Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 02:09 di Lun 18 Nov 2019

dalla Regione Marche

di | in: Cronaca e Attualità, dalla Regione Marche, My Marche, Web Tv

image_pdfimage_print

Sanità – Area Vasta 3 Macerata

 

CERISCIOLI: PRESTAZIONI SODDISFATTE OLTRE IL 98% PER LE BREVI E LE  DIFFERITE”

 

La Regione Marche centra l’obiettivo azzerando le liste d’attesa, diminuendo i tempi e aumentando le prestazioni per i cittadini. I dati del monitoraggio fanno emergere che per il 98,7% sono state soddisfatte sia le prestazioni brevi che quelle differite.

Più in generale nel periodo di riferimento 1° giugno 31 agosto le prestazioni erogate per i codici B e D sono state 16.135, ben 2.560 in più rispetto alle 13.575 del 2018 e 5.05 in più rispetto alle 10.630 prestazioni del 2017.  Risultati raggiunti grazie alla riorganizzazione del sistema di prenotazione del Cup, all’attivazione del meccanismo bonus (prestazione sempre garantita in base al codice di priorità clinica) / malus (paga chi non disdice appuntamento preso e non si presenta) e all’aumento dei posti disponibili (slot) che tra strutture pubbliche e private convenzionate sono cresciuti dai 25.112 del 2018 ai 32.330: 7.218 i posti in più in un anno. Va inoltre ricordato che nel periodo prima dell’introduzione del bonus/malus la soddisfazione per la richiesta di prestazioni era al 90% e aveva come area di riferimento l’intera regione. Oggi il 98% della soddisfazione riguarda l’area vasta di provenienza o al massimo quella limitrofa.

Questo è quanto emerso durante la conferenza stampa tenutasi nella sede dell’Area Vasta 3 di Macerata dal presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli e dal Direttore generale Alessandro Maccioni.

“Il lavoro svolto in sanità dal 2015 ha avuto come obiettivo quello di portare un significativo cambiamento alle liste d’attesa. Attraverso il monitoraggio reale delle prestazioni il sistema sanitario regionale ha un livello di qualità unico in Italia. Le prestazioni erogate ai cittadini sono cresciute e grazie al sistema che abbiamo messo in piedi non solo possiamo migliorare quello che abbiamo, ma già stiamo lavorando per traguardi futuri. Gli obiettivi che ci siamo prefissati per il prossimo anno sono quelli di erogare la prestazione sanitaria nella Area vasta di appartenenza del cittadino e portare le prestazioni programmate dagli attuali 180 giorni ai 120 giorni”. Il presidente, oltre ai risultati, ha voluto sottolineare anche un ulteriore aspetto: “ll ‘bonus’ – ha spiegato –  prevede che, se la sanità pubblica non è in grado di dare la prestazione, il cittadino viene inserito in una lista di garanzia e richiamato in tempo utile per accedere al servizio. E’ in questo caso che il sistema sanitario regionale provvede a trovare gli spazi opportuni.

 

Buon riscontro anche per quanto riguarda l’introduzione del “malus”, per cui chi non si presenta alla visita senza aver disdetto e nonostante il servizio recall effettuato dall’azienda sanitaria, paga comunque la prestazione. Dal 30 agosto al 14 settembre risultano essere 12 le persone che non si sono presentate e di queste 4 avevano risposto sì al recall. Una condotta che va corretta visto che la mancata disdetta blocca posti che potrebbero essere disponibili per altri cittadini assistiti.

Nel corso della conferenza sono state approfondite infine tutte le novità introdotte per facilitare sempre più l’accesso alle prestazioni sanitarie: dalla ricetta dematerializzata alla app MYCUPMARCHE con cui è possibile prenotare e pagare on line attraverso il codice identificativo fornito dalla ricetta dematerializzata.

 

Il direttore generale dell’Area vasta 3 Alessandro Maccioni ha sottolineato che gli “obiettivi si sono raggiunti grazie ai nostri collaboratori e ai notevoli investimenti messi in campo dalla Regione Marche che hanno reso possibile poter rinnovare con attrezzature tecnologicamente avanzate le strutture sanitarie maceratesi”.

 

Di seguito le principali tappe del lavoro svolto dal 2015 ad oggi per azzerare le liste d’attesa:

  • Strutturazione delle agende suddivise tra primi accessi, accessi successivi e priorità B-D-P.
  • Adozione del catalogo unico delle prestazioni per tutti i medici di medicina generale, pediatri e specialisti.
  • Prescrizione dematerializzata per medici di medicina generale, pediatri e specialisti.
  • Adozione del percorso della presa in carico per gli specialisti, con prescrizione elettronica e prenotazione su agende dedicate.
  • Sviluppo di canali di prenotazione integrativi (farmacie, laboratori analisi).
  • Sviluppo di una piattaforma di comunicazione multicanale tra cittadino e CUP, per:

– prenotazione, cancellazione, pagamento on-line del cittadino attraverso web o app  (MyCupMarche).

– attraverso la app, richiesta di contatto da parte del CUP

– prenotazione on-line dedicata ai medici di medicina generale e pediatri di libera scelta.

– effettuare recall per ricordare l’appuntamento, ed eventualmente cancellarlo

– inviare sms in caso di mancata risposta al recall (per cellulari)

– possibilità di cancellare on-demand al call-center senza intervento dell’operatore

  • Sviluppo di un sistema di monitoraggio/supporto alle decisioni legato alla prenotazione/erogazione delle

prestazioni ambulatoriali (CUP).

  • Adozione del sistema di gestione delle agende attraverso la lista di garanzia.(a.f.)

 


Al TTG Travel Experience Rimini –

LE MARCHE PREMIATE COME  REGIONE ITALIANA PIU’ RECENSITA

QUARTA EDIZIONE DEL PREMIO ITALIA DESTINAZIONE DIGITALE

Assegnati gli Oscar delle Regioni italiane analizzando 21 milioni di recensioni sull’offerta turistica italiana. La soddisfazione dell’assessore Pieroni.

La più ampia analisi mai realizzata da Travel Appeal, utilizzando la tecnologia Azure, con  21 milioni di recensioni pubblicate online ha decretato che le Marche sono la regione italiana più recensita come destinazione digitale. Il periodo preso in considerazione è settembre 2018  – agosto 2019.  

“Siamo molto soddisfatti di questo riconoscimento importante – ha commentato l’assessore regionale al Turismo, Moreno Pieroni – che ci vede sul podio più alto per la  categoria del numero di recensioni perché non può che essere la dimostrazione di un interesse sempre maggiore verso la nostra regione e soprattutto dai mercati esteri. Il segno che il brand Marche è stato potenziato e che “ viaggiamo” con i messaggi giusti e una promozione che sta restituendo risultati confortanti.“

La scelta delle Marche di puntare all’outdoor e al bike sembra confortata anche dalle tendenze nazionali e internazionali: la soddisfazione media per le esperienze outdoor è altissima, pari all’89,1%. Su 21.700 annunci di esperienze online, sono stati presi in esame i 6.000 annunci relativi alle esperienze all’aria aperta (il 28% del totale): tra queste, spiccano il noleggio o tour in bici (34%), il trekking (33%) e la barca con gli sport acquatici (27%).  Il giudizio dei viaggiatori su tutti questi elementi rappresenta una leva di marketing fondamentale per influenzare le scelte di turisti connessi e digitali, che ricorrono alla rete per scegliere la loro prossima meta.

L’assessore Pieroni aveva fatto il punto in apertura del TTG Travel Experience di un anno di politiche turistiche, riassumendo i risultati ma anche gli obiettivi strategici e sottolineando innanzitutto il forte investimento per il rafforzamento del brand Marche che teneva in debito conto dei dati drammatici post sisma ( -11%) ma che ha anche rilanciato fortemente il virtuoso ossimoro dell’unicità di una regione plurale, quindi multiforme anche nell’offerta turistica.

“In meno di tre anni c’è stata un’inversione netta sui dati  – ha affermato Pieroni – che registrano solo ‘segni più’, confermati anche quest’anno. E’ il frutto di un’operazione virtuosa sia della struttura regionale che del lavoro di squadra con i diversi soggetti. Si è cominciato a capire che promuovere le Marche come un sistema unico genera vantaggi per tutti i territori e moltiplica le opportunità, anche economiche. Abbiamo lavorato in maniera parallela su più assi strategici: dal binomio Turismo-Cultura che ha funzionato benissimo come un plus valore e ripagando con le tantissime presenze alle mostre e agli eventi, tutti di elevatissima qualità anche in favore di una destagionalizzazione dell’offerta, alla riqualificazione delle strutture recettive intercettando 22 milioni di risorse che abbiamo potuto destinare ai tanti imprenditori che hanno risposto con entusiasmo. E stiamo pensando di estendere questa formula anche agli stabilimenti balneari. Vogliamo continuare ad investire sui nostri valori e sulle eccellenze per creare le condizioni di dare sempre maggiore visibilità alle Marche e i segnali positivi che riceviamo ci stanno dando ragione. “

 

 

 

Presentato al TTG di Rimini il nuovo Cluster Marche Cinema

 

Itinerari cineturistici, esperienze e avventure da protagonisti sul territorio

Seconda giornata all’insegna del Cinema nello stand della Regione Marche al TTG Travel Experience di Rimini, la manifestazione italiana di riferimento per la promozione e la commercializzazione del turismo mondiale in Italia.  E’ stato presentato, infatti, il nuovo Cluster Marche Cinema, promosso e gestito da Fondazione Marche Cultura – Marche Film Commission e realizzato con il sostegno della Regione Marche in collaborazione con le imprese marchigiane Expirit, L’Italia autentica ed Italy Movie Walks portale dedicato al cineturismo, oltre alla partecipazione di CNA Cinefood.

Un Cluster innovativo che si compone trasversalmente rispetto agli altri cluster di “#destinazionemarche“, un universo di esperienze, itinerari e narrazioni per vivere da protagonisti le storie più affascinanti dei film ambientati nel territorio marchigiano.

Per l’occasione, sono stati proposti agli operatori di settore gli itinerari cineturistici (fruibili all’interno del Cluster) sviluppati a ridosso del film La Banda Grossi e della serie web Non voglio mica la lunaentrambi sostenuti dalla Regione Marche – Fondi POR FESR 2014-2020 con la collaborazione di Fondazione Marche Cultura-

Marche Film Commission. Ne hanno parlato,    Raimondo Orsetti Dirigente Sviluppo e valorizzazione delle Marche,        Anna Olivucci Responsabile Marche Film Commission – Fondazione Marche Cultura ; Giacomo Andreani – Expirit srl ;   Giovanna Dubbini – Italy Movie Walks;     Gabriele di Ferdinando Coordinamento.Regionale CNA.

Sono stati proiettati  lo spot in anteprima del nuovo Cluster Marche Cinema – destinato al portale https://turismo.marche.it/  e i trailer di La Banda Grossi e di Non voglio mica la luna.

 

I MOVIETOUR

Il movietour dedicato a “Non voglio mica la luna” di Andrea Giancarli – prod. Piceni Art For Job, è un tour nato per appassionare e mettersi alla prova, pensato non solo per le coppie che intendono coronare il loro sogno d’amore con un matrimonio indimenticabile, ma anche per chi vuole festeggiare in modo unico una speciale “ricorrenza del cuore” o celebrare una splendida amicizia.

L’altro itinerario ripropone la vera storia di una banda di briganti del territorio del Montefeltro, all’alba dell’unità d’Italia: La Banda Grossi di Claudio Ripalti – prod. Cinestudio è un piccolo western epico italiano (marchigiano, più precisamente) dettagliato e rigoroso, un ritorno e un omaggio al cinema di genere, dal cuore delle Marche. L’itinerario offre un’esperienza memorabile per chi ama le avventure e il contatto con la natura selvaggia ed ha spirito di gruppo.

 

PRESENTATO IL BANDO DI FINANZIAMENTO DEI PROGETTI REGIONALI PER LE ATTIVITÀ PROMOSSE DALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO E ASSOCIAZIONI DI PROMOZIONE SOCIALE

Cesetti: “Continuiamo a valorizzare questa realtà variegata, estesa e silenziosa, sempre presente nei momenti del bisogno della comunità”

 

“L’apporto del mondo del volontariato nel tessuto sociale marchigiano è preziosissimo, indispensabile per rispondere ai bisogni della comunità nella proficua collaborazione con le istituzioni. Una realtà variegata, estesa e silenziosa, sempre presente nei momenti del bisogno, che fa del bene senza fare rumore per rendere più sicura e coesa la nostra comunità”: così, l’assessore al volontariato, Fabrizio Cesetti, ha introdotto la presentazione  del bando di finanziamento dei progetti regionali per lo svolgimento di attività di interesse generale promossi da Organizzazioni di Volontariato e Associazioni di Promozione Sociale e che troveranno realizzazione negli anni 2019 e 2020. Finanziamenti che aumentano: il nuovo avviso pubblico mette a disposizione del territorio regionale oltre un milione di euro garantendo anche per quest’anno ai progetti ricadenti in area sisma uno specifico punteggio in sede di valutazione. Si prevede che potranno essere finanziati  almeno 25 progetti con il coinvolgimento di circa 70/100  Organizzazioni di Volontariato e Associazioni di Promozione Sociale per 700 volontari circa.

“Le risorse destinate a progetti di  rilevanza regionale promossi da organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale sono una grande opportunità per queste realtà associative presenti nelle Marche in modo molto diffuso e radicato – aggiunge l’assessore –  Una realtà che vogliamo continuare a sostenere e valorizzare quale presidio territoriale vicino e prezioso per le comunità locali”. Cesetti ha quindi anticipato che le risorse per il prossimo bando 2020 aumenteranno ulteriormente fino a circa un milione e 300 mila euro, da formalizzare con il Ministero del Lavoro e Politiche sociali.

I più recenti dati ISTAT stimano in circa 11.400 le istituzioni non profit operanti nella Regione Marche, di cui iscritte nei registri regionali 1853 come organizzazioni di volontariato e 276 come associazioni di promozione sociale. L’avviso regionale, destinato esclusivamente a queste due ultime realtà, prevede il sostegno ad attività di interesse generale in tutti i loro settori di intervento e articolazioni tematiche: sociali, socio sanitarie, ambientali, culturali, di agricoltura sociale, di cultura della legalità, così da coprire un’area vasta di attività e di destinatari.

L’avviso è stato caratterizzato da una preziosa attività di consultazione con il Forum Regionale del Terzo Settore (istituito con la L.R. 32/2014), composto da rappresentanti dell’Osservatorio delle Associazioni di Promozione Sociale, del Consiglio Regionale del Volontariato e del Centro Servizi Volontariato Marche.

Per Angelo Davide Galeati, Coordinatore della Consulta delle Fondazioni Marchigiane, si tratta di  “un risultato importante la sinergia creata tra Enti Pubblici, CSV Marche, Forum e Fondazioni Marchigiane, statutariamente da sempre impegnate verso un welfare della comunità”.

“Questo avviso è molto importante per Odv e Aps – aggiunge il portavoce del Forum Diego Mancinelli – perciò siamo soddisfatti del risultato e anche del lavoro fatto con gli uffici regionali, con cui abbiamo collaborato per elaborare insieme la struttura del bando. Il coinvolgimento del Forum ha permesso di tenere in conto anche le istanze del settore”. ”In un’ottica di piena collaborazione sussidiaria con la Regione – commenta il presidente del CSV Marche, Simone Bucchi – il Centro servizi per il volontariato sarà a fianco delle associazioni, accompagnandole dalla fase di progettazione a quella di rendicontazione, in progetti in cui, come previsto dal bando, organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale lavoreranno in rete”.

Nella volontà di stimolare le diverse realtà associative a “fare sistema”, nel rispetto della storia, dell’esperienza e della specificità di ognuna, l’avviso finanzierà solamente quei progetti presentati in partnership tra più soggetti.  Sono stati quindi individuati criteri di valutazione volti a favorire quei progetti che sappiano coinvolgere ulteriori finanziatori appartenenti al settore pubblico e a quello privato, in modo che il finanziamento regionale determini un effetto leva che favorisca la concentrazione di risorse aggiuntive sulle attività di interesse generale realizzate dalle OdV e dalle APS.

Le proposte progettuali dovranno pervenire alla Regione Marche, entro 30 giorni dalla pubblicazione dell’avviso sul BUR Marche, utilizzando la procedura di invio telematico prevista dal sistema informativo regionale SIGEF e disponibile all’indirizzo internet https://sigef.regione.marche.it.

L’avviso è disponibile ai seguenti link:

http://www.norme.marche.it/attiweb/infodoc.aspx?ID=0_7201213

http://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Sociale/Terzo-settore#13081_Avviso-pubblico-2019-Terzo-settore-ODV-APS .

Il bando e il relativo sistema informativo per la presentazione dei progetti  verranno presentati alle OdV e APS interessate nel pomeriggio di oggi, 10 ottobre, in sala Verde di Palazzo Leopardi della Giunta Regionale, in Via Tiziano 44, alle ore 17.00.

 

 

 

 

 

 

SI CHIUDE A OSIMO LA SETTIMANA MONDIALE DELLO SPAZIO

“ DIAMO SPAZIO AL FUTURO”

 

“Un complesso di opportunità che ci impongono una riflessione su come valorizzare al meglio la cultura scientifica e siamo convinti che,  come sosteniamo alcuni cluster turistici in chiave di sviluppo economico, anche il settore dello studio e ricerca aerospaziale possa diventare un cluster che ci identifica e che si pone come riferimento le Marche.” Così oggi pomeriggio il presidente della Regione , Luca Ceriscioli alla giornata conclusiva della Settimana mondiale dello Spazio che si è svolta a Osimo e che ha visto alternarsi studiosi, scienziati, astrofisici e astronauti, guidati dal primo astronauta europeo Umberto Guidoni .

“Un altro segmento quindi, quello della Scienza, che può avere le potenzialità per essere un attrattore turistico se accompagnato dai giusti strumenti di promozione, ma anche uno strumento di per sé quanto mai valido per una crescita sociale e culturale, vale a dire per il progresso di una comunità.”

La Regione Marche ha promosso questa iniziativa con l’obiettivo di valorizzare il contributo scientifico delle Marche nella Storia e gli illustri marchigiani del presente e del passato.  Tra gli altri , sono stati ricordati Giuseppe Occhialini (padre dell’astrofisica italiana i cui studi su raggi cosmici e fisica dello spazio hanno creato le basi per la nascita dell’ESA –Agenzia Spaziale Europea,  e Enrico Mattei che, mettendo a disposizione la base di lancio a Malindi, consenti all’Italia di essere la terza nazione al mondo alla conquista dello spazio, alla base poi della nascita dell’ASI – Agenzia Spaziale Italiana.

Ma il tema SPAZIO è stato affrontato e declinato in modo trasversale con contaminazioni tra: turismo, arte, scienza, cultura, manifattura, innovazione. Per turismo e spazio sono stati presentati i Musei scientifici delle Marche; per l’arte e cultura una serata dedicata a Raffaello e alla Corte di Montefeltro, culla della civiltà rinascimentale e sempre l’Urbinate nello spazio con Guidoni che guidò il modulo Raffaello sulla Stazione Spaziale Internazionale. Altre giornate dal 3 ottobre dedicate alle eccellenze marchigiane, gli scienziati e le scienziate, alla  Storia dell’astrofisica italiana e il contributo dalle Marche.

Alla tavola rotonda di chiusura, dal titolo “ Diamo spazio al futuro”  moderata dal giornalista Duilio Giammaria e introdotta dalla consigliera comunale Frida Paolella , hanno preso parte Nicolò D’Amico , presidente Istituto Nazionale Astrofisica INAF, Nazareno Mandolesi, dell’ Università di Ferrara  Cristina Leona , Presidente del Cluster Tecnologico nazionale aerospazio , Sandro De Poli , Presidente AVIO AERO

 

 

 

giovedì 10 ottobre 2019  03:46

Osservatorio Regionale Mercato del Lavoro

Pubblicazione de “I QUADERNI DELL’OSSERVATORIO”

Periodico di informazione sul mercato del lavoro

N. 49 Settembre 2019 – II° Trimestre 2019

Vai alla pagine dell’Osservatorio Regionale Mercato del Lavoro

 

 

 

L’assessora Bora a Bruxelles per la Settimana europea delle regioni e delle città

© 2019, Redazione. All rights reserved.




10 Ottobre 2019 alle 16:28 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata