dalla Città

dalla Città

Riserva Sentina, ottima qualità delle acque di falda

Dal monitoraggio dei pozzi è emersa l’assenza di sostanze inquinanti 

 

La Riserva Naturale Sentina, in collaborazione con il servizio tutela del territorio della Polizia Municipale del Comune di San Benedetto del Tronto, ha effettuato un monitoraggio delle acque di falda all’interno dell’area protetta, avvalendosi delle competenze della ditta specializzata C.I.A. Lab srl. La finalità di tale monitoraggio è di assicurare l’assenza di sostanze inquinanti nelle acque che, dunque, possono essere utilizzate in maniera sicura per scopi agricoli.

 

Dopo una serie di prelievi mensili effettuati da agosto 2014 a dicembre 2015 sono emersi risultati estremamente interessanti nei vari pozzi analizzati. In particolare si evince che le acque di falda nella Riserva Sentina sono di ottima qualità tanto da poter essere classificate come standard di riferimento, risultando inoltre idonee ad un uso agricolo; metalli pesanti ed altre sostanze sono assenti o abbondantemente al di sotto dei limiti stabiliti dalla legge; i dati sulla salinità sono relativamente bassi garantendo la possibilità di un buon utilizzo dell’acqua a fini di irrigazione.

 

Nella relazione così spiegano i motivi: “il prelievo di acqua (soprattutto nel periodo estivo) non provoca l’ingressione del cuneo salino dal mare, bensì è l’acqua del fiume Tronto a compensare tale prelievo; le zone umide retrodunali hanno un ruolo fondamentale, infatti il pozzo più vicino al mare, è quello che presenta la salinità più bassa proprio grazie alla presenza della zona umida che contrasta l’ingressione del cuneo salino”.

 

Informazioni aggiuntive sulle analisi sono disponibili sul sito della Riserva Sentina (www.riservasentina.it) nella sezione “progetti e ricerche”. Questi monitoraggi verranno ripetuti anche nei prossimi mesi.

Lunedì 11 gennaio riprendono i lavori fognari su via Roma

Salvo imprevisti entro il 16 marzo saranno completati gli interventi 

 

Come annunciato, lunedì 11 gennaio riprenderanno i lavori per la sistemazione della condotta fognaria di piazza San Giovanni Battista. Il tratto interessato dagli interventi sarà quello di via Roma nel tratto compreso tra le vie Calatafimi fino a via San Martino dove verrà installato il cantiere.

 

I lavori verranno realizzati in tre stati di avanzamento. Da lunedì 11 gennaio a lunedì 1° febbraio verrà chiuso l’ultimo tratto di via Calatafimi fino all’incrocio con via Roma e la stessa via Roma verso ovest fino all’intersezione con piazza Garibaldi. Dal 1° al 29 febbraio l’impresa lavorerà nel successivo tratto di via Roma fino a via Montebello e a seguire si completeranno i lavori nel tratto di via Roma fino a via San Martino. Salvo imprevisti, come comunicato dalla CIIP nel cronoprogramma di lavori, gli interventi saranno completati entro il 16 marzo.

 

Resteranno liberi e percorribili dai pedoni i marciapiedi, ma saranno inevitabili alcune modifiche sia alla viabilità, sia alla dislocazione degli stand del mercato.Dalla stazione ferroviaria non si potrà più raggiungere l’Adriatica e il capolinea degli autobus verrà temporaneamente spostato in piazza Garibaldi. Inoltre verrà invertito il senso di marcia di via San Martino: il tratto compreso tra le vie Manzoni e Roma sarà percorribile da nord a sud. Le bancarelle del mercato che normalmente vengono collocate in piazza Garibaldi saranno trasferite lungo via Marsala.

 

La Polizia Municipale raccomanda agli automobilisti che da sud devono recarsi verso la zona nord della città di utilizzare il lungomare.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com