dalla Regione Marche

dalla Regione Marche

2016-01-13

PIANO DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 – L’ASSESSORE CASINI ANNUNCIA: “OBIETTIVO DI SPESA RAGGIUNTO: NEL 2015 OLTRE 100MILIONI DI EURO DI RISORSE SUL TERRITORIO MARCHIGIANO”

Risorse Psr 2007-2013: obiettivo di spesa raggiunto. Grazie a questo risultato le Marche in base ai dati comunicati dall’organismo pagatore nazionale AGEA risulta, rispetto al totale delle 13 Regioni che utilizzano AGEA, tra le 4 Regioni che hanno scongiurato il disimpegno dei fondi comunitari.

Il 31 dicembre 2015, secondo la clausola “n+2” era infatti  la data ultima entro la quale le Regioni dovevano spendere le risorse del PSR 2007-2013 pena la perdita di parte delle stesse. Alla Regione Marche restavano da liquidare nel 2015 oltre 100 milioni di euro di risorse pubbliche.

“Questo straordinario risultato – afferma con soddisfazione l’assessore all’agricoltura Anna Casini – è stato ottenuto con l’impegno strategico e operativo dell’amministrazione e degli uffici incaricati dell’istruttoria delle domande e dei progetti che hanno dovuto far fronte ad una mole straordinaria di lavoro che si è concluso  solo negli ultimissimi giorni dell’anno.  Grazie allo sforzo congiunto di tutti i soggetti interessati l’obiettivo di spesa è stato quindi raggiunto consentendo di erogare complessivamente nel corso del 2015 oltre 100 milioni di euro di risorse pubbliche sul territorio marchigiano. Adesso siamo al lavoro per fare lo stesso e anche meglio che le risorse del nuovo Psr 2014-2020 che ammontano per il prossimo quinquennio a 538 milioni di euro”.

Il  52% dei 100 milioni è stato destinato al sostegno della competitività delle imprese agricole e forestali. Sono stati finanziati investimenti, infrastrutture, ma anche la formazione e il ricambio generazionale. Il 24% è stato invece indirizzato al miglioramento dell’ambiente e dello spazio rurale e il restante 24% al miglioramento della vita e alla diversificazione dell’economia nelle aree rurali.

Politiche giovanili: riaperti i termini per l’iscrizione nell’elenco associazioni giovanili

Dal 10 gennaio al 10 febbraio 2016 le associazioni giovanili marchigiane possono presentare domanda di iscrizione nell’elenco regionale, istituito con la legge regionale sulle politiche giovanili. Per essere iscritte le associazioni devono risultare composte, in prevalenza, da giovani di età compresa fra i 16 e i 35 anni e devono prevedere, tra i propri scopi statutari, lo svolgimento di attività e iniziative a favore dei giovani.

Attraverso la costituzione di un elenco ufficiale delle associazioni, la Regione ha avviato un percorso di conoscenza e di interazione con le realtà associative che consentirà di intercettare le richieste e le priorità del mondo giovanile delle Marche. Anche nella nostra regione, infatti, è sempre più sentita l’esigenza di interventi a favore dei giovani, che rappresentano una importante risorsa da valorizzare, facilitandone l’accesso al lavoro, alla formazione, alla cultura e alla politica. Attualmente risultano iscritte all’elenco regionale 60 associazioni. L’iscrizione all’elenco, per alcuni interventi regionali, costituisce una condizione necessaria per poter accedere a finanziamenti e altri incentivi regionali previsti per il settore. Le associazioni giovanili rappresentano importanti punti di riferimento per molti ragazzi. La Regione ha già avviato significativi interventi volti a valorizzare luoghi e spazi di aggregazione in cui i giovani si ritrovano e possono organizzare eventi e iniziative, così da favorire il dialogo e “insieme” imparare a far emergere la propria personalità e originalità.

 

L’ASSESSORE SCIAPICHETTI HA INCONTRATO IL DIRETTORE GENERALE DELLA PROTEZIONE CIVILE DELLA TUNISIA

 

Una delegazione della protezione civile della Tunisia, guidata dal direttore generale Moetz Diachraoui, è stata accolta questa mattina in Regione dall’assessore Angelo Sciapichetti. Erano presenti all’incontro il segretario generale Fabrizio Costa e il neo direttore del dipartimento regionale di Protezione civile, Cesare Spuri. “La visita – riferisce Sciapichetti – si inserisce nell’ambito dell’accordo tra l’Italia e la Tunisia per la collaborazione in materia di Protezione civile. Il nostro dipartimento nazionale ha scelto le Marche per la visita di studio, grazie all’efficienza e alla reputazione del nostro collaudato sistema di protezione civile. Anche la Tunisia è suddivisa amministrativamente in regioni, quindi i nostri ospiti sono molto interessati ad approfondire come siamo organizzati”. Durante l’incontro sono stati illustrati attrezzature, mezzi logistici e specializzazioni del sistema di volontariato – erano presenti all’incontro numerosi volontari – mentre sono in programma visite al Centro funzionale di Colle Ameno, a Torrette di Ancona, per approfondire i meccanismi di allerta e previsione del rischio idrogeologico e alla sala operativa. L’incontro è stato utile anche per impostare una collaborazione nel campo della formazione del personale tunisino, avvalendosi dell’accordo tra Regione e Università politecnica delle Marche, dove viene organizzato l’unico corso nazionale di protezione civile a livello tecnico.

 

A Civitanova Marche la mostra ‘My country’, gemellaggio artistico con Singapore, una delle piazze più prestigiose dell’economia mondiale

 

 

MOSTRA

MOSTRA

Civitanova Marche – Un gemellaggio con una delle piazze più prestigiose dell’economia mondiale come Singapore siglato attraverso il linguaggio dell’arte. Si tratta  della mostra d’arte internazionale ‘my country’ in corso fino al 28 febbraio nello Spazio Multimediale San Francesco di Civitanova Marche Alta. Un evento esclusivo in Italia, promosso dal TUJU Art Group di Singapore, per celebrare il cinquantesimo anniversario dell’indipendenza dalla dominazione inglese della Repubblica di Singapore. Undici artisti marchigiani e undici stranieri – di cui cinque del TUJU Art Group di Singapore e sei Guest provenienti dal medio ed estremo Oriente – sono i protagonisti dell’allestimento che vede 66 lavori fra dipinti, disegni, sculture, installazioni, video e fotografie. Artisti esperti al fianco di giovani promesse raccontano l’evoluzione di tradizioni proiettate verso il futuro attraverso lo sguardo contemporaneo contaminando mondi e visioni. Oriente e occidente dialogano attraverso il linguaggio universale dell’arte, dialogo tanto più necessario in questa fase di emergenza internazionale. “Attorno a ‘my country’ – spiega Paola Ballesi, curatrice della mostra – è stato costruito un racconto intessuto da opere che nella loro varietà pescano nel corpo vivo delle culture con il loro bagaglio di tradizioni, convinzioni, emozioni. Un racconto che ha come protagonista il patrimonio culturale immateriale, fluido e in circolazione, che attraversa il globo alimentato esclusivamente dall’energia della sua potenza simbolica”.

MOSTRA

Sono sette gli artisti di Singapore: Abu Jalal Sarimon, Ramli Nawee, Rosihan Dahim,  Sujak Rahman e Sunar Sugiyou del TUJU Art Group, Billy Soh e Simon Wee Aik Chuan; più quattro artisti internazionali: Lena Kelekian, artista libanese e curatrice internazionale, Antonius Kho, Ipong Purnama Sidhi e Neneng Sie Ferrier, artisti indonesiani e curatori internazionali. Si confrontano  con undici artisti marchigiani di spicco: Ubaldo Bartolini, Manuela Cerolini, Massimo Giovannelli, Elena Giustozzi, Tonino Maurizi, Marina Mentoni, Mauro Mazziero, Nino Ricci, Rita Soccio, Luigi Teodosi, Rita Vitali Rosati.

“Il terreno di confronto presentato da ‘my country è stato dissodato in tutta l’ampiezza del suo significato dagli artisti – aggiunge Paola Ballesi – a partire dagli aderenti al Tuju Art Group che con il loro referente italiano Francesca Maurizi, hanno creato questa straordinaria occasione, immediatamente colta nella sua rilevanza culturale, sociale e politica dal Comune di Civitanova Marche”. In particolare il suo sindaco, Tommaso Claudio Corvatta, che rileva: “Un appuntamento prestigioso sotto il profilo artistico ma importante anche per l’aspetto economico e commerciale, effetto e simbolo di uno scambio tra mondi diversi tesi ad avere tra loro comunicazioni eccellenti”.

L’appuntamento ospitato da Civitanova Marche rappresenta anche l’evento di chiusura dei festeggiamenti del Singapores Golden Jubilee organizzati nel corso del 2015 in tutto il mondo. La mostra, che dà avvio ad altre iniziative altrettanto prestigiose che si terranno a Singapore – e che sarà inclusa in una pubblicazione che la Singapore International Foundation realizza ogni anno e distribuisce in tutto il mondo per riassumere gli eventi più significativi del 2015 patrocinati dalla Fondazione stessa – è stata promossa dal Comune di Civitanova Marche, TUJU Art Group, Teatri di Civitanova, Pinacoteca Marco Moretti di Civitanova Marche, in collaborazione con National Arts Council Singapore, Singapore International Foundation for a better world e Yayasan Mendaki, col contributo di Lions Club Civitanova Marche Host e Cluana, Rotary Club Civitanova Marche, Confindustria Macerata, Hotel Solarium, Arredamenti Maurizi e Cartacanta.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com