dalla Regione Marche

dalla Regione Marche
martedì 9 agosto 2022  16:26

Arquata, l’11 agosto il sopralluogo e il tavolo operativo per la ricostruzione dei borghi nel cratere con l’assessore alla Ricostruzione

Nella zona del cratere del sisma i cantieri per la ricostruzione dei borghi sono pronti a partire da qui a settembre. Nessuna pausa estiva. Giovedì 11 agosto si svolgerà il sopralluogo ad Arquata del Tronto e si riunirà il tavolo operativo per la ricostruzione una volta eseguite le demolizioni necessarie.
Ai due appuntamenti parteciperanno, oltre ai tecnici dell’Usr e del Comune di Arquata del Tronto, l’assessore regionale alla Ricostruzione, il sub commissario Fulvio Soccodato, le imprese aggiudicatarie dei lavori, il direttore dei lavori Sergio Ciampolillo, il dirigente medico dell’Asur Area Vasta 5 dottor Antonello Lupi, il dottor Giampaolo Di Sante del Servizio Territoriale dell’Arpam e l’architetto Rosella Bellesi, responsabile dell’Area- Sabap Marche.
L’obiettivo è allestire un cantiere modello in grado di fare scuola, per dare il meglio in un’operazione tanto delicata quanto complessa nella massima condivisione con i proprietari degli immobili. Tra gli aspetti da affrontare, quelli inerenti la sicurezza, lo smaltimento di eventuali sostanze pericolose, la tutela della qualità dell’aria e la gestione del materiale di interesse storico e culturale.
Sia il sopralluogo che il tavolo tecnico fanno seguito al parere dell’Anac in merito al procedimento amministrativo di affidamento dei lavori e servizi e all’approvazione del piano definitivo dell’USR che prevede 17 interventi su oltre 300 edifici tra Arquata del Tronto, il Comune più colpito tra quelli del cratere marchigiano a cui sono destinati 2.824.639 euro, Visso, Castelsantangelo sul Nera, Ussita e Pieve Torina.

 

martedì 9 agosto 2022  14:00

Un bando da 5 milioni per combattere la Peste Suina Africana(PSA)

Un bando da 5 milioni per combattere la Peste Suina Africana(PSA)

 

Un provvedimento molto atteso dagli allevatori marchigiani, come ha spiegato il vicepresidente e assessore all’Agricoltura portando ieri all’approvazione della giunta regionale, una deliberazione sugli investimenti per accrescere la biosicurezza degli allevamenti di suini per la prevenzione del virus della Peste Suina Africana.

Con una dotazione di 5 milioni di euro il bando, che uscirà a breve, destinerà agli allevatori contributi  finalizzati,  dunque, ad interventi progettuali di  prevenzione a livello territoriale del rischio di diffusione della Peste Suina Africana specialmente a causa del contagio da contatto con altri animali negli allevamenti di maiali e suidi . Le tipologie di intervento previste riguardano ammodernamenti o nuove realizzazioni di recinzioni con reti metalliche o elettrificate  , ; zona filtro,  cioè  un’area/locale con accesso e transito obbligatorio per il personale addetto al governo degli animali e per i visitatori.  Cartello ammonitore . Nel caso di allevamenti con più di 300 animali, realizzazione o adeguamento di un’area localizzata in prossimità dell’accesso all’allevamento, in ogni caso separata dall’area di stabulazione e governo degli animali, con strumentazione fissa e dedicata per disinfettare i mezzi che entrano nel perimetro aziendale; Rampa fissa o mobile per il carico degli animali,  Idropulitrice per il lavaggio a pressione delle strutture; acquisto cella frigorifera.

I beneficiari devono essere Imprenditori agricoli singoli o associati conduttori di aziende zootecniche con allevamenti di suini e/o suidi; essere iscritti all’anagrafe delle aziende agricole e alla Camera di Commercio con codice ATECO agricoli ed altri adempimenti di legge, nonché avere la disponibilità a titolo di proprietà, usufrutto,  affitto o comodato , nonché concessione demaniale o contratto di soccida, delle  superfici sulle quali si intende realizzare l’investimento.

L’aiuto massimo previsto è di 50 mila euro per azienda che deve corrispondere anche ad alcune priorità che il regime di aiuti prevede , come la tipologia allevamento ( brado e semibrado) , l’ entità dell’allevamento e del potenziale produttivo.

 

 

martedì 9 agosto 2022  12:54

TPL, agevolazioni tariffarie per le fasce deboli

TPL, agevolazioni tariffarie per le fasce deboli

 

La Regione Marche rinnova l’impegno in favore delle fasce di utenza socialmente debole e mette a disposizione oltre € 4,2 milioni di euro di contributi per l’acquisto di abbonamenti al Trasposto pubblico locale a tariffe agevolate.
Sono stati infatti approvati i criteri e modalità di concessione di queste agevolazioni sui servizi di TPL automobilistico e ferroviario regionale e locale per il periodo che va dal prossimo 1° settembre al 31 agosto 2023, confermando quelli già in vigore ed introducendo qualche innovazione nel campo della transizione digitale.
Si tratta di un intervento che interessa una platea di circa 25.000 persone, composta in prevalenza (circa 67%) da studenti con reddito familiare ISEE limitato sotto i 13.000 €/annui e da cittadini invalidi o disabili (16% circa), più altre categorie, tra cui lavoratori dipendenti, disoccupati e pensionati con limite di reddito.
A queste categorie si aggiunge, in conseguenza della grave crisi internazionale in atto, la categoria “rifugiati ucraini”, per la quale gli abbonamenti agevolati al 90% sono a totale carico della Regione.
Al fine di favorire il processo di transizione digitale richiesta alla pubblica amministrazione, tramite la digitalizzazione del procedimento di rilascio del documento per il riconoscimento delle agevolazioni tariffarie (certificazione), dal 01/09/2022 è inoltre possibile inoltrare ai Comuni la domanda per il rilascio del documento per il riconoscimento dell’agevolazione tariffaria in modalità online, tramite l’apposito modulo:
“Richiesta di agevolazione per il TPL SISTAG”, disponibile sulla piattaforma Cohesionwork-PA (https://cohesionworkpa.regione.marche.it/)
accedendovi esclusivamente mediante le credenziali SPID personali.
La procedura attualmente è disponibile solo per i residenti del Comune di Ancona e potrà essere estesa agli altri Comuni che ne faranno richiesta durante il periodo di vigenza della delibera regionale che la prevede.

martedì 9 agosto 2022  09:27

SUAM – Soggetto aggregatore: Decreto n.43/SUSA del 05/08/2022 disposta ulteriore revisione dei prezzi relativi al Lotto n. 1 – Fornitura di carta in risme naturale ecologica e riciclata – procedura di gara N. gara SIMOG 7812261 per le Amministrazioni del

SUAM - Soggetto aggregatore: Decreto n.43/SUSA del 05/08/2022 disposta ulteriore revisione dei prezzi relativi al Lotto n. 1 - Fornitura di carta in risme naturale ecologica e riciclata - procedura di gara N. gara SIMOG 7812261 per le Amministrazioni del

 

Si segnala che con Decreto del Dirigente del Settore SUAM – Soggetto aggregatore n. 43/SUSA del 05/08/2022 è stata disposta un’ulteriore revisione dei prezzi relativi al Lotto 1 della procedura di gara per la fornitura di carta in risme naturale ecologica e riciclata, prodotti di cancelleria tradizionale ed ecologica ad uso ufficio, stampati ed opere di legatoria e servizi connessi per le Amministrazioni del territorio della Regione Marche – N. gara SIMOG 7812261. Il decreto n.43/SUSA del 5/08/2022 è disponibile nella pagina relativa alla procedura di gara, sezione “Atti e documenti (art.29 c.1 DLgs 50/2016)”, di cui al link:

https://appaltisuam.regione.marche.it/PortaleAppalti/it/homepage.wp?actionPath=/ExtStr2/do/FrontEnd/Bandi/view.action&currentFrame=7&codice=G04639

Il nuovo listino prezzi è disponibile nella pagina relativa alla Convenzione in oggetto, tra gli ALLEGATI, nel file  “LISTINO PREZZI_SCHEDE TECNICHE_CARTA_RETTIFICATO_dec_43_SUSA_2022”, della quale si riporta il link:

https://www.regione.marche.it/Entra-in-Regione/Profilo-del-committente-Soggetto-Aggregatore-SUAM/Carta

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com