Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 20:32 di Gio 18 Apr 2019

dalla Regione Marche

di | in: Cronaca e Attualità, dalla Regione Marche

image_pdfimage_print

2019-02-04

REDDITO CITTADINANZA – ASSESSORE BRAVI: “NESSUNA INDICAZIONE DAL GOVERNO, PAROLE DEL MINISTRO DI MAIO INACCETTABILI”

“Dichiarazioni offensive e inaccettabili quelle del Ministro Di Maio sulle Regioni a proposito dell’applicazione del reddito di cittadinanza”. L’assessore al Lavoro, alla Formazione e all’Istruzione Loretta Bravi sottoscrive e condivide le parole dell’assessore Cristina Grieco coordinatrice della Commissione Lavoro che in questi giorni ha risposto al vicepremier che, sulla questione dei navigator, ha accusato le Regioni di “fare casino”.

“Ci tengo a sottolineare – prosegue l’assessore Bravi – che non discutiamo la bontà della misura,  anzi siamo pronti ad erogare il reddito di cittadinanza nel modo più snello possibile vista la presenza di numerosi disoccupati sul nostro territorio,  ma abbiamo molte preoccupazioni sulle modalità. Non si riesce a capire quale debba essere il ruolo delle Regioni.   Le nostre priorità sono chiare: sostenere i disoccupati affinchè trovino  al più presto un lavoro e un buon funzionamento dei servizi.  Al tavolo della Commissione Lavoro abbiamo espresso queste preoccupazioni su tempi, sul personale e sulle modalità organizzative che caratterizzeranno la fase attuativa del decreto sul reddito di cittadinanza.  Proprio per discutere queste tematiche e trovare soluzioni condivise da tempo e più volte abbiamo richiesto un incontro con il Ministro, ma non abbiamo avuto alcun tipo di risposta”.

In particolare sulla questione dell’assunzione dei “navigator” l’assessore Bravi sottolinea: “Si è parlato  di affidare le assunzioni dei navigator ad Anpal,  ma queste assunzioni, secondo il Ministro, sono a contratto co.co.co per due anni: questo di fatto impedirebbe ad Anpal Servizi di “comandarli” alle Regioni perché il co.co.coè una forma di lavoro autonomo. Non ci sono state fornite  indicazioni su come le Regioni potrebbero  utilizzarli, né cenni riferiti al rimborso dei costi. Le persone, si presume, dovranno essere accolte  nei centri per l’impiego senza però capire come la Regione possa svolgere il ruolo di datore di lavoro  e dotarli di postazioni di lavoro. Una postazione di lavoro implica uno spazio fisico a norma, arredi e attrezzature ,strumentazione di base e un innalzamento dei costi di gestione: pulizie, allungamento degli orari. Su tutto ciò non abbiano avuto alcuna direttiva ed il rischio è un pasticcio normativo e incostituzionale che alla fine danneggerà innanzitutto i cittadini” .


INTERVENTI DISABILI – CERISCIOLI: “RICONFERMATI OLTRE 11 MILIONI DI EURO PER  ASSISTENZA DOMICILIARE, INTEGRAZIONE SCOLASTICA E TIROCINI DI INCLUSIONE SOCIALE

 

“Si riconfermano anche per il 2019 gli 11.120.000 gli euro stanziati dalla Regione Marche per gli interventi a favore delle persone disabili in termini di assistenza domiciliare domestica ed educativa, integrazione scolastica e tirocini di inclusione sociale. Si tratta di un segno concreto e doveroso di vicinanza alle tante famiglie marchigiane che vivono queste difficili situazioni e che hanno bisogno del supporto di tutta la comunità a partire dalla istituzioni. Gli interventi saranno attivati da Comuni, Unioni di Comuni e Aziende servizi alla persona, mentre le risorse saranno trasferite agli Ambiti territoriali sociali”.

Lo annuncia il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli oggi, in seguito all’approvazione della delibera con i criteri e le modalità di attuazione degli interventi, nella seduta settimanale di giunta. Il provvedimento passa ora al vaglio del Consiglio delle Autonomie locali.

Beneficiari del contributo sono le persone in situazione di disabilità come definite dalla legge 104 e riconosciute dalla competente commissione sanitaria e che non abbiano compiuto 65 anni nell’anno di competenza dell’intervento. Nel caso si tratti di minori che non abbiano compiuto i 10 anni di età nel 2019 e la cui situazione non sia ancora attestata in base alla L. 104,  l’ente locale può avvalersi di altra documentazione sanitaria simile attestante la patologia rilasciata dall’Area vasta dell’Asur oppure dal centro privato accreditato. Per i disabili affetti da disturbi mentali è sufficiente l’attestazione del dipartimento di salute mentale, ma possono usufruire esclusivamente delle provvidenze previste per i tirocini.

In particolare, relativamente all’assistenza domiciliare domestica, saranno ammissibili 12 ore settimanali, elevabili a 18 per le situazioni più gravi, tenendo conto di età e bisogni legati al tipo di disabilità. L’assistenza educativa, invece, verrà destinata prioritariamente ai disabili in situazione di gravità, per i quali i competenti servizi dell’Asur o dei centri privati autorizzati o accreditati ritengono necessario l’intervento di un educatore specializzato. Il monte ore massimo, in questi casi, sarà di 650 ore annue.

Per quanto riguarda l’integrazione scolastica sarà incentivata quella presso i nidi d’infanzia, le scuole dell’infanzia statali o comunali, le scuole di ogni ordine e grado, oltre a stage formativi mediante l’affiancamento di specifiche figure professionali.

Infine, i tirocini di inclusione sociale sono prioritariamente rivolti alle persone con disabilità per le quali non è prevedibile, nel breve periodo, un avviamento al lavoro. I tirocini di inclusione sociale finanziati con l’atto sottoposto al parere del Cal prevedono un contributo di partecipazione di 162 euro mensili e sono strumenti di orientamento che si affiancano e sono alternativi ai tirocini finanziati con il Fondo sociale europeo delle Marche, finalizzati esclusivamente all’inserimento/reinserimento socio lavorativo delle persone con capacità lavorativa, anche se limitata.

 

 

A RIGA PER PRESENTARE LE METE TURISTICHE REGIONALI E CONFERMARE LA PRESENZA SUL MERCATO BALTICO

 

Un volo settimanale, ogni sabato dal 15 giugno al 17 agosto

“ Un positivo riscontro in termini di flussi turistici, provenienti dalle Repubbliche Baltiche lo scorso anno, ci ha indotto a proseguire la collaborazione proficua anche per la stagione estiva 2019 con  il tour operator Tez tour”, spiega l’assessore regionale al Turismo-Cultura , Moreno Pieroni e aggiunge : “ si tratta di un ulteriore importante tassello nel quadro della promozione delle Marche e dell’ Aeroporto Sanzio, per un riposizionamento della nostra regione nei mercati turistici esteri.  Siamo convinti che i mercati dell’Est Europa abbiano un potenziale indice di notevole incremento verso la nostra regione , un bacino turistico molto interessato alla nostra offerta variegata:  dalla cultura all’enogastronomia, dal mare allo shopping delle maggiori griffe. “

Il Tour Operator lettone opera in collaborazione con la compagnia aerea nazionale  “Air Baltic”ed  ha presentato a Riga, nello scorso fine settimana, la destinazione “Marche”. La giornata di presentazione – organizzata dalla Regione Marche in collaborazione con l’Ambasciata Italiana in Lettonia- ha visto la partecipazione dei principali tour operator, dei maggiori influencer  e giornalisti lettoni ai quali sono state illustrate le destinazioni turistiche regionali che saranno raggiunte da Riga con un volo aereo settimanale su Ancona con partenza ogni sabato nel periodo dal 15 giugno al 17 agosto 2019.

I voli, che verranno effettuati con Aerei Airbus A220-300 della compagnia Air Baltic, partiranno da Riga alle 8,30 per giungere all’Aeroporto Raffello Sanzio dopo circa 2 ore e 40 minuti di viaggio.

Konstantin Palgov, Direttore Tez Tour- Lettonia ha sottolineato “il piacere di continuare, per il secondo anno consecutivo, ad offrire al mercato Baltico la “Destinazione Marche”, un’offerta resa possibile grazie al coinvolgimento di Air Baltic, del sistema degli albergatori regionali e degli enti locali marchigiani.”

Per la prossima stagione turistica Tez Tour, riproporrà le più note destinazioni della Riviera Marchigiana, da Gabicce Mare a San Benedetto del Tronto. Accanto alla destinazione balneare, l’offerta turistica sarà arricchita da nuovi tour enogastronomici, partecipazioni ad eventi musicali, visite dei nostri circuiti manifatturieri ed outlet.

 

 

SAE – PICCININI: “CONCLUSI CONTROLLI ANTIMAFIA, NESSUNA DITTA SEGNALATA DALLE PREFETTURE”

“Si sono conclusi tutti i controlli antimafia e nessuna ditta soggetta a verifica dalla legge è stata segnalata dalle Prefetture” spiega il capo della Protezione Civile David Piccinini dopo la delibera Anac sugli esiti degli accertamenti per fornitura, trasporto e montaggio delle Sae.

“Su circa 1300 istanze di subappalto solo una ditta ha dichiarato di essere in regola sotto il profilo contributivo pur non essendolo. Questa azienda faceva parte di una Ati (Associazione temporanea d’imprese), diversa dalla mandataria subappaltatrice di Arcale. L’importo delle attività svolte da questa ditta sarà oggetto di contenzioso e ci riserviamo di costituirci in un eventuale procedimento penale” conclude Piccinini.

 

 

 

© 2019, Redazione. All rights reserved.




4 Febbraio 2019 alle 16:57 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata