dalla Regione Marche

dalla Regione Marche

2016-03-24

LE MARCHE ALLA FIERA DEL TURISMO DI MOSCA

 

Moreno Pieroni: “Strategie comuni e accoglienza dedicata per aggredire un mercato in crescita e orientato adesso verso l’Occidente.”

 

I russi sono interessati soprattutto al mare, enogastronomia e moda.  

 

“Adottare strategie comuni tra Regione, ENIT, Enti locali, Associazioni, compagnie aeree  per sviluppare azioni incisive sul mercato russo anche sotto il profilo turistico.”  E’ quanto afferma l’assessore regionale al Turismo-Cultura, Moreno Pieroni commentando la partecipazione della Regione in questi giorni alla Fiera Internazionale del Turismo di Mosca.  “La Russia, infatti – prosegue Pieroni – resta uno dei mercati obiettivo della nostra politica turistica. Per questo abbiamo presentato le nostre iniziative in un recente incontro a Mosca, all’Ambasciata Italiana insieme al sistema delle Regioni, ENIT, province autonome, associazioni  turistiche,  Alitalia e Aerflot con lo scopo di confrontarsi per ” aggredire” sinergicamente un mercato così importante.”

Nel corso dell’incontro sono emerse diverse e utili considerazioni a cominciare dalle agevolazioni per la concessione rapida di visti annuali o biennali per venire in Italia da parte dell’Ambasciata. “Occorre imprimere una forte spinta nel lavoro di promozione proprio  in questo periodo – ha spiegato Pieroni – prima che lo facciano altri Paesi, perché si è aperto un mercato di cinque milioni di russi che stanno cambiando la loro destinazione: dalla Turchia, Egitto si stanno orientando verso altre destinazioni come Italia, Spagna, Croazia.  È necessario, allora, puntare sull’accoglienza ed in particolare con servizi dedicati proprio ai russi, applicando una politica di costi competitivi al fine di fidelizzare il turista russo verso l’ Italia ed in particolare verso la destinazione Marche.”

Dall’incontro sono scaturite anche nuove opportunità: la concessione di locali a titolo gratuito alle Regioni interessate a presentare la propria offerta turistica in Russia e la possibilità di utilizzo del sito in lingua russa dell’Ambasciata Italiana per promuovere la nostra regione e gli eventi di rilevanza. “ Penso in questo senso – ha detto Pieroni – di agire rapidamente per promuovere le quattro Grandi Mostre del Giubileo.”

Altro incontro significativo delle Marche,  presso lo stand ENIT, tra un gruppo di tour operator regionali, rappresentativi di tutto il territorio marchigiano e l’ associazione ATOR che rappresenta i più grandi tour operator della Russia. Il tema del incontro è stato comunicare diffusamente in Russia la destinazione Marche,  puntando soprattutto alla qualità dell’offerta turistica marchigiana. In particolare il mercato Russo è interessato al cluster mare legato all’enogastronomia e alla moda. “ Un trinomio – commenta Pieroni – che le Marche possono “spendere” con grande credibilità.”  Anche i tour operator russi hanno sottolineato l’ importanza di una accoglienza dedicata e di una strategia competitiva dei prezzi rispetto, per esempio,alla Croazia.

“Forti di queste indicazioni – ha concluso Pieroni – l’impegno prossimo riguarderà una serie di interventi di comunicazione e promozione del brand Marche in Russia, utilizzando, in particolare, gli strumenti di web communication; l’ organizzazione nel prossimo mese di educational tour per gli operatori turistici, giornalisti e blogger nella nostra regione; la realizzazione in tempi brevi di incontri sia in Russia che nelle Marche tra operatori russi e marchigiani. In questi due giorni a Mosca abbiamo “seminato” un terreno fertile con la consapevolezza delle nostre grandi potenzialità ma anche con la mentalità di innovare un’offerta che sappia adeguarsi alle nuove opportunità che si prospettano.“

 

 

29 MILIONI PER L’EDILIZIA SCOLASTICA MARCHIGIANA

 

In arrivo oltre 29 milioni di euro per l’edilizia scolastica marchigiana che copriranno tutto il fabbisogno del Piano interventi 2015 e in parte anche quello del Piano 2016. La giunta, su proposta dell’assessore al Bilancio Fabrizio Cesetti, ha infatti approvato una variazione di bilancio di 29.282.288 euro relativa al contratto di mutuo con oneri a carico dello Stato sottoscritto dalla Regione Marche con cassa Depositi e Prestiti per la concessione di contributi in materia di edilizia scolastica. In particolare 26.757.193 euro sono stati inseriti nel capitolo per il trasferimento ai Comuni e 2.525.094 in quello assegnato alle Province.

“La contabilizzazione delle risorse – spiega Cesetti – è necessaria per consentire agli enti beneficiari la corretta conclusione delle procedure di gara avviate per l’attuazione degli interventi per l’edilizia straordinaria finanziati dallo Stato. E’ tra le priorità di questa giunta avere scuole sicure e moderne per i nostri ragazzi e con questo obiettivo dobbiamo mettere in moto i cantieri. Si tratta inoltre di una grande opportunità anche per il comparto dell’edilizia”.

Gli interventi straordinari previsti dal piano annuale 2015 sono 39 (vedi elenco sotto) per un importo complessivo di 18.290.485,48 euro. Gli  11.213.932,55 euro che avanzano a valere sul mutuo contratto, saranno utilizzati per finanziare parte del Piano annuale 2016,  attualmente in fase di definizione.

La gamma dei lavori che verranno effettuati è ampia: interventi straordinari di ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, adeguamento sismico, efficientamento energetico di immobili di proprietà pubblica adibiti all’istruzione scolastica e all’alta formazione artistica, musicale e coreutica e di immobili adibiti ad alloggi e residenze per studenti universitari, di proprietà degli enti locali; costruzione di nuovi edifici scolastici pubblici e la realizzazione di palestre scolastiche nelle scuole o di interventi volti al miglioramento delle palestre scolastiche esistenti.  La graduatoria premia in particolare la pronta cantierabilità degli interventi, la messa in sicurezza degli edifici, il miglioramento del servizio scolastico, la compartecipazione finanziaria di altri soggetti pubblici o privati.

 

Elenco scuole Piano interventi 2015:

Senigallia: Palestra scuola media Marchetti; Montalto delle Marche: I.C. Sacconi-Liceo Classico;

Prov. di Ascoli Piceno – Comune Ascoli Piceno: I.T.A.S.; Montottone: Perlasca; Montecassiano: Ist. compr. G.Cingolani Sc. Primaria; Prov. di Pesaro – Comune di Fano:     ITC Battisti sede centrale; Petriolo: Ginobili; Ripe San Ginesio: Sc. Primaria Don Milani; Potenza Picena: Scuola Leonardo da Vinci; Tolentino: Ist. Comprensivo G.Lucatelli; Monte San Martino:     IC Leopardi; Vallefoglia: Materna Regina Reginella 1; Rapagnano: Sc. Media Don Bosco; Montelupone:    Sc. Media Benedettucci; Chiaravalle: elementare e media Marconi Plesso A; Monsano: elementare e media; Castel di Lama: Infanzia Villa S. Antonio; Genga: elementare A. Merloni; Pesaro: media Dante Alighieri; Appignano: Sc. Dante Alighieri; Monte Grimano Terme: Primaria Monte Grimano; Sant’Angelo in Pontano: elemetare Da Vignole; Jesi: Materna Arcobaleno; Caldarola: Palestra Polo scol. S.De Magistris; Osimo: primaria Fornace Fagioli; Porto Sant’Elpidio: media statale Galilei; Prov. di Ancona – Comune di Osimo       : liceo Scientifico Campana; Maiolati:       media Gaspare Spontini; Macerata Feltria : primaria e secondaria I grado Don Milani; Monteprandone    : elementare e materna del Capoluogo; Appignano del Tronto: sc. Infanzia D.Giovanni Di Benedetto, primaria Albertini, secondaria I° Carsosi; Cupramontana: palestra elementare e media via Ridolfi; Pievebovigliana: materna comunale; Prov. di Fermo – Comune di Montegiorgio         : liceo Medi Istituto Agraria; Porto Recanati: istituto comprensivo E. Medi; Prov. di Macerata – Comune di Cingoli :        IPSSA-RT “G. Varnelli” Succursale; Camporotondo di Fiastrone: elementare; Sassofeltrio:         materna ed elementare Fratte; Petriano: complesso scolastico Quasimodo.

MINISTRO LORENZIN ALLA CONFERENZA REGIONI – CERISCIOLI: “GRANDE SINTONIA”

 

Questa mattina il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli ha partecipato alla conferenza delle Regioni che ha audito il ministro della Salute Beatrice Lorenzin. “Grandissima sintonia – commenta alla conclusione dell’incontro -. Abbiamo ascoltato un lungo intervento che ha messo in fila quelli che sono gli obiettivi di tutti noi, che vanno dalle cose che i cittadini sentono di più, come le liste di attesa, all’organizzazione, all’occupazione in sanità, perchè c’è bisogno di personale, all’uscita dai piani di rientro per le Regioni in difficoltà. Una disamina a 360 gradi delle questioni – ha continuato – e ogni volta esce rafforzata la convinzione che stiamo lavorando tutti sugli stessi obiettivi che riguardano i bisogni principali dei cittadini, ma anche i processi di governance dei costi della sanità, come per esempio il ricorso alla Consip per gli appalti delle forniture sanitarie. Con il Mef la battaglia è comune – ha concluso Ceriscioli riferendosi alla risorse per il sistema sanitario – nell’ottenere quel cambiamento rispetto ai parametri degli ultimi anni che ci permettono di lavorare meglio, organizzare il sistema e lavorare su obiettivi e risultati che non sono solo un conto economico che torna, ma con la possibilità di fare investimenti che rilanciano il sistema sanitario. Noi stiamo facendo la nostra parte. Abbiamo terminato e presentato nei termini, entro il 29 febbraio, la riorganizzazione e siamo partiti con la prima tranche del percorso delle assunzioni. Dobbiamo continuare su questa strada”.

MINISTRO LORENZIN ALLA CONFERENZA REGIONI
MINISTRO LORENZIN ALLA CONFERENZA REGIONI

 

MINISTRO LORENZIN ALLA CONFERENZA REGIONI
MINISTRO LORENZIN ALLA CONFERENZA REGIONI

 

IL COMANDANTE DELL’ISTITUTO GEOGRAFICO MILITARE DI FIRENZE – ENTE CARTOGRAFICO DELLO STATO E IL COMANDANTE DEL COMANDO MILITARE DELL’ESERCITO “MARCHE”, ACCOLTI IN REGIONE DALL’ASSESSORE ANGELO SCIAPICHETTI

 

L’assessore Angelo Sciapichetti, portando il saluto del presidente Luca Ceriscioli, oggi in riunione a Roma con i Presidenti di Regione, ha accolto in via Gentile da Fabriano il comandante dell’Istituto geografico militare di Firenze – Ente cartografico dello Stato – generale di divisione Gianfranco Rossi, accompagnato in visita dal generale di brigata Rosario Silvestro Moschella, comandante del Comando militare dell’Esercito “Marche” di Ancona.

Tra la Regione Marche e l’Istituto è in corso di rinnovo la convenzione inerente i molteplici servizi offerti dall’Ente cartografico, così in occasione della visita sono stati approfonditi ulteriori ambiti di collaborazione sia in materia cartografica che geodetica. Ambiti che saranno approfonditi tra i rispettivi uffici per poi essere eventualmente formalizzati in specifici accordi.

L’Istituto geografico militare ha il compito di fornire supporto geotopocartografico alle Unità e ai Comandi dell’Esercito italiano. L’istituto svolge le funzioni di ente cartografico dello Stato ai sensi della legge 68 del 1960 ed opera, quindi, per assicurare ai numerosi utenti, sia pubblici che privati, prodotti cartografici che offrano la totale garanzia, in termini di contenuti e di ufficialità, per la descrizione del territorio.
Trae le sue origini dall’Ufficio Tecnico del Corpo di Stato maggiore del Regio Esercito che nel 1861 aveva riunito in sé le tradizioni e le esperienze dell’omologo Ufficio del Regno sardo, del Reale Officio topografico Napoletano e dell’Ufficio Topografico Toscano. Trasferito da Torino a Firenze nel 1865, nella sede attualmente occupata, fu trasformato in Istituto topografico militare nel 1872 per assumere, 10 anni più tardi, l’attuale denominazione.

 

 

Accordo di programma ex Merloni

 

 

Manuela Bora

Manuela Bora

Pubblicata dal Mise e Invitalia la circolare attuativa.

Bora: “Premiato il lavoro della Regione”.

Calendario incontri presto su www.impresa.marche.it
Ancona, 2016-03-24 – “L’intenso lavoro, svolto dalla Regione con il ministero dello Sviluppo economico negli ultimi mesi, è arrivato finalmente al termine”. Così commenta, con soddisfazione, l’Assessora alle attività produttive Manuela Bora la pubblicazione sui siti del MiSE (ministero Sviluppo Economico) e di Invitalia, della circolare attuativa dell’Accordo di programma per gli interventi di reindustrializzazione delle aree coinvolte dalla crisi del gruppo Antonio Merloni. “La circolare della legge 181/89 – continua la Bora – prevede il sostegno al rilancio e alla riqualificazione del tessuto produttivo locale, oltre al reimpiego dei lavoratori della Merloni. A partire da aprile e fino al 1 giugno, data da cui potranno essere presentati i progetti, Regione Marche e Invitalia, soggetto gestore dell’intervento, realizzeranno un articolato programma di comunicazione e promozione dello strumento sul territorio, rivolto a tutti gli stakeholder pubblici e privati. Il calendario dettagliato degli incontri sarà consultabile, non appena disponibile, sul sito www.impresa.marche.it”.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com