Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 13:06 di Mar 23 Lug 2019

dalla Regione Marche

di | in: Cronaca e Attualità, dalla Regione Marche

Fusione Senigallia e Morro d’Alba

image_pdfimage_print

2016-09-22

FUSIONE MORRO D’ALBA – SENIGALLIA: CERISCIOLI, GOVERNANCE INNOVATIVA CHE MANTIENE INDENTITA’             

I sindaci di Senigallia e Morro d’Alba hanno presentato, a Palazzo Raffaello, al presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli il progetto di fusione dei due Comuni.

“Un progetto innovativo –  ha commentato Ceriscioli – un esempio per molti altri enti che vogliono realizzare la fusione. Un percorso di qualità che punta a potenziare i servizi ai cittadini tutelando l’identità forte dei municipi. La nuova governance, infatti, mantenendo la municipalità di Morro D’alba, preserva tutti i servizi di sportello amministrativi, sanitari, sociali, anagrafici, ecc. vicini ai cittadini. Un modello che per caratteristiche e qualità è replicabile. La Regione sostiene fortemente questo percorso e farà da garante anche nella equità della distribuzione delle risorse tra le parti e del mantenimento in loco dei servizi tra le parti”.

Il referendum sulla fusione dei due Comuni si terrà il prossimo 23 ottobre. 


SISMA: AL SALONE DEL GUSTO LE REGIONI LAZIO E MARCHE LANCIANO LA PROPOSTA DI UNA VACANZA STUDIO PER I GIOVANI AGRICOLTORI TERREMOTATI  IN AZIENDE DI ECCELLENZA ITALIANE

 

Giovani famiglie delle zone terremotate in vacanza studio nelle aziende agricole di tutta Italia. E’ l’iniziativa proposta dagli assessori all’Agricoltura del Lazio Carlo Hausmann e delle Marche Anna Casini a latere della Commissione Politiche agricole, riunita a Torino in occasione del Salone del Gusto, e accolta all’unanimità dai colleghi delle altre Regioni. “In questa sede – spiega l’assessore Casini – non potevamo tralasciare questo argomento. Le zone più colpite dal sisma sono aree interne rurali dove l’agricoltura e l’allevamento sono le principali attività insieme all’agriturismo. E’ nostro compito fare in modo che i giovani non abbandonino questi luoghi, ma che abbiamo sostegno e opportunità per ripartire ripristinando le loro attività ma anche con nuove start up di impresa. Le famiglie agricole italiane costituiscono una grande rete solidale e siamo sicuri che potremo contare sulla loro collaborazione e sul loro calore umano per ospitare alcuni giovani e le loro famiglie, temporaneamente sfollati, in aziende di eccellenza e altamente innovative. L’idea è quella di una specie di vacanza studio dove scambiare le proprie competenze e confrontarsi su nuove pratiche e tecnologie all’avanguardia che potrebbero essere di ispirazione e di  stimolo una volta tornati nei propri luoghi di provenienza. Al di là dell’aiuto materiale infine, la solidarietà – conclude Casini – è un valore aggiunto del mondo agricolo e sia io che l’assessore Hausmann pensiamo che i rapporti sociali e le comunità debbano essere al centro delle nostre azioni”.

© 2016, Redazione. All rights reserved.




22 Settembre 2016 alle 18:10 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata