dalla Regione Marche

dalla Regione Marche

2017-05-23

LICENZIAMENTI RAGAINI RADIATORI: DICHIARAZIONE ASSESSORE BRAVI

 

“La notizia relativa ai 166 licenziamenti ci ha sorpreso. Nell’incontro del 2 maggio, qui in Regione avevamo avvertito le grandi difficoltà che attraversa l’azienda e per questo ci eravamo concentrati sulla  trasformazione  del contratto di solidarietà difensivo in Cassa integrazione straordinaria, per consentire di ridurre al minimo  i tagli  del personale. La Regione si rende dunque disponibile fin da subito per riconvocare il tavolo e valutare ogni possibile soluzione alternativa agli esuberi”.

Lo dichiara l’assessore al Lavoro Loretta Bravi in merito alla vicenda Ragaini Radiatori. 

 

29 e 30 MAGGIO 2017: CHIUSURA AL PUBBLICO DELL’UFFICIO SPECIALE PER LA RICOSTRUZIONE MARCHE

Sede di Macerata – Ancona e Ascoli Piceno – Fermo

 

L’Ufficio Speciale per la Ricostruzione Marche informa che lunedì 29 e martedì 30 maggio 2017 gli uffici di Macerata ed Ascoli Piceno resteranno chiusi per aggiornamento del personale tecnico dell’Ufficio.

In tali giorni resterà attiva la struttura che cura il rilevamento del danno.

 

 

23/05/2017
PIANO REGIONALE DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA, ALL’ERAP 1,57 MILIONI PER L’ABBATTIMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE

Una programmazione per abbattere le barriere architettoniche negli edifici di edilizia residenziale pubblica attraverso l’attivazione, per la prima volta, di uno specifico fondo, dotato di 1,573 milioni di euro. Fabbisogno necessario per le esigenze del Piano triennale 2014-2016 comunicato dall’Erap (Ente regionale per l’edilizia pubblica) Marche. Prevede tutto questo un decreto del dirigente del settore Edilizia della Regione, emanato nei giorni scorsi. “Un provvedimento amministrativo di grande valore e impatto sociale – commenta la vice presidente Anna Casini , assessore all’Edilizia Pubblica – Le Marche si dotano di risorse certe e programmate per avviare un piano di riqualificazione degli alloggi pubblici calibrato alle esigenze delle persone con disabilità che vi risiedono. Passiamo da interventi occasionali, per lo più attuati durante le ristrutturazione degli immobili, a una programmazione puntuale, definita sulla base delle esigenze territoriali. Per questo il fondo non prevede una ripartizione locale, ma verrà gestito dall’Erap che investirà le risorse negli immobili delle varie realtà provinciali dove è stata rilevata la necessità di abbattere le barrire architettoniche degli inquilini residenti”.

23/05/2017
FIRMATO PROTOCOLLO INTESA TRA REGIONE E ASSOCIAZIONI PER APERTURA CENTRO CLINICO SPECIALIZZATO MALATTIE NEUROMUSCOLARI NELLE MARCHE

Firmato in Regione un protocollo d’intesa per l’apertura di un Centro Clinico specializzato per le malattie neuromuscolari nelle Marche in collaborazione con le sette Associazioni di riferimento che si occupano da anni dell’assistenza alle persone affette da queste patologie e alle loro famiglie. Una forma di collaborazione tra pubblico e privato per garantire una migliore e più dignitosa condizione di vita ai malati neuromuscolari, affetti da SLA SMA, distrofie muscolari e altre malattie neuromuscolari della nostra Regione. In attesa delle legge che verrà deliberata dal Consiglio nei prossimi giorni, il Presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli ha firmato ieri il protocollo per l’attuazione dell’accordo Stato-Regioni sulla “Presa in carico globale delle persone con malattie neuromuscolari”. Una pre intesa siglata dalla Regione Marche e dai responsabili delle Associazioni che lavorano nel territorio locale e nazionale: Roberto Frullini Fondazione Dr. Dante Paladini onlus, Marco Rasconi Presidente nazionale UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), Simone Giangiacomi Presidente provinciale UILDM Ancona, Bruno Premilcuore Presidente UILDM Pesaro, Renato Pocaterra AISLA, Marika Bartolucci Famiglie SMA, Michele Forgione Parent Project, Maurizio Rossini CIDP Italia onlus, Maria Cristina Marini Collagene VI Italia. “La legge sulla possibilità di attivare sperimentazioni tra pubblico e privato nella nostra Regione è stata una delle prime richieste che ho fatto – ha dichiarato il Presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli – Una legge necessaria per attuare in maniera chiara le forme di collaborazione tra pubblico e privato, per tutelare i reciproci percorsi di sviluppo. Nelle Marche questa sarà la prima applicazione, e sarei molto felice che si partisse con un progetto a cosi alta specializzazione”. “Siamo in attesa di una legge necessaria per avere la cornice istituzionale all’interno della quale poter dare spazio a sperimentazioni gestionali che consentano di far lavorare pubblico e privato nelle aziende sanitarie marchigiane – ha spiegato Lucia Di Furia dirigente del servizio Salute della Regione Marche – e nel frattempo il nostro impegno e quello delle associazioni, con cui oggi sigliamo la pre-intesa, sarà quello di studiare e migliorare gli standard organizzativi ed assistenziali che un centro di qualità deve avere e sviluppare formazione per gli operatori dell’intero territorio regionale”. Una pre-intesa, tra la Regione e le associazioni con l’obiettivo di impegnarsi a migliorare il percorso assistenziale per le patologie neuromuscolari a cui a breve seguirà l’atto di Giunta con cui verrà ratificato il documento e diventerà formale. “La sottoscrizione della pre-intesa sulle malattie neuromuscolare tra Regione Marche e le sette associazioni presenti sul territorio marchigiano – ha detto Roberto Frullini Presidente della Fondazione Paladini – è un passaggio politico fondamentale per costruire un sistema di cure e assistenza adeguati e qualificati per tutte le persone colpite da malattie neuromuscolari e per le loro famiglie. L’impegno di tutti sarà quello di rendere concreto e reale l’obiettivo che ci siamo posti in questa regione”. Un progetto articolato in linea con il modello gestionale del “Nemo”, il centro clinico ad alta specializzazione, pensato in modo specifico per le necessità di chi è affetto da malattie neuromuscolari che lavora già da anni con successo in Italia in quattro sedi operative: Milano, Roma, Messina e Arenzano La realizzazione di un centro clinico presso gli Ospedali Riuniti di Ancona diventerebbe una vera e propria eccellenza della sanità marchigiana.

Piano regionale di edilizia residenziale pubblica, all’Erap 1,57 milioni per l’abbattimento delle barriere architettoniche. Casini: “Risorse per intervenire in maniera organica sulla base delle esigenze dei territori”

Una programmazione per abbattere le barriere architettoniche negli edifici di edilizia residenziale pubblica attraverso l’attivazione, per la prima volta, di uno specifico fondo, dotato di 1,573 milioni di euro. Fabbisogno necessario per le esigenze del Piano triennale 2014-2016 comunicato dall’Erap (Ente regionale per l’edilizia pubblica) Marche. Prevede tutto questo un decreto  del dirigente del settore Edilizia della Regione, emanato nei giorni scorsi. “Un provvedimento amministrativo di grande valore e impatto sociale – commenta la vice presidente Anna Casini , assessore all’Edilizia Pubblica – Le Marche si dotano di risorse certe e programmate per avviare un piano di riqualificazione degli alloggi pubblici calibrato alle esigenze delle persone con disabilità che vi risiedono. Passiamo da interventi occasionali, per lo più attuati durante le ristrutturazione degli immobili, a una programmazione puntuale, definita sulla base delle esigenze territoriali. Per questo il fondo non prevede una ripartizione locale, ma verrà gestito dall’Erap che investirà le risorse negli immobili delle varie realtà provinciali dove è stata rilevata la necessità di abbattere le barrire architettoniche degli inquilini residenti”.

 

Riparte la stagione dei PhotoWalk 2017

 

Photowalk17

 

Sette i comuni coinvolti nella passeggiata fotografica, da maggio a ottobre.

 

Nuovo mediapartner il canale viaggi Marco Polo

 

Osservare, scattare, condividere: tre azioni per conoscere il territorio marchigiano attraverso il progetto PhotoWalk 2017, promosso da Regione Marche e Fondazione Marche Cultura.

Negli ultimi due anni, le passeggiate fotografiche digitali hanno coinvolto centinaia di appassionati che, con smartphone, tablet e macchine fotografiche, hanno immortalato e condiviso in rete le bellezze naturali, artistiche e le bontà enogastronomiche delle Marche, innescando un’onda mediatica con 147.720.000 visualizzazioni totali (impression) raggiunte dall’attività, coinvolgendo oltre 34.680.000 utenti unici online nel 2016.

“Per il 2017, la terza edizione che organizziamo, sono sette le località scelte, in rappresentanza di tutte le province delle Marche – ha spiegato in conferenza stampa Stefania Benatti, direttore della Fondazione Marche Cultura-  e come sempre ringraziamo i Comuni per il grande entusiasmo nell’adesione e per la collaborazione che ci offrono, mettendo a disposizione il meglio delle loro comunità. Photowalk con la finalità per cui è stato pensato  – ha aggiunto – si sposa benissimo con la campagna promozionale della Regione “ ViviAmo le Marche” perché ai turisti chiediamo di raccontare ciò che hanno vissuto nell’ esperienza di viaggio e di condividerla. Una modalità che diventa più efficace di qualsiasi pubblicità perché spontanea e originale. Quest’anno poi abbiamo stretto un importante accordo con un nuovo media partner , il canale tv di viaggi Marco Polo che ci seguirà negli itinerari del week end. “

Le tappe: si comincia domenica 28 maggio da Fano; poi il 18 giugno a Fabriano ; il 2 luglio a Recanati; il 30 luglio a Servigliano; il 27 agosto a Castelfidardo; il 17 settembre a Monte San Giusto e l’8 ottobre a Ripatransone.

Alla conferenza stampa è intervenuto il consigliere regionale Boris Rapa che ha sottolineato come “questo progetto rappresenti una straordinaria ed efficace occasione di promozione e valorizzazione del territorio che consente di far conoscere e scoprire angoli di bellezza del nostro patrimonio in maniera originale e diversa dal solito itinerario, coinvolgendo il turista come vero protagonista dell’esperienza. Uno strumento promozionale incisivo che moltiplica la visibilità, rispetto ad altri canali, e permette di raggiungere mercati turistici stranieri.”

La partecipazione ad ogni tappa è gratuita ed è stato organizzato come nelle scorse edizioni un contest (o concorso) fotografico a premi (messi a disposizione dalle amministrazioni comunali ).

“ Photowalk è un progetto che non si esaurisce nella passeggiata fotografica – ha detto Sandro Giorgetti, responsabile del Social media team Marche – ma ha una lunga programmazione durante l’anno e un piano editoriale dettagliato. Un progetto che da una parte ha l’obiettivo primario di dare visibilità digitale ai Comuni ( indicizzazione e posizionamento)  che per le piccole dimensioni altrimenti non potrebbero avere e dall’altra a creare condizioni di fidelizzazione costante nel tempo con gli utenti e potenziali turisti. Vi partecipano infatti turisti comuni, community e influencer del settore travel.”  All’incontro erano presenti anche i sindaci di Servigliano , Marco Rotoni e di Monte San Giusto,Andrea Gentili ed entrambi si sono dichiarati entusiasti dell’iniziativa e dell’opportunità di promozione del territorio offerta da questo progetto che dà attenzione particolare anche a comuni colpiti dal sisma.

Il racconto per foto e video sui social network è il risultato finale di un processo che funge da lente d’ingrandimento sui luoghi scelti, arricchendo la conoscenza delle peculiarità del territorio marchigiano.  Questo progetto è parte della strategia integrata di social media marketing che la Fondazione Marche Cultura porta avanti sin dalla sua costituzione, svolgendo un’intensa attività sul territorio al fine di valorizzare le eccellenze regionali.

Per ulteriori informazioni consultare il blog ufficiale www.destinazionemarche.it,

 

 

 

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com