dalla Regione Marche

dalla Regione Marche

2018-10-19

50 ANNI INRCA: DICHIARAZIONE PRESIDENTE CERISCIOLI

“Una struttura importantissima già 50 anni fa quando è nata con l’idea di farne un Istituto di ricerca per le problematiche dell’anziano e ancora più oggi che questa tematica è diventata esplosiva. Nel senso che oggi la gestione dell’invecchiamento fatta con qualità e servizi di livello  è il centro dell’intera attività sanitaria. E’ un fatto molto importante che si vive di più, ma abbiamo bisogno anche di vivere bene  e avere nelle Marche un Istituto che si occupa in termini di ricerca proprio di questo significa avere un Istituto  che si occupa del cuore dei problemi della sanità. Una visione che va oltre   i confini della regione e nazionali, perché come gestire al meglio questi servizi è un argomento che interessa tutto il mondo. Ciò significa assistenza, ricerca, tecnologia ed economia perché attorno ad un mondo che cambia c’è anche una economia che si può sviluppare generando opportunità per tutto il territorio. Essere qui oggi per noi è la dimostrazione di questa attenzione e consapevolezza.  Siamo altrettanto consapevoli del fatto che 50 anni di storia di un Istituto sono 50 anni di storie di uomini e donne che con la loro intelligenza, volontà, passione e  impegno hanno seguito  e sostenuto la crescita di questo istituto. A loro va il nostro ringraziamento”.

Così il presidente della Regione Marche oggi alla Loggia dei Mercanti per la celebrazione dei 50 anni dell’Inrca.

 

20 ottobre Giornata mondiale dell’osteoporosi: info point ad Ancona “Ti diciamo se sei a rischio”

In occasione della Giornata mondiale dell’osteoporosi, che si celebra domani (sabato 20 ottobre), il gruppo tecnico regionale “Ossi duri…si diventa” organizza ad Ancona (Piazza Cavour, dalle 9.00 alle 13.00) un info point, con esperti, per scoprire se si è a rischio di contrarre la malattia. Sarà possibile valutare la propria condizione e capire come attuare un’efficace prevenzione che si basa sul movimento, sull’alimentazione, sull’esposizione solare ed evitando cadute (anche domestiche). L’Organizzazione mondiale della sanità stima che, in Italia, 4 milioni di donne e 1 milione di uomini siano a rischio “frattura” per l’osteoporosi: malattia cronica caratterizzata da una progressiva riduzione della densità delle ossa che colpisce, a livello mondiale circa 200 milioni di persone. L’incidenza aumenta con l’età, causando, solo nel nostro Paese, circa 100 mila ricoveri all’anno per la fattura del femore, con un costo stimato di un miliardo di euro. Antidoti efficaci sono la prevenzione e l’adozione di corretti stili di vita. Il gruppo di lavoro è stato costituito dalla Regione Marche, su impulso del coordinamento Donne delle segreterie regionali Cgil Cisl Uil e opera dal 2012. È composto da professionisti specialisti delle diverse realtà sanitarie marchigiane e da componenti della società civile. Dal 2015 l’attività rientra nel Piano regionale della prevenzione, all’interno del programma “Salute d’argento”. L’iniziativa di Ancona è promossa in collaborazione con l’amministrazione comunale, Infodonna, Fondazione Ospedali Riuniti, Commistione pari opportunità della Regione, Coordinamento donne pensionate Fnp.Spi-Uilp e con il patrocinio della Regione Marche.

 

 

 

ZONA CRATERE SISMA: ISTITUITI 155,7* POSTI TRA DOCENTI E PERSONALE ATA.

Assessore Bravi: “Provvedimento molto atteso dai territori e ci auguriamo venga riconfermato per tutti gli anni della ricostruzione”

Anche per quest’anno arrivano rinforzi al personale docente e Ata nelle zone del cratere. L’Ufficio scolastico regionale ha comunicato alla Regione Marche di aver dato attuazione al decreto a favore delle scuole ricomprese nei territori marchigiani colpiti dal sisma per l’istituzione di:

  • 101 posti di personale amministrativo tecnico ed ausiliario per una spesa complessiva mensile di 218.679,24 euro
  • 54,7 posti appartenenti ai ruoli del personale docente ed educativo per una spesa complessiva di 158.541,54 euro.

“Si tratta di un provvedimento molto atteso nei territori colpiti dal terremoto e  ci auguriamo che venga confermato  come sussidio anche  nei futuri anni della ricostruzione – commenta l’assessore all’Istruzione, alla Formazione e al Lavoro Loretta Bravi – . L’auspicio è che adesso non ci sia un disallineamento tra il decreto e l’inizio dell’anno scolastico, ma che si vada in contemporanea. Non mi stancherò mai di ripetere che la rinascita dei territori non può prescindere dalla scuola, luogo fondamentale per la crescita di una comunità. Le famiglie rientrano nelle loro case e quindi nei loro paesi se hanno la possibilità di far andare i loro figli a scuola.  La Regione Marche quindi, monitora costantemente l’evolversi della situazione, per rispondere celermente alle esigenze della popolazione in questo, come in tutti gli altri settori”.

 

Le assegnazioni sono così suddivise*:

Posti docenti Infanzia: 9

Posti docenti Primaria: 11,3

Educatori: 2

Docenti I grado: 11

Docenti II grado: 19,1

Docenti II grado ITP: 2,3

Posti Ata Coll. Scolastici: 61,5

Posti Ata Ass. Amministrativi:26,5

Posti Ata – Ass. tecnici: 10

Posti Ata – Esigenze peculiari: 3

*le cifre con la virgola sono dovute al fatto che i posti vengono conteggiati in ore di servizio.

 

Fabrizio Volpini alle celebrazioni per i 50 anni dell’Inrca

 

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com