Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 15:53 di Ven 20 Set 2019

dalla Regione Marche

di | in: Cronaca e Attualità, dalla Regione Marche, My Marche, Web Tv

image_pdfimage_print

WIFI MARCHE, IL LITORALE CONNESSO DAL 22 MAGGIO

UN MILIONE E 850 MILA EURO PER AMPLIARE LA RETE

Il provvedimento riguarda 21 comuni costieri che hanno aderito al progetto regionale tramite convenzioni

Dal 22 maggio l’intera costa sarà progressivamente dotata di connettività WIFI gratuita. La giunta regionale con l’approvazione del “Progetto “WIFI MARCHE-Spiaggia Connessa”, ha reso possibile l’ampliamento della rete che serviva solo alcune zone del litorale marchigiano. Si tratta di un progetto finanziato con le risorse del POR FESR 2014/2020 per 1 milione e 850 mila euro, di cui 50 mila a carico del bilancio regionale.  Un iter amministrativo semplificato ha permesso a 21 Comuni beneficiari (Altidona,Ancona, Campofilone, Civitanova Marche, Cupramarittima,Falconara Marittima, Fano, Fermo, Gabicce Mare, Grottammare, Montemarciano, Numana; Pedaso; Pesaro; Porto Recanati; Porto San Giorgio; Porto Sant’Elpidio; Potenza Picena, San Benedetto del Tronto; Senigallia, Sirolo), di aderire al progetto, garantendo l’impegno a realizzarlo secondo le linee guida stabilite dalla Regione. In ogni tratto della costa, dunque, viaggiando da Nord a Sud della regione, un turista potrà usufruire della rete wi-fi gratuita con un’unica procedura di autenticazione messa a punto dal Servizio Informatica della Regione e fruendo delle informazioni turistiche che caratterizzano il luogo in cui si trova.

 

“La connessione è essenziale – afferma il presidente Luca Ceriscioli –  per i servizi e l’economia: come la banda ultra larga lavora per cablare il territorio, con il wi fi diamo a tutti accesso alla connessione internet. Iniziamo con le spiagge ma questa è una modalità che vogliamo estendere a tutta la regione, siamo sempre più “Marche connesse”, in modo che con una sola autenticazione sia possibile agganciarsi in tutti i luoghi pubblici: piazze, musei, biblioteche. L’obiettivo è dare vita a un buon modello che dia sempre maggiori servizi ai cittadini e ai turisti che viaggiano sul web. Questo è un progetto che rappresenta una best practice nell’utilizzo dei fondi europei ed è vincente anche dal punto di vista della grazie alla collaborazione tra la Regione Marche , che definisce strategie, copertura economica e uniformità dei servizi, ed i comuni che conoscono le specificità dei loro territori.”

“E’ una risposta al sistema dell’accoglienza turistica- ha spiegato l’assessore regionale Turismo-Cultura, Moreno Pieroni –   resa concreta con uno stretto rapporto con il sistema della ricettività privata che ha dimostrato un grande senso di collaborazione. Siamo tra le prime Regioni in Italia a garantire questo servizio in grande sinergia con le città coinvolte e da tempo impegnati nella promozione integrata di un programma di sviluppo territoriale a traino culturale consapevoli che la Cultura innesca legami virtuosi tra sistemi territoriali e la valorizzazione dei patrimoni, rappresentando un elemento determinante per la produzione di reddito e nuovi posti di lavoro. In questo senso anche il progetto WIFI Marche-Spiaggia connessa, a carattere interdisciplinare tra Servizio Turismo e Servizio Informatica della Regione, si innesta nell’obiettivo strategico di creare attrattività in chiave turistica verso il patrimonio culturale e la sua fruibilità e diffusione. Gli importanti eventi di cui saranno protagoniste le Marche anche nel 2020, tra celebrazioni e mostre, vanno diffusi con i più seguiti canali digitali. Siamo convinti che diffondere e collegare i diversi valori dei nostri territori, rappresenti il valore aggiunto per riposizionare la nostra offerta in un mercato turistico altamente competitivo. Vogliamo quindi rendere omogenei sul territorio servizi infrastrutturali che non possono più prescindere dall’utilizzo di strumenti tecnologici di nuova generazione.“

Infatti il progetto, allargando l’offerta del servizio gratuito di connettività WI-FI, ma soprattutto dei servizi collegati di web marketing implementabili dai Comuni aderenti attraverso applicativi, veicolerà attività di promozione di beni, siti ed eventi culturali e turistici, sia di rilievo nazionale, sia regionale e locale, consentirà di intercettare l’interesse di cittadini e turisti/visitatori presenti nelle spiagge e nei tratti di lungomare del litorale marchigiano, proprio dove maggiormente si concentrano i flussi nella stagione estiva. Un beneficio, quindi, anche per le aree interne e un concreto collegamento, in questo caso un’infrastruttura informatica, tra costa e entroterra.

Dal punto di vista tecnologico, gli interventi hanno riguardato: la predisposizione della strumentazione per la veicolazione dei contenuti turistici/culturali e pertanto di un’infrastruttura ICT lungo il territorio costiero di ciascun Comune marchigiano in grado di fornire a cittadini e visitatori/turisti servizi Internet con accesso WIFI libero e gratuito. Riguardo alla destinazione delle risorse ai diversi comuni per gli interventi di loro competenza ci si è basati su un algoritmo correlato alla specificità di ciascun territorio comunale, tenendo conto di alcuni parametri di bilanciamento: i km di costa (fonte: Piano gestione aree costiere); km di costa in concessione (fonte: Piano regionale gestione aree costiere);popolazione residente; flussi turistici degli ultimi anni degli arrivi (dati ufficiali ISTAT);numeri di access point.  L’infrastruttura di rete sarà in grado di consentire alla Regione una serie di azioni di significativo interesse e offrire all’utente un insieme di servizi gratuiti: autenticazione e tracciatura utenti; sistema di accesso (Captive Portal) centralizzato e gestito dalla Regione Marche, personalizzabile e integrato con il sistema WiFi Italia; navigazione in Internet; invio e ricezione di posta elettronica; utilizzo servizi di messaggistica; accesso a social network; fruizione di contenuti audio e video tramite rete, anche in real time.

clicca l’allegato: WifiSpiagge_Comuni_17.05.18.v2

Dal 22 maggio lo stato di avanzamento del progetto sarà consultabile al link: http://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Turismo-Sport-Tempo-Libero/Wifi-spiagge

 


Emendamenti sisma: Regione e Comuni voce univoca. Contiamo su largo accoglimento degli emendamenti

 

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, questa mattina a Norcia ha incontrato i sindaci del territorio umbro e marchigiano e le autorità locali. Con lui il sottosegretario Vito Crimi. Ad accogliere il premier gli assessori regionali Giuseppe Chianella e Antonio Bartolini, il sindaco di Norcia, Nicola Alemanno, il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, il capo dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli e il Commissario straordinario per la ricostruzione, Piero Farabollini.

 

“Durante l’incontro – ha sottolineato Ceriscioli – le Regioni e i Comuni hanno parlato con voce univoca, dimostrando grande sintonia e richiedendo in particolar modo la semplificazione delle procedure per la ricostruzione pubblica e privata. Il prossimo 30 maggio ci ritroveremo di nuovo in Conferenza Stato Regioni auspicando che il Governo accolga i nostri emendamenti frutto dell’esperienza maturata in questi due anni. E’ fondamentale ascoltare la voce dei territori e questo il Governo lo deve tenere in considerazione dando le risposte che chiediamo da tempo. Con gli emendamenti marchigiani riconosciuti come prioritari per la conversione in legge dello sblocca cantieri abbiamo fatto un significativo passo in avanti e di questo il Governo deve tenere conto con massima attenzione e celerità nei riscontri. Vogliamo poter reclutare personale, da mettere a disposizione dell’Ufficio per la Ricostruzione, in forme più flessibili perchè il meccanismo della mobilità da altri enti non funziona. Potremmo avere a costo zero 100 persone in più che lavorano con risorse già stanziate. Chiediamo anche lo sblocco dei 40 milioni di euro messi a disposizione dalla Camera dei deputati per investimenti sul personale, il ripristino dell’intesa con le Regioni per l’approvazione delle ordinanze, e lo stanziamento di fondi statali per l’attuazione del Patto per la Ricostruzione. Sono fondamentali per noi una serie di proposte condivise con il tavolo tecnico dei sindacati e delle categorie economiche. In particolare: autocertificazione presentata da un progettista per la ricostruzione ”leggera” privata e produttiva, affidamento di servizi e lavori con procedura negoziata fino a 5 milioni di euro per le opere pubbliche, ripristino dell”intesa con i presidenti delle Regioni per approvare le ordinanze. Infine è stato riconosciuto che la metodologia di caratterizzazione delle macerie rispetto alla verifica della presenza di amianto è applicata anche alle frazioni di macerie nei depositi temporanei”

 

 

20/05/2019
LE STARTUP MARCHIGIANE PRONTE A PRESENTARSI AI MERCATI INTERNAZIONALI: UN’OPPORTUNITA’ PER 28 IMPRESE INNOVATIVE DEL TERRITORIO
Grazie al sostegno di Regione Marche e alla Camera di Commercio di Ancona, 28 startup innovative marchigiane potranno partecipare ai prossimi appuntamenti internazionali di Smau a Bologna (6 e 7 giugno), Berlino (19, 20 e 21 giugno) e Milano (22, 23 e 24 ottobre). Saranno 28 in tutto le startup marchigiane che, grazie al sostegno di Regione Marche e di Camera di Commercio di Ancona, potranno partecipare ai prossimi eventi internazionali organizzati da Smau, la piattaforma di incontro e matching dedicata all’innovazione che prevede diverse iniziative in Italia e all’estero. Le prime a varcare i confini regionali saranno le 3 startup selezionate per partecipare a Smau Bologna | R2B, che si terrà al Padiglione 33 di Bologna Fiere il 6 e 7 giugno: Emoj, Food Find, Sison. Le tre startup avranno la possibilità di presentarsi al pubblico di imprese emiliano-romagnole nell’ambito delle attività in programma nei due giorni e potranno incontrare i 5.000 visitatori attesi all’interno di un’area espositiva dedicata alle startup marchigiane ed essere coinvolti negli startup safari: tour guidati delle eccellenze innovative presenti in fiera. Sono 5, invece, le startup che il 19, 20 e 21 giugno parteciperanno alla quinta edizione di Smau | Italy RestartsUp in Berlin powered by ICE and Smau: Focotto, Linky Innovation, 360°Storytelling, PlusAdvance, Tech4care. Obiettivo dell’evento è quello di creare un ponte tra l’ecosistema italiano dell’innovazione e quello tedesco per favorire la dinamica dell’Open Innovation come modalità di collaborazione internazionale tra startup e imprese. Le startup selezionate parteciperanno al ricevimento serale presso l’Ambasciata italiana a Berlino, alla presenza dei rappresentanti istituzionali delle Regioni coinvolte, delle startup selezionate da ciascuna Regione e degli investitori e corporate internazionali coinvolti nell’iniziativa. Il 20 giugno, presso ewerk, saranno coinvolte per tutta la giornata in incontri di matching e speed pitching per presentarsi al pubblico di investitori e corporate internazionali, interessati ad entrare in contatto con l’ecosistema italiano dell’innovazione. Il 21 giugno le startup parteciperanno al tour degli incubatori e acceleratori di Berlino: un’occasione per conoscere i luoghi dell’innovazione berlinesi, i programmi di accelerazione e le opportunità di collaborazione con le imprese tedesche che si affidano a queste realtà per fare provvista di innovazione. A commento della partecipazione delle startup marchigiane a Smau, l’Assessora alle Attività Produttive della Regione Marche, Manuela Bora, ha affermato: “Una priorità fortemente perseguita dal governo regionale negli anni più recenti è stata quella di attivare strumenti volti a fornire un maggiore impulso allo sviluppo di nuove attività imprenditoriali ad alta intensità di conoscenza. Tre i punti principali sui quali la regione Marche ha deciso di puntare per far sì che lo sforzo profuso possa produrre risultati sempre più rilevanti. Primo, spostare il baricentro dalla nascita dell’idea imprenditoriale allo sviluppo e consolidamento sul mercato delle startup innovative: se oggi gran parte delle azioni si concentrano sullo stimolo alla nuova imprenditorialità, la nostra Regione ha dedicato oltre 9,5 milioni di euro alla realizzazione dei primi prototipi delle imprese ed alle attività di industrializzazione e commercializzazione di un nuovo prodotto e/o servizio. Secondo, stimolare la generazione di nuova occupazione qualificata, agendo sulla leva di un tasso di contribuzione rilevante, pari al 50%, elevabile al 70% nel caso di assunzione di almeno una unità di lavoro a tempo indeterminato; in tal modo, l’intervento attivato dalla Regione sta svolgendo un effetto leva significativo, facendo emergere sul mercato nuove imprese innovative e generando occupazione qualificata, per oltre 70 lavoratori a tempo indeterminato. Terzo, stimolare effetti di ricaduta sull’economia tradizionale incentivando le piccole e medie imprese ad aprirsi alla collaborazione con realtà consolidate sul mercato e con Università ed Organismi di ricerca, favorendo un processo di contaminazione reciproca. In questo percorso, ritengo quanto mai strategico supportare le nostre imprese innovative a partecipare ad eventi di portata internazionale come SMAU, dando loro la possibilità di incontrare partner industriali e commerciali, nonché investitori internazionali, in grado di imprimere ulteriore slancio ai progetti dei nostri giovani talenti”. A queste parole seguono quelle di Gino Sabatini, Presidente della Camera di Commercio delle Marche, il quale dichiara: “La Camera di Commercio è con SMAU e con la partita del digitale. C’è ancora molto da lavorare su questo fronte ma le premesse sono incoraggianti: sono infatti numerosi nelle Marche gli imprenditori che hanno già colto le opportunità offerte dalla digitalizzazione e dal Piano Impresa 4.0. Ad oggi le Marche risultano la quarta regione italiana per numero di start up innovative su totale delle nuove società di capitali: si tratta di 363 nuove realtà che incidono per il 3,81% sulla totalità delle imprese. La nostra regione inoltre supera la media nazionale anche per numero di imprese classificate come “campioni digitali”, ovvero capaci di buona digitalizzazione dei processi e ricorso a tecnologie 4.0. Segue il commento di Pierantonio Macola, Pierantonio Macola, Presidente di Smau, il quale afferma: “Attraverso i nostri eventi internazionali, che ci portano ogni anno a dialogare con realtà come Mercedes-Benz, Deutsche Bank, Zalando, Lufthansa, Deutsche Bahn e molti altri abbiamo rilevato una propensione sempre più forte a guardare all’esterno – e al mondo delle startup in primis – per ricercare nuovi talenti, nuove idee e prodotti da implementare rapidamente per stare al passo con il mercato: si chiama Open Innovation ed è una strategia che, per le startup, rappresenta una grandissima opportunità di crescita e di ingresso sul mercato. Per questo, con la Regione Marche e la Camera di Commercio delle Marche, abbiamo avviato un percorso che, partendo da Bologna, toccando Berlino, fino ad arrivare a Milano ad ottobre, permetterà alle giovani imprese marchigiane di entrare in contatto con queste realtà fortemente interessate all’innovazione “Made in Italy”” E proprio per presentare le opportunità offerte dagli eventi Smau e, in particolare da Smau Milano di ottobre, il 20 maggio, nella cornice di Villa Gens Camuria, a Camerano (AN) è stata organizzata una sessione di approfondimento dedicata alle startup e imprese innovative marchigiane. La giornata inizierà alle 9.30 con i saluti introduttivi di Manuela Bora, Assessora Attività Produttive della Regione Marche e di Gino Sabatini, Presidente Camera di Commercio delle Marche. Successivamente Pierantonio Macola, Presidente di Smau e Valentina Sorgato, Amministratore Delegato di Smau illustreranno le diverse opportunità a cui potranno accedere le startup che parteciperanno all’evento di ottobre di Smau Milano. In vista di tale appuntamento, infatti saranno 20 le startup marchigiane selezionate attraverso una call, aperta fino al 10 giugno, disponibile a questo link: https://www.smau.it/company/bulletin/partecipazione-di-startup-e-imprese-innovative-marche/ Le 8 startup selezionate per partecipare agli eventi di giugno potranno partecipare ad una sessione di aggiornamento per prepararsi al meglio all’incontro con i partner nazionali e internazionali presenti a Smau Bologna e Smau Berlino. LE STARTUP MARCHIGIANE PARTECIPANTI A SMAU BOLOGNA EMOJ (Ancona) EMOJ- propone soluzioni tecnologiche non-invasive che abilitano una connessione empatica con il cliente per ottimizzare il tasso di conversione ed aumentare le vendite nei punti vendita. Il sistema EMOJ di Emotional Analytics e Intelligence cattura le emozioni e i comportamenti del cliente per adattare in tempo reale e in modo automatico l’esperienza che viene offerta sia online (App e e-commerce) che instore. Tra i prodotti presentati vi è Evoque, un tunnel esperienziale capace di creare una connessione emotiva ed affettiva con il brand. L’ uso di luci, colori, musiche e contenuti multimediali, che cambiano continuamente in base allo stato emotivo dei visitatori, permette di creare con essi una relazione empatica e viscerale. FOOD FIND (Ancona) FoodFind è una startup anconetana che ha abbracciato l’enorme sfida di rivoluzionare l’interno canale di vendita delle eccellenze italiane. Grazie al suo innovativo servizio infatti non saranno più i fornitori a dover proporre i loro prodotti, ma saranno direttamente i clienti a trovare in modo ordinato e smart tutte le informazioni di cui hanno bisogno. Un servizio che in poco tempo ha raccolto risultati eccezionali, con importanti player del settore del food che fin da subito hanno sposato il progetto. SISON (Ancona) Startup innovativa che opera nel settore dell’automazione industriale. La startup offre servizi che permettono di aumentare la competitività dell’azienda ottenendo il massimo dalla produzione, e portando a compimento i paradigmi dell’ INDUSTRIA 4.0. Tra i diversi servizi proposti, Sison propone Progetto Sam, un progetto innovativo per realizzare in maniera completa il paradigma dell’Internet of Things e Terminale X1, lo strumento completo ed innovativo che collega la produzione con il sistema di gestione dell’azienda cliente. LE STARTUP MARCHIGIANE PARTECIPANTI A SMAU| ITALY RESTARTSUP IN BERLIN FOCOTTO (Ancona) Startup che progetta, produce e commercializza sistemi e attrezzature per nuovi modi di vivere l’outdoor intorno alla luce e al calore del fuoco. Tra i prodotti presentati Conotto, il camino a bioetanolo. Si tratta di un camino indipendente che non richiede canna fumaria perché sfrutta la tecnologia del bruciatore a bioetanolo: un liquido totalmente biologico, la cui combustione non genera fumi, cenere o scintille. Tra i prodotti anche Hugfire, un riscaldatore da esterno con un’alta fiamma a vista, da posizionare in giardini, piazze, cortili, per accogliere amici o clienti intorno alla luce e al calore del fuoco. LINKY INNOVATION (Fermo) Linky Innovation ha sviluppato un longboard elettrico pieghevole. Un prodotto unico progettato in Italia che offre una soluzione divertente e diversa per risolvere il problema della mobilità dell’ultimo miglio delle giovani generazioni. I principali differenziatori di prodotto sono un sistema pieghevole unico, brevettato, uno stile unico e diverse possibilità di personalizzazione, peso ridotto e materiali automobilistici. Grazie ad una serie di caratteristiche tecniche e ad un’industrializzazione spinta, Linky è una soluzione con un eccellente rapporto qualità / prezzo. 360° STORYTELLING (Pesaro) 360° Storytelling è una startup fondata da Olivia Monteforte, lo startupper turistico Federico Brocani e l’informatico Massimiliano Camillucci che permette far vivere un’esperienza reale al il visitatore che può entrare in un laboratorio manifatturiero, incontrare l’artigiano e scoprire come nasce un prodotto Made in Italy. Il tutto indossando un visore per la realtà virtuale. PLUS ADVANCE (Macerata) PlusAdvance è la prima piattaforma italiana di dynamic discounting che aiuta le aziende e i propri fornitori a gestire direttamente e in modo più efficiente gli anticipi di fattura in cambio di uno sconto. Sulla base delle condizioni di funzionamento impostate direttamente dal cliente e dai suoi fornitori, gli algoritmi valutano se l’anticipo è conveniente per entrambi e selezionano quelle posizioni che possono quindi essere pagate in anticipo dal cliente. Il sistema si connette infine bidirezionalmente al software gestionale del cliente in modo che PlusAdvance vada in automatico e non richieda alcun tipo di manualità da parte del personale. TECH4CARE (Ancona) Tech4Care opera come centro di ricerca e sviluppo (R&D) per nuovi modelli e tecnologie per l’assistenza alle persone fragili, non autosufficienti e con malattie croniche. Le sue attività comprendono anche l’erogazione di servizi di assistenza e monitoraggio, consulenza e supporto per la gestione di progetti innovativi nell’organizzazione, formazione ed educazione sanitaria verso famiglie, assistenti familiari e professionisti.

 

 

lunedì 20 maggio 2019  09:34

STEP-UP (Sustainable Transport E-Planner per l’aggiornamento della mobilità IT-HR)

La Regione Marche è il partner capofila del progetto STEP-UP che viene implementato nell’ambito della cooperazione transfrontaliera tra Italia e Croazia (programma Interreg IPA CBC Italia-Croazia 2014-2020).

Il progetto riguarda la tematica dei trasporti e mira a migliorare la mobilità dei passeggeri in Italia e in Croazia attraverso lo scambio di informazioni e la creazione di un mobility planner.

Obiettivo del progetto, che ha una durata di 18 mesi,   è quello di promuovere la multimodalità dei trasporti per turisti, visitatori e residenti fornendo, attraverso il mobility planner, informazioni utili per favorire l’utilizzo di tutte le modalità di trasporto nelle aree coinvolte (treno, traghetto, trasporto pubblico ecc) e integrando alcuni servizi – ad esempio prenotazione e acquisto di biglietti – con altri portali turistici.

Gli obiettivi di STEP-UP troveranno realizzazione operativa mediante sei azioni pilota (tre in Italia e tre in Croazia) che verranno implementate allo scopo di evidenziare l’approccio transnazionale adottato.

In allegato si possono scaricare le newsletter di progetto con le quali si possono seguire lo svolgimento delle azioni pilota.

Allegati

© 2019, Redazione. All rights reserved.




20 Maggio 2019 alle 15:29 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata