Piunti sul “Madonna del Soccorso” non le manda a dire e ne ha per tutti quelli del Pd

Piunti sul “Madonna del Soccorso” non le manda a dire e ne ha per tutti quelli del Pd

San Benedetto del Tronto, 2020-04-21 – Riceviamo dal Sindaco Piunti e pubblichiamo integralmente

 

Nell’epoca delle mascherine, il Pd è stato smascherato sulle sue subdole manovre finalizzate allo smantellamento del “Madonna del Soccorso”

 

Meno male che ci sono i comunicati stampa, altrimenti bisognerebbe chiedere aiuto a “Chi l’ha visto” per trovare traccia del Partito Democratico.

Evidentemente il nascondersi dietro le parole di un comunicato è l’unica strategia che è parsa possibile a questi signori per evitare che i loro volti e il loro simbolo vengano impietosamente abbinati alla gestione della Città degli anni precedenti al nostro mandato e all’atteggiamento di prona accettazione di tutte le decisioni assunte a livello regionale che hanno ridotto come hanno ridotto il nostro ospedale. Il nostro ospedale, non il mio: degli operatori sanitari e dei cittadini, di San Benedetto e del suo comprensorio, che hanno pagato per anni fior di tasse per vedersi progressivamente sfilati da sotto il naso servizi su servizi mentre appunto i maggiorenti PD locali dicevano che andava tutto bene, che si trattava di una “riorganizzazione”, di una “razionalizzazione” e altre parole vuote simili. La mia Amministrazione, condividendo l’orientamento di tutto il Consiglio comunale, dei Comitati di quartiere, sostenendo il Comitato civico appositamente costituitosi, ha detto basta: non siamo più disposti a farci prendere in giro. E anche adesso che ci promettono il ripristino dei reparti, noi cittadini contribuenti che abbiamo accettato che il “Madonna del Soccorso” fosse immolato alla causa COVID perché nelle emergenze è doveroso non tirarsi indietro, non rinunciamo a diffidare delle promesse né degli atti della Regione che, come l’esperienza insegna, sono la prova che “scripta volant”. Vogliamo vedere i fatti, veder tornare nelle stanze del “Madonna del Soccorso” i letti, i macchinari, il personale. Come e più di prima. La battaglia è appena cominciata, gli autori di comunicati stampa se ne facciano una ragione. Le reazioni scomposte della vicepresidente della regione marche Anna Casini, del suo ex portaborse e attuale sindaco di Folignano Matteo Terrani, nonché del vicesegretario regionale PD Fabiano Alessandrini (ma anche presidente della Steat per evidenti meriti e capacità), insieme a tutti i segretari dei circoli PD di San Benedetto (Giobbi, Benigni e Marini), sono la dimostrazione plastica di come, nell’epoca delle mascherine, il PD sia stato smascherato sulle sue subdole manovre finalizzate allo smantellamento del “Madonna del Soccorso”.

Il Sindaco Pasqualino Piunti

 

Pd: “Anziché avvelenare i pozzi il sindaco Piunti si preoccupi quantomeno dell’ordinaria amministrazione!”

 

Macchinari pagati a peso d’oro, gli intrecci del Progetto 100 con la regia di Ceriscioli-Bertolaso? Precisazioni di Sciapichetti e Micucci

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com