dalla Regione Marche

dalla Regione Marche

2017-06-07

PRESENTATA IN REGIONE LA 40° EDIZIONE DEL GIRO D’ITALIA UNDER 23 ENEL

9–15 GIUGNO 2017

 

Tre tappe nelle Marche e sei i corridori della rappresentativa marchigiana per il Giro d’Italia under 23 Enel. Si parte il prossimo 9 giugno a Imola per la 40° edizione della corsa di ciclismo in sette tappe tra cui Gabicce, Senigallia e Osimo. I sindaci, il presidente Luca Ceriscioli insieme a Lino Secchi, presidente del comitato regionale Marche Federazione Ciclistica italiana, Fabio Luna, presidente regionale Coni e Stefano Vitellozzi, direttore sportivo della rappresentativa, hanno presentato questa mattina la manifestazione dedicata al campione Michele Scarponi. Anticamera del professionismo e vivaio per i campioni di domani, l’edizione riparte dopo 5 anni di sospensione, coinvolgendo Emilia Romagna, Marche e Abruzzo, Regioni colpite duramente in questi anni dal terremoto, per dare un segno di  attenzione e per un ritorno alla normalità. Rientra tra le grandi manifestazioni sportive sostenute dalla Regione per la loro importanza strategica dall’elevato contenuto tecnico e promozionale, di forte impatto mediatico, che rafforza la capacità attrattiva del territorio: “Bella iniziativa – ha detto il presidente Ceriscioli – nello spirito di collaborazione tra tre regioni che hanno sposato la rinascita del Giro d’Italia under 23. E’ un momento di promozione del territorio, vicina ai giovani nel passaggio verso il professionismo per uno sport che è nell’animo dei marchigiani e che ci racconta anche sotto il profilo turistico. La dedica non poteva che essere a Scarponi, campione che non abbiamo più ma che possiamo ritrovare negli occhi e nella volontà dei giovani che correranno con la maglia delle Marche”. La promozione del territorio è anche ricostruzione: “Ricostruiamo la regione rendendola forte nelle sue caratteristiche – ha aggiunto il presidente – lo possiamo fare con i concerti, con lo sport, con manifestazione nazionali ed internazionali, richiamando la presenza nelle Marche come regione da vivere, da godere nella sua bellezza, con momenti di spettacolo sportivo  e attraverso questo sostenere l’economia”.

Nel binomio promozione turistica e bicicletta è racchiuso la ricetta per far ripartire il turismo di Gabicce Mare: ”Gli alberghi sono già pieni di prenotazioni per ospitare chi viene per la gara – ha detto il sindaco Domenico Pascuzzi – crediamo molto in questo tipo di turismo che è anche occasione in più per far conoscere la nostra meravigliosa regione, i paesaggi e la nostra città per la risonanza nazionale e internazionale della rassegna”.  “Le Marche sono protagoniste del ritorno del Giro d’Italia under 23 che suggella il rapporto importante tra sport e turismo per promuovere il territorio – ha aggiunto Simone Pugnaloni, sindaco di Osimo – Ho voluto fortemente questa gara nella convinzione che più siamo uniti più vince il territorio”. E per Maurizio Mangialardi, sindaco di Senigallia, “è un’occasione per mettere in mostra le Marche ed è una modalità vera per ricostruire una regione segnata. Insieme agli altri Comuni ci mettiamo a disposizione, è importante riportare la tappa dei giovani e dedicarla al grande Michele Scarponi”.

 

IL PROGETTO – La 40^ edizione del Giro d’Italia Under 23 organizzata dalla Società  Nuova Ciclistica Placci 2013 APD di Mordano (BO) è sostenuta dalla Federazione Ciclistica Italiana. L’obiettivo è aumentare il livello di confronto tra i migliori corridori italiani con gli stranieri in questa categoria. Si è potuta realizzare grazie al supporto delle tre Regioni e, per le Marche, anche dei  Comuni di Gabicce Mare, Senigallia ed Osimo. Gabicce Mare è la sede di arrivo della 4^ tappa Forlì – Gabicce Mare km 155,5  lunedì 12 giugno.  Martedì 13 giugno Senigallia sarà la  sede di partenza della 5^ tappa con la  1^ semitappa di Km 87,20 che prevede l’arrivo ad Osimo dove poi ci sarà la 2^ semitappa a cronometro Campocavallo – Campocavallo di Km 14,00. Due giornate intense di sicura attrazione per gli sportivi con le immagini che saranno divulgate, come tutto il Giro, su RAI Sport in chiaro.

LA 40° EDIZIONE – Il Giro d’Italia «dilettanti» è una corsa a tappe che nel corso delle sue 39 edizioni, a partire dal 1970, ha lanciato alcuni dei più grandi professionisti degli ultimi decenni: da Moser a Battaglin, da Baronchelli a Corti, da Konyshev a Belli, da Casagrande a Simoni, senza dimenticare Marco Pantani che in tre anni arrivò 3°, poi 2° e infine 1°.

Il Giro d’Italia «baby» non si disputò nel 1987 e nel 2005, tornò nel 2006 con la vittoria di Dario Cataldo e saltò di nuovo nel 2007 e 2008, prima del quadriennio 2009-2012 a denominazione «Girobio». L’ultima edizione vide la vittoria dello statunitense Dombrowski, precedendo uno che, non a caso, si sta rivelando tra i principali giovani talenti italiani per le corse a tappe: Fabio Aru, già vincitore di una Vuelta tra i pro nel 2015.

LE SQUADRE AMMESSE Il Settore Strada della Struttura Tecnica Federale in base al punteggio conseguito come da regolamento ha ammesso al Giro d’Italia Under 23 del 2017 squadre formate da 6 corridori con età massima 23 anni come di seguito riportato:

16 Squadre italiane di Club/Continental
10 Squadre straniere
1 Rappresentativa Regionale delle Marche
1 Rappresentativa Interregionale. Per un totale di 28 squadre

RAPPRESENTATIVA DELLE MARCHE – E’ stata selezionata dalla Struttura Tecnica Regionale tra  i corridori delle quattro società marchigiane che svolgono attività  in questa categoria sono le due Continental: Sangemini  MG K Vis Olmo Vega di Montappone; la Area Zero Srld D’Amico Bottecchia Utensili Nord di Ancona;  e le due che svolgono attività nella categoria Under 23 /Elite e sono la  ASD Unione Ciclistica Porto Sant’Elpidio di Porto Sant’Elpidio e la ASD Calzaturieri Montegranaro di Montegranaro. La squadra correrà indossando con la maglia regionale.

 

 

 

TERREMOTO: AL VIA FINANZIAMENTI PER PRIMI PROGETTI RICOSTRUZIONE

Firmati dal vice commissario alla ricostruzione, il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, i primi decreti per il via libera ai finanziamenti per progetti della ricostruzione.

I progetti sono otto in totale: 7 della provincia di Macerata e uno della provincia di Ascoli Piceno. L’importo complessivo dei contributi  approvato oggi è di 594.275,19 euro. Il contributo maggiore è relativo ad un condominio di Tolentino per il quale sono previsti 153,280,75 euro.

Prosegue il lavoro sulle Sae (soluzioni abitative di emergenza). La scorsa settimana sono stati approvati i progetti esecutivi di Monte Cavallo e Muccia per l’ area di Massaprofoglio.

Nella giornata di oggi al via le gare per i seguenti progetti:

–  Valfornace – Area Giovanni XXIII per l’importo di € 1.369.385,09. 41 sae per 128 abitanti

–  Muccia – area Contrada Varano importo lavori € 3.681.569,26. 48 sae per 184 abitanti

–  Cessapalombo – area Campo sportivo importo € 162.573,83. 7 sae per 26 abitanti

In allegato le foto dei decreti firmati e i layout dei progetti di Valfornace e Muccia.

 

AERDORICA – CERISCIOLI: “MOMENTO IMPORTANTE PER IL RILANCIO”

 

“Un momento importante che ci permette di avviare tutto il rilancio di Aerdorica e dell’aeroporto delle Marche”. E’ il commento del presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli al via libera della Commissione Europea al prestito-ponte da oltre 7 milioni di euro per il salvataggio della società di gestione dello scalo. “L’iniezione di risorse – ha proseguito – permetterà di alleggerire la situazione debitoria e poi di procedere all’aumento di capitale con l’eventuale ingresso di privati. Su questo fronte ci sono offerte, andremo a bando, il che dimostra che c’è interesse”.

 

 

RisorgiMarche, Pieroni: “Ridare futuro rivivendo i luoghi e aggregando le comunità.

Grazie a Neri Marcorè e alla sua grande sensibilità e caparbietà di marchigiano nel riuscire a realizzare un’idea.”  

 

Il commento dell’assessore regionale al Turismo-Cultura, Moreno Pieroni sulla prossima programmazione del Festival RisorgiMarche:

 

“Un festival musicale itinerante e originale per la nostra regione con una formula che tocca luoghi della montagna marchigiana, tra boschi e borghi, alla scoperta di territori e comunità colpite dalla violenza della Natura.  Certo -come ha detto lo stesso Neri Marcorè  durante la presentazione a Roma di RisorgiMarche – “occorre una riconciliazione con quella Natura un po’ matrigna” per ricostruire un futuro che risieda all’ombra dell’Appennino e dei Monti Sibillini e della loro storia e cultura millenaria. I grandi eventi di RisorgiMarche simboleggiano un po’ tutto questo, grazie alla bellissima idea dell’attore marchigiano. L’aspettativa è entusiastica e contiamo tutti che già all’apertura del 25 giugno con Niccolò Fabi ci siano tanti marchigiani e tanti italiani che vogliono ascoltare bella Musica e testimoniare il loro affetto alle Marche. Un’operazione culturale e solidale non solo per rilanciare il turismo nelle aree interne colpite dal sisma, ma anche per trasmettere il forte impegno che la Regione Marche sta mettendo per valorizzare quei luoghi e tenere alta l’attenzione sulla volontà di ripartire con forza e tenacia. L’obiettivo è sicuramente riportare i concittadini colpiti a rivivere i luoghi di origine ma anche coniugare  questi grandi appuntamenti musicali con le bellezze dei paesaggi e culturali, mantenendo una solidarietà ambientale forte. Ringrazio Neri Marcorè per il suo impegno, come marchigiano sensibile e caparbio nel realizzare un’idea, attento alle vicende della sua regione e grazie a tutti coloro che si sono impegnati a realizzare RisorgiMarche, quello che sarà per noi un fiore all’occhiello delle iniziative della stagione estiva.

Dunque la Regione si propone di ricostruire il proprio futuro anche facendo leva sulla crescita potente della domanda di cultura e di turismo. Per questo motivo la Regione ha promosso subito dopo il sisma la nuova campagna di comunicazione ViviAmo le Marche che ha in Neri Marcorè uno dei venticinque testimonial. Lo stesso Marcorè che è stato il protagonista del fortunato spot del 2014 Le Marche e non ti abbandonano mai, rimandato in onda per le festività natalizie 2016/2017. Ora la Regione insieme a molti altri sostiene RisorgiMarche  con il coinvolgimento di straordinari autori e interpreti della musica italiana, di imprenditori e di professionisti che hanno aderito prontamente e gratuitamente e che ringraziamo per la grande generosità. “

 

 

 

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com