Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 13:02 di Ven 14 Dic 2018

dalla Regione Marche

di | in: Cronaca e Attualità, dalla Regione Marche

image_pdfimage_print

2018-12-06

Sostegno e sviluppo della blu economy nelle Marche: Svim lancia il progetto “4helix+”

Carrabs: “Ponte tra l’Europa e la comunità locale per favorire ricerca e innovazione”

La Svim – Sviluppo Marche S.r.l. mette a disposizione delle piccole e medie imprese (Pmi) che operano nel settore dell’economia del mare contributi di 10 mila euro per innovare l’attività puntando sulla collaborazione internazionale e sull’innovazione. Il sostegno viene assicurato attraverso voucher utilizzabili per acquisire servizi creativi presso fornitori accreditati dal Progetto europeo “4helix+”. Il bando verrà pubblicato nelle prossime settimane. È stato illustrato nel corso di un partecipato Info Day presso la sede della Giunta regionale. Le Marche, in qualità di regione pilota, sono le uniche in Italia a poter accedere al contributo. Durante l’incontro sono stati presentati anche i vincitori marchigiani del Progetto “Innovoucher” (Horizon 2020). I voucher internazionali sono andati alle start up Future Fashion S.r.l. di Recanati (MC) e Cnt Technologies di Montemarciano (AN). La prima ha vinto con Footscan Mobile App: in collaborazione con l’Università Politecnica di Valencia (Spagna), ha sviluppato un’applicazione con la quale i consumatori possono acquistare on line la calzatura giusta per il proprio piede (il progetto ha un valore di 20 mila euro). La seconda sperimenterà, con l’istituto di ricerca belga Inagro, un sistema di monitoraggio, analisi e localizzazione 3D per l’agricoltura di precisione (valore superiore a 34 mila euro). “La Svim è il ponte tra l’Europa e la comunità marchigiana – ha detto l’amministratore unico, Gianluca Carrabs – È un progetto che abbiamo vinto sui fondi diretti, con partner internazionali, ma del bacino della Macroregione adriatico-ionica. Vogliamo offrire agli imprenditori marchigiani l’opportunità, attraverso questo voucher, di sperimentare consulenze sull’innovazione e sulla ricerca di nuove prospettive, perché la contaminazione tecnologica è importante. È per questo che sono previste anche le imprese innovative e culturali, perché è fondamentale essere trasversali. Oggi offriamo anche una testimonianza significativa di come questo strumento dei voucher funzioni, dando voce alle aziende che già hanno beneficiato del contributo, in due pilastri importanti della economia marchigiana, come il calzaturiero e l’agricoltura. In definitiva, la Svim punta a garantire, sempre più, ricerca e innovazione al mondo produttivo marchigiano”. Svim si è aggiudicata il nuovo progetto europeo “4hlix+”, finanziato nell’ambito del Programma Interreg Med, incentrato sull’economia blu. Il settore comprende le attività legate al mare, alle coste, ai fondali per promuovere lo sviluppo di servizi sostenibili: le imprese spaziano dal turismo marittimo ai trasporti marittimi, dai porti alla cantieristica, dalla pesca alle energie rinnovabili marine. Sono coinvolti sette partner che si affacciano sul Mediterraneo: Italia, Spagna, Portogallo, Francia, Grecia, Croazia e Albania. Un ruolo chiave viene svolto dalle industrie culturali e creative internazionali accreditate che forniranno servizi per riqualificare i settori tradizionali. Il progetto, che si concluderà a luglio 2020, è dotato di un budget di circa 2,5 milioni di euro, di cui circa 480 mila destinati ai voucher, utilizzabili a favore dell’innovazione delle Pmi mediterranee legate al settore marino e marittimo, considerato un importante motore per lo sviluppo economico e la crescita occupazionale dei territori coinvolti.


Vicenda ex SGL CARBON, Sciapichetti replica a Castelli. “Pretestuose le sue accuse alla Regione Marche. Il Sindaco è stato sempre protagonista in tutte le fasi”

“Siamo sorpresi dalle parole del sindaco Castelli sulla questione Ex Sgl Carbon. Non riusciamo a capire le contestazioni di Castelli verso la Regione Marche circa la presunta incapacità o mancata volontà di spendere i soldi necessari per la messa in sicurezza dell’area. Il sindaco ha partecipato a tutte le fasi della vicenda, essendone il principale protagonista sia per le attività concernenti gli aspetti urbanistici sia per il ruolo di responsabile del procedimento del sito contaminato”. Così l’assessore all’Ambiente della Regione Marche, Angelo Sciapichetti, risponde alle accuse del sindaco di Ascoli Piceno, Guido Castelli, alla Regione in merito alla riqualificazione dell’ex Sgl Carbon.

“Ben sa il sindaco Castelli – continua Sciapichetti – che con l’Accordo di programma al quale hanno partecipato Comune, Regione e  la società proprietaria “Restart”, quest’ultima si era impegnata ad effettuare la messa in sicurezza dell’area a fronte della approvazione del piano di riqualificazione urbana da parte del Comune di Ascoli. Il sindaco è altrettanto informato che il 14 settembre l’avvocato del Comune insieme al suo dirigente avevano avanzato richiesta di rinvio dell’udienza al Tar delle Marche proprio in virtù dell’adozione del P.R.U (piano di riqualificazione urbana) da parte della Giunta comunale il 7 agosto 2018. Restart si era infatti opposta a dare corso, in assenza della approvazione di un Piano di riqualificazione urbana, all’ordinanza del Commissario straordinario della Regione Marche, Cesare Spuri, con la quale si ordinava l’immediata esecuzione dei lavori per la messa in sicurezza dell’area”.

“Ci risulta che la prossima settimana – conclude Sciapichetti – il piano verrà approvato dal Consiglio comunale e quindi la società Restart potrà onorare gli impegni presi nell’accordo ed in particolare effettuare la messa in sicurezza dell’area. Questa operazione consentirà di non spendere i soldi pubblici”.

ORIENTAMARCHE: OLTRE 2.400 RAGAZZI PRONTI AD INVADERE IL PALAPROMETEO DAGLI ISTITUTI DI TUTTA LA REGIONE

Saranno in tutto oltre 2.400  i ragazzi, provenienti da 40 istituti di tutte le Marche, che dal 12 al 14 dicembre prossimo affolleranno il PalaPrometeo Estra Liano Rossini di Ancona in occasione dell’edizione 2018 di OrientaMarche. L’evento consiste in un percorso di orientamento al mondo della scuola e del lavoro fortemente voluto dall’assessorato all’Istruzione e alla Formazione nell’ambito del POR FSE 2014-2020 e rivolto agli studenti e delle classi quinte della scuola secondaria di II grado (il 12 e il 13) e delle classi terze della scuola secondaria di I grado (il 14).

“Pensiamo ad un orientamento che aiuti i ragazzi a riconoscere i propri talenti – spiega l’assessore all’Istruzione, al Lavoro e alla Formazione Loretta Bravi – che li avvicini ad esperienze concrete e che fornisca strumenti per una scelta di percorsi di studio più consapevole.  E’ importante che gli studenti conoscano il mondo del lavoro ed acquisiscano familiarità con i settori produttivi, le figure professionali e le dinamiche. Allo stesso tempo a questi giovani vanno offerte opportunità di introspezione e occasioni per mettersi alla prova, valutare le proprie attitudini e potenzialità e individuare i punti di debolezza ponendosi obiettivi di miglioramento.”

In base al programma (in allegato), il percorso di orientamento prevede la presenza di 800 studenti al giorno, dalle 10 alle 16.30. Argomenti delle esperienze e delle testimonianze che si susseguiranno saranno l’alternanza scuola lavoro, il sistema duale, l’università e l’alta formazione, la scuola e il mercato del lavoro, le start up. Nei numerosi stand allestiti con spazi per le scuole, le aziende, le associazioni di categoria, gli AFAM, i Centri per l’impiego, i Maestri del Lavoro, le Università, gli ITS e IFTS i ragazzi potranno acquisire informazioni su tutte le opportunità dell’offerta formativa marchigiana. I ragazzi potranno anche interagire in laboratori appositamente predisposti in cui verranno effettuate simulazioni e presentati tutti i percorsi inerenti l’alternanza scuola – lavoro; incontreranno testimonial significativi e avranno modo di conoscere i principali stakeholders della realtà marchigiana.

Tra le riconferme lo stand degli artigiani dove verranno eseguite dimostrazioni pratiche nei settori della nostra tradizione manifatturiera: tessitura, stamperia, cappelli, fisarmonica, vele, pelletteria. Tra le novità la partecipazione di Erdis che informerà gli interessati sulle facilitazioni per gli studenti che vogliono frequentare l’università (servizi, bandi, borse studio) e di Eures il portale europeo della mobilità professionale, quella del Centro Linguistico d’Ateneo di Macerata e il Laboratorio del Centro per l’impiego denominato Big Stand con un percorso gioco per individuare attitudini e competenze dei partecipanti.

 

 

INTERNAZIONALIZZAZIONE IMPRESE, MA ANCHE TURISMO E CULTURA: IL PRESIDENTE CERISCIOLI IN MISSIONE IN RUSSIA

“L’obiettivo è sviluppare un modello evoluto di internazionalizzazione, basato non solo sul commercio, che guidi le aziende marchigiane  verso nuovi mercati e che consenta la crescita economica della casa madre. Allo stesso tempo gli stretti rapporti economici con la Russia favoriscono ricadute positive anche nel settore del turismo, della cultura e dell’enogastronomia, leve determinanti per lo sviluppo di nuove occasioni di business per il nostro territorio”.

Lo ha detto   il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli oggi in missione  a Mosca per una serie di iniziative con imprenditori, associazioni di categoria e università.

Tra gli incontri, quello con Natalia Viktorova rappresentante dell’Associazione delle donne imprenditrici russe (foto1).

“Sono emerse– ha spiegato Ceriscioli –  varie opportunità di sviluppo di rapporti, sia istituzionali che economici, meritevoli di attenzione e successiva analisi ed approfondimento”.

In seguito Ceriscioli è intervenuto  alla School of Governance and Politics (MGIMO University) di Mosca di fronte ad una platea di studenti (foto 2) e poi ha incontrato il Rettore dell’Ateneo Vasil’evic Torkunov.

“La buona politica non può prescindere dalla formazione culturale e dalla conoscenza” ha detto Ceriscioli ai giovani , tra cui un nutrito gruppo di studenti provenienti dall’Università di Macerata. L’intervento si è poi focalizzato sugli scambi economici tra Marche e Russia e sugli  scenari economici internazionali. Gli studenti  hanno mostrato molto interesse  per gli argomenti trattati  ed alla fine dell’intervento hanno rivolto numerose domande al Presidente,  soprattutto su argomenti riguardanti la pubblica amministrazione.

 

© 2018, Redazione. All rights reserved.




6 dicembre 2018 alle 19:14 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata