dalla Regione Marche

dalla Regione Marche

2018-08-07

Accordo sottoscritto tra Regione e Rotary International 

Un patto di protezione civile 

Prevista una serie di attività per mettere a disposizione tecnici e professionisti

Regione Marche e Rotary International insieme per lo svolgimento di attività di collaborazione in materia di protezione civile. E’ la sostanza di un accordo sottoscritto oggi, tra il presidente della Regione , Luca Ceriscioli e i governatori del Rotary International distretto 2090 Abruzzo, Marche, Molise e Umbria, Valerio Borzacchini e Gabrio Filonzi.

“La Regione è fortemente impegnata a promuovere la diffusione della cultura della Protezione civile – ha affermato il presidente Ceriscioli – e a sviluppare percorsi di collaborazione e formazione congiunta con Enti e Associazioni in questo settore dove “purtroppo” possiamo “fare scuola” per la grande esperienza maturata. Siamo quindi felici di questo patto d’intesa e ringraziamo il Rotary per la disponibilità che dimostra sempre nei fatti.”

Come hanno spiegato i governatori del Rotary Club, fra gli scopi dell’associazione vi è anche quello di orientare l’attività di ogni socio al concetto di servizio alla Comunità, nonché di offrire la propria gratuita disponibilità per contribuire ad aiutare gli altri. Gli stessi rappresentanti hanno ricordato che sta per concludersi un progetto chiamato “Fenice” che ha avuto come scopo la rinascita del tessuto economico delle zone colpite dal sisma del 2016, soprattutto a favore delle piccole e medie imprese.

Tra le finalità dell’accordo siglato oggi è l’impiego collaborativo dei soci dei Rotary Club per l’attività di supporto nella diffusione della conoscenza delle tematiche della Protezione Civile; studio ed identificazione dei rischi e individuazione delle cause di possibili eventi calamitosi; rilevazione e segnalazione alle competenti Autorità di fenomeni di interesse per la Protezione Civile; collaborazione con soggetti istituzionali preposti per le attività di formazione, istruzione e informazione di cittadini e di operatori; promozione di ogni possibile positiva collaborazione fra i Distretti del Rotary, gli Enti e le componenti istituzionali di Protezione Civile. Verrà messa  a disposizione della Protezione civile regionale una specifica struttura destinata ad assicurare a titolo gratuito, l’organizzazione e l’effettuazione di attività di supporto alla Protezione Civile nei diversi campi professionali di applicazione (tecnici, legali, industriali, sanitari, della comunicazione, ecc.).

Da parte sua, la Regione Marche metterà  a disposizione dati  e informazioni utili all’espletamento delle attività, promuoverà la diffusione delle buone pratiche derivanti dalle attività poste in essere tra il Rotary Distretto 2090 e il Servizio regionale di Protezione Civile; favorirà la partecipazione dei soci alle attività di formazione e informazione.

Anziani non autosufficienti o affetti da demenza, 4 milioni  alle  strutture extraospedaliere

 

E’ dedicata agli anziani non autosufficienti o affetti da demenza la misura adottata ieri dalla Giunta regionale che destina oltre 4 milioni di euro alle  strutture extraospedaliere:  oltre 3 milioni di euro per incrementare i posti letto convenzionati con il Servizio Sanitario Regionale a supporto della residenzialità per anziani non auto sufficienti e 780.000 euro per la riqualificazione dell’offerta residenziale per gli anziani affetti da demenza.

Esprime soddisfazione per i risultati ottenuti nelle trattative con gli Enti gestori il presidente della Regione, Luca Ceriscioli, che afferma: “Si tratta di un percorso di riordino lungo e complesso che non può che avvenire per step ma con chiari obiettivi strategici a medio e lungo termine: ampliamento, appropriatezza e differenziazione delle prestazioni erogate dalle strutture extraospedaliere che assicurano al cittadino servizi di qualità inclusivi ed economicamente sostenibili”.

La delibera prevede un incremento della percentuale dei posti letto convenzionati, circa 275 posti letto, nelle Residenze Protette per anziani passando dal 60% al 66% nelle Aree Vaste 1, 2, 3 e fino al 100% nelle Aree Vaste 4 e 5 con minor concentrazione di strutture dedicate. L’importo supera i 3 milioni e 300 mila euro.

Circa 780 mila euro per la riqualificazione di 186 posti letto per le Residenze Protette per anziani affetti da demenze dopo apposita valutazione multidimensionale dei deficit cognitivi e comportamentali delle persone anziane ospitate presso le Residenze Protette già convenzionate per anziani non autosufficienti.

Si avvia un Tavolo permanente di consultazione con gli Enti gestori dei servizi sanitari, sociosanitari e sociali per un confronto con il Servizio Sanità e il Servizio Politiche Sociali e sport della Regione  sul sistema integrato dei servizi sanitari e sociali. In particolare, su autorizzazione e accreditamento delle strutture sanitarie, socio-sanitarie e sociali a ciclo residenziale e semiresidenziale; caratteristiche, requisiti e livelli di attività degli altri servizi ed interventi sanitari e sociali integrati; allocazione di strutture e servizi sanitari e sociali integrati sul territorio regionale e tariffazione dei servizi sanitari e sociali integrati; governo della domanda di salute: accoglienza e accettazione territoriale, valutazione integrata multidimensionale, presa in carico e continuità dell’assistenza.

Nel documento è prevista anche la trasformazione di posti letto sulla base dell’appropriatezza del loro effettivo utilizzo.

 

 

Ospedale Camerino: presidente Ceriscioli inaugura ortopantomografo

“Dall’inizio della legislatura abbiamo spinto sugli investimenti e sulla riqualificazione delle macchine per avere servizi di qualità collegati digitalmente in modo che un esame fatto in qualsiasi parte della Regione sia un domani poi disponibile nel fascicolo elettronico di ogni singolo utente. Sono questi i risultati degli investimenti. L’anno scorso abbiamo stanziato la cifra straordinaria di 200 milioni che si stanno trasformando mano a mano in realizzazioni in tutto il territorio. Nel caso specifico, questa apparecchiatura all’avanguardia, qualifica gli esami diagnostici per la bocca permettendo una qualità notevole e dando più sicurezza al cittadino. Un altro motivo di festa nel giorno dell’inaugurazione dello studentato Unicam”. Cosi il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli che ha partecipato questo pomeriggio all’ inaugurazione nuovo Ortopantomografo per la Radiologia dell’Ospedale di Camerino. L’Ortopantomografia è una tecnica radiografica che fornisce un’immagine dei denti, delle arcate dentarie, delle ossa mandibolari e mascellari, dei seni mascellari su un’unica pellicola radiografica. L’esame permette inoltre di eseguire delle specifiche radiografie delle articolazioni temporo mandibolari, vale a dire di quelle strutture con cui la mandibola entra in articolazione con l’osso temporale permettendo i movimenti di apertura e di chiusura della bocca. Nell’occasione è stata anche scoperta una targa in ricordo dello scomparso Sindaco di Camerino Dario Conti che ha donato l’indennità di carica per l’acquisto della bobina per la risonanza magnetica dedicata allo studio del tumore alla mammella.

 

 

VACCINI: PROPOSTA LEGGE VOLPINI

“Ho depositato una proposta di legge a mia firma, di altri consiglieri di maggioranza e del presidente Mastrovincenzo per il mantenimento dell’obbligo dei vaccini in tutta la regione, per le scuole dell’infanzia a partire da quest’anno, come ancora oggi prevede la legge nazionale. Proprio quest’anno, grazie all’obbligo introdotto lo scorso anno,  la copertura dei vaccini su tutto il territorio regionale è arrivata quasi al livello di salvaguardia. Manca pochissimo per arrivare alla copertura prevista dal piano nazionale e non possiamo permetterci di abbassare la guardia, la salute dei bambini è più importante delle ideologie politiche. Chiederò la convocazione al più presto la conferenza dei capigruppo per calendarizzare la proposta di legge per la prima seduta del consiglio regionale il prossimo 4 settembre. Per difendere la salute dei bambini non vogliamo interrompere questo processo virtuoso di aumento delle coperture vaccinali, l’unica strada per impedire la circolazione di virus e batteri in modo da proteggere i bambini che o troppo piccolo o per seri problemi di salute non possono vaccinarsi ”. Lo afferma il consigliere delegato per la sanità della regione Marche Fabrizio Volpini.

clicca l’allegato:

 

 

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com