concerti all’alba. Dal 30 agosto al 3 settembre, dalle 17 alle 20.30 nella Sala Boxe della Mole Vanvitelliana sarà anche possibile visitare la mostra “Writing in the sand” di Patricia Barcala Dominguez (ingresso gratuito).
Info www.adriaticomediterraneo.eu
direzione@adriaticomediterraneo.eu
infoline  353 4139087

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com